Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione story | I Diavoli di Ken Russell

7/10 su 138 voti. Titolo originale: The Devils, uscita: 01-07-1971. Regista: Ken Russell.

Recensione story | I Diavoli di Ken Russell

22/03/2018 di Redazione Il Cineocchio

Film epocale e controverso, basato su uno dei momenti più oscuri della Controriforma, è uno dei punti più alti della cinematografia dell'irriverente regista britannico che, allora come ora, non può che scandalizzare

Pellicola estremamente controversa, I Diavoli (The Devils) di Ken Russell è passato alla storia come uno dei film più discussi mai girati. Sin dal suo debutto alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1971 infatti creò non poche polemiche e l’immediata reazione del Centro Cattolico, che tacciava il film di “sadismo, di sesso, di violenza”. Comprensibile d’altra parte è la reazione della Chiesa, dacché le immagini mostrate nelle quasi due ore di durata non si limitano ad essere spinte e piuttosto scioccanti in molti passaggi, ma mischiano in maniera non poco empia sacro e profano. Non solo, forniscono anche un ritratto tutt’altro che lusinghiero dell’operato ecclesiastico su territorio francese nel XVII secolo, in particolare della repressione da parte del celebre Cardinale Richelieu, che approfittò di un caso di diffusa isteria presso le suore Orsoline di Loudun per smantellare uno degli ultimi baluardi della libera convivenza religiosa tra cattolici e ugonotti. In tutta risposta, il regista replicò che I Diavoli fosse frutto di un approfondito lavoro di documentazione storica e, seppur con i suoi eccessi, il cuore del racconto fosse veritiero. Ciò non evitò comunque il ritiro delle copie in in Italia e in Svezia e la dura critica di Gian Luigi Rondi, allora direttore della manifestazione lagunare e colpevole di aver selezionato un titolo così moralmente abietto.

Non era tuttavia la prima volta che la tanto discussa vicenda veniva raccontata in ambito artistico: la versione filmica è difatti tratta dall’omonimo dramma teatrale di John Whiting, a sua volta liberamente ispirato al romanzo storico I diavoli di Loudun (The devils of Loudun, 1952) di Aldous Huxley, che si basava per l’appunto su un fatto di cronaca realmente avvenuto negli anni ’30 del ‘600. Protagonista (del film e del fatto) è il carismatico e dissoluto abate Grandier (Oliver Reed), dedito all’amore libero e a sedurre le donne della città, che dopo la morte del governatore ne eredita la posizione. Strenuo difensore della autonomia locale, l’alto prelato si oppone quindi al barone Jean de Laubardemon (Dudley Sutton), quando questi è inviato da Richelieu per abbattere le mura di Loudon ed espugnare una delle ultime roccaforti del protestantesimo (che quivi coesisteva pacificamente con la chiesa episcopale), inimicandosi così però l’influente consigliere di Luigi XIII.

Nel frattempo, all’interno del convento di clausura di Loudun, residenza delle suore Orsoline, la Madre Superiora, suor Jeanne (Vanessa Redgrave), ossessionata da Grandier, lo richiede come confessore dell’ordine, ma lui declina, essendosi intanto segretamente sposato con Madeleine De Brou (Gemma Jones) ed essendo intento a battersi per l’indipendenza concessa alla comunità anni prima da Enrico IV. Dunque i suoi avversari prendono a pretesto la grave crisi psicotica che coglie la monaca, che farnetica in preda a deliri dai contorni erotici incentrati sul prete, per accusare quest’ultimo di essere in combutta con il demonio e di pervertire, insieme a Lucifero, le povere e innocenti suore, che frattanto vengono in massa esorcizzate da Padre Barre (Michael Gothard). I rituali e gli interrogatori vengono procrastinati con agghiacciante meticolosità, finché l’obiettivo ultimo di tutto, lo scomodo Grandier, non viene in ultimo accusato e processato per stregoneria, per poi essere messo al rogo.

Se Ken Russell è stato in generale geniale e sopra le righe, e perciò su più fronti molto contestato, I Diavoli è indubbiamente uno dei titoli che più ha suscitato polemiche della sua intera filmografia per l’audace connubio tra critica politica (lui stesso ha dichiarato che si trattasse del suo unico lavoro davvero politico) e carnalità, con derive addirittura blasfeme. L’aggressione alle atrocità commesse dalla Chiesa, dall’inquisizione e dai poteri forti, tratteggiati come un insieme di vizi, menzogna e ipocrisie (si noti il ridicolo ritratto in apertura di Luigi XIII che danza in vesti di Venere nata dalle acque davanti a un benevolente Richelieu!), è allora resa intollerabile per molti dalla caricaturale estetizzazione con cui il passato è raffigurato, che intensifica con l’allucinato comparto visivo le peggiori nefandezze della Controriforma.

