Home » Cinema » Azione & Avventura » 17 cose da sapere sul film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

Titolo originale: Birds of Prey (and the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn), uscita: 05-02-2020. Budget: $75,000,000. Regista: Cathy Yan.

17 cose da sapere sul film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

06/02/2020 cose da sapere di Redazione Il Cineocchio

Una manciata di curiosità e aneddoti sulla lavorazione del cinecomic R-Rated diretto da Cathy Yan che riporta sulle scene il personaggio sopra le righe di Margot Robbie, facendolo scontrare col cattivo interpretato da Ewan McGregor

birds of prey film margot robbie

A quattro anni dall’uscita di Suicide Squad, Margot Robbie (“C’era una volta a … Hollywood”) torna a vestire i panni di Harley Quinn per Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) di Cathy Yan (la recensione). Accanto a lei ci sono stavolta Mary Elizabeth Winstead (“10 Cloverfield Lane”) nel ruolo di Cacciatrice, Jurnee Smollett-Bell (“True Blood” della HBO) nei panni di Black Canary, Rosie Perez (“Fearless- Senza paura”) in quelli di Renee Montoya; Chris Messina (“Sharp Objects” in TV) è Victor Zsasz, mente Ewan McGregor (“Doctor Sleep”) è Roman Sionis. Fa il suo esordio sul grande schermo Ella Jay Basco, nel ruolo di Cassandra “Cass” Cain.

birds of prey poster ita filmQuesta la trama ufficiale:

Avete mai sentito la storia della poliziotta, dell’uccello canterino, della psicopatica e della principessa mafiosa? Una storia contorta raccontata dalla stessa Harley Quinn, come solo lei sa fare. Quando il più malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, decidono di dare la caccia alla piccola Cass, la città viene messa sotto sopra per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano, e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi per sconfiggere Roman.

Da una sceneggiatura di Christina Hodson (“Bumblebee”), il film è basato sui personaggi della DC Comics. Margot Robbie ha anche prodotto Birds of Prey assieme a Bryan Unkeless e Sue Kroll. I produttori esecutivi del film sono Walter Hamada, Galen Vaisman, Geoff Johns, Hans Ritter e David Ayer.

Se volete scoprire curiosità e aneddoti sulla lavorazione del film, non vi resta quindi che leggere le seguenti 17 cose da sapere su Birds of Prey:

1) Per la storia originale che avrebbe affiancato Harley Quinn con una nuova collezione di personaggi, hanno tratto ispirazione da vari fumetti, come la serie dei Nuovi 52, dove la protagonista è sola e non sta più con il Joker.

2) Tutte le voci del suo personaggio, sia come cantante che “metaumane”, sono state interpretate da Jurnee Smollett-Bell. L’attrice ha detto: “È stato molto divertente abbracciare le esigenze vocali di Black Canary / Dinah Lance: il canto e il suo urlo ultrasonico. Mi ha decisamente spinto fuori dalla mia zona di comfort, perché ho gran rispetto per i cantanti, ma è stato divertente. E cantare ‘It’s A Man’s Man’s Man’s World’ è un po’ sarcastico, no?”.

3) L’urlo supersonico deriva non solo dalle raffigurazioni trovate nei fumetti, ma dalla vocalizzazione di Black Canary in un videogioco. Jurnee Smollett-Bell ha confermato: “L’ho sentito per la prima volta nel gioco ‘Injustice 2’, ed è così che mi è rimasto impresso nella mente”.

birds of prey film4) L’addestramento è iniziato molto prima che venisse girato il film. Il ruolo di Margot Robbie in Birds of Prey richiedeva molte acrobazie, con uno stile di combattimento che incorpora una buona dose di ginnastica. L’attrice ha svolto gran parte del lavoro da sola, ma ha avuto la fortunata di lavorare con la stuntwoman di fama mondiale Renae Moneymaker per le mosse più impegnative di Harley Quinn. Inoltre, ha lavorato con il coordinatore degli stuntman Jonathan Eusebio e il suo team dell’ 87Eleven Action Design, che hanno curato anche i combattimenti della Winstead, della Smollett-Bell e della Perez.

5) La squadra ha iniziato con mesi di anticipo, con alcuni esercizi per preparare i movimenti meccanici del corpo degli attori alla coreografia. “Quando alleniamo gli attori, è importante che sembrino aver fatto quelle mosse per tutta la vita, quindi adattiamo lo stile di combattimento alla personalità di ogni figura”, ha detto Jonathan Eusebio. “Nei fumetti, Black Canary è un’artista marziale, ma nel film non è ancora esattamente una supereroina, quindi in Birds of Prey abbiamo optato per il taekwondo e il kickboxing, puntando sui movimenti delle gambe. Jurnee Smollett-Belle quasi ogni giorno per alcune ore si è allenata a fondo.”

6) “Rosie Perez interpreta una poliziotta”, ha continuato, “e le piace il pugilato, quindi l’abbiamo usato come base per i suoi allenamenti. E poiché Cacciatrice è un’assassina addestrata, abbiamo insegnato a Mary Elizabeth Winstead un po’ di judo, jujitsu e karate: molto efficiente e brutale, che è un riflesso del personaggio, una vigilante”.

Rosie Perez, Margot Robbie e Cathy Yan in Birds of Prey set7) Ispirato a un numero dei Nuovi 52, Birds of Prey include scene con Harley Quinn impegnata in una corsa coi pattini a rotelle su una pista sopraelevata – o rialzata – così come per le strade di Gotham. Sebbene Robbie Margot abbia confidenza col pattinaggio grazie al suo ritratto della pattinatrice su ghiaccio Tonya Harding, ha comunque avuto due controfigure. Lo scopo era quello di rendere la pattinata meno raffinata tecnicamente, e più ‘sporca’, nei panni di Harley.

