Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Recensione story | 2022: i sopravvissuti di Richard Fleischer

6/10 su 537 voti. Titolo originale: Soylent Green, uscita: 19-04-1973. Regista: Richard Fleischer.

Recensione story | 2022: i sopravvissuti di Richard Fleischer

15/12/2017 recensione di Sabrina Crivelli

Charlton Heston è il protagonista di una sconvolgente distopia ecologica e sociale che vagheggia un futuro fin troppo plausibile 2022: i sopravvissuti di Richard Fleischer

Dopo l’ineffabile Zardoz di John Boorman, la prossima tappa del nostro percorso alla riscoperta dei titoli obliati del passato ci porta a un film ben differente, seppur allo stesso modo affascinante: 2022: I sopravvissuti (Soylent Green) del geniale Richard Fleischer (a cui dobbiamo anche Conan il distruttore, 20.000 Leghe sotto i mari e Viaggio allucinante, giusto per intenderci). Una delle pellicole distopiche più riuscite degli anni ’70, fu distribuito nel 1973, è parte di quel filone che comprende anche 2002: la seconda odissea (Silent Running) di Douglas Trumbull, Rollerball di Norman Jewison e La fuga di Logan (Logan’s Run) di Michael Anderson, ma presenta una vena decisamente più pessimista.

Tra il fanta-apocalittico e la detective story, e al contempo assai plausibile nelle sue premesse, 2022: i sopravvissuti è ambientato in un futuro in cui la Terra è oltremodo sovrappopolata, mentre le risorse alimentari sono ormai insufficienti (scenario assolutamente verisimile quindi). Il mondo è immerso in un’atroce calura, le specie animali e vegetali sono state decimate dalla razza umana, la cui popolazione all’opposto è ormai fuori controllo. La città di New York, dove la vicenda è ambientata, conta più di 40 milioni di abitanti, il cibo manca da tempo e i suoi abitanti si nutrono di un plancton sintetico, il  Soylent Green appunto, le cui origini sono assai dubbie e oscure. Il detective Thorn (Charlton Heston), durante un’indagine per omicidio, si trova al centro di un caso intricato e viene a conoscenza di informazioni sconvolgenti sulla vera natura della principale fonte di sostentamento dei cittadini.

Se forse 2022: i sopravvissuti ha sbagliato in termini di datazione, anticipando un po’ troppo il ‘quando’, sembra che non sia altrettanto sbagliata la previsione stessa, la natura della futura apocalisse ecologica e demografica (per eccesso in questo caso). Anzitutto è azzeccata la spaventosa crescita della popolazione. I numeri parlano da soli: se negli anni ’70 il totale mondiale si aggirava sui 4 miliardi di individui, entro il 2050 ne sono previsti 10 miliardi, se il trend non cambierà in maniera netta. Allo stesso modo, indiscutibilmente, la ripartizione delle risorse sarà sempre più un problema, visto l’esponenziale incremento di esseri umani e l’altrettanto inquietante decremento di terre coltivabili con la desertificazione, di specie ittiche e non, l’inquinamento dei terreni, del mare e dell’aria. Insomma quello che poteva essere visionario nel 1970, non è poi così implausibile oggi, nel 2017. Potrebbe non essere realtà magari non nel 2022, ma nel 2050? Il film è quindi capace, con il suo paradossale finale all’insegna del cannibalismo involontario, di portare a una riflessione seria, forse addirittura più stringente oggi,  quando si sta pian piano realizzando quello che allora era percepito come remoto e fantascientifico.

Tuttavia, non solamente la sopravvivenza dell’uomo è problematizzato nella pellicola Richard Fleischer. La tematica sociale e di genere sono poste in questione in maniera altrettanto profonda, critica e senza edulcorazioni. Da una parte la figura femminile è addirittura relegata a “mobilio”, che non solo viene trasmesso da un proprietario al successivo, ma addirittura è chiamato direttamente “forniture“, come d’altra parte viene definita la bella Shirl (Leigh Taylor-Young). Ampiamente pessimista, anche la gestione delle problematiche di classe non è dominata dall’equità; emblematica in tal senso è la scena dei tafferugli nati dall’esaurimento del Soylent Green, per cui i rimostranti non solo vengono sedati a forza dalla polizia, ma pure raccolti letteralmente a manciate da grosse ruspe dotate di cassoni che sollevano i rivoltosi e li buttano in un enorme vano posteriore come veri rifiuti. D’altra parte, alla sovrappopolazione coincide una proporzionale diminuzione del valore della vita degli uomini, impoveriti e derelitti, ammassati e compressi un po’ ovunque. Infine, sempre per non farci mancare nulla in termini di cinismo, vigono corruzione e insabbiamenti … e il finale non trasmette certo molta speranza.

