Home » Cinema » Azione & Avventura » Recensione | Una Vita Spericolata di Marco Ponti

5/10 su 33 voti. Titolo originale: Una vita spericolata, uscita: 21-06-2018. Regista: Marco Ponti.

Recensione | Una Vita Spericolata di Marco Ponti

22/06/2018 recensione film di Giovanni Mottola

Il regista gira una 'tarantinata all'italiana', a cavallo tra il film d'azione ironico e la commedia impegnata. Ci si diverte a metà, ma la leggerezza dei toni salva il film dalla retorica

Pur uscendo dagli schemi sempre più frusti tipici del nostro cinema – cosa che peraltro costituisce il suo maggior merito – Una Vita Spericolata di Marco Ponti è un film arcitaliano, contenendo tutte le caratteristiche del nostro modo di essere.

I difetti: una certa superficialità, che si riscontra in una realizzazione con molti buchi di sceneggiatura e ondeggiamenti di stile, e alcune banalità sociologiche che tanto piacciono agl’intellettuali di seconda fascia. E i pregi: l’allegria di fondo e la capacità di non prendersi mai troppo sul serio. A quest’ultima peculiarità nostrana si rifece Quentin Tarantino, dichiarandolo pubblicamente, quando decise di portare alle vette un genere macabro capace di divertire più che di angosciare, talmente poco classificabile che ha finito col prendere il nome da lui stesso. Il film di Marco Ponti vorrebbe essere proprio una “tarantinata”, almeno nei propositi di partenza, perché quanto ai risultati ne resta ben lontano. Del resto egli è specialista in commedie, che ha declinato in varie sfumature. Esordì nel 2001 con una di tipo generazionale, Santa Maradona, che ebbe grande successo e resta a tutt’oggi il suo film più riuscito. Per certi versi Una Vita Spericolata gli somiglia, avendo due protagonisti, il meccanico pieno di debiti Rossi e l’ex promessa del rally BB (rispettivamente Lorenzo Richelmy ed Eugenio Franceschini), che per l’indolenza e la sfiducia nel futuro che li contraddistingue sembrano i nipotini di quelli di allora, incarnati da Stefano Accorsi e Libero de Rienzo (qui presente in un cammeo). L’affinità con i predecessori cessa nel momento in cui capita loro di vivere quell’avventura che gli altri due avevano solamente sognato. Rossi si reca in banca a chiedere un prestito, sente una ragazza di nome Soledad (Matilda De Angelis) che discute animatamente col direttore, gli animi si surriscaldano e a lui cade di tasca una pistola che involontariamente aveva con sè. Scambiato per un rapinatore, gli consegnano tutto il contante. Ohibò, sono venti milioni di euro: un po’ troppi per una piccola filiale della Val di Susa. Infatti è denaro sporco, appartenente a una banda di malavitosi capeggiati da Enrica Castiglioni (Michela Cescon), che si mettono sulle loro tracce in parallelo alla Polizia, guidata dal cocainomane Capitano Greppi (Massimiliano Gallo). Meglio fuggire il più lontano possibile, destinazione Puglia per poi espatriare in Albania, prendendo come ostaggio (finto) proprio la ragazza della banca. La storia inizia in maniera molto divertente, con Rossi che viene portato via insieme al letto dentro al quale sta ancora dormendo insieme a un’amica occasionale dal camion che sta eseguendo un pignoramento ai suoi danni.

