Sci-Fi & Fantasy

6,6/10 su 37 voti. Titolo originale: 東京喰種 トーキョーグール, uscita: . Budget: sconosciuto. Regista: Sui Ishida.

Recensione | Tokyo Ghoul di Kentarô Hagiwara

di

Masataka Kubota è protagonista dell'apprezzabile adattamento live action dell'omonimo manga di Sui Ishida incentrato sullo mostruose creature antropofaghe, nonostante qualche sbavatura forse evitabile

Gli adattamenti dei fumetti non sono certo una prerogativa di Hollywood, come ben sa chi segue il cinema giapponese. Soltanto negli ultimi mesi abbiamo visto infatti arrivare nei cinema (non italiani purtroppo) L’Immortale (finito su Netflix però) e JoJo’s Bizarre Adventure: Diamond is Unbreakable, entrambi per la regia di Takashi Miike, mentre da oggi è disponibile – sempre in esclusiva per la piattaforma di streaming – Fullmetal Alchemist di Fumihiko Sori. A questi si deve aggiungere la versione cinematografica live action di Tokyo Ghoul (Tōkyō Gūru), tratta dall’omonimo celebre manga (2011-2014) dark fantasy di Sui Ishida, ad opera di Kentarô Hagiwara (Anniversary), che riesce nell’intento di portare sul grande schermo alcuni dei caratteri truci e visionari dell’originale e indaga, forse fin troppo, l’interiorità di un controverso protagonista.

Al centro della storia, come d’altronde nel capostipite cartaceo e nella seguente traspozione come serie anime per la TV (2014), c’è un giovane e timido universitario appassionato di letteratura, Ken Kaneki (Masataka Kubota) che, dopo l’incontro ravvicinato con una mostruosa e vorace fanciulla, Kamishiro Rize (Yû Aoi) comincia a subire un cambiamento. Lei muore in quello che sembra un incidente, lui viene salvato in extremis, ma gli viene trapiantato un organo di lei ed è così che diviene suo malgrado un mezzo ghoul, mostruose creature che vedono gli esseri umani come prede che cacciano per cibarsi della loro carne. Sconvolto inizialmente, il ragazzo sperimenta la terribile fame per la prima volta e ne viene  gettato nello sconforto, finché non viene accolto da una comunità di suoi simili, l’Anteiku, guidata dal vecchio e saggio Mr. Yoshimura (Kunio Marai). Quivi Ken cerca di combattere il senso di colpa causato dal proprio cannibalismo e inizia a stringere rapporti con altri ghoul, in particolare con la irosa Touka (Fumika Shimizu) e la piccola e solitaria Hinami (Hiyori Sakurada), che non ha altri al mondo se non la madre (Shôko Aida). Tuttavia, la tranquillità raggiunta è presto interrotta dalla comparsa di due spietati cacciatori, Amon (Nobuyuki Suzuki) e Mado (Yo Oizumi), che uccidono un membro del loro gruppo e iniziano a perseguitare tutti gli altri.

Particolarmente dilungato nella caratterizzazione interiore, Tokyo Ghoul anzitutto analizza in maniera piuttosto prolissa l’evoluzione del suo personaggio principale, con i conseguenti pro e contro. La narrazione si sofferma difatti in maniera assai dilatata sul problematico eroe, mostrandone il profondo dilemma interiore causato dalle nuove necessità primarie e capacità, scaturite dalla sua natura, ora sovrumana. Comprensibilmente difficile è infatti abituarsi all’idea, essendo stato una volta un uomo, di cibarsi di carne umana, ma d’altra parte sono acquisite impensabili abilità. Dunque viene tratteggiato un passaggio non particolarmente inedito dalla negazione, alla disperazione, infine all’accettazione del nuovo status, in cui la priorità diviene la sopravvivenza. Allo stesso modo la trasformazione psicologica del protagonista da impacciato a abile combattente, comunque ben tradotta dalla performance di Masataka Kubota, non è certo delle più originali e, se in principio è approfondita con dovizia la fase di crisi, il suo superamento è trattato velocemente (d’altro canto lo spazio – comunque è di 2 ore la durata – è per forza minore rispetto agli episodi della serie o ai volumi del manga). Inoltre, l’iniziale minuziosa descrizione si dilunga eccessivamente nella prima parte (dove vengono per l’appunto presentati Ken e gli altri ghoul), rallentando decisamente il ritmo, e indulge a volte un po’ troppo nel patetico e lacrimevole. Tuttavia si tratta di elementi già presenti nel manga così come nell’anime, quindi i fan del franchise non dovrebbero esserne disturbati.

