Home » Cinema » Horror & Thriller » [esclusivo] Intervista a Barbara Crampton, da Stuart Gordon a Death House, passando per il ritorno sulle scene dopo un lunga pausa

[esclusivo] Intervista a Barbara Crampton, da Stuart Gordon a Death House, passando per il ritorno sulle scene dopo un lunga pausa

09/11/2016 di Alessandro Gamma

Al Festival di Sitges abbiamo incontrato l'attrice, che non vuole essere definita una scream queen e che ci ha raccontato come sono cambiati i ruoli femminili nel cinema horror

Forse il pubblico femminile – e di una certa età – la ricorda per alcuni suoi ruoli televisivi, come quello di Leanne Love in Febbre d’amore (ruolo che le è valso il Soap Opera Digest Award), quello di Mindy Lewis in Sentieri o quello di Maggie Forrester Warwick in Beautiful, ma per gli appassionati di cinema horror il nome Barbara Crampton è associato senza dubbio a pellicole che hanno fatto la storia del genere come Re-Animator (1985) e From Beyond – Terrore dall’ignoto (1986), seguiti al fulminante esordio in Omicidio a luci rosse di Brian De Palma.

Abbiamo avuto il piacere di incontrare l’attrice al Festival di Sitges, dove è arrivata per presentare Beyond the Gates, pellicola in cui figura come attrice ma della quale è anche produttrice, ed è stata l’occasione per parlare così della sua carriera e dei suoi progetti futuri.

barbara-crampton-re-animatorPartiamo subito con una domanda tosta: come mai non hai mai lavorato con registi horror italiani, almeno negli anni ’80, quando in Italia il cinema di genere era ancora vitale?

Nessuno me l’ha mai chiesto! L’ultima volta che sono stata a Roma, un paio di mesi fa, ho incontrato Luigi Cozzi nel suo negozio Profondo Rosso, e mi ha rammentato che subito dopo avermi visto in From Beyond, aveva cercato di raccogliere dei fondi per un nuovo film e chi mi voleva come protagonista. Purtroppo non ricordo il titolo, ma poi non è mai stato realizzato… molti progetti finiscono così… Una volta al Texas Frightmare ho incontrato anche Ruggero Deodato, ma abbiamo soltanto parlato un po’. Per risponderti, nessuno me lo ha mai chiesto, avrei detto di si subito!

Visto che sei qui anche per ritirare un premio alla carriera, quali sono i tuoi ricordi dei primi film che hai girato insieme a Stuart Gordon?

Ho iniziato a lavorare con Stuart quando ero ancora molto giovane. In principio non ero stata scelta per il ruolo di Megan in Re-Animator, ma poi la madre della ragazza scelta ha letto la sceneggiatura e ne rimase scioccata, impedendo alla figlia di parteciparvi. Così hanno fatto una seconda sessione di casting, mi sono ripresentata e ho ottenuto la parte. Penso che Re-Animator abbia senza dubbio lanciato la mia carriera, quindi sono stata molto fortunata che quella madre abbia detto no. Sono stata molto contenta di quell’esperienza e Stuart e visto che andavamo così d’accordo – e anche con Jeffrey Combs ho lavorato bene – lui mi ha chiesto di continuare a lavorare con lui, così ho fatto From Beyond e ho continuato a rimanere nell’ambito del cinema di genere. Ovviamente ho lavorato anche a diverse soap opera in America, ma questo mi ha aiutato a strutturare la mia carriera di attrice. Ho avuto la fortuna di lavorare per circa 12 anni praticamente ininterrotti in TV, passando da un progetto all’altro, e guadagnando pure di più che facendo film. Poi mi sono presa una pausa, mi sono sposata e avere dei figli. Poi dal nulla un giorno è arrivata la chiamata per You’re Next, chiedendomi se volessi far parte di questo piccolo progetto low budget. Cercavano un’attrice esperta che interpretasse il ruolo della madre e così ho accettato, il film è andato molto bene e da lì è rinata la mia carriera.

barbara-crampton-from-beyondQuindi sei contenta di essere considerata una scream queen?

