Home » Cinema » Azione & Avventura » Neil Druckmann sul film di Uncharted: ‘Shawn Levy fa bene a puntare sul giovane Nathan Drake e su avventure inedite’

Neil Druckmann sul film di Uncharted: ‘Shawn Levy fa bene a puntare sul giovane Nathan Drake e su avventure inedite’

26/02/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Il direttore creativo della Naughty Dog ha parlato dell'approccio 'poco fedele' al materiale di partenza che il regista intende usare, avvalendosi del casting di Tom Holland

uncharted-2

Dopo aver detto la sua sul possibile adattamento di The Last of Us, dal DICE Summit 2018 Neil Druckmann ha parlato – applicando un simile pensiero – anche della trasposizione per il grande schermo di un altro notissimo videogioco della Naughty Dog, Uncharted, le cui ultime informazioni risalgono allo scorso agosto, quando il regista Shawn Levy (Real Steel) aveva anticipato qualcosa sul suo approccio e sul suo primo incontro con il protagonista, Tom Holland.

In sostanza, il direttore creativo della casa di videogames ha lasciato intendere che un Nick Drake giovane esemplifica il pensiero evoluto degli studios su quale sarebbe il modo migliore per trasformare videogiochi di questo tipo in lungometraggi live action efficaci:

Il film di Uncharted … sì, abbiamo avuto alcune conversazioni con Shawn Levy. Ed è un tipo davvero appassionato, lo ha capito, e penso che sappia su quale pagina stiamo noi. Si può dire che i nostri sentimenti si sono evoluti rispetto a questo tipo di adattamenti nel corso degli anni. Un tempo eravamo semplicemente eccitati: ‘Oh mio dio, gli studi cinematografici ci guardano. Potrebbe esserci un film Uncharted sul grande schermo!’ Ma poi, con il passare del tempo, siamo diventati meno entusiasti di una trasposizione diretta della storia che abbiamo raccontato, perché pensiamo di aver già raccontato quella storia molto bene, cinematograficamente, quindi non so proprio cos’altro si potrebbe aggiungere … [Shawn Levy] vuole raccontare una storia diversa rispetto alle quattro avventure principali – con potenzialmente un giovane Nathan Drake che colmi le lacune – penso sia molto più interessante che provare a raccontare nuovamente Uncharted 1, 2, 3 e 4.

Questo ragionamento ha certamente senso, ma pare anche che il film di Uncharted sia lontano dal divenire una realtà, almeno nell’immediato futuro. Visti i numerosi stop e le ripartenze di questo progetto, sarà bene aspettare il primo ciak prima di esserne sicuri, senza contare che con le riprese di Spider-Man: Homecoming 2 che inizieranno entro la fine di quest’anno, Tom Holland potrebbe non essere disponibile per Uncharted fino al 2019.

Fonte: SR

dragon's lair cartone
Azione & Avventura

Dragon’s Lair: Netflix gira il film live action; Ryan Reynolds forse protagonista

di Redazione Il Cineocchio

Il noto videogioco anni '80 di 'spada e stregoneria' è pronto finalmente alla versione dal vivo, da tempo sognata da Don Bluth

Leggi
Azione & Avventura

David Harbour su Hellboy: “Il fiasco al botteghino? Merito dei fan di del Toro”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo essersi scagliato contro il 'metodo Marvel', il protagonista del reboot di Neil Marshall prova a giustificare il flop del film incolpando chi l'aveva preventivamente criticato

Leggi
cinema coronavirus
Azione & Avventura

Riflessione | Cinema vs. coronavirus (Part II): pandemia ‘cafona’ e modello cinese

di Michele Senesi

Continua la nostra esplorazione di questo difficile e inedito momento storico, provando a capirne le possibili conseguenze sul mondo dell'intrattenimento

Leggi
taron e la pentola magica
Azione & Avventura

Dossier | Taron e la pentola magica: il flop che ha quasi stroncato – e poi rilanciato – la Disney

di William Maga

Nel 1985 arrivava nei cinema il tribolatissimo 25° classico dello studio, un'opera tanto ambiziosa quanto maltrattata, ispirata alla saga fantasy 'Le cronache di Prydain' di Lloyd Alexander

Leggi
ben affleck la legge della notte
Azione & Avventura

La legge della notte | La recensione del film di – e con – Ben Affleck

di Alessandro Gamma

L'adattamento del romanzo di Dennis Lehane sull'era del Proibizionismo non offre nulla di nuovo per il genere e mette in luce i limiti da regista della star

Leggi