Anche concentrandoci sull’emisfero visivo e sul passaggio dal grafico o dall’animazione al live action, in Tokyo Ghoul vi è un’alternanza di virtù e difetti. Il film di Kentarô Hagiwara rende infatti in modo accettabile il lato truculento seppur non particolarmente scioccante (si tratta comunque di un film destinato anche agli adolescenti e con un rating PG 13), con sangue e qualche allusione diretta alla teoricamente centrale antropofagia. Inoltre, apprezzabile è la resa degli elementi fantastici e sovrumani, realizzati con una CGI non esecrabile, benché le eccentriche creature, con tanto di enormi tentacoli o carnose e gigantiformi ali perdano molto in termini di credibilità quando gli effetti speciali devono supportarne il movimento. Nella fattispecie, a risentirne maggiormente sono i non pochissimi combattimenti, quasi tutti in notturna, dove le lacune di budget emergono in maniera abbastanza palesi, soprattutto per ciò che concerne le scene in cui combatte Touka e la cui rossa appendice risulta parecchio posticcia. Inoltre, il creature design non è particolarmente inventivo e l’utilizzo della computer grafica non è fluido quanto in altri recenti film giapponesi, come ad esempio lo straordinario Gantz: O di Yasushi Kawamura (pur coi dovuti distinguo) e certo questo finisce per impattare non poco sul risultato finale.

Seppur dunque con qualche caduta qua e là nell’estetica come nella diegesi, Tokyo Ghoul è capace di combinare una buona dose di spettacolarità a una discreta costruzione della trama e dei personaggi, rendendo giustizia, se non del tutto almeno in buona parte, all’opera originale e rappresentando una discreta trasposizione in carne e ossa capace di soddisfare i fan e probabilmente anche il resto degli spettatori.

Di seguito trovate il trailer ufficiale italiano del film, in uscita nei nostri cinema per le sole giornate del 6 e 7 marzo:

Sci-Fi & Fantasy

Un Oscuro Scrutare | 2019 – Dopo la caduta di New York di Sergio Martino

di
Lorenzo Di Giuseppe

Pur inglobando i clichè del cinema sci-fi USA primi anni '80, quello con Michael Sopkiw è un film che riesce a emergere come gioiellino nostrano del genere

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il futuro delle Coree è cupo nel full trailer di In-rang, live action di Jin-Roh – Uomini e lupi

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista Kim Jee-woon torna in regia rielaborando la celebre 'Kerberos saga' di Mamoru Oshii

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Cortometraggio | Body horror e claustrofobia sull’astronave di The Mayflower

di
Redazione Il Cineocchio

Christopher Goodman risveglia l'ingegnere Benjamin Farry dal crio-sonno e lo scaraventa in un incubo ad occhi aperti nello spazio profondo

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

George Lucas su Star Wars: “Queste le idee per la mia terza trilogia; disprezzo sicuro dai fan”

di
Redazione Il Cineocchio

Il filmmaker ha approfondito come avrebbe proseguito la celebre saga da lui creata, parlando anche del controverso rapporto con il pubblico

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

MTV al lavoro su una serie TV live action reboot di Æon Flux

di
Redazione Il Cineocchio

Dopo lo sciagurato film con Charlize Theron, lo studio prova ora a ripescare l'eroina, già portata sui suoi schermi nella versione animata negli anni '90

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

George R.R. Martin sul prequel di Il Trono di Spade: “Come titolo vorrei The Long Night; tre altre serie in preparazione”

di
Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore ha aggiornato sullo stato dei lavori alla HBO, che intende raccontare nuove storie ambientate molto prima degli eventi ora in onda

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Teaser e poster per In-rang, versione live action dell’anime Jin-Roh diretta da Kim Jee-woon

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista coreano prende il materiale di partenza scritto da Mamoru Oshii e sposta l'azione nel futuro prossimo sulla soglia di un evento epocale

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

La giungla e uno Yautja gigante nel secondo trailer di The Predator

di
Redazione Il Cineocchio

Boyd Holbrook e Olivia Munn dovranno affrontare vecchie e nuove versioni del cacciatore alieno più letale dell'universo nel film di Shane Black

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Trailer italiano e data di uscita per Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto, ultima avventura di Hiccup e Sdentato

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista Dean DeBlois torna per la terza volta in regia per portarci nuovamente nel mondo fantastico dove draghi e vichinghi convivono quasi pacificamente

Leggi
Titolo Data Regista

Carrie - Lo Sguardo Di Satana (1976) - Limited Edition (3 Blu-Ray+Booklet)

01/06

Brian De Palma

Tokyo Ghoul - Il Film (Blu-Ray)

01/06

Kentarô Hagiwara

The Antithesis (Blu-Ray)

01/06

Francesco Mirabelli

Sangue Misto (Blu-Ray)

01/06

Davide Scovazzo, Paolo Del Fiol, Ricky Caruso, Edo Tagliavini, Lorenzo Lepori, Raffaele Pastrello, Isabella Noseda, Raffaele Picchio

Maze Runner - La Rivelazione (Blu-Ray)

07/06

Wes Ball

Colossal (Blu-Ray)

07/06

Nacho Vigalondo

La Vedova Winchester (Blu-Ray)

07/06

Michael Spierig, Peter Spierig

Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione (Blu-Ray)

07/06

Gabriele Salvatores

I Primitivi - Tutta Un'Altra Preistoria (Blu-Ray)

07/06

Nick Park