Viene da domandarsi in un simile scenario quale sia il senso dell’esistenza, così sminuita e vessata, e l’epilogo, di un atro nichilismo, ne suggerisce uno davvero agghiacciante: il nutrire i propri simili. Così, anche quando la verità è con fatica e con estremo sacrificio rivelata, ciò non corrisponde a un cambiamento reale dello status quo, a quell’ottimistico quanto superficiale e ingenuo lieto fine che vede un’improbabile fuga dalla cruda realtà. Al contrario, se la perfida Soylent ha sfidato con il suo operato anche la più basilare delle norme etiche, c’è forse un’altra soluzione al problema di fondo? Secondo 2022: i sopravvissuti probabilmente no, ed è proprio tale terrificante assunto a rimanere impresso nelle menti degli spettatori, monito duraturo e incisivo assai più che edificanti soluzioni naïf all’insegna di pace e armonia.

Il trailer originale:

Charlton Heston
Edward G. Robinson
Leigh Taylor-Young
Chuck Connors
Joseph Cotten
Brock Peters
Paula Kelly
Stephen Young
Mike Henry
Lincoln Kilpatrick
Roy Jenson
Leonard Stone
Whit Bissell
Celia Lovsky
Dick Van Patten
John Dennis
Robert Ito
Morgan Farley
John Barclay
Belle Mitchell
Cyril Delevanti
Joyce Williams
Nora Marlowe
CORPORATE MONSTER cortometraggio ruairi robinson
Sci-Fi & Fantasy

Cortometraggio | Corporate Monster aggiorna Essi Vivono ai giorni nostri, ma gli alieni sono lovecraftiani

di Redazione Il Cineocchio

Dopo un lungo silenzio, l'irlandese Ruairi Robinson torna in regia per dimostrare come il film di John Carpenter sia ancora attualissimo

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il Signore degli Anelli: la serie TV si gira in Nuova Zelanda, J. A. Bayona alla regia

di Redazione Il Cineocchio

A due anni dall'acquisizione dei costosissimi diritti del romanzo fantasy di J. R. R. Tolkien, gli Amazon Studios sono pronti a ritornare nei luoghi dove si svolsero le riprese dei 6 film per il cinema

Leggi
replicas e the heretics blu-ray ita
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Replicas + The Heretics

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del film sci-fi con Keanu Reeves e Alice Eve e dell'horror diretto da Chad Archibald

Leggi
undone serie amazon rosa salazar
Sci-Fi & Fantasy

Undone | La recensione della serie animata di Amazon con Rosa Salazar e Bob Odenkirk

di William Maga

Raphael Bob-Waksberg (BoJack Horseman) e Kate Purdy portano sul piccolo schermo un ritratto doloroso e complesso della malattia mentale, avvalendosi di una tecnica d'animazione tanto azzardata quanto efficace

Leggi
Daybreak (2019) serie netflix
Sci-Fi & Fantasy

Teaser per Daybreak: il post Apocalisse è irriverente nella serie Netflix con Matthew Broderick

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Brad Peyton adatta per il piccolo schermo il fumetto indipendente di Brian Ralph, che dà una nuova lettura adolescenziale e divertita delle atmosfere alla Mad Max

Leggi
Blood Machines (2019) film carpenter brut
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Blood Machines, l’immaginifica space opera retrò di Seth Ickerman

di Redazione Il Cineocchio

L'inventivo duo francese espande il concept dell'acclamato videoclip Turbo Killer del 2016, avvalendosi delle musiche a tutto synth del musicista Carpenter Brut

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Il Trono di Spade: c’è lo script del pilot di Fire and Blood, spin-off prequel sui Targaryen

di Redazione Il Cineocchio

Dopo The Long Night, HBO prepara un'altra serie ambientata nel passato, con la benedizione di George R.R. Martin

