Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione Blu-Ray] Star Trek Beyond di Justin Lin

6/10 su 4675 voti. Titolo originale: Star Trek Beyond, uscita: 07-07-2016. Budget: $185,000,000. Regista: Justin Lin.

[recensione Blu-Ray] Star Trek Beyond di Justin Lin

16/11/2016 recensione film di Alessandro Gamma

L'ultimo episodio cinematografico della celebre saga spaziale arriva in home video in un'edizione impeccabile, con picchi di eccellenza nel comparto audio e nei ricchissimi extra

La prima tappa della missione quinquennale della USS Enterprise porta il suo equipaggio in territori inesplorati. Lì la nave spaziale viene distrutta, disperdendo il Capitano Kirk e i suoi uomini sulla superficie di un pianeta remoto senza alcun mezzo di comunicazione per chiedere aiuto. Kirk deve quindi darsi da fare con gli elementi a disposizione per riunire la ciurma e ritornare sulla Terra. Ma il suo compito sarà reso molto complicato dal temibile e rancoroso Krall.

Questa a grandi linee la storia di Star Trek Beyond (QUI le 30 cose da sapere sul film), terza pellicola del nuovo corso cinematografico (o reboot se preferite) della saga spaziale creata da Gene Roddenberry nel 1964 che vede però questa volta sul ponte di comando il regista Justin Lin (Fast & Furious), che prende il posto di J.J. Abrams (rimasto in veste di produttore). Nel cast ritroviamo volti noti dei precedenti due film come John Cho, Simon Pegg, Chris Pine, Zachary Quinto, Zoë Saldana, Karl Urban e Anton Yelchin, affiancati dalle new entry Idris Elba, Sofia Boutella e Joe Taslim.

VIDEO

Il trasferimento a 1080p di Star Trek Beyond è pulito e preciso, come prevedibile per una pellicola del genere. Le uniformi della Flotta Stellare sembrano essere state ridisegnate, in favore di materiali maggiormente lisci rispetto a quelli a nido d’ape più interessanti a livello di texture dei film precedenti. Le strumentazioni di bordo della Enterprise sono molto pulite, ma chiaramente visibili fino agli elementi di design più fini e ai dettagli strutturali, come lo sono gli ambienti all’interno della Yorktown. L’immagine acquista una certa interessante profondità e guadagna in dettaglio sulla superficie del pianeta, in cui varie formazioni naturali rivelano molto più di quanto sembri, così come le rigide protesi aliene e i costumi; altrove sono spesso oscuri e difficili da vedere quando si trovano in luoghi scuri. Anche i colori sono allo stesso modo molto schietti. Le uniformi della Flotta Stellare si distaccano in modo netto da quelli che altrimenti sarebbero in gran parte toni blandi di grigio, argento, bianco o nero. I blu sono particolarmente intensi, come lo sono alcuni dei verdi del pianeta. I livelli di nero superano l’esame a peini voti sia nello spazio che negli ambienti con scarsa illuminazione. Gli incarnati sono precisi. Il rumore è minimo e non si notano altri manufatti o problemi dovuti alla compressione.

AUDIO

Star Trek Beyond arriva in Blu-Ray con un’emozionante traccia originale in Dolby Atmos. La sua introduzione dà un esempio preciso della qualità di come i canali aggiuntivi potranno migliorare il resto della visione. Kirk sta svolgendo il ruolo di mediatore tra due fazioni aliene che non si amano l’una con l’altra, trovandosi in piedi in una grande camera allungata verticalmente, che permette grazie a un riverbero che ogni ascoltatore senta bene ogni parola pronunciata. La traccia si espande ulteriormente istanti dopo con una raffica di effetti sonori eleganti e con i bassi che accompagnano, impostando al meglio il tono della pista audio (e facendo proseguire la storia), offrendo così un buon esempio di ciò che il Dolby Atmos è in grado di fare. Le sequenze d’azione sono meravigliosamente complesse eppure altrettanto pulite e dettagliate. Le esplosioni, i colpi di phaser, i detriti e il resto sono perfettamente integrati insieme senza soluzione di continuità, per un’immersione totale a 360 gradi. Ad esempio, le gocce d’acqua sembrano cadere dal soffitto della stanza in cui ci troviamo invece che dall’antro cavernoso in cui i protagonisti si ritrovano a un certo punto. Le musiche, quando presenti, sono spaziose e ricche, fluendo avvolgenti dai canali. Anche i dialoghi sono chiari e limpidi, ben in primo piano e giustamente concentrati sul canale centrale. La traccia italiana non può competere per ovvi motivi, ma si difende bene.