E’ buffo che lo dici, perchè non mi piace molto la definizione di scream queen. La considero un po’ abusata e sminuente. Tutte sono delle scream queen di questi tempi, specialmente sui Social Media… Lavorano a due film e improvvisamente si definiscono scream queen. Penso che abbia perso il suo valore, una volta poteva significare qualcosa… Possono chiamarmi così, ma di certo non mi fa gran piacere. Penso dovrebbero chiamarci in qualche altro modo, non so… forse ‘donne del terrore‘! [ride]

Mi puoi dire qualcosa sul tuo ruolo in Le Streghe di Salem di Rob Zombie? Alla fine sei stata tagliata dal montaggio finale…

In Lords of Salem dovevo aver molte più scene. Dovevano esserci anche un’altra decina di attori che in qualche modo avrebbero dovuto fare un cameo, ma siamo stati tagliati tutti. Rimane solo una mia fotografia… Non lo sento un film mio, al quale ho davvero partecipato.

barbara-crampton-youre-nextDimmi invece qualcosa di più sul tuo coinvolgimento in You’re Next. Ti ha scelto personalmente Adam Wingard?

A dire il vero mi ha scelto lo sceneggiatore, Simon Barrett. Lui incontrò Stuart Gordon durante un Fantastic Fest a Asutin, in Texas, mentre stava lavorando alla sceneggiatura. Simon è stato anche produttore di You’re Next, così disse a Stuart che stava cercando un’attrice che interpretasse una madre e fece il mio nome. Stuart però gli disse che all’epoca mi ero ritirata dalle scene, che vivevo a San Francisco, mi ero trasferita da LA, avevo dei bambini ecc Io all’epoca non pensavo davvero più al cinema, mi stavo solo concentrando sulla famiglia, facevo volontariato alla scuola elementare dei miei figli e cose del genere. Simon però decise di provarci comunque e così chiamò il mio agente, col quale tra l’altro non parlavo da praticamente 6 anni e rimasi sorpresa che avesse ancora il mio numero! Quando mi chiamò mi spiegò l’offerta e ne fui molto sorpresa, gli chiesi se quanto meno non volessero vedermi prima, ma lui disse che volevano soltanto offrire a me la parte e di non fare troppe domande, sole dirgli se accettavo o meno. Così mi sono recata sul set, e non mi ero resa conto che avrei lavorato con tutti questi giovani filmmakers come Ti West e Adam Wingard, che in realtà non sapevo chi fosse, e poi Amy Seimetz e Joe Swanberg, tutti ragazzi fantastici, che erano amici e che collaboravano ogni volta nei film di ciascuno. Questa cosa mi ha colpito molto e mi ha dato grande ispirazione, tanto da riaccendere la fiamma della passione per la recitazione in me. Penso di essere stata anche fortunata a riapparire in un’opera che è stata tanto ben accolta come You’re Next. Se fosse andata diversamente non credo che avrei ricevuto altre telefonate dopo. Sono molto grata a Simon, perchè credo fermamente che la sua chiamata mi abbia aiutato tantissimo a ritornare nel giro. Non mi sono reso conto di quanto mi mancasse quel mondo fino a quando non ho ricominciato a lavorarci, specialmente con quelle persone. Mi sono divertita moltissimo e ho realizzato che la vita da madre è molto più difficile! [ride] Ora che i miei gigli sono cresciuti sto cercando invece di bilanciare i due mondi, e per adesso sta funzionando.

barbara-crampton-were-still-hereFacendo un passo indietro, quando hai deciso di dedicarti alla famiglia, hai lasciato soltanto il set o ti sei proprio ‘disconnessa’ totalmente dal mondo dell’horror?

