Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione da Sitges 49] La ragazza che sapeva troppo di Colm McCarthy

6/10 su 984 voti. Titolo originale: The Girl with All the Gifts, uscita: 23-09-2016. Budget: $5,005,600. Regista: Colm McCarthy.

[recensione da Sitges 49] La ragazza che sapeva troppo di Colm McCarthy

11/10/2016 recensione di Sabrina Crivelli

L'adattamento dall'omonimo apocalittico romanzo di Mike Carey con Gemma Arterton e Glenn Close, nonostante le intenzioni, non riesce ad andare oltre le incongruenze dell'opera di partenza

La ragazza che sapeva troppo (The Girl with All the Gifts), scaturito da un nucleo tematico interessante ma realizzato piuttosto confusamente, spreca la possibilità di dare al pubblico una nuova prospettiva sullo zombie movie, cadendo nel prosaico e finendo per annoiare lo spettatore. L’idea alla base dell’opera di Colm McCarthy (Outcast) è infatti interessante: viene postulata una nuova stirpe ibrida tra infetti e umani, generata dopo l’esplosione di una classica apocalittica pandemia, stavolta dovuta a una misteriosa spora funginea, con effetti che ricordano direttamente 28 giorni dopo e Resident Evil (soprattutto il terzo capitolo del franchise per impianto narrativo). Il film si apre su un gruppo di bambini, ‘educati’ all’interno una base militare, tra cui Melanie (Sennia Nanua), la più dotata e sensibile che, tuttavia, è affetta dalla terribile “fame da infetto”. Un incrocio, dunque, che la porta a non appartenere a nessuno dei due mondi, né quello umano, né quello dei divoratori, presentatoci all’inizio.

the_girl_with_all_the_giftsLa vicenda si apre in maniera piuttosto convenzionale: un’orda di famelici invasori riesce improvvisamente a far breccia nella base – ritenuta inespugnabile – e i protagonisti, tra cui la maestra degli infanti mutati Helen Justineau (Gemma Arterton), un freddo scienziato, la Dott.ssa Caroline Caldwell (Glenn Close), e un manipolo di soldati (tra cui Paddy Considine) riescono a sfuggire, portandosi dietro la suddetta ragazzina, ritenuta fondamentale per trovare il ‘mitico’ vaccino. Da qui comincia il solito errabondare alla volta di una base vicina in cerca della Salvezza, con assalti improvvisi e perdita di svariati membri del gruppo, fino ad arrivare a Londra, luogo più indicato per l’approvvigionamento, sebbene ovviamente pericolosissimo.

Se inizialmente dunque La ragazza che sapeva troppo propone un materiale decisamente trito, in una sorta di ripresa petulante e infanticentrica del romeriano Il giorno degli Zombi, affine per la location (l’area militarizzata in cui convivono anche civili e personale medico), per gli esperimenti volti alla ricerca di una cura (quivi però su bambini senzienti, così da poter connotare la ormai morente umanità in modo il più possibile negativo), nonché per il tragico capitolare di uno degli ultimi baluardi della civiltà, attaccata da creature inferinite.

Segue poi una fase altrettanto conosciuta di viaggio, in cui tuttavia le scene d’azione, gli scontri con gli infetti e le fughe sono limitate al minimo, probabilmente per una certa povertà di budget (‘appena’ 4 milioni di sterline), mentre tutto è incentrato sul sentire di Melanie e di chi le sta intorno. Le psicologie dei personaggi però sono male abbozzate, rimangono maschere monolitiche, senza sfumature e descritte con una lettura piuttosto banale, una sorta di semplificazione moraleggiante di cui si fa voce proprio la piccola protagonista, che richiama più un seccante Grillo Parlante che una ragazzina confusa e terrorizzata, come invece ci si aspetterebbe.

The Girl With All The Gifts libroIl resto è noia, in un succedersi di dialoghi mediocri e spiegazioni prolisse in ambiantazioni chiuse, con qualche sporadica incursione all’esterno. A questo si aggiungo molte incongruenze diegetiche, sia sull’origine della nuova generazione e del morbo stesso, sia su alcuni particolari più elementari, di cui non si può però fare menzione senza anticipare l’epilogo irritantemente edificante, una sorta di lieto fine primisivista – roussoiano.

