Home » News » Monster: The Jeffrey Dahmer Story (miniserie Netflix): Evan Peters star per Ryan Murphy; i dettagli

Monster: The Jeffrey Dahmer Story (miniserie Netflix): Evan Peters star per Ryan Murphy; i dettagli

24/03/2021 news di Redazione Il Cineocchio

Star e creatore di AHS tornano a collaborare per lo show originale dedicato al 'Cannibale di Milwaukee'

evan peters

Come sappiamo ormai da qualche mese, Ryan Murphy si sta preparando a offrire la sua personale interpretazione delle gesta famigerato serial killer Jeffrey Dahmer, soprannominato ‘il cannibale di Milwaukee’. Netflix ha infatti già dato il via libera a Monster: The Jeffrey Dahmer Story, miniserie in 10 episodi creata appunto dal ‘papà’ di American Horror Story e da Ian Brennan.

Deadline riferisce oggi che Evan Peters (AHS) sarà il personaggio del titolo, mentre Richard Jenkins interpreterà il padre del maniaco, col regista Carl Franklin che dirigerà il pilot e Janet Mock che scriverà e dirigerà altri episodi.

Jeffrey DahmerNel cast troveremo anche Niecy Nash (Scream Queens), nel ruolo di Glenda Cleveland, Penelope Ann Miller (American Crime) come madre di Dahmer, Shaun J. Brown (Run) come Tracy e Colin Ford (Daybreak) come Chazz.

Secondo Deadline, Monster: The Jeffrey Dahmer Story racconterà la storia di uno dei serial killer più famosi d’America, in gran parte narrata dal punto di vista delle vittime, e si immergerà profondamente nell’incompetenza e nell’apatia della polizia, che ha permesso all’uomo nativo del Wisconsin di farla sempre franca per una serie di omicidi compiuti nell’arco di molti anni. La serie drammatizzerà almeno 10 casi in cui Jeffrey Dahmer è stato quasi arrestato ma è stato poi lasciato andare ed esplorerà anche i ‘privilegi’ dei bianchi in America. A Dahmer, un “ragazzo bianco pulito e di bell’aspetto, venne ripetutamente concesso un ‘pass gratuito’ da poliziotti e giudici che furono indulgenti con lui mentre era ancora accusato di reati minori”.

Ricordiamo che sull’argomento, recentemente, è arrivato anche il film My Friend Dahmer di Marc Meyers (la recensione).

Jeffrey Dahmer, alla fine, fu riconosciuto colpevole di diciassette cruenti omicidi, compiuti tra il 1978 e il 1991 e condannato all’ergastolo nel 1992. Morì in carcere nel 1994 colpito a morte da un altro detenuto schizofrenico.