Home » Cinema » Horror & Thriller » La recensione di X – A Sexy Horror Story, film slasher in salsa 70s di Ti West

Voto: 6.5/10 Titolo originale: X , uscita: 17-03-2022. Regista: Ti West.

La recensione di X – A Sexy Horror Story, film slasher in salsa 70s di Ti West

19/05/2022 recensione film di William Maga

Mia Goth, Brittany Snow e Jenna Ortega sono le protagoniste di un horror Rated R che omaggia come meglio non si potrebbe il genere delle origini, elargendo sangue ed exploitation a palate

x film ti west 2022 horror

X – A Sexy Horror Story è un film divertente, un ritorno alle immagini in stile Grindhouse degli anni ’70 e al genere slasher della fine dello stesso periodo e dell’inizio del decennio successivo. Con un approccio tanto ironico quanto diabolico, lo sceneggiatore e regista Ti West (The Innkeepers) abbraccia molti degli stereotipi che da allora sono progressivamente caduti in disgrazia (il ricorso a nudità e scene di sesso, per esempio) e li spruzza deliberatamente su tutto lo schermo. L’avvertenza, naturalmente, è che l’amore per l’horror più cruento è un requisito indispensabile per apprezzare questo film.

x film horror ti west 2022 posterTi West, come è sua abitudine, non si butta subito nell’azione. Preferendo una combustione lenta a un rapido esaurimento, dedica un po’ di tempo ai suoi personaggi e, sebbene nessuno sviluppi tutte e tre le dimensioni auspicabili, hanno una personalità più rotonda rispetto ai bersagli di carta che popolano la maggior parte dei film slasher.

Circa la prima metà di X è un omaggio ai film soft core / exploitation degli anni ’70, anche se c’è sempre l’inquietante Howard (Stephen Ure) sullo sfondo a ricordarci che alla fine le cose si metteranno sanguignamente male (c’è anche una cornice introduttiva con la polizia che indaga su quello che sembra un brutale massacro in un mattatoio, in modo da farci capire che ci sarà un numero consistente di morti).

La premessa di X è abbastanza semplice: nel 1979, un gruppo di sei adulti giugne in un angolo sperduto del Texas per girare un film porno. Il regista, RJ (Owen Campbell), ha aspirazioni artistiche. Preferisce chiamare il suo lungometraggio “film indipendente” e si concentra più sull’integrità della produzione che sulle sue possibili prospettive commerciali. Queste ultime sono appannaggio del produttore esecutivo Wayne (Martin Henderson), che ha organizzato la sua allegra brigata per affittare una casa dal geriatrico – e un bel po’ spaventoso – Howard.

Il cast scelto da RJ comprende il superdotato Jackson (Scott Mescudi), la cui acconciatura afro è impressionante quanto il contenuto dei suoi pantaloni, la libertina Bobby-Lynne (Brittany Snow), pronta a tutto, e la compagna di Wayne, Maxine (Mia Goth). Al viaggio partecipa anche la fidanzata di RJ, l’innocente Lorraine (Jenny Ortega), che si occupa degli aspetti sonori prima di decidere che le piacerebbe assaporare un sorso di ciò che le altre ragazza stanno già bevendo.

X si svolge nell’arco di meno di 24 ore – un giorno e una notte. Le riprese hard si svolgono quando il sole è alto e gli omicidi avvengono al calare delle tenebre. Non c’è un vero e proprio segreto su chi siano i colpevoli. A parte l’inquietante Howard e la sua ancor più inquietante moglie, non c’è nessun altro nella proprietà. Si scopre che, anche se Howard ha affittato la sua casa per gli ospiti, non ama molto gli estranei.

x film horror 2022 mia gothNel corso del film, Ti West non stuzzica mai lo spettatore senza dargli poi concreti risultati. Quando la macchina da presa si sofferma su un’inquadratura lunga e prolungata di un chiodo che sporge da un’asse del pavimento con la punta rivolta verso l’alto, si sa cosa sta per accadere.

Il film è divertente, intenzionalmente e nei modi giusti. Il regista gioca con i cliché del genere e allo stesso tempo li onora. Pur disponendo di un budget molto limitato, riesce a ricreare l’estetica del 1979 con una tale abilità che si può pensare che abbia trovato il film già pronto in qualche archivio piuttosto che realizzarlo. Non mancano poi molti riferimenti espliciti, Easter Egg e battutine.

L’ispirazione più ovvia è Non Aprite Quella Porta (l’originale di Tobe Hooper del 1974), ma c’è anche un po’ di Halloween e un pizzico di Venerdì 13 (l’uso di The Reaper dei Blue Oyster Cult è un cenno diretto al film di John Carpenter). Ti West trova il modo di utilizzare tutti gli stereotipi dell’horror / slasher in modo tale da renderli alla moda e coinvolgenti piuttosto che stanchi e banali. Tutto si riduce al tono generale.

Il cast di X non è ricco di star. Le tre ragazze – Mia Goth, Jenny Ortega e Brittany Snow – hanno tutte un curriculum di tutto rispetto. Sebbene la Snow sia nuova all’horror (nel bene e nel male, è probabilmente più nota per la serie Pitch Perfect), la Goth si è invece già dilettata nel genere, mentre la Ortega ne è saldamente immersa dentro (questo è il suo terzo film del terrore del 2022 … e siamo solo a maggio). Tra gli uomini, il più noto è probabilmente Scott Mescudi (alias Kid Cudi). Martin Henderson ha fatto un po’ di cinema e molta televisione e qui fa del suo meglio per emulare Dirk Benedict. Owen Campbell ha navigato soprattutto nel cinema indie e ha avuto la minore esposizione mainstream tra i sei protagonisti.

x film ti west 2022Tutti quanti sono però perfettamente calati nelle rispettive parti. Hanno “capito” i personaggi che stanno interpretando, comprendono il genere e non si fanno scrupoli a dare il massimo. Questo include nudità, gore, urla e corse e tutto ciò che si accompagna a questo tipo di opere.

Nel 2022, l’horror è diventato ormai un genere basato su modelli prestampati pensati soprattutto per gli adolescenti o per i ventenni che adorano i jump-scare. In questo contesto, X ci ricorda che, sebbene lo slasher sia spesso caduto molto in basso, alcuni dei titoli più efficaci della storia sono emersi proprio da esso (soprattutto agli albori, prima che i film di questo tipo diventassero poco più che orge di sventramenti inventivi …).

Con X, Ti West cerca di recuperare parte del divertimento, della violenza e dell’energia di quelle produzioni, riservando al contempo qualche sorpresa al suo pubblico. Il fatto che ci riesca rende X un film imperdibile per chi ha un debole per questo genere di film.

In attesa di vederlo nei nostri cinema dal 14 luglio, di seguito, sulle note di I just want to make love to you dei Foghat – trovate il trailer internazionale di X – A Sexy Horror Story: