Home » Cinema » Azione & Avventura » Joker | La recensione del film di Todd Phillips sul pagliaccio principe del crimine (Venezia 76)

6,5/10 su 10 voti. Titolo originale: Joker, uscita: 02-10-2019. Budget: $55,000,000. Regista: Todd Phillips.

Joker | La recensione del film di Todd Phillips sul pagliaccio principe del crimine (Venezia 76)

05/09/2019 recensione di William Maga

Il regista abbandona i trascorsi comici per un'opera problematica e ambigua, lontanissima da qualsiasi cinecomic e sorretta da un'interpretazione memorabile di Joaquin Phoenix

Joaquin Phoenix in Joker (2019) film

Quasi nessun altro cattivo dei fumetti gode della medesima popolarità che ha la nemesi di Batman per eccellenza: il Joker. Nelle produzioni cinematografiche e televisive, il popolare personaggio della DC è già stato affrontato in diverse incarnazioni: da Jack Nicholson nell’adattamento cinematografico degli anni ’80 diretto da Tim Burton, al fenomenale lavoro di doppiaggio di Mark Hamill nella serie animata (e nel videogioco Arkham), fino alla deludente interpretazione di Jared Leto nel dimenticabile Suicide Squad del 2016. Tuttavia, nessun’altra rappresentazione dello psicopatico anarchico con il trucco da clown è stata elogiata in modo così generoso come quella di Heath Ledger, scomparso prematuramente nel 2008, la cui memorabile performance è stata anche onorata da un premio Oscar per il miglior attore non protagonista. Proprio a causa del capolavoro di recitazione di Ledger – e a parte il tentativo miseramente fallito di Leto – nessun altro attore si era più avvicinato a questa figura. Lo scetticismo iniziale era quindi altissimo quando, qualche anno fa, è arrivata la notizia che era in preparazione un film solista dedicato proprio al Joker , che peraltro avrebbe affrontato le origini del personaggio.

Joker film 2019 PosterDato che una delle caratteristiche più importanti del pagliaccio principe del crimine è storicamente stata la mancanza di certezze sulla sua provenienza e come sia degenerato in questa figura folle e devastata, l’idea di un Joker demistificato sembrava ancora più preoccupante. Quando però si è saputo che niente meno il dotatissimo Joaquin Phoenix avrebbe assunto il ruolo principale, almeno parte del precedente scetticismo è svanito nei fan. Ma ciò che ha comunque mantenuto alta la tensione è stata la scelta del regista, ricaduta abbastanza stranamente su Todd Phillips, noto principalmente per commedie del calibro di Una Notte da Leoni e Trafficanti. Tuttavia, mano a mano che la macchina del marketing ha cominciato a fare il suo corso, le riserve sul progetto sono state dissipate. I trailer mostravano qualcosa di apparentemente lontano dai soliti cinecomic commerciali, offrendo un approccio inaspettatamente problematico e cupo al Joker.

Lo scorso weekend, il film è stato infine presentato in anteprima mondiale in concorso alla 76a Mostra del Cinema di Venezia, confermando quanto di buono si era precedentemente intuito.

Ma togliamoci subito un dubbio: di cosa parla effettivamente Joker? Todd Philipps si dedica qui alla storia di Arthur Fleck (Phoenix), miserabile con turbe psichiche che, imbottito di farmaci, vive immerso in una metropoli degli anni ’80 in piena crisi economica e divorata dai ratti, ma che vuole soltanto diffondere gioia e divertimento nel prossimo. Tuttavia, per via del suo comportamento eccentrico e l’incomprensione dell’infermità mentale che lo affligge, è bersaglio per lo più di scherno e insensati gesti violenti. Sebbene Arthur viva ancora con la fragile madre Penny (Frances Conroy), non desidera altro che diventare un giorno un cabarettista da stand-up comedy, trovando grande ispirazione nel conduttore di talk show Murray Franklin (Robert De Niro). Dal momento che il disturbato pagliaccio non sembra poter trovare il suo posto a Gotham City e la sua sventura non pare avere termine, esasperato una notte commette un atto che scatenerà una reazione a catena di azioni sempre più discutibili.

