Home » TV » Horror & Thriller » Al nuovo gusto di ciliegia (serie Netflix): recensione degli 8 episodi con Rosa Salazar

7/10 su 50 voti. Titolo originale: Brand New Cherry Flavor , uscita: 13-08-2021. Stagioni: 1.

Al nuovo gusto di ciliegia (serie Netflix): recensione degli 8 episodi con Rosa Salazar

30/08/2021 recensione serie tv di Gioia Majuna

Nick Antosca sprofonda la protagonista in un incubo ad occhi aperti fatto di body horror, magia e sesso, raccontando la faccia oscura e disgustosa del sogno americano

Al nuovo gusto di ciliegia (serie Netflix) Rosa Salazar

A volte guardiamo un film e pensiamo “Ma cosa ho appena visto!?”. A volte questa è una buona cosa, altre meno. Altre volte ancora, molto più raramente, ci imbattiamo in una serie in cui ogni episodio ci fa sentire così: si tratta di Al nuovo gusto di ciliegia (Brand New Cherry Flavor). La serie Netflix Original con protagonista Rosa Salazar (Alita – Angelo della battaglia) è un sogno febbrile fitto di orrore che ricorre a gattini, body horror, situazioni scomode e sangue per costruire una narrazione basata sulla magia e la vendetta. Nel cast ci sono anche Catherine Keener (Essere John Malkovich), Eric Lange, Jeff Ward e Manny Jacinto, personaggi che si alternano sullo schermo in una storia bizzarra e imprevedibile che si schiude in modi strani e negli 8 episodi si fa sempre più strana.

Curata da Nick Antosca (Channel Zero) e dalla showrunner Lenore Zion, Al nuovo gusto di ciliegia segue Lisa Nova (Salazar), un’ambiziosa giovane regista che vuole trasformare il suo cortometraggio in un lungo. Ambientata nella Hollywood dei primi anni ’90, Lisa farà tutto il necessario per arrivare alla realizzazione del suo film, ma quando pensa di aver colto la sua grande occasione, tutto crolla miseramente. Firmando un contratto che sembra troppo bello per essere vero, la ragazza viene infatti pugnalata alle spalle e perde il suo film proprio sotto i suoi occhi. Sospinta dalla sete di vendetta, Lisa precipita così in una voragine allucinatoria di sesso, magia e gattini appena nati dopo aver chiesto aiuto a una strega (Keener). Ah si, si imbatterà presto in zombie e sicari, e in un misterioso tatuatore che promette di poterla aiutare grazie a una o due maledizioni ben assestate.

Brand New Cherry Flavor serie netflix posterAl nuovo gusto di ciliegia è un terrificante mix di immagini inquietanti, momenti fastidiosi e tecniche visive programmate per imitare un viaggio indotto dalle droghe che contribuiscono a dar vita ad una miniserie che riesce a confondere lo spettatore almeno quanto  riesce a stupirlo. Body horror è la parola chiave qui. Sebbene utilizzi altri elementi dell’immaginario horror classico – morti viventi, piante e demoni – alla base c’è la paura accumulata nel pubblico attraverso il corpo. Più specificamente, non avere il controllo dei nostri corpi e usarli per pagare i nostri più grandi sogni.

Come avrete intuito, Al nuovo gusto di ciliegia non è per gli schizzinosi, con sequenze che fanno sembrare ‘l’uomo fatto di denti’ di Channel Zero un mostro docile. In effetti, il modo migliore per descrivere questa miniserie è un incrocio tra l’estetica e gli orrori visti proprio nelle quattro stagioni di Channel Zero con la magica e minacciosa Hollywood mostrata da Refn in The Neon Demon (il nostro approfondimento). La disperazione disperata della città dei sogni sembra essere a sua volta un personaggio. Lisa lotta per mantenere vivo il suo sogno mentre si addentra sempre più in un incubo a occhi aperti che passa dall’essere orribile e grottesco a fantastico e sexy.

Dove c’è orrore in Al nuovo gusto di ciliegia, il sesso non sta infatti molto lontano, con una scena nell’episodio 4 che è messa lì proprio per farci contorcere. E, beh, molte altre scene scatenano sensazioni simili. La serie è traboccante di stranezze e, a volte, sembra farlo senza puntare direttamente a un preciso scopo narrativo. I momenti e le immagini chiave rimarranno facilmente impressi, ma poiché gli shock visivi iniziano presto e si susseguono senza rallentare minimamente mentre si procede, è difficile assaporarne davvero uno individualmente.

Detto questo, se è vero che la narrazione è un bombardamento di istanti incredibili, gli attori – fortunatamente – non ne vengono ingoiati impunemente. Anzi, Rosa Salazar è più che all’altezza del compito di tenere la scena anche quando stanno accadendo le cose più strane. Qualcuno estrae e mangia frammenti di cervello? L’attrice cattura la nostra attenzione. Una lacerazioneo nel suo fianco con una finestra verso l’addome? La 36enne ci gioca su sensualmente, alla maniera di Cronenberg. Ogni piccola assurdità e tensione fisica risulta esaltata dal suo personaggio. Ciò è in gran parte dovuto al modo in cui gli spettatori si ritrovano a parteggiare per lei e poi si rendono conto lentamente che, beh, è lei stessa ​​una persona orribile.

Brand New Cherry Flavor serie netflixE se la performance di Rosa Salazar spicca, Catherine Keener tiene egregiamente il passo. Nei panni di Boro, una specie di strega, l’attrice è latrice di caos, oltre che semplicemente disgustosa. Da ciò che mangia a ciò che fa ai corpi delle persone, tutto quanto concorre a formare un nucleo marcio e fiorito su cui si basano gli orrori e il fantastico di Al nuovo gusto di ciliegia. Perché, a essere onesti, per quanto alcune scene possano spingere a distogliere lo sguardo, altre mostrano stravaganze e magie che non parlano di terrore, bensì di soggezione.

Al nuovo gusto di ciliegia ha colpi di scena e sovversione delle aspettative, e quando deraglia nell’ultima metà, in qualche modo funziona comunque. È campy e grottesca, e non è affatto facile contestualizzare le sensazioni che si provano guardandola, al di fuori di un semplice elenco di aggettivi che catturino il suo vorticoso disordine di elementi di genere che in qualche modo trovano la giusta amalgama. Anche se è abbastanza palese che molte parti esistono squisitamente per scioccare, con pochissima ciccia attaccata all’osso.

In definitiva, Al nuovo gusto di ciliegia è strana, disgustosa e magica, non adatta al palato di tutti gli abbonati (astenersi i più sensibili alla violenza insensata o al maltrattamento degli animali), che racconta a suo modo l’altra faccia del sogno americano. Ciò detto, se quanto descritto sopra è la vostra ‘tazza da tè’, rimarrete ammaliati dal suo sudiciume tanto quanto dalla sua bellezza. La miscela di musica, moda, magia, sesso e horror funziona perfettamente insieme. Anche se non è priva di difetti – principalmente una storia che inciampa spesso in situazioni volte solamente ad esaltarne il fascino visivo – la miniserie è un prodotto per il quale i fan del genere volentieri spenderanno cinque ore di vita.

Di seguito – sulle note di Season of the witch dei Luna – trovate il full trailer italiano di Al nuovo gusto di ciliegia, nel catalogo di Netflix dal 13 agosto: