Home » Cinema » Horror & Thriller » Decifriamo il finale di CAM coi creatori Daniel Goldhaber e Isa Mazzei

5/10 su 591 voti. Titolo originale: Cam, uscita: 01-10-2018. Regista: Daniel Goldhaber.

Decifriamo il finale di CAM coi creatori Daniel Goldhaber e Isa Mazzei

18/11/2018 di Redazione Il Cineocchio

Il sexy thriller ambientato nel mondo delle camgirl sul pericolo del furto di identità lascia più di un dubbio negli spettatori. Scopriamo insieme qual è il significato del film con Madeline Brewer distribuito da Netflix

cam film netflix Madeline Brewer

Il sorprendente thriller CAM, distribuito in esclusiva da Netflix (la nostra recensione), offre molto a chi è interessato al delicato argomento dell’identità digitale e ai social media. Ambientato all’interno dell’oscuro mondo della pornografia via webcam, il film vede protagonista assoluta Madeline Brewer (The Handmaid’s Tale) nei panni dell’ambiziosa camgirl Alice, aka Lola, che scopre di essere stata sostituita da una replica esatta di se stessa che è disposta a spingersi molto oltre di quanto avrebbe mai fatto lei durante le sue performance.

Ma chi – o cosa – è esattamente Lola 2? Stiamo quindi per addentrarci nella spiegazione del finale di CAM e nelle questioni più ampie che lo circondano, quindi attenti agli SPOILER.

CAM film poster Daniel GoldhaberMentre lotta per convincere chiunque a credere che abbia un clone digitale, Alice scopre che Lola 2 ha organizzato uno show live in coppia con BabyGirl (Imani Hakim), la ragazza al numero 1 nelle classifiche di FreeGirls.Live. Pensando quindi che potrebbe esserci proprio la rivale BabyGirl dietro a tutto, Alice estorce alcuni indizi sulla sua vera identità a uno dei suoi clienti abituali, Barney (Michael Dempsey), solo per scoprire che la vera BabyGirl, ovvero Hannah Darin, è morta sei mesi prima. Inoltre, durante questi sei mesi, BabyGirl ha recitato in spettacoli con altre tre ragazze. Ognuna di queste ha uno degli altri clienti abituali di Alice, tale Tinker (Patch Darragh), come ‘migliore amico’ e lui non ci ha pensato due volte a presentarsi nella vita reale di Alice. Lei così lo affronta, pensando che sia coinvolto o sa chi lo sia, scoprendo però che l’uomo sapeva soltanto che Alice sarebbe stata ‘replicata’.

Penso che prenda tutto ciò che si può trovare su di te online. Ho visto abbastanza per indovinare chi sceglierà, ma non so cosa sia o come funzioni.

Questo è il punto cruciale: non si tratta di un’altra camgirl o di uno stalker a rubare l’identità online di Alice, è stato essenzialmente un algoritmo che ha deciso di prendere di mira il sito FreeGirls.Live dopo averne esplorati anche altri. Il fatto che, alla fine di CAM, non sappiamo esattamente come funzioni riflette essenzialmente il modo in cui il normale consumatore di social media non sa come funzionano i siti che frequenta.

La sceneggiatrice del film Isa Mazzei ha detto:

Questo film parla di una camgirl ma, in definitiva, potrebbe facilmente riguardare chiunque abbia un’identità digitale: uno streamer di Twitch, un Instagrammer, qualcuno che è famoso su YouTube o anche qualcuno con un normale canale YouTube.

Il regista Daniel Goldhaber ha aggiunto poi che tutti noi abbiamo vite digitali, anche se sappiamo “quanto possano essere dannosi i social media”:

È assolutamente un luogo in cui tutti viviamo, ma quelle identità digitali sono davvero fragili e davvero corruttibili; il rischio che Alice corre è il rischio che tutti noi corriamo quando ci colleghiamo. Se ascoltate le persone che hanno scritto il codice di auto-insegnamento alle Intelligenze Artificiali dietro ai siti di social media, non sanno nemmeno più loro come funzionano gli algoritmi che gestiscono le nostre informazioni, quali siano le loro motivazioni. Tutto ciò che sanno è che sono ottimizzati per incoraggiare essenzialmente la partecipazione ed è così che abbiamo pensato Lola 2. È quel tipo di idea di ottimizzazione: il personaggio interpretato da Alice è ottimizzato per ottenere i token e creare coinvolgimento degli utenti; abbiamo voluto riflettere su quel tipo di accettazione della tecnologia e sui rischi della tecnologia che sono intrinseci alla nostra cultura e società.

Ma Daniel Goldhaber e Isa Mazzei, addentrandosi nel significato, non vogliono che CAM sia visto come un thriller che cerca di persuaderci che Internet è il male e che dovremmo evitarlo:

È uno spazio divertente, elettrizzante, esilarante, che ci consente di fare molto di più perché siamo tutti collegati l’uno con l’altro.