Che i benpensanti ne siano dunque disturbati, vista la potenza del messaggio e della sua messa in scena, non stupisce, né lo fa il fatto che la pellicola sia stata censurata in parte o in toto (in base ai paesi). Meno ancora sorprende che sia stata tagliata una sequenza particolarmente forte, come quella in cui le suore sono colte da un’estasi erotica e attorniano in una simulata orgia un’icona del Cristo a grandezza reale, che peraltro il regista voleva inserire anni dopo in una Director’s Cut che la Warner Bros. non volle però realizzare.

Eppure I Diavoli riesce indulgere su particolari estremamente scabrosi con una contorta e sovversiva artisticità. Affascinanti, benché invasi dagli orrori della peste, divengono allora i vicoli di Loudon creati da Derek Jarman, che per idearli guardò – sorprendentemente – non a un modello del passato, ma ai set dell’avveniristica Metropolis di Fritz Lang (il tutto ricreato nei mitici Pinewood Studios). Ken Russell, d’altra parte, voleva uno scenario che rispecchiasse la modernità della società delineata nel suo film e non riproporre nelle architetture i soliti ritriti cliché della cinematografia posticcia e medievaleggiante. Incanta, d’altra parte, con la sua sublime perversione, il sensuale trasporto delle suore tra le stanze inondate dalla luce rifratta dai vetri colorati del monastero e catturate con chiaroscuro e tonalità quasi veermeriani dalla fotografia del maestro David Watkin (che peraltro vinse poi un Oscar per La mia Africa nel 1986).

La bellezza e la deformità si fondono infine nel tratteggiare un personaggio centrale, suor Jeanne, incarnata dall’incantevole Vanessa Redgrave che attraverso la propria mimica, le sue espressioni e le movenze particolarmente caricate stravolge però addirittura le sue angeliche sembianze. Memorabile è in tal senso l’immagine di lei in ginocchio, con il capo sempre innaturalmente inclinato di lato, in una posa sospesa tra follia e possessione. All’incredibile interpretazione in tale frangente si aggiunge la raffinatezza estrema nel descrivere la psicologia di una donna frustrata e repressa fino all’esasperazione, combattuta tra pulsione e senso di colpa in un freudiano accesso isteriforme. Apoteosi ne è il misticismo blasfemo racchiuso nel passaggio in cui la donna, presa da un raptus, proferisce frasi raccapriccianti con una voce non sua, mentre l’esorcista Barre la sprona ad accusare Grandier, tanto d’impatto d’aver ispirato di lì a pochi anni (nel 1973) uno degli indiscussi capostipiti del cinema di possessione, L’Esorcista di William Friedkin.

L’estrema visionarietà di Ken Russell (che forse tocca i massimi apici nel successivo Stati di Allucinazione), si unisce dunque magistralmente in I Diavoli a un attacco agli apici del potere nella società seicentesca, il clero e la monarchia, nonché all’iniquo, repressivo e ipocrita patriarcato, che relegava giovani e involontarie sventurate all’isolamento forzato per motivi economici (come asserito esplicitamente poiché non vi erano i fondi sufficienti per una congrua dote). Il messaggio complesso e incompreso, unito alla forza del surreale erotismo che si combina con un sacro sadismo e con un macabro senso di morte, ne fanno probabilmente la migliore pellicola  russelliana e una delle migliori dell’intera cinematografia degli anni ’70 di tale declinazione, eguagliata forse solo da The Wicker Man di Robin Hardy e da poche altre.

Di seguito trovate il trailer ufficiale:

Oliver Reed
Vanessa Redgrave
Dudley Sutton
Max Adrian
Gemma Jones
Murray Melvin
John Woodvine
Christopher Logue
Michael Gothard
Georgina Hale
Brian Murphy
Graham Armitage
Andrew Faulds
Kenneth Colley
Judith Paris
Catherine Willmer
Iza Teller
Vincent Price il grande inquisitore
Horror & Thriller

John Hillcoat: “Dirigo il remake di Il Grande Inquisitore, Nicolas W. Refn produce”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quattro anni di silenzio, riparte di slancio il progetto che porterà al cinema un nuovo adattamento del controverso romanzo di Ronald Bassett già trasposto da Michael Reeves nel 1968

Leggi
L'angelo del male - Brightburn (2019)
Horror & Thriller

13 cose da sapere su L’Angelo del Male – Brightburn di David Yarovesky

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione dell'horror coi supereroi prodotto da James Gunn e interpretato da Elizabeth Banks

Leggi
L'Angelo del Male - Brightburn film
Horror & Thriller

L’Angelo del Male – Brightburn | La recensione del mash-up tra horror e cinecomic

di Sabrina Crivelli

Ci sono David Yarovesky alla regia e James Gunn in produzione dietro al film che mescola splatter e superpoteri pescando a piene mani da Il presagio e da Superman, ma il risultato soddisfa meno di quanto si vorrebbe

