Home » Cinema » Horror & Thriller » David Cronenberg: “Non credo che tornerò all’horror, non è più liberatorio”

David Cronenberg: “Non credo che tornerò all’horror, non è più liberatorio”

28/09/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista di classici come La Mosca e Videodrome ha confermato di non essere intenzionato a tornare sui suoi passi, spiegando le ragioni del suo cambio di rotta

Dopo aver parlato dell’incredibile possibilità di girare un sequel di La Promessa dell’Assassino (Eastern Promises) ed aver ritirato il Leone d’Oro alla carriera all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, dove ha anche presenziato alla proiezione di uno dei suoi film meno ricordati, M. Butterfly del 1993 (le sue parole sull’operaDavid Cronenberg è tornato a parlare di horror.

Come i suoi fan sapranno bene, il regista canadese ha diretto in carriera film del calibro di Rabid – Sete di Sangue, Brood – La covata malefica, Scanners, Videodrome, La Zona Morta e La Mosca – affermandosi come un maestro del body horror degli anni ’70 e ’80. Altrettanto bene però, sappiamo che negli ultimi 15 anni i suoi interessi si sono a poco a poco allontanati da quei lidi, come dimostrano A Dangerous Method, Cosmopolis e Maps to the Stars.

In una recente intervista, a David Cronenberg è stato quindi chiesto se abbia intenzione in futuro di riavvicinarsi al genere per cui ancora oggi è più ammirato, ma la sua risposta non è stata affatto rassicurante:

Non ho mai veramente opposto resistenza. Mi sono stati offerti molti progetti e così via, ma sembravano tutti essere solamente una ripetizione di ciò che avevo già fatto, quindi non erano interessanti. Penso che la ragione per cui ho iniziato a evolvermi dall’horror puro è stata soltanto perché, invece di essere liberatorio, come lo era all’inizio … ed è un genere che è in grado di offrire molto di più dei semplici spaventi se è fatto da persone davvero di talento … ma penso di aver scoperto che [l’horror] stava diventando per me più restrittivo che liberatorio

David Cronenberg ha infine concluso:

Quindi penso che in tutti i miei film ci sia ancora una traccia di quello, al di sotto della superficie, ma non mi vedo davvero tornare a quel genere. Mai dire mai comunque.

Di seguito il trailer originale di Il Demone Sotto la Pelle del 1975:

Fonte: EW

locke film tom hardy 2014
Horror & Thriller

Recensione story | Locke di Steven Knight

di William Maga

Nel 2014, Tom Hardy era il solitario protagonista di un thriller ambientato interamente all'interno di un'automobile

Leggi
favolacce film 2020 germano
Horror & Thriller

Favolacce | La recensione del film di Fabio e Damiano D’Innocenzo con Elio Germano

di Sabrina Crivelli

Dopo La Terra dell'Abbastanza, i due fratelli tornano in regia per un'opera scioccante e metafisica, con protagonista un insolito Elio Germano

Leggi
betaal serie netflix horror 2020
Horror & Thriller

Betaal | La recensione della miniserie horror indiana (su Netflix)

di William Maga

Il regista inglese Patrick Graham (già dietro alla serie Ghoul) e la Blumhouse realizzano un prodotto di genere dal grande potenziale, scegliendo purtroppo la via più semplice e banale per affrontarlo

Leggi
danny lloyd film shining
Horror & Thriller

Com’è – e cosa fa – oggi Dan Lloyd, il piccolo Danny Torrance di Shining

di Redazione Il Cineocchio

Il giovanissimo protagonista del film del 1980 ricorda la sua esperienza sul set con Stanley Kubrick, parlando dei motivi che lo hanno portato a cambiare vita e a lasciare la carriera di attore

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Skull: The Mask, slasher brasiliano tutto frattaglie ed effetti pratici

di Redazione Il Cineocchio

Alla regia del film che si ispira alle malefatte di Jason Voorhees ci sono Kapel Furman e Armando Fonseca

Leggi