Parte di questa idea si inserisce nella decisione di Alice alla fine del film. Per sconfiggere la sua replica digitale, sfida Lola 2 apertamente in una chat pubblica, mostrando ai fan di Lola che ci sono due lei: “Chi di noi è la Lola migliore? Forse dovremmo giocare per scoprirlo. Monkey See, Monkey Do [La scimmia vede, la scimmia fa]. Chiunque lo farà meglio vincerà un premio”. Alla fine vince e vuole che il suo premio sia la password dell’account che le è stato rubato. La ottiene e accede all’account per cancellare l’identità di “Lola” per sempre (per se stessa e per l’impostore), ma poco dopo vediamo la ragazza creare un nuovo account come EveBot, pronta a ricominciare daccapo mentre i titoli di coda invadono lo schermo.

Il regista accetta che il finale sia la parte più “divisiva” della pellicola, ma che è anche stata una grande parte del motivo per cui hanno deciso di realizzare CAM in primo luogo, citando film come Whiplash e Il Cigno Nero, in cui gli artisti mettono tutto in gioco per la loro arte:

È assolutamente indispensabile che Alice alla fine torni al suo lavoro di webcam girl per adulti. Tutto l’impulso alla creazione di questo film era diretto a creare una narrazione che avrebbe chiesto al pubblico di farsi coinvolgere ed empatizzare con una lavoratrice del sesso. Vogliamo che vedano il lavoro in ambito sessuale come un altro lavoro qualsiasi, un’altra carriera, un’altra cosa di cui le persone siano appassionate e che siano per questo legittimate. Questo è il momento di Alice. Ha lottato per riavere indietro questa cosa di cui le importa più di ogni altra e il pubblico sta facendo il tifo affinché lei ci riesca.

E questo è uno degli aspetti più forti di CAM. Non si tratta di una lezione morale sui pericoli del lavoro sessuale, ma Alice ha deciso di intraprendere una carriera diversa. È appassionata in ciò che fa ed è una carriera legittima, quindi perché non dovrebbe tornare a quella vita?

La protagonista Madeline Brewer ha detto:

cam film netflix Madeline Brewer lola 2Non penso che il finale riguardi solo il suo ritornare ad essere una camgirl, lei torna al suo mezzo di sostentamento. Questo è il suo sbocco creativo, è il suo lavoro, sono tutte le cose che io amo così disperatamente nell’essere un’attrice. Essere attore a volte è uno stile di vita difficile da sostenere perché ti sottoponi a così tante critiche e rifiuti, rifiuti costanti. Molti combattono una battaglia in salita, ma si ricomincia ogni volta. Torni sempre indietro e proprio questa è Alice alla fine. È come se pensasse: ‘Se succede di nuovo, ci proverò ancora e ancora’. Qui il concetto si applica a una prostituta. ma non bisogna pensare ‘Oh no, deve essere dipendente da Internet e dai soldi’. Solo che Alice ha questa passione. 

Danil Goldhaber ha infine notato che la lezione positiva che Alice impara è che non deve cercare conferme online e che il suo sé cibernetico può essere separato dal suo sé reale: Alice e Lola non devono essere la stessa persona:

Gli avatar digitali non sono reali: sono spettacoli, sono creazioni. Lei abbraccia l’armatura del make-up e interpreta la femminilità come qualcosa che può usare per esprimere se stessa, sapendo però che c’è dietro un’altra persona che è diversa; non imparerà a smettere di dedicarsi al lavoro sessuale, perché questo è ciò che ama fare.

Di seguito il trailer originale di CAM, nel catalogo Netflix dal 16 novembre:

Fonte: DP

Madeline Brewer
Patch Darragh
Melora Walters
Devin Druid
Samantha Robinson
Imani Hakim
Michael Dempsey
Flora Diaz
Quei Tann
We Have Always Lived in the Castle film Alexandra Daddario e Taissa Farmiga
Horror & Thriller

We Have Always Lived in the Castle | La recensione del film con Alexandra Daddario e Taissa Farmiga

di Sabrina Crivelli

C'è anche Sebastian Stan nell'adattamento cinematografico del romanzo di Shirley Jackson, un dramma claustrofobico in cui il vero orrore risiede nel passato e nella psiche

Leggi
Horror & Thriller

The Nightingale: trailer per il rape & revenge in costume di Jennifer Kent

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il passaggio al Festival di Venezia, il secondo film della regista australiana è finalmente pronto ad arrivare nelle sale

Leggi
Randall Archer e Erin Way in The Collection (2012)
Horror & Thriller

The Collected: poster per il terzo film della saga slasher del ‘Collezionista’

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 7 anni di silenzio, il protagonista Josh Stewart conferma l'arrivo dell'atteso sequel, scritto e diretto ancora una volta da Marcus Dunstan

Leggi
jinn serie netflix
Horror & Thriller

Jinn: full trailer per la serie Netflix ispirata al folklore arabo

di Redazione Il Cineocchio

C'è il giovane regista libanese Mir-Jean Bou Chaaya dietro alla prima produzione originale mediorientale

