Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Recensione dal BIFFF 36 – Gintama di Yûichi Fukuda

6/10 su 21 voti. Titolo originale: 銀魂, uscita: 14-07-2017. Regista: Yuichi Fukuda.

Recensione dal BIFFF 36 – Gintama di Yûichi Fukuda

09/04/2018 recensione film di William Maga

Il regista giapponese porta sullo schermo un adattamento live action assolutamente delirante e dissacrante, riservato esclusivamente agli estimatori del manga di Hideaki Sorachi. Astenersi tutti gli altri.

Con Gintama, ultimo in ordine di tempo – almeno tra quelli presentati nei Festival europei – della recente ondata di adattamenti live action nipponici di noti manga/anime dopo JoJo’s Bizarre Adventure: Diamond is Unbreakable, Fullmetal AlchemistL’Immortale, in molti potrebbero sentirsi come minimo spaesati alla fine dei suoi titoli di coda (sempre che ce l’abbiano fatta ad arrivare al termine dei suoi 131′). Ci sono una varietà di ragioni a monte di tale affermazione, ma già nei primi dieci minuti di questa cartoonesca commedia d’azione viene spiegato apertamente che la versione dal vivo del popolare manga / anime di Hideaki Sorachi scritta e diretta da Yūichi Fukuda (HK/Hentai Kamen e Mr. Nietzsche in the Convenience Store) è rivolta prettamente ai fan del folle materiale originario e che tutti gli altri che vi ci si dovessero imbattere potrebbero rimanerne sconcertati. Astenersi quindi chi cercasse un film coerente o lineare. Si tratta in sostanza di oltre due ore di bizzarro slapstick e umorismo random, amalgamati con una quantità impressionante di urla e di uno stile stratificato e spesso fumettoso che mescola senza soluzione di continuità Chanbara, fantascienza, comedy e azione in un unico genere.

La storia è presto detta: in un Giappone alternativo a metà tra il periodo Edo e il presente, una specie aliena detta Amanto (il popolo del cielo) hanno attaccato il pianeta Terra e gli abitanti del Terra stanno combattendo contro gli invasori in una guerra che dura ormai da oltre 10 anni. Lo shogunato si è reso conto della potenza degli Amanto e ha deciso quindi di accettare la loro conquista, mettendo in piedi un governo fantoccio per gli Amanto ed emanando l’Editto di Abolizione della Spada. Per questo motivo, i Samurai, che hanno combattuto contro gli Amanto per il loro paese e il loro signore, sono caduti in declino. Gintoki Sakata (Shun Oguri), un samurai dai capelli bianchi, ha scambiato la sua spada d’acciaio con una di legno e ora gestisce un’agenzia investigativa. I suoi assistenti sono un nerd occhialuto e una bella ragazza dai capelli rossi molto irascibile e con un debole per i coleotteri rinoceronte. Un giorno ricevono un nuovo strano incarico: cercare la super spada Benizakura, che è caduta nelle mani sbagliate. Si mettono così sule tracce del gruppo di ribelli Kiheitai, ma all’improvviso, uno di loro, un non vedente che indossa occhiali tondi, attacca Gintoki …

Ciò che viene reso immediatamente evidente, è che Gintama emana un’energia illimitata. Quello di Yūichi Fukuda è un film che si rifiuta di tirare il freno a mano, o anche solo di scalare una marcia, una volta che è partito, infischiandosene dello spettatore che non è in grado di tenere il passo, della coerenza della sua struttura narrativa e della logica. Nel prologo, la pellicola si apre con un narratore – uno dei tre protagonisti – e ripercorre la sua introduzione della star dai capelli argentei mentre questi entra in azione per aiutare proprio il narratore, dilungandosi parallelamente nell’esposizione dei fatti. Un modo abbastanza normale per avvicinarsi alla costruzione di questo universo con cui Gintama si propone di inondare lo schermo. Tuttavia, dopo questa sequenza, il film prende deciso la strada del meta-cinema, con riferimenti diretti a Dragon Ball a One Piece e coi tre avatar animati dei tre leader che essenzialmente si urlano addosso l’un l’altro mentre i titoli di testa scorrono, rompendo la quarta parete per anticipare direttamente al pubblico quello a cui sta per assistere. Per la serie, ‘mettere le cose in chiaro’. Da lì, Gintama diventa implacabile. La folle commistione di battute assurde, l’umorismo infantile, l’approccio frastornante a tutte le sue tematiche e ai personaggi, e la mescolanza di generi a volte quasi abrasiva. L’atteggiamento scanzonato di ogni cosa, inclusi alcuni degli elementi più emotivamente pregni, lo salvano dal risultare troppo conflittuale o problematico, ma per coloro che non hanno familiarità con lo stile del manga o dell’anime può essere anche travolgente. Se non altro, lo stato confusionale non dovrebbe riuscire a mitigare la bontà della confidenza con cui viene trattato il materiale di partenza anche se la narrazione generale appaia apparentemente familiare – soltanto condita con cani giganti, costumi da mascotte, effetti visivi degli dei Looney Tunes, astronavi e una sana dose di body horror.