In tempi di giganteschi universi di supereroi condivisi marchiati Marvel e DC, Joker appare quasi come un piccolo miracolo. Il film non è riconducibile infatti – almeno all’apparenza – a nessun macrocosmo fumettistico, ma riesce a reggersi completamente in piedi da solo. I fan duri e puri, che pretendono trasposizioni quanto più fedeli dei loro beniamini sul grande schermo, dovrebbero però fare attenzione: anche se Joker si ispira liberamente a personaggi del mondo fantastico di Batman, non si basa su alcun modello preesistente particolare e consegna al clown anarchico una storia delle origini completamente inedita (che pur molto vagamente guarda a The Killing Joke di Alan Moore). Anche coloro che generalmente si aspettano un intrattenimento più classico tipico dei film di supereroi arrivati fino ad ora (compreso l’osannato Logan – The Wolverine, che gioca comunque nel campionato di una Lega inferiore), dovrebbero ugualmente fare attenzione: il lungometraggio di Todd Phillips – marchiato con l’R-Rated, ricordiamolo – è piuttosto uno studio del personaggio davvero cupo, deprimente e sorprendentemente violento, in cui la trasposizione di un fumetto è solamente un pretesto per ben esplorare altro.

Robert De Niro e Marc Maron in Joker (2019)Narrativamente e stilisticamente, Joker è stato apertamente influenzato da un paio di classici diretti da Martin Scorsese, ovvero Taxi Driver e Re per una notte. Fin dalle prime battute, lo spettatore è attirato nel mondo del protagonista, ricreato attraverso scenografie minuziose, fino allo sconvolgente finale. Già all’inizio, il regista ci fa entrare nella psiche tremolante di Arthur. Il film si apre con il protagonista intento a provare l’espressione finta di una maschera da clown, mentre sullo sfondo sentiamo una voce alla radio che parla del decadimento della società e di Gotham City. L’unicità dell’insieme: anche se il pubblico potrebbe già immaginare a quale trasformazione Arthur andrà incontro nei successivi 118 minuti, Todd Philipps riesce a trovare un approccio empatico a questa figura, avvicinandoci a quell’uomo visibilmente instabile e che soffre di gravi problemi di salute psichica. Arthur Fleck si sente tradito dalla società – come se non avesse un posto nel mondo – e ogni tanto deve anche prendersi una dose di botte a causa delle sue risate incontrollabili che spesso vengono mal interpretate da chi gli sta intorno, che derivano proprio dalla malattia mentale. Il fatto che proviamo compassione per il personaggio principale nelle prime fasi rende ancora più spiacevole vederlo precipitare in un pozzo pieno di decisioni discutibili dal quale non può più risalire, con i confini tra realtà e finzione che diventano sempre più labili. A quel punto, Arthur non tiene più traccia delle conseguenze delle sue azioni a causa della sua visione distorta del mondo e solo quando è troppo tardi ne capisce le conseguenze.

Proprio come (presumibilmente) alcuni mal giudicheranno Joker dopo la sua uscita e lo piegheranno alle loro ragioni per gli scopi sbagliati, la stessa cosa accade all’interno del microcosmo mascherato da dramma dei personaggi. Anche se qui di tanto in tanto viene suggerita una lotta di classe tra ricchi e poveri – l’antitesi di Arthur non è altri che una nuova versione di Thomas Wayne (Brett Cullen) – Todd Philipps, che ha scritto anche la sceneggiatura, lascia che i confini classici tra ‘Bene’ e ‘Male’ si confondano così tanto che lo spettatore non può più permettersi di schierarsi da un lato o dall’altro. Da un punto di vista narrativo, Joker corre grandi rischi per una produzione da 50 milioni di dollari di budget e nella sua reiterata asprezza presenta un ritratto della violenza che suona brutale e spaventoso a causa proprio del realismo in cui si muove il film.

Tuttavia, il risultato complessivo sarebbe stato forte nemmeno la metà di quel che è se non fosse per la maiuscola prova di Joaquin Phoenix nel ruolo principale. L’attore 44enne è la forza trainante del film e l’intensità che emana fisicamente e visivamente assorbe letteralmente chi guarda. Per esempio, quando lo osserviamo macilento mentre danza in modo inquietante in preda a una sensazione di liberazione, diventa subito chiaro con quale devozione Phoenix si sia approcciato al personaggio. Lo stesso Robert De Niro merita un elogio nei panni di Murray Franklin (chiaro omaggio al suo Rupert Pupkin del 1983), mostrandosi in forma come non lo si vedeva da diverso tempo, garantendo irresistibile energia e carisma alle sue scene.