D’altro canto, adattamento dell’omonimo romanzo di Mike Carey (che qui stende anche la sceneggiatura), uscito in Italia direttamente su Netflix, il film prende tutti i difetti dell’originale libresco, anzitutto l’ammassare senza alcun approfondimento di una serie di particolari tra loro incoerenti. In una mistificazione di Io sono leggenda di Richard Matheson, di cui sono emulati parecchi elementi, i vampiri sono rimpiazzati qui da un’altra stirpe a sostituire l’umanità ormai arrivata al capolinea, ma al posto del sagace pessimismo cosmico troviamo uno scialbo ottimismo qualunquista.

Esempio britannico di prodotto che nelle intenzioni vorrebbe sopperire alla spettacolarità di un blockbuster con riflessioni profonde (e un cast di grandi nomi), La ragazza che sapeva troppo si colloca invece senza troppa difficoltà nel gruppo di quelle pretenziose pellicole da Festival, senza possedere la statura critica per poterselo permettere.

Di seguito il trailer originale di La ragazza che sapeva troppo:

Glenn Close
Gemma Arterton
Sennia Nanua
Paddy Considine
Anamaria Marinca
Fisayo Akinade
Anthony Welsh
Dominique Tipper
Lobna Futers
Stacey Lynn Crowe
Amy Floyd
Eli Lane
Elise Reed
Daniel Eghan
Tessa Morris
Alex Reed
Richard Price
Macey Ward
Pete Buzzsaw Holland
Matthew Smallwood
A.k. Steppa
Ita O'Brien
Ria Lopez
Sean Evans
Joe Lomas
Ross Green
Daniel Jack Evans
Samantha Rushton
Pamela DeAbreu
Laura Marie Howard
Rayn Khan
Shay Gutteridge
Amy Newey
Joshua Smallwood
Joel Sheldon
Matt Adcock
Will Brooks
Jim Macie
Alexandria Wright
Abigail Sams
Elizabeth-Anne Fuller
Alicia Morris
Callum Lloyd
I Guerrieri della Palude Silenziosa di Walter Hill
Horror & Thriller

Recensione Story | I Guerrieri della Palude Silenziosa di Walter Hill

di William Maga

Incompreso in patria e uscito con ben due anni di ritardo in Italia, il thriller del 1981 - ancora oggi inedito in home video nel nostro paese - confermava il grande talento del regista e la sua vena caustica

Leggi
Frankenstein Junior 1974 film gene wilder
Horror & Thriller

Dossier | Frankenstein Junior di Mel Brooks: una pioggia di risate lunga 45 anni

di Francesco Chello

Usciva nel 1974 il film con Gene Wilder, Marty Feldman e Peter Boyle, omaggio ai classici di mostri della Universal divenuto a suo volta un classico senza tempo

Leggi
The Nix (Nøcken, film 2018)
Horror & Thriller

The Nix | La recensione del film di Nicolai G.H. Johansen

di Alessio Di Rocco

Il regista danese firma un sorprendente mediometraggio fanta-horror presentato in concorso al Fantafestival 2019

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per The Banana Splits: i pupazzi dello show TV si ribellano e fanno strage

di Redazione Il Cineocchio

C'è Danishka Esterhazy alla regia del revival, che dà un'inaspettata svolta R-Rated alla serie per bambini di Hanna-Barbera del 1968

Leggi
Horror & Thriller

Isabelle – L’Ultima Evocazione | La recensione dell’horror con Adam Brody

di Sabrina Crivelli

Amanda Crew affianca l'attore nello scombinato thriller soprannaturale incentrato sui postumi di una gravidanza difficile diretto da Robert Heydon

Leggi
Black Christmas - Un Natale rosso sangue film poster 2019
Horror & Thriller

Black Christmas (Un Natale rosso sangue): poster e data di uscita del remake Blumhouse

di Redazione Il Cineocchio

A 13 anni dal primo rifacimento di Glen Morgan, il classico dell'horror di Bob Clark verrà rivisitato e aggiornato un'altra volta

Leggi
doctor sleep film Mike Flanagan
Horror & Thriller

Doctor Sleep: teaser trailer e data di uscita per il sequel di Shining firmato Mike Flanagan

di Redazione Il Cineocchio

Ewan McGregor è un Danny Torrance cresciuto e alle prese con i fantasmi del passato - tra luccicanza e 'redrum' - nell'adattamento per il cinema dell'omonimo romanzo di Stephen King

