Home » TV » Sci-Fi & Fantasy » Henry Cavill e l’abbandono a The Witcher: malessere in alcune frasi già dopo la stagione 2

Titolo originale: The Witcher , uscita: 20-12-2019. Stagioni: 2.

Henry Cavill e l’abbandono a The Witcher: malessere in alcune frasi già dopo la stagione 2

03/11/2022 trailer news di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista avrebbe apertamente parlato già in passato dei dissapori con gli showrunner

La scorsa settimana è giunta come un fulmine a ciel sereno la notizia scioccante dell’uscita di Henry Cavill dal cast della serie The Witcher di Netflix, che quindi non apparirà nella quarta stagione.

Il ruolo di Geralt di Rivia sarà così ricoperto da Liam Hemsworth, e i fan non hanno perso tempo a contestare la decisione. Henry Cavill era stato da subito molto apprezzato nel ruolo e, senza il suo coinvolgimento, un calo di interesse sarà inevitabile. Forse, addirittura, fatale.

Non sono stati forniti dettagli sul motivo per cui il protagonista ha lasciato la serie fantasy, quindi la maggior parte della gente ha pensato che i motivi fossero riconducibili ad altri pressanti impegni, come il ritorno nei panni di Superman in Man of Steel 2 o il film di Guy Ritchie The Ministry Of Ungentlemanly Warfare.

Secondo un nuovo rapporto di Redanian Intelligence, Henry Cavill avrebbe pensato di lasciare The Witcher già dopo la seconda stagione, a causa di disaccordi con i produttori riguardo al contenuto della serie e al ruolo di Geralt, esprimendo le sue frustrazioni al riguardo durante il press tour dell’anno passato:

the witcher serie netflix henry cavillLa parte più difficile per me è stata trovare l’equilibrio tra la visione degli showrunner e il mio amore per i libri di Andrzej Sapkowski, e cercare di portare quel Geralt dentro alla visione che avevano di lui gli showrunner.

Si tratta di camminare su una corda sottile. Si tratta della storia degli showrunner e quindi si tratta di un adattamento. La parte più difficile per me è stata trovare il giusto posto del Geralt dei romanzi all’interno di questa storia ed essere in grado di rendere giustizia a entrambi il più possibile.

Gli aspetti su cui ho insistito di più non era necessariamente un maggior numero di dialoghi. Piuttosto, si trattava di portare sullo schermo il Geralt dei libri il più accurato possibile. […] Tutte le mie richieste erano orientate alla fedeltà al materiale di partenza.

Si può sicuramente captare la frustrazione di henry Cavill da queste parole. È un peccato che la sua visione della storia si sia scontrata con quella degli showrunner di The Witcher. Ammesso che siano davvero queste le cause (alcuni parlano invece di semplice volontà dell’attore di ‘passare oltre’ dopo 3 anni di impegno, benissimo retribuito tra l’altro …) , è probabile che ora queste differenze creative avranno un costo salato.

Sarebbe anche bello capire i motivi dietro alla volontà di una minore fedeltà alle pagine voluta dagli autori.

Di seguito trovate intanto il teaser trailer italiano della stagione 2 di The Witcher:

Fonte: YouTube