Joaquin Phoenix in Joker (2019) todd phillipsAppare evidente che abbiamo sottovalutato Todd Philipps per troppo tempo come cineasta. Quale tipo di film è quindi meglio di Joker per un regista che viene dal comico per mostrare al mondo le sue abilità nello studio di un personaggio, nello specifico di un uomo che si rende conto di essere preso sul serio dal suo ambiente solamente quando smette di essere un pagliaccio per tutto il tempo?

Per alcune delle sue ardite decisioni nel mondo reale, Joker sarà probabilmente frainteso da alcuni malpensanti e si scontrerà certamente con opinioni divergenti. Ma se avete aspettato a lungo un film tratto dai fumetti che non vuole unirsi compulsivamente a nessun universo cinematografico di sorta, che è largamente ancorato al realismo e che non si sottrae alla descrizione di un personaggio principale che compie azioni moralmente riprovevoli, sarete ampiamente ricompensati.

In definitiva, Joker è l’approfondito studio di un personaggio mascherato sotto le sembianze di un cinecomic che, nonostante diversi prestiti da altri film, possiede una propria identità narrativa ed estetica, intraprende strade coraggiose ed è elevato alla grandezza da una magistrale performance di Joaquin Phoenix. Todd Philipps ha creato il film che un personaggio come il Joker meritava: pura anarchia. Se l’eventuale successo al botteghino lancerà una ‘moda’ presso gli studi hollywoodiani solo il tempo lo dirà. Per adesso, godiamoci questa preziosa mosca bianca.

Di seguito, sulle note di Smile di Jimmy Durante – il full trailer in versione italiana e internazionale (per meglio apprezzare le voci originali) di Joker, nei nostri cinema dal 3 ottobre:

Joaquin Phoenix
Zazie Beetz
Robert De Niro
Frances Conroy
Josh Pais
Marc Maron
Bryan Callen
Brett Cullen
Bill Camp
Glenn Fleshler
Douglas Hodge
Shea Whigham
Dante Pereira-Olson
Dante Pereira-Olson
Brian Tyree Henry
Jolie Chan
Mary Kate Malat
Leigh Gill
Sharon Washington
Evan Rosado
Adrienne Lovette
Mandela Bellamy
Caillou Pettis
Jurassic World Battle at Big Rock cortometraggio
Azione & Avventura

Cortometraggio | Jurassic World – Battle at Big Rock: notte di terrore al campeggio in balìa dell’Allosauro

di Redazione Il Cineocchio

André Holland e Natalie Martinez sotto attacco negli 8 minuti diretti da Colin Trevorrow che ci rivelano cos'è successo dopo gli eventi di Il Regno Distrutto

Leggi
Azione & Avventura

Trailer esteso per Watchmen (la serie): un esercito di Rorschach è sul punto di scatenare il caos

di Redazione Il Cineocchio

Nello show originale supervisionato da Damon Lindelof, che ci riporta nell'universo distopico creato da Alan Moore oltre 30 anni fa, troviamo Jeremy Irons e Don Johnson

Leggi
Sylvester stallone rambo 1982
Azione & Avventura

Dossier | Rambo Saga: First Blood, tutto inizia nel 1982 (Parte I)

di Francesco Chello

Oltre 35 anni fa, Sylvester Stallone portava nei cinema il primo film dedicato a un altro eroe problematico, un reietto con cui empatizzare simbolo delle ferite lasciate aperte dalla guerra del Vietnam

Leggi
Jesus Rolls – Quintana è tornato film 2019
Azione & Avventura

Data di uscita e immagini per Jesus Rolls – Quintana è tornato, spin-off di Il Grande Lebowski

di Redazione Il Cineocchio

A 20 anni dal film dei fratelli Coen, John Turturro riprende il suo personaggio, circondandosi di star del calibro di Susan Sarandon e Christopher Walken

Leggi
Vincent D'Onofrio, R. Lee Ermey, Matthew Modine e Arliss Howard in Full Metal Jacket (1987)
Azione & Avventura

Recensione story | Full Metal Jacket di Stanley Kubrick

di William Maga

Nel 1987, il regista raccontava in modo lucidissimo e scioccante le brutalità della guerra (non solo del Vietnam)

Leggi
Babyteeth film 2019 shannon Murphy
Azione & Avventura

Babyteeth | La recensione del film d’esordio di Shannon Murphy (Venezia 76)

di Teresa Scarale

A metà fra Beverly Hills 90210 e Colpa delle stelle, l'opera prima della regista australiana è il diminutivo di un film. Un ritrito drammino adolescenziale dai colorini pastello e dalla fotografia slavata, suddiviso in rosei capitoletti come fossero post di Instagram