Leggi
climax Gaspar Noé film
Horror & Thriller

Poster e trailer italiani per Climax, thriller ‘in acido’ di Gaspar Noé

di Redazione Il Cineocchio

A un anno dalla presentazione in anteprima al Festival di Cannes, l'ultima fatica del controverso regista franco-argentino con Sofia Boutella arriva finalmente nei nostri cinema

Leggi
Désirée Giorgetti Sky Sharks (2)
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Désirée Giorgetti ci parla di Sky Sharks

di Alessandro Gamma

L'attrice italiana ci racconta la sua esperienza sul set del folle fanta-horror diretto da Mark Fehs, in cui ci sono anche Tony Todd, Cary-Hiroyuki Tagawa e Robert LaSardo

Leggi
nancy drew serie the cw Kennedy McMann
Horror & Thriller

Trailer per Nancy Drew, serie che rilancia in TV le indagini soprannaturali della giovane detective

di Redazione Il Cineocchio

Ha il volto dell'esordiente Kennedy McMann la protagonista delle nuove storie del personaggio creato dalla scrittrice Mildred Augustine Wirt Benson

Leggi
brightburn film 2019
Horror & Thriller

UPDATE | L’Angelo del Male – Brightburn censurato in Italia: le 2 scene tagliate

di Redazione Il Cineocchio

Nell'horror coi superpoteri prodotto da James Gunn e diretto da David Yarovesky manca circa 1 minuto di momenti splatter

Leggi
Wrong Turn 6 Last Resort (2014)
Horror & Thriller

Wrong Turn 7: trama ufficiale e protagonista del nuovo sequel

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 5 anni di pausa, la saga slasher riparte sotto la guida del regista Mike P. Nelson

Leggi
billy saw film
Horror & Thriller

Saw: data di uscita per lo spin-off; soggetto di Chris Rock, regia di Darren Lynn Bousman

di Redazione Il Cineocchio

La Lionsgate riapre a sorpresa i giochi, coinvolgendo nel progetto anche il 'papà' della fortunata saga horror James Wan

Leggi
john carpenter masters of horror
Horror & Thriller

John Carpenter: “Hollywood produce solo horror dall’incasso sicuro; ho chiuso coi film a basso budget”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista 71enne, fermo dal 2010, ha parlato di come è cambiata l'industria e di cosa lo convincerebbe a tornare dietro alla telecamera

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Welcome Home, thriller morboso con Emily Ratajkowski e Riccardo Scamarcio

di Redazione Il Cineocchio

Dopo sette anni di silenzio, George Ratliff torna in regia per raccontare un sexy e pericoloso triangolo amoroso in cui è coinvolto anche Aaron Paul

Leggi
Priscilla Quintana e Erika Prevost in Polaroid (2019)
Horror & Thriller

Polaroid | La recensione dell’horror di Lars Klevberg

di Sabrina Crivelli

Il film con Mitch Pileggi e Grace Zabriskie viene ripescato dall'oblio dopo due anni di incertezze distributive, rivelandosi un semplice prodotto adolescenziale derivativo in cui cliché e PG-13 la fanno da padrone

Leggi
do not reply film 2019
Horror & Thriller

Trailer per Do Not Reply: Jackson Rathbone è un maniaco che ama la Realtà Virtuale

di Redazione Il Cineocchio

L'attore di Twilight è un pericoloso rapitore fuori di testa nell'horror di debutto di Daniel e Walter Woltosz

Leggi
Clownado film 2018
Horror & Thriller

Trailer finale per Clownado: si scatena una tempesta di pagliacci killer

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Todd Sheets torna sulle scene con un film splatter dal budget irrisorio che guarda a Lucio Fulci e agli horror old school ricchi di effetti gore artigianali

Leggi
I MORTI NON MUOIONO di Jim Jarmusch
Horror & Thriller

Trailer italiano per I Morti Non Muoiono, zombie comedy di Jim Jarmusch con Bill Murray

di Redazione Il Cineocchio

Nell'horror che ha aperto il Festival di Cannes ci sono anche Tilda Swinton, Steve Buscemi, Adam Driver, Selena Gomez, Iggy Pop e Tom Waits

Leggi
Takara - La Notte che ho nuotato

Takara - La Notte che ho nuotato

23-05-2019

Polaroid

Polaroid

23-05-2019

RECENSIONE

Aladdin

Aladdin

22-05-2019

Alive in France

Alive in France

19-05-2019

Dolor y gloria

Dolor y gloria

17-05-2019

Mò vi mento - Lira di Achille

Mò vi mento - Lira di Achille

16-05-2019

Bangla

Bangla

16-05-2019

Unfriended: Dark Web

Unfriended: Dark Web

16-05-2019

RECENSIONE

Quando eravamo fratelli

Quando eravamo fratelli

16-05-2019

John Wick 3 – Parabellum

John Wick 3 – Parabellum

16-05-2019

RECENSIONE

Attenti a quelle due

Attenti a quelle due

16-05-2019

5 centimetri al secondo

5 centimetri al secondo

13-05-2019

RECENSIONE