Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione] Il GGG – Il Grande Gigante Gentile di Steven Spielberg

6/10 su 1916 voti. Titolo originale: The BFG, uscita: 01-06-2016. Budget: $140,000,000. Regista: Steven Spielberg.

[recensione] Il GGG – Il Grande Gigante Gentile di Steven Spielberg

26/11/2016 recensione di Alessandro Gamma

Visivamente gigantesca, la trasposizione del romanzo per ragazzi di Roald Dahl è invece molto piccola a livello emozionale

Già il logo della Amblin di Steven Spielberg sui titoli di testa metterebbe di buon umore chiunque si appresti a vedere Il GGG – Il Grande Gigante Gentile (The BFG). Il rispetto del pubblico per questo filmmaker è così profondo che si potrebbe pensare che il suo adattamento dell’amato libro per bambini pubblicato da Roald Dahl nel 1982 non dovrebbe avere niente da dimostrare. E in effetti, chiunque abbia familiarità con il lavoro originale dello scrittore inglese troverà che questo trattamento fedele del materiale cartaceo si fonde piuttosto organicamente con i soliti topoi spielberghiani, anche se in questo caso sembra di trovarsi più davanti a una dimostrazione delle preesistenti e consolidate abilità piuttosto che a una nuova pietra di paragone del suo potere.

locandina-ggg-spielbergCaratterizzato da una bambina coraggiosa scaraventata in un’avventura sovrannaturale contaminata con effetti speciali abbaglianti e sentimentalismo, Il GGG è Spielberg al 100% – in grado di accontentare gli spettatori che cercano proprio questo. Ma si tratta di una variante più leggera della formula portata al successo da E.T. – L’Extraterrestre, realizzato in modo impressionante e apprezzabile senza mai catapultarci in territori veramente più ispirati. Un’opera ardentemente affabulatoria di uno dei più grandi affabulatori al mondo, che fa il suo lavoro e niente di più.

Dall’ultima sceneggiatura della compianta sceneggiatrice di E.T. Melissa Mathison, Il GGG prende spunto dal romanzo e per questo non perde troppo tempo nelle spiegazioni. L’essenza della trama vede la piccola orfana Sophie (l’esordiente Ruby Barnhill, solida ma non particolarmente sconvolgente), che una notte getta uno sguardo fuori dalla sua finestra a Londra e vede il gigante del titolo (cui dà la voce Mark Rylance) in agguato tra i vicoli mentre rubacchia i sogni degli esseri umani che dormono. Intento a mantenere la sua esistenza segreta, il GGG – ovvero Il Grande Gigante Gentile – agguanta Sophie dal suo letto e la porta nel Paese dei Giganti, una terra lontana dove il bonario acchiappatore di sogni si rannicchia nella sua casa adiacente a dove vivono i suoi decisamente più rozzi e violenti vicini, un gruppo di orchi mangia umani desiderosi di scoprire chi sia il suo nuovo amico.

Non ci vuole molto prima che la bambina superi la paura verso il rapitore, una transizione resa in qualche modo credibile dagli esemplari effetti della motion capture del film, che trasformano il volto di Rylance in una creatura benevola e avvizzita. Se all’inizio i colori molto vivaci fanno sembrare gli effetti speciali quelli di un cartone animato, questo approccio si addice però al tono del racconto. Sono finiti i giorni di Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, quando Spielberg osava rendere nella terrificante maniera che ognuno si aspetterebbe il rapimento di un bambino nel cuore della notte da parte di un essere ultraterreno. Invece, Il GGG irradia calore nelle sue fasi iniziali, descrivendo il personaggio di Rylance come un tipo loquace e solitario dal cuore grande, la cui dialettica grezza (sbaglia spesso a pronunciare le parole) aggiunge solo un tocco di fascino ulteriore.

il ggg libro dahlC’è qualche briciolo di suspense con l’arrivo in scena dei fratellastri carnivori del GGG, un gruppo ringhioso di pelosi e muscolosi bulli, incarnati in modo divertente da artisti del calibro di Rafe Spall, Bill Hader e Jemaine Clement che infondo loro un tipo di ambiguo slapstick. Quando fanno squadra per bullizzare il GGG, un simpatetica Sophie rimane a osservare da bordo campo e alla fine decide di fare al suo nuovo amico un discorsetto di incoraggiamento. A seguito di un meraviglioso viaggio indietro fino alla città, dove è testimone della capacità del gigante di catturare il potere dei sogni, la protagonista escogita un piano per salvarlo da quella persecuzione continua, con l’aiuto niente meno che della Regina (Penelope Wilton).

