Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione story | Manhunter – Frammenti di un omicidio di Michael Mann

7/10 su 589 voti. Titolo originale: Manhunter, uscita: 14-08-1986. Budget: $15,000,000. Regista: Michael Mann.

Recensione story | Manhunter – Frammenti di un omicidio di Michael Mann

25/09/2019 recensione film di William Maga

Nel 1986 il regista dirigeva il libero adattamento del romanzo Il delitto della terza luna di Thomas Harris, scaraventando William Petersen sulle tracce del sadico serial killer 'Dente di fata'

Manhunter frammenti dente di fata film

A tre anni di distanza da La Fortezza, nel 1986 il regista Michael Mann tornava nei cinema con Manhunter – Frammenti di un omicidio, un thriller sorprendente, inquietante, stilizzato e deduttivo. Non c’è quindi da meravigliarsi se negli Stati Uniti venne accolto piuttosto freddamente dal pubblico – al pari di Vivere e morire a Los Angeles di William Friedkin -, incassando appena 8 milioni di dollari al botteghino nazionale (il budget fu di 15 milioni). Questo film era infatti probabilmente troppo sofisticato nella forma e inconsueto nella struttura per fare concorrenza alle prodezze muscolari del coevo Cobra con Sylvester Stallone e consimili. Lo stile nervoso e barocco del regista era ampiamente noto già allora (grazie alla serie TV Miami Vice e a lungometraggi come La corsa di Jericho e Strade violente), ma sarebbe
un peccato ridurre Manhunter a un vuoto esercizio calligrafico. Perché il formalismo esasperato, qui, fa tutt’uno con l’intreccio giallo e con le psicologie dei personaggi e da solo non funzionerebbe; darebbe anzi fastidio con quel suo profumo di «Armani Style», ma fuso nella storia assume un ruolo di prim’ordine.

Manhunter - Frammenti di un omicidio (1986) posterLo spunto è da manuale (alla base c’è il romanzo Il delitto della terza luna di Thomas Harris). Scottato anni prima da un caso che lo mise a dura prova sul piano fisico e politico, il detective dell’FBI Will Graham (William Petersen) si è rifatto una vita in Florida con la moglie Molly (Kim Greist) e il figlioletto Kevin (David Seaman). Ma c’è in giro per l’America un maniaco sanguinario (Tom Noonan) – soprannominato ‘tooth fairy’ (Dente di fata) – che massacra famiglie intere in coincidenza con i cicli lunari. Non c’è altro da fare che richiamare in servizio Graham, è lui l’esperto in ‘squinternati’, l’unico capace di scovare nuove tracce da seguire. Avrete capito che anche Graham, però, non ci sta del tutto con la testa, la sfida a distanza che ingaggia con quel maniaco che squarta le vittime con frammenti di vetro dopo averle allineate l’una vicina alle altre come in una macabra messa in scena è una sfida anche contro se stesso.

Sta qui l’intuizione del film nel fare del segugio uno Sherlock Holmes yankee sempre a un passo dal crollo nervoso e quindi più esposto alla strategia diabolica dell’omicida. Non è un caso, del resto, che il pazzo criminale che Graham arrestò anni prima e al quale ora chiede una specie di consulenza, il Dott. Hannibal Lecktor (Brian Cox), gli risponda con l’acre battuta «Vuoi ritrovare il tuo fiuto? Annusa te stesso!». Detto fatto. Sarà proprio annusando se stesso, cercando cioè di immergersi nella psicologia malata e immatura dell’assassino che Will Graham riuscirà in extremis — la luna sta per tornare piena — a sventare un ennesimo brutale delitto.

Poliziesco sul generis che balza da uno Stato all’altro degli USA poiché il maniaco agisce ora in Georgia e ora in Missouri, Manhunter – Frammenti di un omicidio è un congegno a orologeria che si perde volentieri nelle digressioni di una regia atipica, insinuante, che spesso contraddice se stessa (la descrizione dell’assassino ha momenti commoventi). Potrà pure non piacere questo detective fragile e testardo che usa il cervello al posto della pistola, ma bisogna apprezzare il progetto di Michael Mann, che è poi quello di rovesciare gli schemi classici del noir hollywoodiano per condurre lo spettatore verso un intenso coinvolgimento emotivo. Lo stile — tutto un delirio di carrelli, campi e controcampi desueti, riprese dall’alto e filtri cromatici astratti — serve proprio a spezzare la banalità della ‘caccia all’uomo’ e a concentrare l’attenzione sugli indizi che il regista – e sceneggiatore – dissemina sullo schermo (come sceglieva le vittime il maniaco? E perché sapeva tutto delle consuetudini casalinghe delle famiglie trucidate?).

manhunter frammenti film 1986 william petersenIntessuto di non peregrine riflessioni sull’odierna società voyeuristica, Manhunter è dunque, nel suo genere, un piccolo capolavoro, alla cui felice resa contribuiscono la virtuosa fotografia del nostro Dante Spinotti, le minacciose partiture elettroniche di Michel Rubini e le calibrate prove degli attori (William Petersen, bello e irrequieto al punto giusto, è lo stesso che l’anno precedente, proprio In Vivere e morire a Los Angeles, spingeva la sua indagine verso l’autodistruzione, bruciando infine con essa). Non è affatto facile sottrarsi all’emozione che trasmettono le immagini, sempre restituiteci a distanza ravvicinata con un persuasivo corredo musicale. Avvalendosi delle scenografie sontuose del Mel Bourne caro a Woody Alien, Michael Mann assume tutto il senso del racconto nella sua forma, stilizzata secondo modelli sofisticati che replicano per qualche verso, sul versante «giallo», l’operazione condotta da Adrian Lyne lo stesso anno col suo 9 settimane e 1/2. Prevale forse lo smalto, ma con una stringatezza di tempi e un’inventività figurativa d’insolita forza.

