Home » TV » Sci-Fi & Fantasy » Ron Howard esplora gli effetti dell’invecchiamento in Breakthrough

Ron Howard esplora gli effetti dell’invecchiamento in Breakthrough

di

Il regista ha scritto e diretto un episodio di una 'serie documentario' del National Geographic Channel

Solo in rare occasioni Ron Howard si è interessato al mondo dei documentari, ma la possibilità di diventare produttore esecutivo e regista della serie Breakthrough per il National Geographic Channel ha senza dubbio rappresentato un tentazione irrinunciabile stavolta.

“Non è stato un cambiamento così drastico”, dice Howard. “Ho fatto, credo, cinque o sei film ispirati a fatti realmente accaduti, a partire da Apollo 13, quindi ho una certa esperienza. Mi piace la struttura narrativa che si eredita. In un modo interessante, questa genera un altro livello di creatività”. “E’ emozionante vedere quanto posso applicare delle mie esperienze passate e della mia sensibilità – più di quanto mi aspettassi – ma è molto anche quello che sto imparando”.

Non è stato semplice però per il regista. Howard infatti non ha avuto molto tempo da dedicare a Breakthrough a causa del suo lavoro al timone di Inferno e In the Heart of the Sea, l’adattamento del libro di Nathaniel Philbrick sull’equipaggio di una baleniera nel 1820.

Dovendosi accontentare quindi di scegliere un argomento per il singolo episodio che avrebbe diretto, ha scelto di esplorare come la scienza sta affrontando la questione dell’invecchiamento.

“E’ un argomento universale, che riguarda tutta l’umanità, e volevo capire come le persone giovani e quelle anziane considerano e sono influenzati da questo tema” dice.

Anche se comprensibilmente ci sarebbe molto da dire, Howard ha trovato una chiave di lettura che ad un certo punto ha parlato direttamente al drammaturgo che è in lui: il tentativo operato da alcuni eminenti scienziati di convincere la US Food and Drug Administration a classificare l’invecchiamento come una specifica area di ricerca per la quale potrebbe essere approvato il trattamento attraverso farmaci.

“Siamo stati in grado di concentrarci su qualcosa che sembrava un punto di svolta potenziale – e non era necessariamente quello che io mi aspettavo” ha aggiunto il regista. “Sono rimasto sorpreso dalla complessità e dalla pervicacia emotiva e intellettuale delle richieste della comunità medica e scientifica, che hanno deciso di affrontare questo argomento. In un certo senso è eroico”.

Per umanizzare un po’ il soggetto, Howard si è poi concentrato sulla sottotrama di uno scienziato e della moglie e della loro difficile scelta su quanto avrebbe dovuto essere aggressivo il processo di cura per la malattia da cui è affetta la donna.

“Ho trovato quella storia e il battito di cuore di quella coppia incredibilmente toccanti e facilmente riconoscibili”, ha commentato Howard “perché è talmente facile perdersi in quello che sta succedendo nella clinica e nel laboratorio, che tutto diventa più un concetto che un’urgenza”.

“Non ho mai voluto perdere di vista ciò che il ticchettio dell’orologio significa per ognuno di noi e per tutte le nostre famiglie, che aneliamo a una sempre maggiore conoscenza, a una maggiore chiarezza, a una strategia migliore”.

Howard e il suo team si sono infine occupati di Laura Deming, che ha iniziato gli studi al MIT all’età di 14 anni e ha poi abbandonato gli studi per dedicarsi a tempo pieno alla ricerca sull’invecchiamento.

Howard conclude dicendo che “la verità è più strana della finzione ed è più drammatica. E non c’è bisogno di persone che alzano gli occhi al cielo dicendo che una cosa non sarebbe mai potuta accadere. In questo modo si invita il pubblico ad impegnarsi e a ‘sentire’ in modi molto diversi da quelli adottati quando ci si trova davanti ad un film”. 

Fonte: Variety

Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Return of The Thing, il seguito TV di La Cosa di John Carpenter preparato e mai realizzato

di
Redazione Il Cineocchio

Nel 2005 SyFy aveva pensato di continuare la storia di MacReady e Childs, ampliandola. Andiamo a riscoprirne i dettagli, la trama e gli sketch preparatori

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Michael Caine: “Vi spiego il finale di Inception, in accordo con Christopher Nolan”

di
Redazione Il Cineocchio

Il protagonista del thriller onirico del 2010 ha candidamente messo fine ad anni di elucubrazioni dei fan, rivelando che lui per primo chiese spiegazioni all'epoca

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Recensione | Upgrade di Leigh Whannell

di
William Maga

Logan Marshall Green è al centro di un revenge movie fantascientifico prodotto dalla Blumhouse che pesca a piene mani da innumerevoli classici e punta sull'azione violenta e su un insolito fatalismo

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il trailer di The Dawnseeker ci presenta un cacciatore alieno parente ‘povero’ del Predator

di
Redazione Il Cineocchio

Justin Price scrive e dirige in economia una sorta di rip-off, trasportando alcuni mercenari su un pianeta alieno e gettandoli in pasto a una creatura bellicosa

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Jordan Peele su Ai Confini della Realtà: “La mia serie rifletterà sui nostri tempi”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore ha parlato del gravoso compito che lo attende con il reboot e dell'eredità pesante di Rod Serling

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Neill Blomkamp su RoboCop Returns: “Voglio Peter Weller nel mio film”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista ha stuzzicato i fan facendo il nome dello storico interprete del poliziotto cyborg come possibile protagonista del nuovo film della saga

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Richard Stanley rivela i primi dettagli di Malware, neo-noir tra dark web e Inferno di Dante

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista sudafricano torna dietro alla mdp dopo ben 24 anni per un progetto che intende riflettere sulla società attuale e le sue più profonde paure e derive

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Il sequel mancato di Arma Non Convenzionale, cosa sappiamo e perchè non si è fatto

di
Redazione Il Cineocchio

Ci sono stati diversi tentativi di dare un seguito al piccolo cult sci-fi del 1990 con Dolph Lundgren e Matthias Hues, ma qualcosa non ha funzionato

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Neil Gaiman: “Voglio scrivere un episodio di Doctor Who, magari per Jodie Whittaker”

di
Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore inglese, già autore di un paio di episodi in passato, ha rivelato anche il perchè negli ultimi 5 anni non ha potuto concentrarsi sulla storica serie

Leggi
Titolo Data Regista

Guardians Of The Tomb (Blu-Ray)

02/08

Kimble Rendall

I Segreti Di Wind River (Blu-Ray)

02/08

Taylor Sheridan

Virtual Revolution (Blu-Ray)

02/08

Guy-Roger Duvert

A Quiet Place - Un Posto Tranquillo (Blu-Ray)

10/08

John Krasinski

The Scythian - I Lupi Di Ares (Blu-Ray

10/08

Rustam Mosafir

Bunker Of The Dead (Blu-Ray)

10/08

Matthias Olof Eich

Dead Within (Blu-Ray)

10/08

Ben Wagner

Dementia (Blu-Ray)

10/08

Mike Testin

Don'T Grow Up (Blu-Ray)

10/08

Thierry Poiraud

Downrange - (Limited Edition) (Blu-Ray + Booklet)

10/08

Ryûhei Kitamura

Wax - Il Museo Delle Cere (Blu-Ray)

10/08

Víctor Matellano