Home » Cinema » Horror & Thriller » 8 cose da sapere sull’horror The Vigil di Keith Thomas

Titolo originale: The Vigil , uscita: 29-07-2020. Regista: Keith Thomas.

8 cose da sapere sull’horror The Vigil di Keith Thomas

09/09/2020 cose da sapere di Redazione Il Cineocchio

Il regista debutta al lungometraggio con un film che si addentra nel poco esplorato folklore demoniaco della tradizione ebraica

the vigil film 2020 horror

Scritto e diretto dall’esordiente Keith Thomas, The Vigil – Non ti lascerà andare (la nostra recensione) è un horror d’atmosfera distribuito dalla Blumhouse che verrà distribuito nei cinema italiani da BIM a partire dal 10 settembre.

The Vigil film horror poster ITA 2020Questa la trama ufficiale:

Ambientato nel corso di una sola serata nel quartiere ebraico di ‘Boro’ Park a Brooklyn, seguiamo Yakov, un ex hassida, che accetta una posizione come shomer, assunto per “osservare veglia” e vegliare sul corpo di un membro della comunità appena deceduto. Avendo perso la fede, Yakov non è ansioso di tornare nella comunità religiosa da cui è fuggito di recente, ma quando Reb Shulem, un rabbino e suo confidente, si avvicina a Yakov dopo una riunione del gruppo di supporto e si offre di pagare Yakov per essere lo shomer di un sopravvissuto all’Olocausto recentemente morto, lui accetta con riluttanza il lavoro. Poco dopo essere arrivato nella fatiscente abitazione, Yakov si rende tuttavia presto conto che qualcosa è molto, molto sbagliato in quel luogo e che non sarà una veglia tranquilla.

Tra i protagonisti del film ci sono Dave Davis, Menashe Lustig, Malky Goldman, Lynn Cohen, Fred Melamed e Nati Rabinowitz.

Di seguito trovate le 8 cose da sapere su The Vigil:

1) Cos’è uno shomer? La figura dello shomer viene dai libri dell’esodo, Nella legge religiosa ebraica, uno shomer è un tutore legale ebreo incaricato della custodia e della cura dell’oggetto altrui. Le leggi di Shomrim sono derivate dalla Torah, nel Libro dell’Esodo. Keith Thomas ha spiegato: “Mi sono reso conto che nessuno ha ancora realizzato un film su uno “shomer”, colui che guarda e veglia sui morti la notte prima del funerale permettendo l’elevazione e la protezione dell’anima del defunto”.

2) Cos’è il mazik e da dove viene l’idea? I Mazzikim (scritto anche Mazikeen) sono demoni invisibili che possono creare fastidi minori o pericoli maggiori. Mazikeen è presumibilmente una traduzione del termine ebraico mazzikin (מַזִּיקִין, scritto anche maziqim מַזִּיקִים) che letteralmente si traduce in “danneggianti” o “coloro che danneggiano”. Il termine è usato nel Talmud ed è generalmente inteso per riferirsi a demoni invisibili dannosi che una persona potrebbe incontrare nella vita quotidiana. I demoni o gli spiriti maligni non hanno un posto di rilievo nella religione ebraica, specialmente come li concepivano i pagani, come entità a pieno titolo. Sono stati visti piuttosto come sotto il comando di Dio che ha inviato la sua punizione attraverso di loro. Il regista ha detto: “Mi ci sono volute molte ricerche per trovare il Mazik. L’ho trovato nei testi rabbinici, negli studi talmudici. È un demone che si crede viva in luoghi abbandonati. È piuttosto oscuro. In effetti, nella comunità chassidica il termine “mazik” è usato per definire bambini turbolenti, come “È un mazik, quel ragazzo”. Sono tornato alla definizione originale, ovvero questo demone distruttivo trovato in alcuni testi.”

the vigil film horror 20203) The Vigil è stato ispirato da L’Esorcista di William Friedkin, ma non solo. Tra i titoli citati come ispirazione di Allucinazione perversa di Adrian Lyne e su Possession di Andrzej  Zulawski.

4) Il film è anche ispirato a un fatto vero capitato davvero a Keith Thomas: quello che succede al fratello di Yakov prende spunto da un increscioso episodio che il regista ha vissuto personalmente a New York, un’aggressione a sfondo religioso in strada. “Vivevo a New York City, il posto che pensavo fosse il più aperto al mondo, ma è capitato. Quindi, quando ho dovuto creare la storia per il personaggio di The Vigil, è da lì che ho attinto. Tra l’altro, negli ultimi due anni la situazione a NYC sta peggiorando sempre di più, quindi lo sento ancora più rilevante oggi.”

5) Dave Davis è stato scelto perché il regista stava guardando … Netflix. Infatti, Keith Thomas è rimasto colpito dal film Bomb City (2017) e dalla sue performance, decidendo di contattarlo immediatamente via Skype.

6) Il protagonista ha vissuto per dieci giorni in una comunità ebraica newyorkese per riuscire a immergersi completamente in quegli ambienti e poter interpretare al meglio il personaggio di Yakov.

7) La ‘demoniaca’ signora, Mrs. Litvak (Lynn Cohen, scomparsa nel febbraio di quest’anno a 86 anni), conta numerosissime apparizioni sul grande e piccolo schermo, da Misterioso omicidio a Manhattan con Woody Allen alla popolare Sex and the city (era Magda).

8) Strani incroci: Francesco Guccini ha scritto una canzone nel 1983 dal titolo Shomèr ma Mi-llailah?, che si sposa ai temi profondi del film.

Di seguito il trailer italiano di The Vigil, che verrà distribuito nei cinema italiani il 10 settembre, che ci dà un veloce assaggio delle atmosfere da brividi della veglia funebre che hanno spaventato il numero uno della Blumhouse:

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su The Vigil:

The toll main
Horror & Thriller

The Toll | La recensione del film horror di Michael Nader (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Jordan Hayes e Max Topplin sono i protagonisti di un'opera che gioca con gli stereotipi del genere, divertendosi a spiazzare con le aspettative del pubblico

Leggi
Post Mortem-3
Horror & Thriller

Post Mortem | La recensione del film horror di Péter Bergendy (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Un'ambientazione ungherese primo novecentesca molto suggestiva viene sprecata da una regia che opta per effetti speciali bizzarri e da una sceneggiatura troppo vaga

Leggi
lockdown all'italiana film ezio greggio 2020
Azione & Avventura

Lockdown all’italiana | La recensione del film (poco comico) di Enrico Vanzina

di Giovanni Mottola

Il regista, qui all'esordio dietro alla mdp, rivendica giustamente il diritto alla commedia, ma non ne assolve al dovere, realizzando un'opera che non fa ridere mai

Leggi
the haunting of bly manor serie 2020 fantasma
Horror & Thriller

The Haunting of Bly Manor: un video svela tutti i fantasmi nascosti negli episodi

di Redazione Il Cineocchio

Anche per la seconda stagione dello show di Netflix, Mike Flanagan ha celato in bella vista molti spettri

Leggi
the banishing film 2020 horror
Horror & Thriller

The Banishing | La recensione del film horror di Christopher Smith (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese si cimenta con la ghost story con diligenza, ma seguendo un po' troppo strade già battute

Leggi