Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Recensione Blu-ray | Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione (Ultimate Edition) + Tokyo Ghoul – Il Film

Recensione Blu-ray | Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione (Ultimate Edition) + Tokyo Ghoul – Il Film

30/07/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni della space opera di Luigi Cozzi del 1978 e della trasposizione live action del manga horror di Sui Ishida

Diamo uno sguardo dettagliato alle due edizioni italiane arrivate da qualche giorno nei negozi.

Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione – Ultimate Edition (1978) (Blu-Ray) [Starcrash – USA, 1978]

Regia: Lewis Coates (Luigi Cozzi) – Cast: Marjoe Gortner, Caroline Munro, Christopher Plummer, David Hasselhoff, Robert Tessier, Joe Spinell, Nadia Cassini, Judd Hamilton

Lingue principali: Italiano, Inglese – Audio Italiano: 2.0 DTS-HD (Remastered) – Sottotitoli principali: Italiano – Rapporto schermo: 1.78:1 Anamorfico

Una potenza oscura minaccia l’Universo: è il conte Zarth Arn, la cui astronave spaziale a forma di artiglio cela una terribile arma di devastazione. L’Imperatore del Bene incarica così Stella e Akton, coadiuvati dal robot Elle e dal poliziotto spaziale Thor, di una missione speciale alla ricerca del nemico e dell’erede al trono, rapito da Zarth. Il gruppetto, a bordo di una gigantesca astronave bianca, la Murray Leinster, affronterà così la delicata e pericolosa missione spaziale…

COMMENTO: Esperimento insolito e che avrà ben poco seguito, si tratta sostanzialmente di uno spensierato e divertito omaggio del regista Luigi Cozzi alle grandiose space opera hollywoodiane, decisamente personale e molto a basso costo, girato sulla scia del successo del di poco precedente Guerre Stellari, che si fa apprezzare – e ricordare da molti – più che per le musiche di John Barry, per la presenza della discinta Caroline Munro, Nadia Cassini e di un giovanissimo David Hasselhoff. Presentato per la prima volta assoluta in blu-ray nel nostro paese, Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione ottiene un trasferimento a 1080p, 1.78:1 e, nonostante si tratti di un film low budget che ha 40 anni di età, la resa è a dir poco una rivelazione. Superati i titoli di testa traballanti e disseminati di sporcizia casuale (che restano i maggiori difetti riscontrabili in assoluto), i momenti più morbidi e sfocati sono più che altro il risultato delle tecniche utilizzate per dare vita agli effetti speciali in economia della pellicola. Generalmente infatti, l’immagine è nitida e stabile, rivelando dettagli meravigliosi che mettono in risalto non solo i volti degli attori e le trame degli abiti ma, spesso, anche la povertà dei set e degli oggetti di scena impiegati; sostanzialmente, l’alta definizione potrebbe essere contemporaneamente sia la cosa migliore che peggiore che sia mai accaduta a Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione. Il trasferimento mostra una granulosità moderata, ma è anche caratterizzato da un leggero rumore di fondo. I colori sono ricchi, mai eccessivamente vibranti, ma mai spenti. Gli incarnati si mantengono neutri per tutta la durata, e i livelli di nero, quasi sempre impressionano per profondità. Passando all’audio, troviamo due tracce – italiana e inglese – DTS-HD MA 2.0, che, allo stesso modo del video, impressionano senza strafare. L’ascolto è piacevole e, sebbene a volte i dialoghi possono perdersi sotto una montagna di effetti sonori, sono per lo più chiari e precisi. L’aggressività del surround non è certo un obiettivo prioritario qui, e il film è ricco di una cacofonia di suoni che fluisce da ogni direzione, e se manca il senso di immersione assoluta, il mix si sposa adeguatamente con l’aspetto e lo stile di Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione. Concludendo coi ricchi contenuti speciali, troviamo alcune scene tagliate (11′), l’introduzione di Luigi Cozzi (6′), il making of (80′), gli storyboard (3′), il celebrativo Fantasticozzi (documentario sul regista realizzato in Brasile nel 2016 da Felipe Guerra), il poster del film, una cartolina esclusiva e un booklet di 16 pagine.

