Home » Cinema » Azione & Avventura » Will Smith su Django Unchained: “Rifiutai il ruolo da protagonista; vi spiego perché”

Titolo originale: Django Unchained , uscita: 25-12-2012. Budget: $100,000,000. Regista: Quentin Tarantino.

Will Smith su Django Unchained: “Rifiutai il ruolo da protagonista; vi spiego perché”

24/11/2015 news di Redazione Il Cineocchio

L'attore ha rivelato l'antefatto, raccontando in cosa si è ritrovato a pensarla diversamente da Quentin Tarantino, che ha poi optato per Jamie Foxx

Forse non tutti sanno che prima di cominciare a girare Django Unchained, il regista Quentin Tarantino aveva pensato, come sua prima scelta per il ruolo del protagonista, a Will Smith. Tuttavia qualcosa andò storto, con l’attore rifiutò la parte e Tarantino che optò per Jamie Foxx.

Rimane il dubbio sul perché Will Smith si sia tirato indietro; ai tempi si diceva che questi avesse detto di no al progetto per timore che danneggiasse la sua immagine ‘immacolata’, problematica che pare non tangerlo più ora, vista la sua partecipazione come villain al cinecomic Suicide Squad.

christoph waltz djangoUna seconda versione era legata al fatto che, secondo Will Smith, il vero epicentro del film sarebbe stato il personaggio interpretato di Christoph Waltz e non Django. Anche in questo caso però la scusa appare piuttosto debole.

In una recente intervista per l’imminente stagione degli Oscar, durante la quale l’attore stava promuovendo il suo nuovo drama sportivo, Zona d’ombra, è infatti venuta fuori una terza possibile motivazione – anche questa peculiare – della sua decisione riguardante il ruolo in Django Unchained. Queste le sue parole:

Ha riguardato la direzione creativa della storia. Quest’ultima per me era la migliore che si potesse desiderare: un ragazzo che impara a uccidere per riavere indietro sua moglie, che è stata catturata e fatta schiava. L’idea era perfetta. Ed è stato proprio in questo che Quentin Tarantino ed io abbiamo avuto punti di vista differenti.

Andando più a fondo, l’aspetto su cui parrebbe che l’attore non potesse proprio concordare con il regista era l’epicentro della trama:

Avevo una gran voglia di prendere parte a Django Unchained, ma ho sentito che l’unico modo per poterlo fare sarebbe stato se si fosse trattato di una storia d’amore, non di vendetta.

Will Smith ha poi terminato commentando i recenti terribili atti terroristici di Parigi:

Non possiamo guardare a ciò che è accaduto a Parigi e voler f**e [sic.] qualcuno per questo. La violenza genera violenza. Non riuscivo a connettermi con [l’assunto] ‘la violenza è la risposta’. L’amore dovrebbe esserlo.

Si è trattato quindi di due inconciliabili accezioni esistenziali. Di sicuro se il film fosse stato incentrato sull’amore e non sulla vendetta ne sarebbe uscito qualcosa di molto diverso e – forse – non molto nelle corde del regista di Kill Bill.

Di seguito il trailer italiano di Django Unchained:

Fonte: Collider

Azione & Avventura

Teaser per Diabolik: Luca Marinelli è il re del terrore di Clerville per i Manetti

di Redazione Il Cineocchio

Ci sarà Valerio Mastandrea sulle tracce del criminale mascherato e della sua compagna Miriam Leone

Leggi
The Old Man Movie film animazione 2020
Azione & Avventura

The Old Man Movie | Recensione del film animato di Lehemaa e Mägi (Sitges 53)

di Marco Tedesco

I due registi realizzano un'opera in stop motion per adulti scorrettissima e irriverente, che applica al meglio gli insegnamenti di Trey Parker e Matt Stone

Leggi
La Belva film 2020 gifuni
Azione & Avventura

Trailer per La Belva: Fabrizio Gifuni è un pericoloso nemico pubblico

di Redazione Il Cineocchio

Nell'action drama diretto da Ludovico Di Martino ci sono anche Andrei Nova e Matteo Berardinelli

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi