Home » Cinema » Horror & Thriller » Esclusivo | Intervista alla regina delle scream queen, Linnea Quigley

Esclusivo | Intervista alla regina delle scream queen, Linnea Quigley

19/12/2016 news di Alessandro Gamma

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con l'indimenticabile protagonista di Il Ritorno dei Morti Viventi, ancora oggi attivissima nell'horror e che presto passerà dietro alla macchina da presa (oltre che al microfono)

linnea-quigley-2016

Attrice, produttrice, compositrice, chitarrista, cantante e modella statunitense, Linnea Quigley in quarant’anni di carriera ha partecipato a un numero sterminato di film di genere, in particolare horror, che le sono valsi giustamente l’appellativo di ‘America’s Scream Queen’, titolo che campeggia fieramente a chiare lettere nella home page del suo sito ufficiale. Dalle nostre parti è probabilmente nota soprattutto per Il Ritorno dei Morti Viventi del 1985 (chissà perché …), ma può vantare nel suo curriculum anche comparsate in Silent Night, Deadly Night – Natale di sangue, Nightmare 4 – Il non risveglio, Amore all’ultimo morsoPumpkinhead II: Blood Wings.

Tra l’apparizione sul set di un nuovo film e una partecipazione a qualche Convention in giro per il mondo, siamo riuscita raggiungerla e a scambiare con lei quattro chiacchiere, per parlare un po’ dei suoi inizi, del rapporto con gli ammiratori e per coprire qualcosa sui prossimi progetti.

linnea-quigley-viceQuando hai capito che i film horror e gli slasher sarebbero stati la ‘scelta giusta’ da seguire per la tua carriera?

Sono stati loro a cercare me, e non io a cercarli. E’ soltanto stata una cosa naturale che è successa.

Ti è mai stato chiesto di partecipare a film di genere italiani negli anni ’80, quando ancora le produzioni horror e fantastiche in Italia erano molte?  

No. In Italia ho girato solamente un film dal titolo Fatal Frames nel 1996, in cui ho recitato al fianco di Donald Pleasence e di alcuni altri attori italiani.

Mi puoi dire qualcosa della tua particolare esperienza nei primi due film della serie di Vice Academy?

Posso dirti che io e Ginger Lynn non siamo andate molto d’accordo durante le riprese. Non ero contenta del fatto che si presentasse sul set ogni volta con 2 ore di ritardo quando dovevamo girare. Ma ora siamo diventate davvero buone amiche e lei è puntualissima!

linnea-quigley-ritorno-mortiDalla tua filmografia si può dedurre che hai sempre sempre avuto un rapporto ‘aperto’ con il tuo corpo, senza paura di mostrarlo sul grande schermo e sulle riviste. Non è una cosa comune per un’attrice. Cosa ci può dire di questo atteggiamento? Cosa hai pensato quando hai letto per la prima volta la famosa scena di Il Ritorno dei Morti Viventi?

Penso che il motivo di questa mia attitudine sia da ricercare semplicemente nel modo in cui sono stata cresciuta. Non era una cosa orribile mostrare il tuo corpo. Mio padre era un medico, quindi semplicemente non si trattava di un vero e proprio tabù. Per quanto riguarda IRDMV mi è piaciuto da quando ho letto per la prima volta il copione. Ho dovuto girare la scena/danza della tomba per il provino vero e proprio.

Hai mai rifiutato una parte? Nel caso, mi puoi dire i motivi?

Si. In realtà, in Italia mi sono rifiutata di fare qualcosa il giorno prima delle riprese perché non lo avevo letto e semplicemente perché non mi sentivo a mio agio. In passato ho rifiutato alcuni ruoli che non mi sembravano adatti o che richiedevano un po’ troppa nudità.

Si può dire che dal 2010 ad oggi sei tornata a lavorare ai livelli degli anni ’80, partecipando a un numero maggiore di film rispetto a quanto successo negli anni ’90 e nei 2000. Sei instancabile! Ami ancora il tuo lavoro così tanto?

