Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione Sitges 50] The Cured di David Freyne

5/10 su 139 voti. Titolo originale: The Cured, uscita: 23-02-2018. Regista: David Freyne.

[recensione Sitges 50] The Cured di David Freyne

08/10/2017 recensione di Sabrina Crivelli

Ellen Page è protagonista in un inedito zombie movie, che riflette su cosa accadrebbe agli infetti una volta che fossero stati curati

Difficile è, in un sottofilone filmico abusatissimo come quello incentrato sull’Apocalisse dovuta a una qualche pandemia, dire qualcosa di nuovo,  sono molti. Riesce tuttavia a esplorare aspetti ancora non triti – pur ricordando molto la recente serie britannica In the Flesh – l’esordiente regista David Freyne con il suo The Cured.

The Cured posterAd essere anzitutto inedito è il presupposto iniziale: non viene messo in scena il momento in cui tutto degenera, o la distopia seguente in cui pochi superstiti cercano di sopravvivere come possono. In questo caso non il morbo, “The Maze”, ma l’umanità ha vinto e la civiltà è in parte tornata al suo normale corso. Non solo; sconfitta la minaccia è stata perfino trovata una cura capace di riportare indietro la maggior parte (più del 70%) di colore che sono venuti a contatto con il terribile virus (da cui il titolo che rimanda alla loro guarigione). Tuttavia il rinsavimento non è del tutto senza implicazioni negative: lo scopre sulla sua pelle Senan (Sam Keeley), che ritornato indietro dallo stato ferino in cui il contagio rabbiforme l’aveva gettato, ne ricorda ogni momento e si ritrova a fare i conti con la propria coscienza, con le terrificanti azioni compiute, tra cui l’uccisione del fratello. Il senso di colpa lo ossessiona ogni volta che chiude gli occhi, sprofondando in continui incubi in cui rivive l’attimo terrificante del suo efferato quanto involontario gesto; ancor più visto, è costretto a tornare nella casa dove la vittima abitava con la moglie (una Ellen Page che indulge in una recitazione e una mimica un po’ troppo marcate, soprattutto nei frangenti tragici) e il figlio. A rendere ulteriormente penoso lo stato del protagonista è il pervadente astio, dato da un misto di paura e di vendetta, che la gran parte della collettività palesa per coloro che sono stati curati.

Molteplici sono quindi le problematiche affrontate da The Cured, che esula ampiamente le solite semplicistiche visioni del simil zombie movie alla 28 giorni dopo, per addentrarsi in lidi ben più profondi e meditativi. Anzitutto c’è l’interrogativo, tutt’altro che scontato, sulla possibile reazione post-traumatica di un ex-infetto, con tutta la declinazione di reazioni possibile, dal suicidio, all’auto-indulgenza all’incapacità di perdonare sé stessi, perché colpevoli di omicidio involontario – viene comunque vagheggiato il dubbio che una qualche volontarietà permanga -; anche qui il convivere con le proprie azioni non è certo semplice. Poi c’è un secondo livello: l’assoluzione da parte della comunità in cui si è creata tanta sofferenza, tra un più logico scusare gesti involontari e l’umana incapacità di dimenticare. Infine c’è la paura di una nuova epidemia che, seppur non scientificamente supportata, è radicata in quell’irrazionale istinto di sopravvivenza che è antropologico quanto ferino. Ne scaturisce un moto di comune rigetto contro quella che è percepita quale minaccia. D’altra parte il diverso sempre è stato visto con sospetto, soprattutto dopo i grandi sconvolgimenti.

The Cured David Freyne2 Inoltre, numerose domande poste, non portano mai a indulgere in risposte troppo facili. Ad esempio, la minoranza di coloro che sembrano incurabili sono ancora considerabili esseri umani? La riflessione etica, l’idea di una sorta di pietosa eutanasia, si unisce a quella sui meccanismi politici e decisionali, con tanto di manifestazioni e di repressioni armate, ambedue accomunate da violenza. Fino a che punto è giustificabile la forza, l’atto distruttivo verso cose e perfino persone? Da entrambe le fazioni, quella degli emarginati che sono guariti, che degenerano in metodi terroristici, e quella della polizia, demandata a mantenere l’ordine, ci sono sostenitori delle maniere brutali. Le problematiche affrontate sono sicuramente complesse e decisamente attuali.

Molto c’è di emotivo, di riflessivo in The Cured, ma non esiste solo quello; a rompere la narrazione altrimenti piuttosto lenta, esistono anche momenti di azione, inseguimenti di infetti e salti sulla sedia decisamente inattesi. D’altra parte, prospettiva inquietante, non solo gli infetti tra loro comunicano e agiscono in gruppo, con una qualche razionalità, ma il medesimo senso del branco permane anche in coloro che sono stati curati quale eredità del morbo (li vediamo in una sequenza in cerchio che respirano innaturalmente all’unisono); e sono altresì riconosciuti dai contagiati come loro simili; in molti passaggi ci si interroga se non sia per certi versi così. Vero è però che non siamo davanti a un horror ipercinetico, non sono la crudità delle immagini o la tensione ad essere gli elementi centrali del film, ma Freyne è più interessato alle molteplici implicazioni soggettive e sociali, avvicinandosi a Contagious – Epidemia mortale per l’insolita sensibilità con cui è trattato un soggetto che di norma è affrontato con ben minore approfondimento e molto più sangue e budella. Che sia preferibile o meno è soggettivo, ma indubbiamente gli si deve in ogni caso riconosce l’originalità, un fatto raro di questi tempi.

