Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Aaron Paul racconta il suo provino fallito per Cloverfield

Aaron Paul racconta il suo provino fallito per Cloverfield

02/06/2016 news di Redazione Il Cineocchio

L'attore ha parlato per la prima volta della figuraccia fatta davanti a J.J. Abrams nel 2008

Cloverfield, film del 2008 diretto da J.J. Abrams, è certo un esempio perfettamente riuscito di found footage, essendo riuscito a combinare l’estetica un po’ ruvida della videocamera a mano alla spettacolarità delle mostruose creature aliene con un ritmo sostenuto nella fuga per la città sotto assedio.

cloverfieldQuello che forse non in molti sanno, è che tra i nomi semi sconosciuti del cast avrebbe potuto esserci il co-protagonista di Breaking Bad, ovvero Aaron Paul, che fece un provino per un ruolo nel film e – secondo le sue stesse parole – “Fu terribile“. L’attore, che aveva appena collaborato con Abrams in Mission: Impossible 3, era stato infatti contattato per i casting della pellicola sci-fi, ma i risultati furono imbarazzanti.

Paul stesso in una clip di Variety Studios: Actors on Actors ha raccontato in prima persona a Tom Hiddelston come si svolsero gli eventi: a rovinare tutto fu un gioco di prestigio male eseguito. Infatti, Paul aveva precedentemente raccontato ad Abrams di essere un appassionato di magia, fatto che aveva portato il produttore a chiedergli di darne prova davanti a tutto il cast di MI3, tra cui Tom Cruise. Purtroppo però, il trucco fallì miseramente.

Secondo quanto detto dall’attore:

Sono andato a questo provino per “Cloverfield” che J.J. Abrams stava preparando e continuavo a chiedere se J.J. sarebbe stato presente nella stanza, e il 100% del tempo hanno detto ‘No, lui è fuori dallo stato’. Sono entrato e J.J. era lì. Ha subito menzionato la storia del trucco di prestigio e ho perso immediatamente il filo del discorso. Avevo un monologo di tre pagine memorizzato. Quella era la mia audizione. Lui ha iniziato a parlarmi della storia del trucco con le carte e mi sono super-imbarazzato. E poi ha detto ‘Ora cominciamo,’ e ho iniziato a recitare questo monologo e ho perso completamente il filo del discorso e mi sono fermato e scusato con J.J. E lui ha detto tipo “Va bene. Grazie per essere venuto”. E io ho replicato qualcosa del tipo ‘ci vediamo’ e me ne sono andato. E’ stato terribile.

Se siete interessati a vedere l’intervista in versione integrale, eccovela qui:

Fonte: Variety

mary atto di forza tre tette film
Sci-Fi & Fantasy

Paul Verhoeven su Atto di Forza: “Vi svelo perché Mary ha ‘solo’ tre seni nel film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista olandese ha parlato del suo film del 1990, raccontando i motivi della bizzarra scelta sul personaggio interpretato da Lycia Naff

Leggi
alien 1979 chestburster
Sci-Fi & Fantasy

Ridley Scott su Alien: “Stanley Kubrick mi chiamò per sapere del chestburster”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del classico del 1979 racconta della inaspettata telefonata e come si risolse

Leggi
Alita l'angelo della battaglia film 2019 rosa salazar
Sci-Fi & Fantasy

Alita – Angelo della Battaglia | La recensione del film di Robert Rodriguez che adatta Yukito Kishiro

di Sabrina Crivelli

Rosa Salazar è una giovane cyborg senza memoria e dal grande cuore nella versione per il cinema semplicistica e visivamente brillante dell'omonimo manga supervisionata da James Cameron

Leggi
profondo Giuliano Giacomelli film
Sci-Fi & Fantasy

Profondo | La recensione del film scritto e diretto da Giuliano Giacomelli

di Francesco Chello

L’autore fa il suo esordio in solitaria con un'opera che, partendo da un presupposto di natura fantastica, racconta una interessante storia di riscatto e di introspezione

Leggi
wall-e pixar film 2008
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | WALL•E di Andrew Stanton: quando il silenzio è d’oro (per un po’ almeno)

di William Maga

Nel 2008 la Pixar portava nei cinema un film per metà quasi completamente muto, spingendo ogni oltre confine sperimentato prima la narrazione per sole immagini

Leggi