Home » Cinema » Azione & Avventura » Crispin Glover su Venerdì 13 – Capitolo finale: “Lo feci perché a corto di soldi; saga debitrice di Non aprite quella porta”

Titolo originale: Friday the 13th: The Final Chapter , uscita: 13-04-1984. Budget: $2,600,000. Regista: Joseph Zito.

Crispin Glover su Venerdì 13 – Capitolo finale: “Lo feci perché a corto di soldi; saga debitrice di Non aprite quella porta”

28/10/2019 news di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista ricorda i motivi della sua partecipazione al film slasher del 1984, sottolineando poi l'importanza nel genere del classico di Tobe Hooper

Forse non tutti ricordano che in Venerdì 13 – Capitolo finale (Friday the 13th: The Final Chapter), quarto capitolo della nota saga horror uscito nel 1984, c’è anche un giovane Crispin Glover. L’attore interpretava un personaggi di nome Jimmy, che nel corso di una memorabile scena mostrava a tutti le sue abilità di ballo poco prima di ricevere un bel fendente direttamente in faccia dal sempre compassionevole Jason Voorhees.

A 35 anni di distanza, Crispin Glover è tornato a riflettere durante una recente intervista proprio sul film diretto da Joseph Zito, ammettendo – come già aveva fatto la collega Betsy Palmer prima di lui – di aver accettato il ruolo semplicemente per pagarsi le bollette:

Venerdì 13 parte IV - Capitolo finale (1984) film posterPoco prima di ottenere la parte in Venerdì 13, avevo lasciato la casa dove vivevo coi miei genitori, per cui avevo solo una certa somma di denaro in tasca e stavo per essere a corto di fondi. E poi è arrivato Venerdì 13: parte 4. Avevo bisogno di un lavoro. Avevo bisogno di lavorare. Dovevo continuare a lavorare. 

Crispin Glover ha poi confidato di non essere un grande fan dei film slasher in generale, anche se ha apprezzato molto Non Aprite Quella Porta di Tobe Hooper (la nostra recensione):

Ho visto solo due di quei film [della serie di Venerdì 13]: ho visto il film originale e quello in cui ho recitato. Ricordo che quando ho visto l’originale non era passato non molto tempo dalla visione di Non Aprite Quella Porta e quando guardai il primo film di Venerdì 13 pensai: “Beh, questo film è estremamente derivativo”.

L’attore ha poi concluso:

Mi è piaciuto molto Non Aprite Quella Porta. C’è un intero settore di questa industria del cinema che fondamentalmente chiamano il settore slasher. Trovo che Venerdì 13 derivi proprio da quello specifico Non Aprite Quella Porta.

In ogni caso, Crispin Glover sarebbe tornato all’horror oltre 20 anni dopo, con Simon Says – Gioca o muori! di William Dear.

Di seguito il la clip con la danza di Crispin Glover da Venerdì 13 – Capitolo Finale:

Fonte: Yahoo!

alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi
Azione & Avventura

Full trailer per Suburra, stagione 3: si prospetta un finale sanguinoso per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

La guerra per il potere a Roma raggiunge il suo apice violento per Aureliano, Spadino e Amedeo Cinaglia

Leggi
Hello world - Haro Warudo 3
Azione & Avventura

Hello World | La recensione del film animato di Tomohiko Ito (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista della serie Erased dirige una teen romance standard e derivativa, che pur vanta alcuni buoni guizzi sci-fi

Leggi
Azione & Avventura

Mandibules | La recensione del film di Quentin Dupieux (Sitges 53)

di William Maga

Gregoire Ludig, David Marsais e Adèle Exarchopoulos sono gli stralunati protagonisti di una commedia on the road che vede al centro di tutto una mosca gigante

Leggi