Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione da Sitges 49] Let Me Make You A Martyr di Corey Asraf e John Swab

5/10 su 27 voti. Titolo originale: Let Me Make You a Martyr, uscita: 22-07-2016. Regista: John Swab.

[recensione da Sitges 49] Let Me Make You A Martyr di Corey Asraf e John Swab

16/10/2016 di Alessandro Gamma

L'opera d'esordio dei due registi non convince, troppo incerta sulla propria identità, nonostante le ottime prove dei protagonisti Mark Boone Junior e Marilyn Manson

Se uno come Troy Duffy dovesse realizzare un southern drama dal sapore gotico- criminale influenzato da Quentin Tarantino e David Gordon Green, il risultato sarebbe probabilmente vicino a quello di Let Me Make You A Martyr. Il film rappresenta il -a volte ambizioso, anche se per lo più senza direzione – esordio alla regia di Corey Asraf e John Swab che, nonostante la splendida fotografia di Jeff Melanson e un cast di talento, su cui spiccano in particolare il sempre grande Mark Boone Junior e il non di meno sorprendente Marilyn Manson, è un’opera tanto irrequieta quanto ostentata, ma in fin dei conti terribilmente noiosa, la quale passa più tempo a cercare di trovare la sua propria voce che a raccontare una storia coerente o almeno avvincente. Mai abbastanza sorprendente e / o abbastanza violento per avere un impatto duraturo e non abbastanza sottile per diventare stratificato e significativo, il risultato è goffo, grezzo e un po’ banale, rimanendo nel limbo di una specie di western moderno indefinito che non va al di là delle sue ispirazioni.

let-me-make-you-a-martyr-posterIn una stanza per gli interrogatori scarsamente illuminata, il delinquente da due soldi Drew Glass (Niko Nicotera) viene interrogato sugli eventi che hanno portato al suo arresto. ‘Queste cose di solito iniziano con un giro in macchina o una donna’, dice il poliziotto Charon (Michael Potts). Quale dei due è il caso stavolta? Entrambi, evidentemente. Tornato alla sua città natale nel sud dopo un’assenza di sei anni, Drew si ricongiunge subito con il padre adottivo Larry Glass (Boone), un boss del crimine locale e con la sorella adottiva June (Sam Quartin), una tossica dal cuore tenero. Riaccendendo l’amore che li aveva uniti in passato, Drew e June studiano un piano per uccidere il loro violento padre e fuggire insieme, lasciando poi per sempre le città in cui hanno vissuto troppo a lungo. Ma la notizia arriva facilmente alle orecchie di Larry, e lui non è uno che si fa uccidere facilmente. Larry allora riprende i contatti con qualcuno che non vede a oltre 20 anni: Pope (Manson), un killer abilissimo che vive lontano nei boschi, con la speranza che quest’ultimo riesca ad ammazzare i suoi figli prima che loro arrivino a lui. Ma questo compito non sarà naturalmente facile. Pope non ama avere a che fare con gli affari di famiglia, ma questo non vuol dire che non possa essere convinto spingendo sulle giuste corde. Con un killer ora sulle loro tracce, Drew e June si trovano presto impigliati nelle trame del loro padre adottivo.

Come un’oscura farsa dei Fratelli Coen messa in una friggitrice per troppo tempo, a Let Me Make You A Martyr mancano l’arguzia, il fascino e la visione per poter strutturare un racconto morale contorto e dall’anima malinconica. Risulta disordinato quando vuole semplicemente sviarti ed è noioso oltre la semplice noia, in particolare nelle tematiche e nel messaggio. La sceneggiatura frustrantemente deforme di Swab manca di una sua propria voce ferma, con la conseguenza di presentare dialoghi del tipo “Non si può combattere il destino; io vi dico che, se Dio è in questa stanza, è un tipo decisamente pazzo”, o in momenti che vogliono disperatamente attirare l’attenzione. Proprio come in The Boondock Saints di Duffy, Asraf e Swab hanno trascorso la maggior parte del loro debutto cercando di essere cool, invece che trovare davvero il modo di esserlo. Che si traduce poi in un film senza scopo e senza sicurezza, senza la forza di ergersi oltre ai propri pari o almeno di essere vagamente all’altezza dei film che hanno influenzato chiaramente i due registi.

manson let me make you martyrSe la scrittura di Swab lascia molto a desiderare, lui e Asraf, almeno, dimostrano di essere registi di talento, soprattutto nei momenti giusti. Pur senza uno script che li aiuti o li ispiri particolarmente, riescono a creare più di una manciata di momenti riusciti. Tuttavia la pellicola risulta un po’ troppo ‘educata’ per sfociare in qualcosa di estremo, o almeno di divertente, e allo stesso tempo è troppo sporca e trasandata per considerarsi vicino a un prodotto più sofisticato, così finisce per non riuscire a trovare il suo posto. E’ un qualcosa di diverso che sembra non rendersi conto di essere più della somma delle sue parti, fatto per cui non riesce a rendere compiutamente gli aspetti più affascinanti che lo contraddistinguono, ricadendo invece in risultato finale piuttosto sregolato.

