Home » Cinema » Horror & Thriller » [video] Il finale alternativo originale di Scappa – Get Out è cupo e realistico

Titolo originale: Get Out , uscita: 24-02-2017. Budget: $4,500,000. Regista: Jordan Peele.

[video] Il finale alternativo originale di Scappa – Get Out è cupo e realistico

18/05/2017 trailer news di Redazione Il Cineocchio

SPOILER alert!

Scappa – Get Out di Jordan Peele arriva giusto oggi nelle nostre sale (la nostra recensione), ma negli Stati Uniti è quasi pronta la sue uscita in home video, prevista per il 23 maggio e in vista di tale evento, è già online il finale alternativo del film (che figurerà tra gli extra).

scappa get out poster (2)Qui cominciano gli SPOILER

Nella pellicola, il protagonista Chris (Daniel Kaluuya) riesce a sfuggire alla situazione di incubo in cui si è ritrovato riuscendo a uccidere tutti i cattivi e mettendo così fine alla turpe macchinazione al centro del film. Con la ex-fidanzata Rose (Allison Williams) morente in mezzo alla strada e Chris in piedi sopra di lei, un’auto della polizia si ferma a pochi metri dai due. In questo momento, gli spettatori pensano probabilmente che il ragazzo stia per essere ucciso oppure arrestato. Invece, dalla vettura scende il suo amico Rod (LilRel Howery), permettendo a tutti di tirare un sospiro di sollievo.

La fine originale pensata da Peele era però in origine un po’ meno confortante.

Il finale alternativo avvicinava infatti Scappa – Get Out a qualcosa di molto simile a quello che ci si sarebbe aspettati. Rose sta morendo in mezzo alla strada e Chris è in piedi sopra di lei. Si avvicina la macchina della polizia, ma al posto di Rod, scendono due poliziotti. Arrestano Chris e lo portano in prigione, dove Chris ha una conversazione con Rod, venuto a visitarlo. È un uomo sconfitto ed è chiaramente evidente sul suo volto. Sa che non riuscirà mai a scappare. Dopo tutto, è un ragazzo di colore che ha ucciso un sacco di gente ricca e bianca.

“I’m good,” dice a Rod. “I stopped it.”

Il regista ha spiegato la decisione di cambiare la fine al podcast Another Round all’inizio di quest’anno:

scappa get outAll’inizio, quando stavo facendo questo film, l’idea era: “Okay, siamo in questo mondo post-razziale, a quanto pare”. Questa era l’intera idea. La gente diceva: ‘Abbiamo Obama, quindi il razzismo è finito, non parliamone’. Era questo che il film doveva affrontare. Del tipo, guarda, riconosci questa interazione. Questi sono tutti indizi, se non l’avete capito, che il razzismo non ha fine. Quindi la fine di quel momento storico doveva dire: ‘Pensi che la razza non sia un problema? Beh, alla fine, sappiamo tutti che questo è il modo in cui finirebbe un film del genere in quel momento’.

Era molto chiaro che il finale aveva bisogno di trasformarsi in qualcosa che ci desse un eroe, che ci desse una via di fuga, ci desse una sensazione positiva quando lasciamo la sala cinematografica. Non c’è niente di più soddisfacente che vedere il pubblico impazzire quando Rod compare in scena.

Il tema è senza dubbio molto sentito negli Stati Uniti e sebbene le ovazioni del pubblico potranno pur indicare che Jordan Peele abbia optato per la soluzione migliore, è difficile non pensare che il finale originale, molto più cupo, fosse in fondo più appropriato. Vedere due poliziotti bianchi arrestare l’eroe di colore non avrebbe certo sminuito il messaggio del film e anzi avrebbe probabilmente favorito l’insorgere di frustrazione e rabbia, rendendolo più potente e significativo.

In ogni caso, qui sotto il video del finale alternativo di Scappa – Get Out, la seconda col commento del regista (e sottotitoli):

Fonte: YouTube

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su Get Out:

Post Mortem-3
Horror & Thriller

Post Mortem | La recensione del film horror di Péter Bergendy (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Un'ambientazione ungherese primo novecentesca molto suggestiva viene sprecata da una regia che opta per effetti speciali bizzarri e da una sceneggiatura troppo vaga

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
the haunting of bly manor serie 2020 fantasma
Horror & Thriller

The Haunting of Bly Manor: un video svela tutti i fantasmi nascosti negli episodi

di Redazione Il Cineocchio

Anche per la seconda stagione dello show di Netflix, Mike Flanagan ha celato in bella vista molti spettri

Leggi
the banishing film 2020 horror
Horror & Thriller

The Banishing | La recensione del film horror di Christopher Smith (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese si cimenta con la ghost story con diligenza, ma seguendo un po' troppo strade già battute

Leggi
12 hour shift angela bettis film
Horror & Thriller

12 Hour Shift | La recensione del film horror di Brea Grant (Sitges 53)

di William Maga

Angela Bettis e David Arquette sono i protagonisti di una dark comedy dell'assurdo spruzzata di sangue e maldestrità

Leggi