Home » Cinema » Horror & Thriller » Fairuza Balk: “Non sono mai stata una vera strega nè praticato arti oscure!”

Fairuza Balk: “Non sono mai stata una vera strega nè praticato arti oscure!”

24/10/2017 news di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ci ha tenuto a sfatare l'assurda credenza legata al suo acquisto di un negozio di magia negli anni '90

Ne ha interpretata una alla prime armi in Giovani Streghe (The Craft), ma adesso ha ritenuto opportuno chiarire – a 20 anni di distanza – alcune voci.

Si può dire che assieme a quella in Ritorno a OZ, la partecipazione nei panni di Nancy Downs al film del 1996 diretto da Andrew Fleming rappresenti per Fairuza Balk uno dei punti più alti della carriera, un ruolo che l’ha portata anche a una nomination al Premio Saturn come Migliore attrice. Proprio per la bontà dell’interpretazione infatti, in molti credono ancora oggi che lei sia in realtà una strega anche nella vita reale!

giovani streghe locandinaL’attrice ha messo in chiaro le cose in una recente intervista, precisando la sua connessione con un negozio di oggetti occulti negli anni ’90, che aveva favorito il rumor che lei stesse davvero praticando la stregoneria all’epoca:

La vera storia è che trovai questo negozio dell’occulto a Los Angeles nel quale ero solita recarmi per fare domande e fare le mie ricerche [per il ruolo]. Erano persone veramente squisite. [La proprietaria] voleva ritirarsi. Non aveva l’ammontare di denaro che sarebbe servito per mantenerlo aperto e quindi sarebbe stato di lì a poco trasformato in un ristorante cinese. Ho pensato che essendo il negozio dell’occulto più antico del paese, fosse una tragedia. C’era un uomo che lavorava lì e aveva una conoscenza enciclopedica del soggetto ed era una specie di insegnante per me durante le riprese [di Giovani Streghe]. Pensai che fosse una vergogna che sarebbe stato trasformato in un ristorante cinese. Così lo comprai, ci lavorai un po’ e lo aiutai a sopravvivere.

La gente naturalmente ha pensato cose del tipo ‘ha comprato un negozio dell’occulto, c’è completamente immersa in questi temi e quindi è tutto vero!‘ Che è degenerato in tutta una mitologia che essenzialmente è stata fuori dal mio controllo. Puoi anche dire la verità e parlare con le persone, ma loro vogliono credere a quello che vogliono credere. Cosa puoi farci? Non sono più coinvolta con quel negozio. E’ stato molto tempo fa. 

Delusi?

Fonte: EW

The Postcard Killings film 2020
Horror & Thriller

The Postcard Killings | La recensione del film Danis Tanovic (su Amazon Prime)

di William Maga

Jeffrey Dean Morgan e Famke Janssen sono i protagonisti di un thriller che sciupa le buone prove del cast e la fotografia con un regia pochissimo ispirata e una sceneggiatura colabrodo

Leggi
The Call (2020) film bell shaye
sam neill il seme della follia
Horror & Thriller

Riflessione | Il Seme della Follia di John Carpenter: un lovecraftiano monito all’umanità

di Sirio Alessio Giuliani

Nel 1994, il regista realizzava il suo film-manifesto, uno spietato e ironico ritratto della società contemporanea (attualissimo ancora oggi) in cui l’orrore cosmico di H. P. Lovecraft incontrava le atmosfere del surrealismo

Leggi
Harvey Stephens il presagio 1976
Horror & Thriller

Il Presagio (1976): com’è nata la scena finale col diabolico Damien che sorride

di Redazione Il Cineocchio

È il regista Richard Donner a raccontare come lavorò col piccolo Harvey Stephens per ottenere quello scioccante risultato

Leggi
Il Giorno Sbagliato film 2020 russell crowe
Horror & Thriller

Il Giorno Sbagliato | La recensione del film di Derrick Borte con Russell Crowe guidatore rabbioso

di William Maga

L'attore premio Oscar è un comune cittadino che perde la testa e dà il via a una giornata di terrore nel road thriller R-Rated

Leggi