Per fortuna di Asraf e Swab, i due possono contare sull’aiuto di un grande cast per raddrizzare un po’ le cose. Boone, come accennato prima, è quello che fa davvero pesare la sua burbera personalità e l’aria pericolosa, sia che si trovi in scena o meno. Ed è anche attraverso i dolorosi occhi luccicanti di Nicotera che più tardi veniamo risucchiati dalle sue motivazioni e da ciò che ha vissuto. Allo stesso modo, la performance profondamente sentita della Quartin spesso compensa agli occhi dello spettatore la depravazione del suo personaggio, anche se i suoi demoni giungono presto a tormentarla. E l’adorabile Gracie Grenier, nei panni della struggente e innocente Rooney, non solo ricorda molto la Carrie Henn di Aliens, ma restituisce anche la stessa simpatia emotiva, nonostante una prova del tutto muta.

let-me-make-you-a-martyrTuttavia, è probabile che sia la prestazione di Manson quella che rimarrà nella memoria della gente, nel bene o nel male. Se il musicista è ben lungi dall’essere un attore esperto, riesce comunque a lasciare una traccia indelebile nel film con la sua presenza. Si tratta di una prova istintiva, come ci si aspetterebbe dalla personalità del performer, che con la giusta sceneggiatura avrebbe potuto senza dubbio diventare molto più da brividi di quello che è. Il musicista appare soltanto in quattro o cinque scene, ma risulta un sicario incredibilmente credibile nella sua impassibilità. Non che renda il debutto di Swab e Asraf necessariamente migliore o peggiore, ma di sicuro gli dà un tocco distintivo, che è più che benvenuto.

In definitiva  Let Me Make You A Martyr lascia sempre ben evidenti le sue influenze anni ’90, ma non sa proprio come proseguire dopo averle svelate. Vuole essere un drama adulto, meditabondo, vizioso, audace e maturo, ma non è altrettanto intelligente e tagliente come vorrebbe suggerire. E i segni di qualcosa di più riflessivo sparsi qua e là non fanno che rendere più frustrante la visione, vedendo poi che non portano da nessuna parte. La promessa c’è, ma prima di tutto Asraf e Swam dovranno riuscire a togliersi dalla propria strada.

Niko Nicotera
Sam Quartin
Mark Boone Junior
Marilyn Manson
Michael Potts
pet sematary cimitero vivente 1989 blu-ray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Pet Sematary – Cimitero Vivente (ed. 30° anniversario)

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana dell'horror diretto da Mary Lambert nel 1989 tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King

Leggi
Cube - Il cubo 7
Horror & Thriller

Recensione Story | Cube – Il Cubo di Vincenzo Natali

di Sabrina Crivelli

"Vi porto con me solo perché mi servono altri scarponi. Io a tagliare la corda ci metto meno di così. Niente chiacchiere, né discorsi a vanvera. Meglio che pensiate a quello che avete davanti agli occhi, ecco qual è la sfida. Il vostro vero nemico è dentro di voi."

Leggi
Critters 4 (1992) film
Horror & Thriller

Confermato Critters Attack!, quinto film R-Rated della saga sugli extraroditori

di Redazione Il Cineocchio

Dopo mesi di silenzio, la Warner Bros. ha fatto trapelare alcune indiscrezioni sul progetto

Leggi
the lodge film severin fiala 2019
Horror & Thriller

The Lodge: snervante trailer per l’horror innevato con Richard Armitage e Riley Keough

di Redazione Il Cineocchio

I registi Severin Fiala e Veronika Franz (Goodnight Mommy) tornano sulle scene con un film acclamato al Sundance, tra i cui protagonisti c'è anche Alicia Silverstone

Leggi
jinn serie netflix
Horror & Thriller

Jinn: teaser per la serie Netflix ispirata al folklore arabo

di Redazione Il Cineocchio

C'è il giovane regista libanese Mir-Jean Bou Chaaya dietro alla prima produzione originale mediorientale