Extra: Scene eliminate + Making of + Storyboard + Fantasticozzi (Documentario sul regista realizzato in Brasile nel 2016 da Felipe Guerra) + Poster + Cartolina esclusiva + Booklet di 16 pagine

Genere: Fantascienza, Azione, Avventura

Studio: Terminal Video/Dynit

Tokyo Ghoul – Il Film (Blu-Ray) [Tôkyô gûru – Japan, 2017]

Regia: Kentarô Hagiwara – Cast: Masataka Kubota, Fumika Shimizu, Nobuyuki Suzuki, Hiyori Sakurada, Yû Aoi

Lingue principali: Italiano, Giapponese – Audio Italiano: 5.1 DTS-HD Master Audio – Sottotitoli principali: Italiano – Rapporto schermo: 2.35:1 Anamorfico

In una Tokyo contemporanea non troppo dissimile dalla realtà, la vita degli uomini scorre serena nonostante la minaccia dei ghoul, creature simili agli esseri umani ma che non possono nutrirsi di altro che di carne umana. Ken Kaneki, un giovane universitario timido e tranquillo, si trova adescato da una ghoul, Rize. Per un caso, o forse per mano di qualcuno, la caduta di alcune travi d’acciaio travolge lui e la sua carnefice. Ken, in fin di vita e incosciente, viene salvato grazie al trapianto degli organi di Rize, e da allora la sua vita cambierà: assumendo le caratteristiche biologiche dei ghoul, diventerà incapace di nutrirsi di cibo normale e ne sperimenta la fame devastante. Alienato e confuso, Ken rischia più volte di cedere agli istinti animaleschi dettati dalla fame, arrivando addirittura a un passo dal divorare Hide, il suo migliore amico…

COMMENTO: “Masataka Kubota è protagonista dell’apprezzabile adattamento live action dell’omonimo manga di Sui Ishida incentrato sullo mostruose creature antropofaghe, nonostante qualche sbavatura forse evitabile”. Questa la nostra sintetica analisi dopo la prima visione di Tokyo Ghoul lo scorso febbraio (la recensione completa). Venendo al comparto tecnico, il film viene presentato nel suo originale 2.35:1 a 1080p. Come ci si potrebbe aspettare se si conosce l’omonimo anime, anche il film punta molto su un approccio cupo, con poche scene ambientate durante il giorno (rese comunque con una certa naturalezza). L’azione notturna o all’interno di luoghi chiusi è comunque – nonostante il budget non proprio altissimo – sempre sufficientemente illuminata dalla scelte fotografiche, che fanno comprendere allo spettatore ciò che sta succedendo, con un livello di dettaglio che si mantiene su livelli accettabili anche nei momenti più movimentati, con picchi nei primi piani. Passando al sonoro, troviamo la traccia italiana al fianco di quella originale giapponese, entrambe in 5.1 DTS-HD Master Audio e tutte e due piuttosto decise e solide sia nel riproporre i dialoghi – sempre prioritari e puliti – che nell’allargare il campo col surround attraverso rumori ambientali e musiche di fanfare ad accompagnare i combattimenti e le scene topiche. Anche il woofer – normalmente tranquillo – entra in gioco in questi casi, contribuendo ad accrescere la sensazione di immersione. Terminando con i contenuti speciali, oltre a un booklet di 6 pagine incentrato sui protagonisti, sul disco troviamo alcune scene tagliate (9′) e diversi trailer.

Extra: Scene tagliate + Trailers e D-trailers + Booklet

Genere: Fantascienza, Horror, Azione

Studio: Terminal Video/Dynit

Di seguito i trailer ufficiali di Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione e di Tokyo Ghoul:

profondo Giuliano Giacomelli film
Sci-Fi & Fantasy

Profondo | La recensione del film scritto e diretto da Giuliano Giacomelli

di Francesco Chello

L’autore fa il suo esordio in solitaria con un'opera che, partendo da un presupposto di natura fantastica, racconta una interessante storia di riscatto e di introspezione

Leggi
wall-e pixar film 2008
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | WALL•E di Andrew Stanton: quando il silenzio è d’oro (per un po’ almeno)

di William Maga

Nel 2008 la Pixar portava nei cinema un film per metà quasi completamente muto, spingendo ogni oltre confine sperimentato prima la narrazione per sole immagini

Leggi
japan sinks 2020 serie anime netflix yuasa
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per Japan Sinks: 2020, catastrofica serie anime di Masaaki Yuasa per Netflix

di Redazione Il Cineocchio

Il regista di Devilman Crybaby torna sulle scene con l'adattamento del romanzo sci-fi di Sakyo Komatsu pubblicato nel 1973

Leggi
paranoia agent 2004 serie satoshi kon
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | Paranoia Agent di Satoshi Kon: risvegliarsi dall’incubo della modernità

di William Maga

Nel 2004, il regista giapponese dirigeva un'opera attualissima e in anticipo sui tempi, capace di riflettere sulle paure della società

Leggi
upgrade film 2018
Sci-Fi & Fantasy

Upgrade diventa una serie TV: trama e dettagli del progetto Blumhouse

di Redazione Il Cineocchio

Lo studio di Jason Blum ha deciso di espandere l'universo presentato nel film sci-fi del 2018 diretto da Leigh Whannell

Leggi