Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Paul Verhoeven su Atto di Forza: “Vi svelo perché Mary ha ‘solo’ tre seni nel film”

Titolo originale: Total Recall , uscita: 01-06-1990. Budget: $65,000,000. Regista: Paul Verhoeven.

Paul Verhoeven su Atto di Forza: “Vi svelo perché Mary ha ‘solo’ tre seni nel film”

05/06/2020 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista olandese ha parlato del suo film del 1990, raccontando i motivi della bizzarra scelta sul personaggio interpretato da Lycia Naff

mary atto di forza tre tette film

Sebbene non fossero reali, la signorina mutante dai tre prorompenti seni che si vede nel classico della fantascienza Atto di Forza (Total Recall) del 1990 con Arnold Schwarzenegger (il nostro dossier) ha indubbiamente lasciato il segno in molti spettatori nonostante l’esiguo minutaggio sullo schermo. Tuttavia, una nuova rivelazione di Paul Verhoeven conferma che siamo stati vicini a vederne addirittura un quarto, se solo fosse lo avessero lasciato fare.

In un recente intervista, il regista olandese ha infatti parlato anche di Mary (interpretato da Lycia Naff), la prostituta ‘tentatrice’ del bar marziano noto come The Last Resort, rivelando appunto che aveva originariamente pianificato che il personaggio avesse quattro seni invece di tre:

So che alcune donne avevano, diciamo, non due capezzoli, ma quattro. Come un cane, qualcosa del genere. Così è. Esistono, fondamentalmente, e ho visto delle foto ufficiali cliniche quando ero all’università. E lo sapevo. Volevo quattro capezzoli e altrettanti seni, con seni più grandi e seni più piccoli sotto. E Rob Bottin, credo, pensò che fosse troppo realistico per Atto di Forza. E, sostanzialmente, che tre seni sarebbero stati più, diciamo, nello stile del resto del film.

Chiunque abbia visto Atto di Forza sa che le ghiandole mammarie marziane di Lycia Naff furono tutt’altro che l’unico effetto speciale del film. Abbiamo infatti un campionario di bulbi oculari sporgenti, mutanti deformi, appendici aliene allungate, narici dilatate e un autista di taxi losco con cinque bambini da sfamare. A conti fatti, tre seni possono essere sufficientemente bizzarri.

Come anticipato da Paul Verhoeven, questi effetti speciali indimenticabili vennero realizzato dall’esperto Rob Bottin, che, non a caso, nel 1991 ricevette per il suo eccezionale lavoro il premio Oscar.

Di seguito la scena dell’incontro tra Mary e Douglas Quaid da Atto di Forza:

Fonte: TR

LEGGI LA RECENSIONE

Altre notizie su Total Recall:

eva green 300 - L'alba di un impero (2014)
Sci-Fi & Fantasy

30 cose da sapere sull’attrice Eva Green

di Redazione Il Cineocchio

Tutto ciò che dovete conoscere sull'interprete di origini francesi

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Damon Lindelof su Lost: “Previste 3 stagioni; le ABC fece di testa sua. Vi racconto come andarono le cose”

di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore racconta i contrasti coi vertici della rete e i motivi per i quali la popolare serie peggiorò a vista d'occhio dopo il terzo ciclo di episodi

Leggi
navigator film 1986 disney
Sci-Fi & Fantasy

Riflessione | Navigator di Randal Kleiser: viaggiando nello spaziotempo dei sentimenti

di William Maga

Nel 1986 il giovane Joey Cramer era il protagonista di un'avventura sci-fi poco apprezzata al tempo, ma capace di diventare un classico

Leggi
cursed serie netflix 2020
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Cursed (serie Netflix): Nimue sovverte i ruoli del ciclo arturiano

di Redazione Il Cineocchio

Katherine Langford è la futura Dama del Lago nella trasposizione del romanzo fantasy di Tom Wheeler e Frank Miller

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | Metropolis (2001): la città retrofuturista e la I.A. secondo Tezuka e Ōtomo

di Sabrina Crivelli

I creatori di Akira e di Astro Boy riscrivevano il capolavoro espressionista di Fritz Lang del 1927 rendendone alla perfezione la visionaria configurazione urbana e trasformandola in una distonia robotica per la regia di Rintaro

Leggi