Leggi
Horror & Thriller

C’era una volta a Hollywood: full trailer metacinematografico e data di uscita in Italia

di Redazione Il Cineocchio

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie sono tra i protagonisti del crime thriller di Quentin Tarantino, che ricostruisce gli ultimi momenti dell'età dell'oro della Los Angeles di fine anni '60, con l'ombra di Charles Manson sullo sfondo

Leggi
Horror & Thriller

Nel trailer di True Fiction, un esperimento usa il terrore come fonte per un romanzo horror

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Braden Croft torna sulle scene con un horror thriller che capovolge le dinamiche di Misery non deve morire

Leggi
Horror & Thriller

Recensione story | Cannibal Love – Mangiata Viva di Claire Denis

di Sabrina Crivelli

Ripercorriamo lo scioccante film del 2001 della regista francese con protagonista Vincent Gallo, in cui sesso e cannibalismo si compenetrano indissolubilmente

Leggi
Vincent Price il grande inquisitore
Horror & Thriller

John Hillcoat: “Dirigo il remake di Il Grande Inquisitore, Nicolas W. Refn produce”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quattro anni di silenzio, riparte di slancio il progetto che porterà al cinema un nuovo adattamento del controverso romanzo di Ronald Bassett già trasposto da Michael Reeves nel 1968

Leggi
brightburn l'angelo del male film
Horror & Thriller

13 cose da sapere su L’Angelo del Male – Brightburn di David Yarovesky

di Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sulla lavorazione dell'horror coi supereroi prodotto da James Gunn e interpretato da Elizabeth Banks

Leggi
L'Angelo del Male - Brightburn film
Horror & Thriller

L’Angelo del Male – Brightburn | La recensione del mash-up tra horror e cinecomic

di Sabrina Crivelli

Ci sono David Yarovesky alla regia e James Gunn in produzione dietro al film che mescola splatter e superpoteri pescando a piene mani da Il presagio e da Superman, ma il risultato soddisfa meno di quanto si vorrebbe

Leggi
climax Gaspar Noé film
Horror & Thriller

Poster e trailer italiani per Climax, thriller ‘in acido’ di Gaspar Noé

di Redazione Il Cineocchio

A un anno dalla presentazione in anteprima al Festival di Cannes, l'ultima fatica del controverso regista franco-argentino con Sofia Boutella arriva finalmente nei nostri cinema

Leggi
Désirée Giorgetti Sky Sharks (2)
Horror & Thriller

Intervista esclusiva | Désirée Giorgetti ci parla di Sky Sharks

di Alessandro Gamma

L'attrice italiana ci racconta la sua esperienza sul set del folle fanta-horror diretto da Mark Fehs, in cui ci sono anche Tony Todd, Cary-Hiroyuki Tagawa e Robert LaSardo

Leggi
nancy drew serie the cw Kennedy McMann
Horror & Thriller

Trailer per Nancy Drew, serie che rilancia in TV le indagini soprannaturali della giovane detective

di Redazione Il Cineocchio

Ha il volto dell'esordiente Kennedy McMann la protagonista delle nuove storie del personaggio creato dalla scrittrice Mildred Augustine Wirt Benson

Leggi
brightburn film 2019
Horror & Thriller

UPDATE | L’Angelo del Male – Brightburn censurato in Italia: le 2 scene tagliate

di Redazione Il Cineocchio

Nell'horror coi superpoteri prodotto da James Gunn e diretto da David Yarovesky manca circa 1 minuto di momenti splatter

Leggi
Wrong Turn 6 Last Resort (2014)
Horror & Thriller

Wrong Turn 7: trama ufficiale e protagonista del nuovo sequel

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 5 anni di pausa, la saga slasher riparte sotto la guida del regista Mike P. Nelson

Leggi
Rocketman

Rocketman

29-05-2019

Una vita violenta

Una vita violenta

25-05-2019

L'angelo del male - Brightburn

L'angelo del male - Brightburn

23-05-2019

RECENSIONE

Takara - La notte che ho nuotato

Takara - La notte che ho nuotato

23-05-2019

Polaroid

Polaroid

23-05-2019

RECENSIONE

Aladdin

Aladdin

22-05-2019

RECENSIONE

Alive in France

Alive in France

19-05-2019

Dolor y gloria

Dolor y gloria

17-05-2019

Mò vi mento - Lira di Achille

Mò vi mento - Lira di Achille

16-05-2019

Bangla

Bangla

16-05-2019

Unfriended: Dark Web

Unfriended: Dark Web

16-05-2019

RECENSIONE

Quando eravamo fratelli

Quando eravamo fratelli

16-05-2019

John Wick 3 – Parabellum

John Wick 3 – Parabellum

16-05-2019

RECENSIONE

Attenti a quelle due

Attenti a quelle due

16-05-2019