Si, mi sono proprio disconnessa. Poco prima che mi sposassi, non avevo ancora quarant’anni, stavo già lavorando abbastanza poco. Sai che ultimamente ci sono state polemiche riguardo agli Oscar ‘troppo bianchi’ e ‘troppo maschili’, ma all’epoca alle donne della mia età venivano offerti ben pochi ruoli. Così, quando mio marito mi disse di trasferirci a San Francisco perchè gli avevano offerto un posto là, non ho esitato un istante. Volevo concentrarmi sulla famiglia perchè mi sono risposata tardi e volevo avere dei bambini, quindi era importante per me immergermi totalmente in quel mondo e non sarei mai tornata sui miei passi se non avessi ricevuto quella chiamata. Magari a un certo punto avrei ricevuto una chiamata da qualcun altro, ma forse no, chi lo sa. Ora che vado verso i sessant’anni mi scritturano per ruoli di mamma, di badanti cattive, persone matte e villain! [ride] Ci sono più parti per le donne, anche per donna della mia età. Ad esempio in We’re still Here mi hanno dato un ruolo da protagonista, che è piuttosto raro, sia in film di genere che non. Penso che invecchiando ora mi diano la possibilità di scegliere tra più ruoli, e ne sono felice.

barbara-crampton-death-houseL’ultima domanda è su uno dei tuoi film in uscita, Death House. Cosa mi puoi dire di questa esperienza?

Ho iniziato a lavorare su Death House molto tempo fa. Il mio agente, Mike Eizenstat, è stato il primo ad avere questa idea. Lui ama i film di genere e ha molti clienti di questo giro, tra i quali c’era anche Gunnar Hansen. Così ne parlò a Gunnar e gli chiese di scrivere un primo trattamento che avrebbe dovuto coinvolgere molti dei suoi clienti, perchè voleva vederli recitare tutti insieme ed era sicuro che sarebbe stato interessante, visto il loro stato di icone dell’horror. Così Gunnar ha steso una prima bozza di sceneggiatura e io sono stata una delle prime persone contattate. Faccio parte del progetto – che ha cambiato un paio di registi nel frattempo – ormai da 6/7 anni. Sfortunatamente Gunnar è purtroppo scomparso di recente, ma Harrison Smith ha preso in mano le redini del progetto e ha un po’ riscritto alcune parti e contattato tutti gli attori che voleva che vi partecipassero e poi il mio agente ha ne chiamati altri della sua scuderia. Il film parla del Bene e del Male e di quello che significano. Credo che sarà interessante vedere alcuni attori in ruoli inusuali. Mi sono divertita moltissimo a lavorarci e spero sia venuto bene, non ho ancora avuto occasione di vederlo nemmeno io, ma è completo e in fase di post-produzione.

In the Shadow of the Moon film 2019
villains film 2019 maika monroe
Horror & Thriller

Trailer per Villains: Bill Skarsgård e Maika Monroe rapinatori spavaldi nella dark comedy

di Redazione Il Cineocchio

Nel nuovo film diretto da Dan Berk e Robert Olsen ci sono anche i malefici Jeffrey Donovan e Kyra Sedgwick

Leggi
MOTHERLESS BROOKLYN edward norton film
Horror & Thriller

Trailer per Motherless Brooklyn: Edward Norton detective con la Tourette nel noir anni ’50

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Bruce Willis e Willem Dafoe nell'adattamento R-Rated per il cinema del romanzo poliziesco di Jonathan Lethem

Leggi
mr mercedes stagione 3 tv
Horror & Thriller

Trailer per Mr. Mercedes: la stagione 3 affronta il romanzo Chi Perde Paga

di Redazione Il Cineocchio

Brendan Gleeson alle prese con le conseguenze dei massacri nell'adattamento per la TV del secondo romanzo della trilogia scritta da Stephen King