EXTRA

Ricchissimo il comparto dei contenuti speciali, che approfondiscono ogni aspetto del film: 2 scene eliminate; lo speciale Oltre l’Oscurità (10′), in cui J.J. Abrams, il regista Justin Lin e i co-sceneggiatori Simon Pegg e Doug Jung parlano dell’ispirazione per la trama di Star Trek Beyond e di come è venuta alla luce; le featurette Assalto all’Enterprise (4’30”), che mostra l’impressionante attacco che distrugge l’iconica nave spaziale; Divisi e Conquistati (8′), dove vediamo i filmmakers spingere oltre i confini in Beyond forzando l’equipaggio dell’Enterprise ad affrontare le sfide più difficili; Uno strano senso della vendetta (5′), che presenta il villain Krall, con l’attore Idris Elba che rivela i retroscena delle terrificanti ambizioni del suo personaggio; Escursione nel deserto (3′), una visita del set di Dubai per scoprire come la sua architettura futuristica è diventata il fondamento della Starbase più innovativa di sempre; Esplorando Strani Nuovi Mondi (6′), che esplora gli incredibili set di produzione di Beyond con il regista Justin Lin; Nuova Vita, Nuove Civiltà (8′), in cui i designer degli effetti speciali mostrano come hanno affrontato la sfida di creare 50 nuove specie aliene per il film; Lunga Vita e Prosperità (8′), un viaggio attraverso i 50 anni di Star Trek con J.J. Abrams e il cast mentre riflettono  sull’evoluzione di questa iconica serie sci-fi; Per Leonard e Anton (5′), il toccante tributo a Leonard Nimoy e al caro membro dell’equipaggio Anton Yelchin; Papere dal set (5′).

Riepilogo

Titolo originale: Star Trek Beyond
Prodotto & distribuito da: Universal Pictures
Durata: 124′
Anno di produzione: 2016
Genere: Fantascienza
Regia: Justin Lin
Interpreti: John Cho, Simon Pegg, Chris Pine, Zachary Quinto, Zoë Saldana, Karl Urban, Anton Yelchin, Idris Elba
——
Supporto: BD 50 Gb
Aspect Ratio: 2.39:1 Anamorfico
Codifica Video: 1080 24fps
Audio: Inglese Dolby Atmos, Italiano DD 5.1, Francese DD 5.1, Spagnolo DD 5.1, Tedesco DD 5.1, Descrizione Audio in Inglese
Sottotitoli: Inglese, Inglese per non udenti, Italiano, Francese, Spagnolo, Danese, Finlandese, Norvegese, Olandese, Svedese, Tedesco
Extra: Scene eliminate, Oltre l’Oscurità, Assalto all’Enterprise, Divisi e Conquistati, Uno strano senso della vendetta, Escursione nel deserto, Esplorando Strani Nuovi Mondi, Nuova Vita, Nuove Civiltà, Lunga Vita e Prosperità, Per Leonard e Anton, Papere dal set

Zoe Saldana
Chris Pine
Zachary Quinto
Karl Urban
Anton Yelchin
Simon Pegg
John Cho
Idris Elba
Sofia Boutella
Deep Roy
Sci-Fi & Fantasy

Lettera al Re | La recensione della serie fantasy che adatta Tonke Dragt (su Netflix)

di William Maga

Amir Wilson e Ruby Ashbourne Serkis sono i giovani protagonisti della trasposizione del romanzo del 1962, un coming-of-age classico ma ben confezionato

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | Robot Jox di Stuart Gordon: l’action del 1989 che ha anticipato Pacific Rim

di Redazione Il Cineocchio

Riscopriamo la funambolica storia dietro al film fanta-apocalittico scritto dall'autore sci-fi Joe Haldeman, precursore in qualche modo dei film occidentali coi robottoni pilotati dagli umani

Leggi
2013 - La fortezza (1992) lambert
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Story | 2013 – La Fortezza di Stuart Gordon

di Francesco Chello

Nel 1992, Christopher Lambert e Kurtwood Smith era i protagonisti di un piccolo cult della fantascienza distopica, uno dei titoli del regista mai menzionati abbastanza

Leggi
spielberg et vasca da bagno set
Lena Headey in Terminator The Sarah Connor Chronicles (2008)
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Terminator: The Sarah Connor Chronicles, le cronache di una serie sfrontata

di William Maga

Tra il 2008 e il 2009 arrivò sul piccolo schermo uno spin-off con protagonisti Lena Headey, Summer Glau e Thomas Dekker, un prodotto anomalo e dal titolo fuorviante che non raccolse particolare successo. Cerchiamo di capirne i motivi

Leggi