Insomma, chi preferisca l’arrosto al fumo potrà guardarlo con sospetto, ma chi è sensibile agli effetti spettacolari d’una messinscena che punta per tre quarti sui valori audiovisivi ha ragione di comprendere Michael Mann fra i piccoli maestri assoluti della sua generazione.

Di seguito il trailer internazionale di Manhunter – Frammenti di un omicidio:

William Petersen
Kim Greist
Dennis Farina
Brian Cox
Joan Allen
Tom Noonan
Stephen Lang
Chris Elliott
David Seaman
Benjamin Hendrickson
Horror & Thriller

Dead Trigger | Recensione del film di zombi con Dolph Lundgren

di Francesco Chello

Il biondo attore svedese è lo svogliato protagonista dell'adattamento poverissimo e mediocre dell'omonimo fortunato videogioco survival horror

Leggi
Horror & Thriller

Insidious: L’ultima chiave | La recensione del film horror di Adam Robitel

di Sabrina Crivelli

Lin Shaye è - ancora una volta - la protagonista di questo quarto capitolo prequel, che punta su cliché ampiamente abusati e su una trama piuttosto raffazzonata

Leggi
io sono leggenda matheson libro
Horror & Thriller

Riflessione | Richard Matheson e Io Sono Leggenda: la fascinazione dell’umanità per la pandemia

di Redazione Il Cineocchio

Sessantacinque anni fa, nel 1954, veniva dato alle stampe il romanzo fanta-horror che avrebbe dato vita a svariati lungometraggi, confermando nel tempo la sua assoluta attualità. Ma l'atavica paura là descritta è ricorrente nel corso della Storia

Leggi
train to busan film
Horror & Thriller

Peninsula: concept art e trama per il sequel di Train to Busan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il clamoroso successo nel 2016, il regista sudcoreano Yeon Sang-ho promette un film più disperato e feroce

Leggi
the outsider serie 2020 hbo Ben Mendelsohn
Horror & Thriller

Full trailer per The Outsider, serie HBO che adatta ‘benissimo’ il romanzo (secondo Stephen King)

di Redazione Il Cineocchio

Ben Mendelsohn e Jason Bateman guidano il cast dell'adattamento TV del recentissimo romanzo poliziesco / soprannaturale del prolifico scrittore del Maine

Leggi
Horror & Thriller

Dark Skies – Oscure Presenze | La recensione del film di Scott Stewart

di Francesco Chello

Josh Hamilton e Keri Russell sono i protagonisti di un prodotto dal budget contenuto ma ben orchestrato e teso, che mescola sapientemente angosce terrene e classico schema da fanta-horror

Leggi
Damballa Bond The Chucky Effect
Horror & Thriller

La Bambola Assassina: The Last Christmas Story e Damballa Bond sono i corti approvati da Don Mancini

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista messicano Rod Schneider dietro alla duplice lettera d'amore per la saga slasher nata nel 1988

Leggi
locke and key fumetto
Horror & Thriller

Locke and Key: poster, cast e data di uscita per la serie Netflix tratta dal fumetto di Joe Hill

di Redazione Il Cineocchio

C'è Carlton Cuse alla guida dell'adattamento in live action con protagonisti Darby Stanchfield e Jackson Robert Scott

Leggi
messiah serie netflix 2020
Horror & Thriller

Trailer per Messiah (serie Netflix): Michelle Monaghan alle prese con il nuovo Salvatore dell’umanità

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice dovrà capire se Mehdi Dehbi è davvero il figlio di Dio o un impostore nello show originale diretto da James McTeigue e Kate Woods

Leggi
blu profondo film 1999
Horror & Thriller

Recensione story | Blu Profondo di Renny Harlin

di William Maga

Nel 1999 arrivava nei cinema il film con Samuel L. Jackson e Thomas Jane, uno shark movie teso e cattivo sottovalutato ai tempi, ma capace di guadagnarsi un poso d'onore nel genere

Leggi
Horror & Thriller

Swamp Thing (stagione 1) | La recensione della serie DC Universe con Crystal Reed

di William Maga

Lo show originale con Virginia Madsen e Will Patton è un prodotto anomalo ed esaltante, capace di mescolare abilmente body horror e atmosfere da romanzo Southern Gothic, e parimenti avvilente, data la prematura cancellazione e un finale aperto

Leggi
gli uccelli film set 1963
Horror & Thriller

Dossier | Tippi Hedren e l’esperienza da incubo in Gli Uccelli di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1999, la protagonista ricordava la complessa lavorazione del thriller e il rapporto non proprio facile col regista sul set

Leggi
polaroid + midsommar + welcome home + isabelle bluray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Midsommar (versione estesa) + Polaroid + Welcome Home + Isabelle – L’ultima evocazione

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del folk horror di Ari Aster, dell'horror di Lars Klevberg, del thriller erotico con Aaron Paul ed Emily Ratajkowski e del film demoniaco con Adam Brody

Leggi
Daniel Craig and Ana de Armas in Knives Out (2019)
Horror & Thriller

Cena con Delitto – Knives Out | Recensione del film di Rian Johnson con Daniel Craig

di William Maga

Il regista reinventa il classico whodunnit, innestando in un impianto ben noto umorismo, colpi di scena e un inaspettato commento sulla situazione sociopolitica americana contemporanea

Leggi
Horror & Thriller

Cane mangia cane | Recensione del film di Paul Schrader con Nicolas Cage

di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

ചോല

ചോല

06-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019