Sembra il preludio a un film di risata, che invece poi non riuscirà a produrre spesso, attestandosi sul più tenue sorriso. Per ottenerlo, il regista fonde il tono stilistico della commedia con quello del cinema di genere, grazie ai numerosi richiami ai vari monumenti di quest’ultimo: dita mozzate sulla scia del già citato Tarantino, macabrismi ironici alla Fratelli Coen, citazioni di Sergio Leone per le sparatorie e per le descrizioni dei personaggi con tanto di didascalie. Tutto molto scanzonato: l’unico episodio di sangue davvero rilevante ha infatti riguardato il dietro le quinte, dal momento che il personaggio di BB avrebbe dovuto essere interpretato da Domenico Diele, il quale durante la lavorazione ha causato però l’incidente mortale che lo ha reso protagonista della cronaca nera anzichè di quella cinematografica e ha dovuto essere sostituito in extremis da Eugenio Franceschini. L’opera di Ponti si propone però anche e soprattutto di fotografare un’epoca segnata dalla crisi economica, dalla perdita del lavoro (per chi l’ha trovato) e dalla disillusione diffusa. Una Vita Spericolata finisce quindi per essere un film dove la forma va in una direzione e il contenuto in un’altra, penalizzando l’unità stilistica che una pellicola dovrebbe possedere e che un regista esperto come Ponti avrebbe dovuto sapergli dare. E’ poco credibile la convivenza tra l’anima comica e quella impegnata, fatta di sparate sentenziose contro la Tav e la ricchezza mal distribuita, che si sostanzia nella frase ripetuta in continuazione dagl’involontari rapinatori: “Noi siamo i buoni”. Ma una volta preso atto che è difficile trovare in Italia qualcuno disposto a non lanciare messaggi, al film si può in fondo tributare la simpatia che si deve alle opere minori e un po’ sgangherate. La prova del nove su quanto sia lieve la retorica è che manca la scivolata più facile, quella del viaggio di formazione che trasforma i personaggi: volendo immaginare il prosieguo delle vite dei tre protagonisti un po’ sfigati e inconcludenti, c’è infatti da credere che torneranno ad essere esattamente le stesse che erano all’inizio In questo film on the road il viaggio è infatti pura allegria, come accadeva in quel Marrakesch Express richiamato esplicitamente con la presenza di Gigio Alberti nei panni del padre di BB. Le critiche principali devono quindi vertere sull’eccessiva caricaturalità di alcuni personaggi (il commissario sopra le righe) e sulla mancanza di caratterizzazione di altri, come i cattivi che non fanno paura ma non sono nemmeno abbastanza buffi.

Al tirar delle somme, Una Vita Spericolata è dunque ben lontano dall’essere un film memorabile, ma ha il pregio di cercare di divertire, pur non riuscendoci sempre, e di essere caratterizzato da una certa leggerezza. Siamo infatti convinti che da questo versante, più che da quello dell’impegno che pure in parte possiede, debba essere inteso il film. Se poi avessimo sbagliato a valutarlo, vorrà dire che ancor più di noi ha sbagliato Marco Ponti nel girarlo.

Di seguito trovate il trailer ufficiale del film, nei cinema dal 21 giugno:

Azione & Avventura

Wes Ball su Il Pianeta delle Scimmie: “Il nuovo film sarà speciale e rispettoso”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista parla del nuovo capitolo della longeva saga, passata sotto il controllo creativo della Disney dopo l'acquisizione della Fox

Leggi
The War – Il Pianeta delle Scimmie 2
Azione & Avventura

The War – Il Pianeta delle Scimmie | Recensione del film di Matt Reeves che chiude la trilogia

di Alessandro Gamma

Una conclusione che lascia l'amaro in bocca, tra gli eccessivi omaggi a classici del passato e un terzo atto ridicolo

Leggi
Azione & Avventura

The Boys: il teaser trailer della stagione 2 della serie è botte, lacrime e splatter

di Redazione Il Cineocchio

Karl Urban e gli altri sono pronti a scontrarsi all'ultimo sangue nel nuovo round senza esclusione di colpi dell'adattamento degli Amazon Studios del fumetto di Garth Ennis

Leggi
bond 25 no time to die film
Azione & Avventura

Full trailer per No Time To Die (Bond 25): Daniel Craig rinnova la licenza di uccidere

di Redazione Il Cineocchio

Nel nuovo capitolo diretto da Cary Joji Fukunaga, l'agente 007 se la dovrà vedere con il cattivissimo Rami Malek