Leggi
Angie Dickinson Vestito per Uccidere (1980)
Horror & Thriller

Recensione story | Vestito per Uccidere di Brian De Palma

di William Maga

Nel 1980, l'allora 40enne regista dirigeva Angie Dickinson e Michael Caine in un thriller erotico denso di novità per il suo cinema

Leggi
ambition film Robert Shaye 2019
Horror & Thriller

Trailer per Ambition: la realtà si frantuma tra musica e incubi nell’horror di Robert Shaye

di Redazione Il Cineocchio

Il produttore di Nightmare torna alla regia dopo oltre 10 anni per un film in cui troviamo anche Lin Shaye

Leggi
the i-land serie netflix 2019 Kate Bosworth
Horror & Thriller

Trailer per The I-Land: Kate Bosworth dispersa e senza memoria nella serie horror di Netflix

di Redazione Il Cineocchio

C'è anche Natalie Martinez nel cast del misterioso show evento ideato da Neil LaBute

Leggi
Color Out of Space film nic cage 2019
Horror & Thriller

Poster e immagini per Color Out of Space: Nicolas Cage e Richard Stanley adattano H. P. Lovecraft

di Redazione Il Cineocchio

Il noto racconto fanta-horror del 1927 verrà portato al cinema per la sesta volta nella storia

Leggi
it capitolo due pennywise film
Horror & Thriller

Andrés Muschietti su IT: “Lavoro alle Director’s Cut di entrambi i film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato l'intenzione di regalare ai fan una - o più - versioni estese del suo adattamento cinematografico del classico di Stephen King

Leggi
alexandre aja set
Horror & Thriller

Alexandre Aja: “Giro un horror ‘scegli la tua avventura’ per la Amblin”

di Redazione Il Cineocchio

L'idea del film, ancora senza titolo, viene da Mike Flanagan e Jeff Howard, il regista e lo sceneggiatore della serie Hill House

Leggi
antlers film 2020 cooper
Horror & Thriller

Teaser per Antlers, monster movie con Keri Russell prodotto da Guillermo del Toro

di Redazione Il Cineocchio

Alla regia del film horror scritto da Nick Antosca c'è l'acclamato Scott Cooper

Leggi
Horror & Thriller

Doppio teaser per American Horror Story: 1984, un killer mascherato impazza per un campo estivo

di Redazione Il Cineocchio

La nona stagione della serie di FX catapulterà Emma Roberts e Billie Lourd dentro uno slasher dal sapore retrò

Leggi
Demi Moore in Corporate Animals (2019) film
Betty Gilpin in The Hunt film 2019
Horror & Thriller

Jason Blum e Craig Zobel su The Hunt: “Trama travisata; commessi errori nella promozione del film”

di Redazione Il Cineocchio

Il produttore e il regista hanno spiegato il significato del thriller politico cancellato dalla Universal e i loro intenti, tutt'altro che sovversivi e capaci di incitare alla violenza

Leggi
night hunter film 2019
Horror & Thriller

Trailer per Night Hunter: Alexandra Daddario e Henry Cavill a caccia di un serial killer con DDI

di Redazione Il Cineocchio

L'inglese David Raymond esordisce in regia con un thriller R-Rated che vede protagonisti anche Ben Kingsley e Nathan Fillion

Leggi
Pop Black Posta

Pop Black Posta

22-08-2019

Il signor Diavolo

Il signor Diavolo

22-08-2019

RECENSIONE

La rivincita delle sfigate

La rivincita delle sfigate

22-08-2019

Charlie Says

Charlie Says

22-08-2019

RECENSIONE

Il re leone

Il re leone

21-08-2019

The Nest (Il nido)

The Nest (Il nido)

15-08-2019

RECENSIONE

Diamantino - Il calciatore più forte del mondo

Diamantino - Il calciatore più forte del mondo

15-08-2019

Crawl - Intrappolati

Crawl - Intrappolati

15-08-2019

RECENSIONE

Kin

Kin

15-08-2019

RECENSIONE