Leggi
chernobyl miniserie 2019 hbo
Horror & Thriller

Chernobyl (episodi 1-5) | La recensione della miniserie HBO: un monito severo

di William Maga

Jared Harris, Stellan Skarsgård ed Emily Watson sono i protagonisti dell'ennesimo prodotto televisivo di assoluta qualità, capace di riflettere sul disastro nucleare del 1986 con fermezza

Leggi
Jennifer Connelly in Phenomena (1985)
Horror & Thriller

Recensione story | Phenomena di Dario Argento

di William Maga

Nel 1985 il regista dirigeva Donald Pleasence e la giovanissima Jennifer Connelly in un thriller sbilanciato, efferato ma meno magico di quel che avrebbe potuto essere

Leggi
Blu-ray In Darkness + Attraction + La notte ha divorato il mondo
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | In Darkness + Attraction + La notte ha divorato il mondo

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni italiane dell'horror con Natalie Dormer, del film sci-fi russo di Fedor Bondarchuk e dello zombie movie francese di Dominique Rocher

Leggi
Zachary Quinto in NOS4A2 (2019) serie amazon
Horror & Thriller

NOS4A2 | La recensione completa della serie con Zachary Quinto (episodi 1-10)

di Sabrina Crivelli

La trasposizione per il piccolo schermo del romanzo fanta-horror di Joe Hill parte molto bene, ma si perde in una seconda metà troppo affrettata e superficiale

Leggi
James Wan – da Saw e Insidious al Conjuring Universe e Aquaman di Nico Parente e Edoardo Trevisani
Horror & Thriller

Recensione libro + intervista | James Wan di Nico Parente e Edoardo Trevisani

di Alessandro Gamma

Dal folgorante Saw - L'enigmista al recente cinecomic Aquaman, i due autori provano a fare il punto della carriera del prolifico e impegnatissimo filmmaker, ormai non più solo Re Mida dell'horror

Leggi
3 from hell rob zombie film
Horror & Thriller

Teaser per 3 from Hell di Rob Zombie: la famiglia Firefly è pronta a far danni

di Redazione Il Cineocchio

A 13 anni da La Casa del Diavolo, i redivivi Sid Haig, Bill Moseley e Sheri Moon tornano sulle scene in un capitolo conclusivo della trilogia imprevedibile e vietatissimo ai minori

Leggi
nomis film daddario cavill
Horror & Thriller

Trailer per Nomis: Alexandra Daddario e Henry Cavill sulle tracce di un serial killer

di Redazione Il Cineocchio

Nel ricco cast del thriller diretto da David Raymond ci sono anche Ben Kingsley, Stanley Tucci e Nathan Fillion

Leggi
human centipede trilogia film tom six
Horror & Thriller

Riflessione | La trilogia di The Human Centipede: una metafora dell’incomunicabilità

di Sabrina Crivelli

Dal Dott. Heiter a Martin a Bill Boss, la scioccante saga dell'olandese Tom Six vuole riflettere più sulla incapacità di comunicare dei perversi protagonisti che sul loro scellerato sadismo

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

Lucania - Terra Sangue e Magia

Lucania - Terra Sangue e Magia

20-06-2019

Sir - Cenerentola a Mumbai

Sir - Cenerentola a Mumbai

20-06-2019

La prima vacanza non si scorda mai

La prima vacanza non si scorda mai

20-06-2019

Anna

Anna

20-06-2019

Arrivederci professore

Arrivederci professore

20-06-2019

Rapina a Stoccolma

Rapina a Stoccolma

20-06-2019

RECENSIONE

The Elevator

The Elevator

20-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019

Shelter: Addio all'Eden

Shelter: Addio all'Eden

14-06-2019

Il grande salto

Il grande salto

13-06-2019

Soledad

Soledad

13-06-2019

I morti non muoiono

I morti non muoiono

13-06-2019

RECENSIONE

Climax

Climax

13-06-2019

RECENSIONE

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

13-06-2019

Beautiful Boy

Beautiful Boy

13-06-2019

Dicktatorship - Fallo e basta!

Dicktatorship - Fallo e basta!

10-06-2019