Leggi
donnie yen ip man 4 film
Azione & Avventura

Full trailer per Ip Man 4: Donnie Yen sfida Scott Adkins a colpi di Wing Chun

di Redazione Il Cineocchio

C'è sempre Wilson Yip alla regia del quarto - e probabilmente ultimo - capitolo della saga dedicata al maestro di arti marziali, questa volta in trasferta negli Stati Uniti

Leggi
prison constance all about anna von trier hard
Azione & Avventura

Dossier | La fase porno di Lars von Trier: Constance, Pink Prison e All about Anna

di William Maga

Agli inizi del 2000, il regista e produttore danese si cimentò con la sua Zentropa nel genere per adulti, lavorando a una 'trilogia' (+ 1) che nelle intenzioni avrebbe dovuto rivoluzionare il settore in senso 'femminista'

Leggi
Azione & Avventura

Wonder Woman | Recensione del film di Patty Jenkins con Gal Gadot e Chris Pine

di Alessandro Gamma

I due attori sono gli affiatati protagonisti di un cinecomic che punta sulla leggerezza a scapito dell'originalità, riuscendo però a elevarsi dagli altri film del DCEU

Leggi
black widow film 2020 Scarlett Johansson
Azione & Avventura

Teaser trailer per Black Widow: Natasha affronta il suo passato e Taskmaster

di Redazione Il Cineocchio

Nel film solista diretto da Cate Shortland, al fianco di Scarlett Johansson troveremo Florence Pugh, Rachel Weisz e David Harbour

Leggi
Azione & Avventura

Trailer per True History of the Kelly Gang: Russell Crowe nel brutale biopic sul fuorilegge australiano

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Nicholas Hoult, Charlie Hunnam e George MacKay nel film western diretto da Justin Kurzel

Leggi
Armada – Sfida ai Confini del Mare film
Azione & Avventura

Armada – Sfida ai Confini del Mare | Recensione del film di Roel Reiné

di Francesco Chello

Il regista olandese realizza un'avvincente ricostruzione storica delle imprese dell'ammiraglio Michiel de Ruyter, alternando abilmente intrighi di palazzo e grandiose battaglie, e riuscendo a mascherare il budget risicato

Leggi
Fuga da Alcatraz (1979) clint eastwood
Azione & Avventura

Recensione story | Fuga da Alcatraz di Don Siegel

di Francesco Chello

Nel 1979, Clint Eastwood era il flemmatico protagonista di un impeccabile prison movie a orologeria, ispirato a un clamoroso fatto di cronaca

Leggi
i figli del mare film 2019
Azione & Avventura

I Figli Del Mare | La recensione del film animato di Ayumu Watanabe

di Sabrina Crivelli

Il regista giapponese torna sulle scene con una visionaria riflessione cosmologica mascherata da 'classico' coming-of-age

Leggi
Azione & Avventura

Trailer per Samurai Marathon: un ninja corre per la sua vita nel Giappone feudale

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del primo Candyman adatta il romanzo di Akihiro Dobashi per raccontare le origini di una manifestazione ricordata ancora ogni anno nella prefettura di Gunma

Leggi
watchmen David Hayter 2003 test footage Rorschach
Azione & Avventura

Watchmen: un video svela la scena pilota del film mai fatto del 2003 (con Ray Stevenson e Iain Glen)

di Redazione Il Cineocchio

Qualche anno prima di Zack Snyder, lo sceneggiatore David Hayter aveva girato un test footage con la sua versione di Rorschach e Gufo Notturno

Leggi
watchmen serie specchio
Azione & Avventura

Lindelof su Watchmen: “Vi spiego l’inserimento del calamaro gigante e l’origine della maschera di Specchio nella serie”

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner ha parlato della scelta di mostrare il 'delicato' avvenimento presente nel fumetto di Alan Moore e dell'importanza del personaggio interpretato da Tim Blake Nelson

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019

Midway

Midway

27-11-2019

RECENSIONE

Frozen II - Il segreto di Arendelle

Frozen II - Il segreto di Arendelle

27-11-2019