8) “Abbiamo avuto la fortuna di lavorare con dei veri team di roller derby, per rendere il tutto il più autentico possibile” ha detto Margot Robbie. La maggior parte delle atlete proveniva dall’Angel City Derby, la più importante lega di roller derby Flat Track di Los Angeles (e la squadra numero 6 al mondo di Flat Track) e dalla LA Derby Dolls, la prima lega di roller derby femminile Banked Track di Los Angeles.

9) Sebbene la maggior parte delle acrobazie e delle sequenze d’azione di Birds of Prey siano state catturate direttamente, i realizzatori hanno capito che la presenza di una iena reale sul set non era fattibile e hanno scelto, come descrive Margot Robbie: “Un cane grande, grande, grande con cui interagisce Harley Quinn“. Poi, lo hanno trasformato nell’adorabile iena Bruce con i VFX in fase di post produzione.

10) La costumista Erin Benach ha lavorato con Margot Robbie e la Cathy Yan per progettare e realizzare 13 costumi diversi. Come per la sceneggiatura e le performance, tutto è iniziato dal materiale originale.

11) Solo una delle sue mazze originali di Suicide Squad è stata usata in Birds of Prey. Invece, il dipartimento addetto agli oggetti di scena ha creato delle mazze più piccole del 30%, per facilitare l’azione e le acrobazie. Hanno creato una mazza da supereroe pesante, oltre a tre versioni in gomma leggera da utilizzare durante le riprese, tutte coperte da disegni colorati da Harley.

12) Il team di oggetti di scena ha create sei balestre – tre da supereroe e, per motivi di sicurezza, tre versioni in gomma da utilizzare durante le riprese di acrobazie.

13) Per decorare l’esterno del gesso indossato da Cass, il reparto addetto agli oggetti di scena lo ha avvolto in una garza rosa e lo ha dato a Ella Jay Basco, che lo ha disegnato nel corso di un fine settimana.

Ewan McGregor, Chris Messina e Jurnee Smollett-Bell in Birds of Prey14) Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è stato girato a Los Angeles, in California – principalmente a Downtown, Chinatown e dintorni – e su quattro teatri di posa presso i Warner Bros. Studios.

15) Lo scenografo K.K. Barrett ha rivelato: “Cathy Yan ed io abbiamo stabilito che la nostra versione di Gotham sarebbe stata più simile ai quartieri periferici di New York come Queens, Bronx e Brooklyn, per esempio; una Gotham cruda, radicata e rissosa che si sviluppa più sulle strade che sui grattaceli. I tetti appartengono più a Batman. La prospettiva di Harley Quinn è in mezzo alla strada, a volte scende dal marciapiede, finisce nel canale di scolo e salta nuovamente sul gradino; di conseguenza è un ambiente più chiassoso.”

16) Il property master Andy Siegal ha messo personalmente lo smalto sulle unghie delle zampe posteriori del castoro impagliato che indossa un tutù rosa.

17) Cathy Yan si è rivolta al compositore Daniel Pemberton per creare la colonna sonora di Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn). In aggiunta, ha incluso una gamma di canzoni popolari di artisti come SOFI TUKKER, Doja Cat, WHIPPED CREAM con Baby Goth, JuceeFroot e Halsey, oltre a classici come “Hit Me With Your Best Shot”, “Barracuda”, “Love Rollercoaster” e l’inno di rottura di ogni ragazza, “I Hate Myself For Loving You”.

Di seguito il trailer italiano di Birds of Prey, nei nostri cinema a partire dal 6 febbraio:

Margot Robbie
Mary Elizabeth Winstead
Jurnee Smollett-Bell
Rosie Perez
Ewan McGregor
Ella Jay Basco
Charlene Amoia
David Bianchi
Chris Messina
Ali Wong
dragon's lair cartone
Azione & Avventura

Dragon’s Lair: Netflix gira il film live action; Ryan Reynolds forse protagonista

di Redazione Il Cineocchio

Il noto videogioco anni '80 di 'spada e stregoneria' è pronto finalmente alla versione dal vivo, da tempo sognata da Don Bluth

Leggi
Azione & Avventura

David Harbour su Hellboy: “Il fiasco al botteghino? Merito dei fan di del Toro”

di Redazione Il Cineocchio

Dopo essersi scagliato contro il 'metodo Marvel', il protagonista del reboot di Neil Marshall prova a giustificare il flop del film incolpando chi l'aveva preventivamente criticato

Leggi
cinema coronavirus
Azione & Avventura

Riflessione | Cinema vs. coronavirus (Part II): pandemia ‘cafona’ e modello cinese

di Michele Senesi

Continua la nostra esplorazione di questo difficile e inedito momento storico, provando a capirne le possibili conseguenze sul mondo dell'intrattenimento

Leggi
taron e la pentola magica
Azione & Avventura

Dossier | Taron e la pentola magica: il flop che ha quasi stroncato – e poi rilanciato – la Disney

di William Maga

Nel 1985 arrivava nei cinema il tribolatissimo 25° classico dello studio, un'opera tanto ambiziosa quanto maltrattata, ispirata alla saga fantasy 'Le cronache di Prydain' di Lloyd Alexander

Leggi
ben affleck la legge della notte
Azione & Avventura

La legge della notte | La recensione del film di – e con – Ben Affleck

di Alessandro Gamma

L'adattamento del romanzo di Dennis Lehane sull'era del Proibizionismo non offre nulla di nuovo per il genere e mette in luce i limiti da regista della star

Leggi