Lo amo alla morte!

linnea-fatal-framesC’è un sottogenere dell’horror che preferisci?

Mi piacciono molto i film classici, i film più vecchi, tipo quelli diretti da Alfred Hitchcock e quelli con Vincent Price.

Avendo tu una carriera lunghissima alle spalle, vedi differenze tra le produzioni del terrore attuali e quelle di quando hai esordito?

Oh certo. E io non lo capisco. Tutto è diventato reality. Credevo che gli americani fossero più intelligenti che innamorarsi perdutamente di tutti questi stupidi film alla Paranormal Activity. Li odio!

Come vivi questo titolo di Scream Queen d’America che ormai hai ottenuto da molti anni?

Lo adoro!

Sei molto attiva sui social network. A quanto pare il rapporto con i fan è molto importante per te, ma non è così usuale per tutti i tuoi colleghi. Come vivi questo contatto diretto con gli ammiratori?

Mi piace, purché non abbiano in mano una mannaia! Adoro incontrare i fan e sentire le loro storie e scoprire i film in cui ho recitato che gli piacciono.

linnea-quigley-skirtsLa decisione di spostarti per la prima volta dietro la macchina da presa per Extra! arriva ora per un motivo in particolare? O è una specie di ‘alternativa’ del 2016 ai libri che avevi scritto negli anni ’90?

Ho preparato la mia mente per questo progetto da così tanto tempo in realtà. .. e poi mi piace guardare i documentari tipo quelli che realizza Penelope Spheeris. Volevo girare qualcosa che veramente mi interessasse.

Chiudiamo con una domanda sul tuo rapporto con la musica rock, dagli inizi ai giorni nostri

Suonavo il pianoforte e poi sono passata alla chitarra. Un giorno sfogliando il giornale ho visto un annuncio di una punk band che cercava un chitarrista. Sono andata sul posto, ho suonato per loro e mi hanno presa, e ho iniziato a imparare davvero mentre ero nella band. Quando facevamo le prove, eravamo al vecchia casa di Nicky Sticks dei Motley Crew. Questo accadeva prima ancora che decidessero come davvero si sarebbero chiamati. Ho da poco ricevuto un’offerta per iniziare a suonare di nuovo. Spero che ci saranno anche Haydee Pomar (la mia bassista delle The Skirts) e il mio amico / cantante Matthew Flynn.

Di seguito una clip da Il Ritorno dei Morti Viventi:

Resident Evil Infinite Darkness film netflix leon
Horror & Thriller

Trailer per Resident Evil: Infinite Darkness, nuovo film animato della saga (per Netflix)

di Redazione Il Cineocchio

A tre anni da Vendetta, Leon e Claire saranno al centro di un'altra terribile missione

Leggi
The Postcard Killings film 2020
Horror & Thriller

The Postcard Killings | La recensione del film Danis Tanovic (su Amazon Prime)

di William Maga

Jeffrey Dean Morgan e Famke Janssen sono i protagonisti di un thriller che sciupa le buone prove del cast e la fotografia con un regia pochissimo ispirata e una sceneggiatura colabrodo

Leggi
The Call (2020) film bell shaye
sam neill il seme della follia
Horror & Thriller

Riflessione | Il Seme della Follia di John Carpenter: un lovecraftiano monito all’umanità

di Sirio Alessio Giuliani

Nel 1994, il regista realizzava il suo film-manifesto, uno spietato e ironico ritratto della società contemporanea (attualissimo ancora oggi) in cui l’orrore cosmico di H. P. Lovecraft incontrava le atmosfere del surrealismo

Leggi
Harvey Stephens il presagio 1976
Horror & Thriller

Il Presagio (1976): com’è nata la scena finale col diabolico Damien che sorride

di Redazione Il Cineocchio

È il regista Richard Donner a raccontare come lavorò col piccolo Harvey Stephens per ottenere quello scioccante risultato

Leggi