Leggi
buddi la bambola assassina 2019
Horror & Thriller

Nel full trailer di La Bambola Assassina, Buddi afferra il coltello e inizia la mattanza

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Lars Klevberg torna alle origini nella sua reinvenzione della saga slasher che vede protagoniste Aubrey Plaza e Brian Tyree Henry

Leggi
Flying Lotus - Fire Is Coming con David Lynch
Horror & Thriller

C’è David Lynch lupo con gli occhi in fiamme nel video Fire Is Coming di Flying Lotus

di Redazione Il Cineocchio

Il musicista di Los Angeles torna sulle scene con un bizzarro cortometraggio che vede ospite il regista in una veste piuttosto inedita

Leggi
swamp thing serie dc universe 2019
Horror & Thriller

Swamp Thing: teaser trailer per la serie live action DC; tagliati 3 episodi

di Redazione Il Cineocchio

Scampato il pericolo di non vedere mai la luce per divergenze artistiche, lo studio conferma la data di uscita dello show originale con Virginia Madsen, ma anche la stagione 'ridotta'

Leggi
brimstone piercing kill switch blu-ray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Brimstone + Piercing + Kill Switch

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni italiane del glaciale western con Guy Pearce e Dakota Fanning, del thriller con Mia Wasikowska e dell'action sci-fi con Dan Stevens

Leggi
Horror & Thriller

Ted Bundy – Fascino criminale | La recensione del biopic con Zac Efron

di Sabrina Crivelli

Joe Berlinger prende una storia nota e portata al cinema già in tutte le salse provando a darne un'inedita - e improbabile - chiave di lettura fallendo su tutta la linea, non aiutato dagli interpreti (tra cui Lily Collins e John Malkovich)

Leggi
john travolta the fanatic film
Horror & Thriller

The Fanatic: prime immagini di John Travolta stalker nel thriller di Fred Durst

di Redazione Il Cineocchio

Fred Durst, il frontman dei Limp Bizkit, torna dietro alla mdp dopo 10 anni per un thriller che si ispira a una storia vera che lo ha riguardato da vicino

Leggi
Alex-Aja-film-Crawl
Horror & Thriller

Crawl: immagini per l’horror con alligatore killer di Alexandre Aja prodotto da Sam Raimi

di Redazione Il Cineocchio

C'è Kaya Scodelario nel film low budget con cui la Paramount spera di replicare il grande e inaspettato successo al botteghino di A Quiet Place - Un posto tranquillo

Leggi
thriller film dallas jackson netflix
Horror & Thriller

Thriller | La recensione dello slasher della Blumhouse (dirottato su Netflix)

di William Maga

Il regista prova a rimescolare stilemi e stereotipi del genere, cambiando ambientazione e protagonisti usuali, ma se l'idea è lodevole, il risultato lo è molto meno

Leggi
La caduta dell'impero americano

La caduta dell'impero americano

24-04-2019

Mug - Un'Altra Vita

Mug - Un'Altra Vita

24-04-2019

Dilili a Parigi

Dilili a Parigi

24-04-2019

Ancora un giorno

Ancora un giorno

24-04-2019

Avengers: Endgame

Avengers: Endgame

24-04-2019

Ma cosa ci dice il cervello

Ma cosa ci dice il cervello

18-04-2019

Il campione

Il campione

18-04-2019

A spasso con Willy

A spasso con Willy

18-04-2019

Cyrano mon amour

Cyrano mon amour

18-04-2019

Torna a casa, Jimi!

Torna a casa, Jimi!

18-04-2019

Le invisibili

Le invisibili

18-04-2019

Gordon & Paddy

Gordon & Paddy

18-04-2019

La Llorona - Le lacrime del male

La Llorona - Le lacrime del male

18-04-2019

RECENSIONE

Il ragazzo che diventerà re

Il ragazzo che diventerà re

18-04-2019

Go Home - A Casa Loro

Go Home - A Casa Loro

15-04-2019

Quello che i social non dicono - The Cleaners

Quello che i social non dicono - The Cleaners

14-04-2019

Tutto liscio

Tutto liscio

11-04-2019

Dagli occhi dell'amore

Dagli occhi dell'amore

11-04-2019

After

After

11-04-2019

L'uomo fedele

L'uomo fedele

11-04-2019

Cafarnao - Caos e miracoli

Cafarnao - Caos e miracoli

11-04-2019

Hellboy

Hellboy

11-04-2019

RECENSIONE

Oro verde - C'era una volta in Colombia

Oro verde - C'era una volta in Colombia

11-04-2019

Kursk

Kursk

11-04-2019

Wonder Park

Wonder Park

11-04-2019