Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Dark City: Alex Proyas rivela 4 concept art inedite di Patrick Tatopoulos

Titolo originale: Dark City , uscita: 27-02-1998. Budget: $27,000,000. Regista: Alex Proyas.

Dark City: Alex Proyas rivela 4 concept art inedite di Patrick Tatopoulos

02/08/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista australiano ha celebrato in questo modo i 20 anni del film di fantascienza interpretato da William Hurt e Rufus Sewell

Distribuito a quattro anni da Il Corvo, Dark City – uscito nei cinema nel 1998, dopo la presentazione fuori concorso al 51º Festival di Cannes – segnò il ritorno dietro alla mdp di Alex Proyas, un’opera di fantascienza di non semplice lettura che purtroppo non andò benissimo al botteghino, nonostante potesse vantare un cast di tutto rispetto, con William Hurt, Rufus Sewell, Kiefer Sutherland e Jennifer Connelly.

Divenuto col tempo un piccolo grande cult tra gli appassionati del genere, vanta scenografie e costumi capaci di rimanere impressi per la loro ricercatezza e cupezza, frutto della maestria e dell’estro di Patrick Tatopoulos, scenografo ed effettista di origini francesi che si era fatto notare a Hollywood per le sue collaborazioni in blockbuster sci-fi del calibro di Stargate e Independence Day.

Pochi giorni fa, forse per celebrare il ventesimo compleanno di Dark City, l’attivissimo (sui social network) Alex Proyas ha postato alcune concept art inedite del film, che evidenziano soprattutto le geometrie ‘assurde’ degli edifici pensati da Tatopoulos e un dettaglio di uno degli abiti di scena che avrebbero dovuto fasciare gli Stranieri.

Questa la sinossi ufficiale:

In una metropoli del futuro costruita sopra viscere popolate da alieni, un giorno John Murdock (Sewell), si sveglia in uno strano albergo e scopre di essere ricercato per una serie di efferrati omicidi. Il problema è che lui non ricorda se i delitti li ha effettivamente commessi o meno. Difatti, gran parte dei suoi ricordi è svanita del tutto e per un attimo crede di essere diventato completamente pazzo. Pedinato dal detective Bumstead (Hurt), Murdoch cerca di risolvere l’intricato enigma della sua identità. Ma quando è sul punto di risolvere il mistero, si imbatte in una sanguinaria organizzazione criminale, controllata da un gruppo di sinistri individui notti con il nome di The Strangers. Questi esseri diabolici possiedono la capacità di fermare il tempo ed alterare la materia con la forza del pensiero. Ma grazie ad un’anomalia dell’evoluzione anche Murdoch è dotato di poteri telecinetici e, quindi, è l’unico in grado di opporsi al controllo psichico esercitato dagli Strangers … e per questo motivo deve essere eliminato!

Di seguito le 4 concept art di Dark City:

Fonte: Alex Proyas