Di seguito una scena originale di The Cured:

Ellen Page
Sam Keeley
Tom Vaughan-Lawlor
Stuart Graham
Amy De Bhrún
Natalia Kostrzewa
Hilda Fay
Peter Campion
Frank Cannon
Lesley Conroy
Chelsea Debo
Paula Malcomson
it capitolo due pennywise film
Horror & Thriller

Andrés Muschietti su IT: “Lavoro alle Director’s Cut di entrambi i film”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato l'intenzione di regalare ai fan una - o più - versioni estese del suo adattamento cinematografico del classico di Stephen King

Leggi
alexandre aja set
Horror & Thriller

Alexandre Aja: “Giro un horror ‘scegli la tua avventura’ per la Amblin”

di Redazione Il Cineocchio

L'idea del film, ancora senza titolo, viene da Mike Flanagan e Jeff Howard, il regista e lo sceneggiatore della serie Hill House

Leggi
antlers film 2020 cooper
Horror & Thriller

Teaser per Antlers, monster movie con Keri Russell prodotto da Guillermo del Toro

di Redazione Il Cineocchio

Alla regia del film horror scritto da Nick Antosca c'è l'acclamato Scott Cooper

Leggi
Horror & Thriller

Doppio teaser per American Horror Story: 1984, un killer mascherato impazza per un campo estivo

di Redazione Il Cineocchio

La nona stagione della serie di FX catapulterà Emma Roberts e Billie Lourd dentro uno slasher dal sapore retrò

Leggi
Demi Moore in Corporate Animals (2019) film
Betty Gilpin in The Hunt film 2019
Horror & Thriller

Jason Blum e Craig Zobel su The Hunt: “Trama travisata; commessi errori nella promozione del film”

di Redazione Il Cineocchio

Il produttore e il regista hanno spiegato il significato del thriller politico cancellato dalla Universal e i loro intenti, tutt'altro che sovversivi e capaci di incitare alla violenza

Leggi
night hunter film 2019
Horror & Thriller

Trailer per Night Hunter: Alexandra Daddario e Henry Cavill a caccia di un serial killer con DDI

di Redazione Il Cineocchio

L'inglese David Raymond esordisce in regia con un thriller R-Rated che vede protagonisti anche Ben Kingsley e Nathan Fillion

Leggi
dead-hearts zombie anziano
Horror & Thriller

Trama per la serie Generation Z, zombie drama di Ben Wheatley sulla Brexit

di Redazione Il Cineocchio

Il regista di Kill List torna in TV per uno show che farà satira macabra sulla Gran Bretagna

Leggi
Underwater film kristen stewart
Horror & Thriller

Trailer per Underwater: Kristen Stewart in balìa dei mostri sul fondo dell’Oceano

di Redazione Il Cineocchio

C'è anche Vincent Cassel nel fanta-horror da 80 milioni di dollari diretto da William Eubank

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Three Mirrors Creature’s Flashes of Flesh, sperimentale horror in Split-Vision

di Redazione Il Cineocchio

Giuliano Tomassacci esordisce al lungometraggio con un film arthouse in bianco e nero e senza dialoghi

Leggi
Blu-ray The Prodigy - Il Figlio Del Male di Nicholas McCarthy
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | The Prodigy – Il Figlio Del Male di Nicholas McCarthy

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizioni italiana dell'horror con Taylor Schilling e Jackson Robert Scott

Leggi
Blu-ray Escape Room di Adam Robitel
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Escape Room di Adam Robitel

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizioni italiana dell'horror con Deborah Ann Woll e Logan Miller

Leggi
her & him bella thorne film
Horror & Thriller

Trailer per Her & Him, thriller hard diretto da Bella Thorne per Pornhub

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice 21enne ha lavorato con le star di film V.M. 18 Abella Danger e Small Hands

Leggi
The Hunt film 2019
Horror & Thriller

Universal: “Cancelliamo l’uscita di The Hunt a causa delle recenti stragi suprematiste in USA”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo aver messo in pausa la campagna di marketing, l'arrivo nelle sale americane del survival diretto da Craig Zobel e prodotto dalla Blumhouse è stato posticipato a data da definire

Leggi
Quentin Tarantino in Django Unchained (2012) set
Horror & Thriller

Quentin Tarantino: “Il mio decimo film potrebbe essere un horror”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo C'era una volta... a Hollywood, il regista rivela a quale genere potrebbe appartenere quello che dovrebbe essere il suo ultimo progetto dietro alla mdp

Leggi