E questo è tutto. Il GGG riempie le due ore di durata con splendidi colori e teneri scambi, ma non si slancia mai abbastanza nei territori maestosi che uno si potrebbe aspettare da un maestro della fantasia cinematografica (e forse è per questo che la pellicola è stato il più clamoroso flop dell’estate americana). Biascicando verso la comicità più spiccata durante il terzo atto, con l’entrata in scena di Rebecca Hall al fianco della Wilton per una sessione di strategia reale sotto-sviluppata, Il GGG ha troppo poco appeal emotivo per raggiungere la piena fioritura.

Invece, si incurva in territori da commedia demenziale, con l’interazione goffa tra il GGG e gli esponenti della nostra specie, più piccoli, che portano a battute deludenti. Questo dovrebbe essere il primo film di Spielberg con freddure sulle flatulenze – che, a dirla tutta, provengono direttamente dal romanzo. Ma a differenza del recente e ispiratissimo Swiss Army Man, Spielberg non applica a nessun momento topico queste gag; e questa deviazione umoristica fa deragliare l’intera storia. Nonostante la sua padronanza dei progetti di larga scala e sul mondo dell’immaginazione, il regista sembra non riuscire a svelare il centro tonale del materiale di partenza. A differenza di Nel paese delle Creature Selvagge di Spike Jonze, che sfruttava la latente malinconia del libro illustrato di Maurice Sendak per guidare l’immaginifica visione dei minacciosi esseri da parte del bambino protagonista, Il GGG prende alla lettera le parole scritte e raramente riesce a dare loro maggiore profondità.

ggg-gigante-spielberg-filmCi sono però una serie di momenti interessanti a compensare la debolezza della storia. Il viaggio di Sophie insieme al GGG nella terra dei sogni, che si trova sotto un lago luccicante riempito di scintillanti fiammelle al neon, possiede una qualità fantasmagorica che eleva la narrazione alle appropriate vette magiche. La magia digitale contribuisce a invadere lo schermo con un mondo unico che è contemporaneamente sia visibilmente artificiale che iperreale. Di questi tempi tuttavia, gli effetti speciali ‘impressionanti’ sono così a portata di mano – vi ricordate i Troll similmente convincenti del mockumentary norvegese Troll Hunter del 2010 (costato tra l’altro probabilmente un ventesimo di questo film)? – che Il GGG non può mascherare il suo esile tocco con le finezze digitali.

Questo in ogni caso non significa naturalmente che Spielberg abbia perso la posizione di preminente narratore hollywoodiano classico dei nostri tempi, la cui capacità di creare momenti sorprendenti emerge in ogni curatissimo movimento di camera scelto. Visivamente affascinante in ogni suo fotogramma, Il GGG dimostra che lui è al culmine del suo potere, anche quando il materiale non riesce a elevarsi del tutto al suo stesso livello.

Di seguito il trailer ufficiale italiano di Il GGG – Il Grande Gigante Gentile, che arriverà nei nostri cinema il 30 dicembre:

Mark Rylance
Ruby Barnhill
Bill Hader
Marilyn Norry
Rebecca Hall
Jemaine Clement
Penelope Wilton
Ólafur Darri Ólafsson
Adam Godley
Haig Sutherland
Matt Frewer
Rafe Spall
Michael Adamthwaite
Paul Moniz de Sa
Graham Curry
John Emmet Tracy
Julia Torrance
Daniel Bacon
Alejandro Cuello
Gabrielle Rose
Lucia Ryan
Chris Shields
Geoffrey Wade
ALEJANDRO JODOROWSKY
Sci-Fi & Fantasy

Riscopriamo Anno 4000 museo Terra, il film perduto di Alejandro Jodorowsky

di Redazione Il Cineocchio

Proviamo a far luce sul misterioso progetto, presentato in pompa magna a Milano nell'aprile del 1978 dal regista cileno in persona, le cui riprese - apparentemente imminenti - mai partirono

Leggi
KIPO AND THE AGE OF WONDERBEASTS serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Kipo And The Age of Wonderbeasts: trailer per la serie animata fanta-apocalittica della DreamWorks (per Netflix)

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice Karen Fukuhara ha prestato la voce alla protagonista, una ragazza a spasso per un pianeta in cui ogni animale 'puccioso' è in realtà una seria minaccia alla sua vita

Leggi
shanghai fortress film
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Shanghai Fortress: la Cina brucia sotto l’attacco degli alieni

di Redazione Il Cineocchio

Shu Qi e Lu Han sono i protagonisti dell'adattamento dell'omonimo romanzo sci-fi diretto dal regista Teng Huatao

Leggi
ghostbusters 1984 scena eliminata birra
Sci-Fi & Fantasy

Ghostbusters 1984: guardate le 4 scene alternative e cancellate mai mostrate in pubblico

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Jason Reitman ha fatto un grande regalo agli appassionati accorsi per la Ghostbusters Fan Fest, mostrando alcuni ciak inediti che coinvolgono Bill Murray, Sigourney Weaver, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Rick Moranis e Annie Potts