Leggi
Ridley Scott in Blade Runner (1982)
Sci-Fi & Fantasy

Tra le pieghe del tempo | Ridley Scott nel 1997: “Giro Blade Runner 2, ispirato da Anne Rice”

di Redazione Il Cineocchio

Già 20 anni prima che ci mettesse mano Denis Villeneuve, il regista del seminale film del 1982 rivelava a sorpresa i dettagli del concept del sequel e l'influenza della scrittrice sulla decisione

Leggi
orlando e cara carnival row serie
Sci-Fi & Fantasy

Carnival Row | La recensione della serie fantasy vittoriana con Orlando Bloom e Cara Delevingne

di William Maga

Ci sono gli Amazon Studios dietro alla prima stagione dello show originale che maschera temi sociali attualissimi dietro una patina di magia e steampunk

Leggi
dark crystal la resistenza serie 2019 netflix
Sci-Fi & Fantasy

Dark Crystal: la Resistenza | La recensione della serie prequel che ci riporta a Thra

di William Maga

Dopo quasi 40 anni, il regista Louis Leterrier e Netflix realizzano un prequel al classico del cinema fantasy di Frank Oz e Jim Henson, un rispettoso tributo che è una festa per gli occhi e per lo spirito

Leggi
parodie hard fantascienza film xxx porno
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | Storia delle parodie porno dei classici della fantascienza in 25 film

di Redazione Il Cineocchio

Fin dal lontano 1974, l'industria del cinema per adulti ha 'omaggiato' a modo suo i grossi successi al botteghino e le serie TV più popolari, andando a creare un sottogenere ancora oggi florido

Leggi
bozzetto Victor Togliani GILGAMESH MANIFESTO
Sci-Fi & Fantasy

Intervista | Victor Togliani: “Voglio portare sul grande schermo l’Epopea di Gilgamesh”

di Alessandro Gamma

Abbiamo incontrato nuovamente l'artista, che ci ha parlato del suo ambizioso progetto di lunga data di un film sul primo poema della storia dell'umanità, mostrandoci anche alcuni bozzetti in anteprima assoluta

Leggi
no.7 cherry lane film 2019
Sci-Fi & Fantasy

No.7 Cherry Lane | La recensione del film animato di Yonfan (Venezia 76)

di Teresa Scarale

Vincitore per la miglior sceneggiatura a Venezia 76, il primo lungometraggio disegnato del regista cinese 71enne avanza al ritmo di un bradipo letargico. Ma, accettando di sperimentare in prima persona la relatività del tempo, si verrà rimunerati con anticonformismo, eros, poesia. E con quel tocco di spirito rivoluzionario, così irresistibile in una donna elegante

Leggi
leone d'oro venezia 76
Sci-Fi & Fantasy

Diario da Venezia 76 | Giorno 10: pagellone finale e pronostici dei vincitori

di Giovanni Mottola

Siamo giunti alla fine dell'edizione 2019, quindi non ci resta che tirare le somme

Leggi
dredd + stake land 2
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | Dredd – Il Giudice Dell’Apocalisse + Stake Land 2

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni del fanta-poliziesco di Pete Travis, distribuito dopo 7 anni di oblio, e dell'horror diretto da Dan Berk e Robert Olsen

Leggi
Of Fathers And Sons - Die Kinder des Kalifats

Of Fathers And Sons - Die Kinder des Kalifats

24-09-2019

Diego Maradona

Diego Maradona

23-09-2019

Доброе сердце

Доброе сердце

21-09-2019

Il colpo del cane

Il colpo del cane

19-09-2019

I migliori anni della nostra vita

I migliori anni della nostra vita

19-09-2019

Selfie di famiglia

Selfie di famiglia

19-09-2019

Burning - L'amore brucia

Burning - L'amore brucia

19-09-2019

Eat Local - A cena coi vampiri

Eat Local - A cena coi vampiri

19-09-2019

RECENSIONE

C’era una volta a... Hollywood

C’era una volta a... Hollywood

18-09-2019

RECENSIONE

Chiara Ferragni - Unposted

Chiara Ferragni - Unposted

17-09-2019

May the exquisite scheme be only for her

May the exquisite scheme be only for her

15-09-2019

Tutta un'altra vita

Tutta un'altra vita

12-09-2019

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

La vita invisibile di Eurídice Gusmão

12-09-2019

Grandi bugie tra amici

Grandi bugie tra amici

12-09-2019

E poi c'è Katherine

E poi c'è Katherine

12-09-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

12-09-2019

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre

12-09-2019

Apollo 11

Apollo 11

09-09-2019