Gintama è talmente dedicato alla causa che l’umorismo e lo stile esagerato gli permettono di rigirare i suoi apparenti difetti a suo vantaggio. Si fa beffe infatti intenzionalmente di sé stesso, degli elementi stereotipici di una sceneggiatura, della sua stessa fanbase e pure di certi peculiari concetti ora considerabili come tipici del genere anime / manga. Anche il cast sta assolutamente al gioco, essenzialmente in sintonia con la trama e lo stile scelto e credendo ciecamente agli allucinanti dialoghi che vengono loro messi in bocca da Fukuda – si pensi soltanto alla oltremodo sequenza nonsense della caccia allo scarafaggio d’oro, utile a presentare la pletora di personaggi che compongono il cast dell’ensemble. Al contrario di certi suoi ‘simili’, è difficile definire Gintama un film imperdibile o anche solo facile, da guardare per svago in una serata qualsiasi, ma quando dichiara così sfacciatamente di non possedere – a nessun livello – alcun desiderio di prendersi sul serio, è difficile anche dire che non riesca a portare a termine lodevolmente il compito.

In definitiva, per chi non ha familiarità con l’anime o il manga di Gintama, questo adattamento live action sembrerà solamente una pillola grande e molto rumorosa da ingoiare. Quelli che non intendono abbandonarsi blandamente alle sue trovate, meglio invece si fermino prima ancora di iniziare, al massimo al trailer. Per coloro che invece ne maneggino e apprezzino la fonte già prima di entrare al cinema, o che almeno possano contare su solide basi in materia di pellicole giapponesi dissacranti e deliranti, l’ultima fatica di Yûichi Fukuda sarà solamente un’orgia di energia e spasso tutti da assaporare, un assalto alla sanità mentale del cinefilo medio. Un film non per tutti, ma a Gintama sta benissimo così.

Di seguito il trailer originale:

Masaki Okada
Shun Oguri
Yuya Yagira
Masaki Suda
Kanna Hashimoto
Ryo Yoshizawa
Tsuyoshi Muro
Kankuro Nakamura
Tsuyoshi Domoto
Masami Nagasawa
Ken Yasuda
Akari Hayami
Hirofumi Arai
Jiro Sato
Nanao
Kouichi Yamadera
Takayuki Yamada
Yuko Nagata
Kouichi Yamadera
Seika Furuhata
Mikako Takahashi
Kyôsuke Yabe
Tomoharu Hasegawa
Wataru Ichinose
Seiji Rokkaku
Kôji Fujiyoshi
Kurumi Shimizu
Kotaro Shiga
Teruyuki Tanzawa
Youta Tanaka
Itaru Yamamoto
Tôma Ônishi
Toshiki Iwasawa
Soushi Ogiwara
Takako Akasaka
Azuki Moeno
Emma Roberts in Paradise Hills (2019) film
Sci-Fi & Fantasy

Paradise Hills | Recensione del film con Emma Roberts e Milla Jovovich (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

La regista spagnola Alice Waddington esordisce con un fanta-thriller che affascina molto nella curatissima estetica, preoccupandosi pochissimo della sostanza della sceneggiatura

Leggi
the tomorrow war film 2020
Sci-Fi & Fantasy

The Tomorrow War: Chris Pratt soldato contro gli alieni nella prima immagine; la trama

di Redazione Il Cineocchio

Ci saranno Yvonne Strahovski e J.K. Simmons al fianco dell'attore nell'action sci-fi diretto da Chris McKay

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Video | Visita alla mostra ‘Lupus in fabula’ dedicata a Tony Wolf (Spazio WOW)

di Alessandro Gamma

Un viaggio tra le oltre 100 coloratissime - e dettagliatissime - illustrazioni dell'artista, alla (ri)scoperta del 'misterioso' e prolificissimo Antonio Lupatelli

Leggi
Cappella di Bethléem, dove i gargoyle sono Gremlins e Goldrake (5)
Sci-Fi & Fantasy

Il ‘non’ mistero della cappella di Bethléem, dove tra i gargoyle ci sono i Gremlins e Goldrake

di Redazione Il Cineocchio

Il curioso caso dell'edificio sacro situato nella regione della Loira Atlantica, in Francia, dove tra i pinnacoli fanno capolino anche insospettabili mostri della cultura pop cinematografica e televisiva

Leggi
Karl Urban in Dredd (2012) film
Sci-Fi & Fantasy

Rivisti Oggi | Dredd – Il Giudice dell’Apocalisse di Pete Travis (o Alex Garland?)

di Francesco Chello

Dopo 7 anni di 'oblio', il film con Karl Urban nei panni del poliziotto più severo e temuto di Mega-City One trova finalmente una distribuzione italiana