Leggi
Siân Phillips in Dune (1984) film
Sci-Fi & Fantasy

Dune: The Sisterhood, si fa la serie sulle Bene Gesserit. Denis Villeneuve per il pilot

di Redazione Il Cineocchio

Il regista canadese sovraintenderà, assieme allo sceneggiatore Jon Spaihts, lo spin-off per il piccolo schermo ispirato al romanzo di Frank Herbert

Leggi
i am mother film netflix Clara Rugaard
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother: interpretazione del finale e di ciò che accade nel film con Hilary Swank

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di far luce su alcuni punti salienti del thriller di fantascienza distribuito da Netflix diretto da Grant Sputore e scritto da Michael Lloyd Green

Leggi
I Am Mother (2019) film netflix
Sci-Fi & Fantasy

I Am Mother | La recensione del film con Hilary Swank, dove maternità e I.A. si incontrano

di William Maga

Il regista Grant Sputore debutta - distribuito da Netflix - con un'intelligente analisi del comportamento umano che è anche un thriller squisitamente inquietante

Leggi
Colin Farrell in Minority Report (2002)
Sci-Fi & Fantasy

Colin Farrell su Minority Report: “Dovetti ripetere una scena 56 volte, fui un disastro”

di Redazione Il Cineocchio

L'attore ha ricordato il terribile giorno in cui mise a dura prova la pazienza del regista Steven Spielberg a causa di una sua richiesta non accolta dalla produzione del film

Leggi
mirai hosoda blu-ray
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Mirai di Mamoru Hosoda

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione italiana del film giapponese che ha concorso ai premi Oscar 2019 per la Miglior opera d'animazione

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Black Mirror stagione 5 | La recensione dei tre nuovi episodi della serie Netflix

di William Maga

È lo 'specchio nero' di Charlie Brooker a essersi fatto più luminoso oppure è il mondo reale che è diventato più cupo?

Leggi
mothra 2019 hd
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | La storia cinematografica di Mothra: lunga vita alla Regina dei mostri

di Redazione Il Cineocchio

Ripercorriamo i film dedicati a uno tra i kaiju della Toho più amati dal pubblico, portavoce di Madre Natura e spesso nemica di Godzilla

Leggi
brad pitt ad astra film
Sci-Fi & Fantasy

Teaser trailer per Ad Astra: Brad Pitt vola in orbita per salvare la Terra

di Redazione Il Cineocchio

Nuova data di uscita per il film di fantascienza scritto e diretto da James Gray, in cui troveremo anche Liv Tyler e Tommy Lee Jones

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Joe e Anthony Russo: “Lavoriamo alla serie animata di Magic: l’Adunanza per Netflix”

di Redazione Il Cineocchio

I due fratelli registi collaboreranno con lo Studio Octopie per portare in vita il popolarissimo gioco di carte collezionabili fantasy ideato da Richard Garfield nel lontano 1993. C'è già qualche indizio su uno dei personaggi chiave.

Leggi
carnival row serie amazon orlando bloom cara
Sci-Fi & Fantasy

Teaser per Carnival Row, serie fantasy di Amazon con Orlando Bloom e Cara Delevingne

di Redazione Il Cineocchio

Dopo anni di tira e molla e rinvii, lo show ambientato in epoca vittoriana è finalmente pronto a debuttare

Leggi
Kurt Russell, Richard Masur e Donald Moffat in La Cosa (1982)
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Story | La Cosa di John Carpenter

di William Maga

Nel 1982, il regista rielabora gli stilemi della sci-fi degli anni Cinquanta, infondendoli di pessimismo e sospetto

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019

Shelter: Addio all'Eden

Shelter: Addio all'Eden

14-06-2019

Il grande salto

Il grande salto

13-06-2019

I morti non muoiono

I morti non muoiono

13-06-2019

RECENSIONE

Climax

Climax

13-06-2019

RECENSIONE

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

Blue My Mind - Il segreto dei miei anni

13-06-2019

Beautiful Boy

Beautiful Boy

13-06-2019

Dicktatorship - Fallo e basta!

Dicktatorship - Fallo e basta!

10-06-2019

A mano disarmata

A mano disarmata

06-06-2019

Fiore Gemello

Fiore Gemello

06-06-2019

American Animals

American Animals

06-06-2019

RECENSIONE

Juliet, Naked - Tutta un'altra musica

Juliet, Naked - Tutta un'altra musica

06-06-2019

Polaroid

Polaroid

06-06-2019

RECENSIONE

Pets 2: Vita da animali

Pets 2: Vita da animali

06-06-2019

X-Men - Dark Phoenix

X-Men - Dark Phoenix

06-06-2019

RECENSIONE