Leggi
rutger hauer furia cieca
Azione & Avventura

Wanted, Furia Cieca, Sotto Massima Sorveglianza: Rutger Hauer in tre film solo all’apparenza minori

di Francesco Chello

Ripercorriamo tre titoli spesso dimenticati - o comunque non abbastanza celebrati - interpretati dall'attore olandese a cavallo tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90, ricchi di spunti interessanti

Leggi
first love film miike 2019
Azione & Avventura

Full trailer per First Love, thriller surreale di Takashi Miike tra yakuza e boxe

di Redazione Il Cineocchio

L'ultima fatica del prolifico regista giapponese vede protagonisti Masataka Kubota, Jun Murakami e Shôta Sometani

Leggi
Azione & Avventura

Diario da Venezia 76 | Giorno 8: Il marciapiede sinistro di Via Veneto

di Giovanni Mottola

Al Lido è tempo di documentari sul nostro bel cinema che fu. Si parte con Mondo Sexy e si finisce con Life as a B movie: Piero Vivarelli. Non c'è tempo per Chiara Ferragni

Leggi
Antonio Banderas e Gary Oldman in The Laundromat (2019)
Azione & Avventura

The Laundromat | La recensione del film di Steven Soderbergh sui Panama Papers (Venezia 76)

di William Maga

Il regista firma per Netflix un lungometraggio che affronta con leggerezza - forse eccessiva - la 'più grande fuga di notizie della storia', facendo leva su un cast d'eccezione che vanta Meryl Streep, Gary Oldman e Antonio Banderas

Leggi
weathering with you film 2019
Azione & Avventura

Trailer e data d’uscita per Weathering With You, il nuovo film di Makoto Shinkai che gioca col meteo

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il successo di Your Name del 2017, il regista giapponese torna sulle scene con una nuova storia dai contorni fantastici che coinvolge due adolescenti

Leggi
Bad Boys for Life film will smith
Azione & Avventura

Trailer per Bad Boys for Life: Will Smith e Martin Lawrence di nuovo insieme contro il crimine di Miami

di Redazione Il Cineocchio

I due attori si ritrovano dopo 15 anni per il terzo e ultimo capitolo della saga, diretto a quattro mani da Adil El Arbi e Bilall Fallah

Leggi
muro ippoliti venezia 76
Azione & Avventura

Diario da Venezia 76 | Giorno 7: Il muro delle critiche piange, Julie Andrews foriera di aneddoti

di Giovanni Mottola

L'attrice 83enne racconta raggiante alcuni simpatici episodi della sua lunga carriera; intorno, non brillano About Endlessness di Roy Andersson e Guest Of Honour di Atom Egoyan

Leggi
ema pablo larrain film
Azione & Avventura

Ema | La recensione del film di Pablo Larraín (Venezia 76)

di Teresa Scarale

Il regista cileno si conferma una delle cineprese più solide del cinema contemporaneo, capace di padroneggiare effetti visivi à la Gaspar Noé (ma senza 'effetto nausea') e storie dal sapore almodovariano, ma prive del retrogusto amaro della sconfitta

Leggi
venezia 76 2019
Azione & Avventura

Diario da Venezia 76 | Giorno 6: Pochi fan per Yonfan (e per Rami Malek), tanti per Martin Eden

di Giovanni Mottola

L'animazione di No. 7 Cherry Lane non lascia il segno, al contrario del film con Luca Marinelli. Intanto Julie Andrews ritira il Leone d'Oro alla carriera

Leggi
Selfie di famiglia

Selfie di famiglia

19-09-2019

Burning - L'amore brucia

Burning - L'amore brucia

19-09-2019

Eat Local - A cena con i vampiri

Eat Local - A cena con i vampiri

19-09-2019

RECENSIONE

C’era una volta a... Hollywood

C’era una volta a... Hollywood

18-09-2019

RECENSIONE

Chiara Ferragni - Unposted

Chiara Ferragni - Unposted

17-09-2019

Tutta un'altra vita

Tutta un'altra vita

12-09-2019

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

12-09-2019

Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici

12-09-2019

E poi c'è Katherine

E poi c'è Katherine

12-09-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

12-09-2019

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

12-09-2019

Apollo 11

Apollo 11

09-09-2019