Home » Cinema » Horror & Thriller » Larry Wilson su Beetlejuice: “Ebbi un’idea per il sequel; vi rivelo il primo cupo finale poi scartato”

Titolo originale: Beetlejuice , uscita: 30-03-1988. Budget: $15,000,000. Regista: Tim Burton.

Larry Wilson su Beetlejuice: “Ebbi un’idea per il sequel; vi rivelo il primo cupo finale poi scartato”

30/03/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore ha ripensato al classico diretto da Tim Burton, che quest'anno celebra i suoi primi 30 anni

Michael Keaton in Beetlejuice (1988)

Il co-sceneggiatore di Beetlejuice – Spiritello porcello, Larry Wilson, ha rivelato che il finale originale del film del 1988 era decisamente più cupo di quello che abbiamo visto. Beetlejuice è stato il secondo lungometraggio diretto da Tim Burton, che lo ha definito come uno dei cineasti più singolari e visivamente creativi della sua generazione. Il mix di horror e commedia dark dell’opera lo ha reso un successo a sorpresa di critica e pubblico e portò il regista Burton e il protagonista Michael Keaton alla successiva proposta legata a Batman.

Beetlejuice rimane un classico di culto e proprio nel 2018 si celebra il suo trentesimo compleanno. Tuttavia, se il successo del film ha generato una lunga serie a cartoni animati, un sequel non è mai arrivato. Tim Burton non è mai stato particolarmente interessato a realizzarne uno, ma lo studio ha trascorso anni a lavorare su una sceneggiatura intitolata Beetlejuice Goes Hawaiian, dove lo “spiritello porcello” segue la famiglia Deetz alle Hawaii quando questi si spostano. Il progetto ha trascorso diversi anni nel limbo della fase di sviluppo, con la gran parte degli interessati che via via ha perso interesse, anche se recentemente è stato annunciato che presto vedremo un adattamento per il teatro sotto forma di musical.

Proprio in merito al potenziale seguito, Larry Wilson ha detto:

Avevo avuto un’idea per un sequel immediato e sarebbe stata una continuazione della storia. Il Sig. Deetz [Jeffrey Jones] avrebbe sviluppato una cotta per il personaggio di Geena Davis. Questa sarebbe stata la mia idea. Sarebbe stato guidato dal personaggio e non da una premessa. 

Passando invece al finale, Beetlejuice – Spiritello porcello termina come sappiamo con un allegro numero musicale dopo che il fantasma del titolo è stato sconfitto, ma quello non era il piano originale. Il co-sceneggiatore ha infatti rivelato che la pellicola avrebbe potuto concludersi su una nota più tragica, ovvero con la morte della giovane Lydia Deetz (Winona Ryder):

Il nostro primo finale vedeva Lydia morire in un incendio e poi raggiungeva Barbara e Adam nell’Aldilà. Un paio di persone ci dissero: ‘Credete davvero che sia una buona idea? È davvero questo il messaggio che volete mandare agli adolescenti del mondo? Perite in un incendio?’ Quindi, sì, probabilmente era più cupo.

Se Beetlejuice – Spiritello porcello contiene comunque la sua fetta di momenti bui, rimane in fondo una commedia, quindi chiuderlo con la morte di Lydia sarebbe stato un colpo di scena eccessivo. Wilson ha anche ammesso anche che avere un finale in cui un adolescente con tendenze suicide muore ed è molto più felice nell’Aldilà, probabilmente non sarebbe stata la soluzione più felice.

Mentre Beetlejuice Goes Hawaiian si è arenato da tempo, si è parlato diverse volte di un sequel negli ultimi anni. Keaton, Burton e la Ryder hanno tutti espresso a fasi alterne il loro interesse a tornare per Beetlejuice 2 con la sceneggiatura giusta, e Mike Vukadinovich è stato assunto lo scorso anno per riscrivere una sceneggiatura di Seth Grahame-Smith. Detto questo, è assai probabile che per ancora molto tempo non vedrà la luce e probabilmente è meglio così. In compenso, alcuni mesi fa erano emerse in rete 3 rare sequenze tagliate della copia lavoro, tutte da gustare.

Qui sotto la video intervista originale:

Fonte: Yahoo

Altre notizie su Beetlejuice:

The toll main
Horror & Thriller

The Toll | La recensione del film horror di Michael Nader (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Jordan Hayes e Max Topplin sono i protagonisti di un'opera che gioca con gli stereotipi del genere, divertendosi a spiazzare con le aspettative del pubblico

Leggi
Post Mortem-3
Horror & Thriller

Post Mortem | La recensione del film horror di Péter Bergendy (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Un'ambientazione ungherese primo novecentesca molto suggestiva viene sprecata da una regia che opta per effetti speciali bizzarri e da una sceneggiatura troppo vaga

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
the haunting of bly manor serie 2020 fantasma
Horror & Thriller

The Haunting of Bly Manor: un video svela tutti i fantasmi nascosti negli episodi

di Redazione Il Cineocchio

Anche per la seconda stagione dello show di Netflix, Mike Flanagan ha celato in bella vista molti spettri

Leggi
the banishing film 2020 horror
Horror & Thriller

The Banishing | La recensione del film horror di Christopher Smith (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese si cimenta con la ghost story con diligenza, ma seguendo un po' troppo strade già battute

Leggi