Leggi
l'orrore di dunwich h. p. lovecraft libro
Sci-Fi & Fantasy

Elijah Wood: “Faccio il film di L’orrore di Dunwich; penso a una trilogia su H. P. Lovecraft”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo Il colore venuto dallo spazio, il regista Richard Stanley potrebbe dirigere anche il nuovo ambizioso progetto

Leggi
color out of space film stanley
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per Color Out of Space: Nicolas Cage vittima dell’ineffabile colore venuto dallo spazio

di Redazione Il Cineocchio

Richard Stanley torna in regia dopo una lunghissima assenza per adattare il noto racconto fanta-horror del 1927 di H. P. Lovecraft

Leggi
terminator destino oscuro linda hamilton film
Sci-Fi & Fantasy

Tim Miller sul ruolo di John Connor in Destino Oscuro: “Vi spiego quella decisione; due ottimi motivi”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista parla della controversa scena di apertura del sesto capitolo della saga di Terminator, raccontando quanto fosse necessaria per la trama e per Sarah

Leggi
tenet film nolan 2020
Sci-Fi & Fantasy

Teaser trailer per Tenet: spionaggio e viaggi nel tempo nel film di Christopher Nolan

di Redazione Il Cineocchio

Tra i protagonisti del misteriosissimo progetto da 225 milioni di dollari ci sono John David Washington, Robert Pattinson, Michael Caine e Kenneth Branagh

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

La La Land | La recensione del film di Damien Chazelle

di Teresa Scarale

Emma Stone e Ryan Gosling sono i protagonisti di una struggente storia d'amore a tempo di jazz. E le stelle di Los Angeles stanno a guardare

Leggi
His Dark Materials queste oscure materie serie HBO 2019
Sci-Fi & Fantasy

Trailer preview per Queste Oscure Materie: James McAvoy alle prese coi daimon nella serie HBO

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Dafne Keen, Lin-Manuel Miranda e Ruth Wilson nell'adattamento TV della trilogia fantasy scritta da Philip Pullman

Leggi
roland emmerich independence rigenerazione set
Sci-Fi & Fantasy

Roland Emmerich: “Sbagliai a fare Independence Day: Rigenerazione; il no di Will Smith stravolse i piani”

di Redazione Il Cineocchio

A tre anni dall'uscita, il regista è tornato sul film, assumendosi parte delle colpe dell'insuccesso

Leggi
Linda Hamilton e Tim Miller in Terminator Destino Oscuro
Sci-Fi & Fantasy

Tim Miller su Terminator – Destino Oscuro: “Costretto a inserire la frase ‘I’ll be back’ nel film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del sesto capitolo della saga ha raccontato della sua iniziale riluttanza ad usare la nota battuta e di come sia poi stata 'rielaborata' per provare a fare qualcosa di diverso

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Raised by Wolves: OK di HBO Max alla serie sci-fi di Ridley Scott; trama e cast

di Redazione Il Cineocchio

A 81 anni compiuti, il regista si cimenterà per la prima volta con un prodotto seriale televisivo

Leggi
Heavy Metal 1981 film
Sci-Fi & Fantasy

Recensione story | Heavy Metal di Gerald Potterton

di William Maga

Nel 1981 arrivava al cinema lo sperimentale adattamento animato delle storie della seminale e avanguardistica rivista Métal Hurlant, col suo carico di invenzione grafica e violenza barocca

Leggi
Sono solo fantasmi

Sono solo fantasmi

14-11-2019

RECENSIONE

Countdown

Countdown

14-11-2019

Gamberetti per tutti

Gamberetti per tutti

14-11-2019

The Bra - Il reggipetto

The Bra - Il reggipetto

14-11-2019

Ailo - Un'avventura tra i ghiacci

Ailo - Un'avventura tra i ghiacci

14-11-2019

Pupazzi alla riscossa - UglyDolls

Pupazzi alla riscossa - UglyDolls

14-11-2019

Le Mans '66 - La grande sfida

Le Mans '66 - La grande sfida

14-11-2019

Zombieland - Doppio colpo

Zombieland - Doppio colpo

14-11-2019

RECENSIONE

Gli uomini d'oro

Gli uomini d'oro

07-11-2019

La belle époque

La belle époque

07-11-2019

Le ragazze di Wall Street - Business Is Business

Le ragazze di Wall Street - Business Is Business

07-11-2019

La famosa invasione degli orsi in Sicilia

La famosa invasione degli orsi in Sicilia

07-11-2019

Attraverso i miei occhi

Attraverso i miei occhi

07-11-2019

Motherless Brooklyn - I segreti di una città

Motherless Brooklyn - I segreti di una città

07-11-2019

Parasite

Parasite

07-11-2019

RECENSIONE

Una canzone per mio padre

Una canzone per mio padre

07-11-2019

Light of My Life

Light of My Life

07-11-2019

RECENSIONE

Deep - Un'avventura in fondo al mare

Deep - Un'avventura in fondo al mare

07-11-2019

Escher - Viaggio nell'Infinito

Escher - Viaggio nell'Infinito

05-11-2019

The Irishman

The Irishman

04-11-2019

RECENSIONE