Home » Cinema » Azione & Avventura » Recensione | Gli Incredibili 2 di Brad Bird

7/10 su 7640 voti. Titolo originale: Incredibles 2, uscita: 14-06-2018. Budget: $200,000,000. Regista: Brad Bird.

Recensione | Gli Incredibili 2 di Brad Bird

16/07/2018 recensione film di William Maga

La famiglia Parr torna al cinema dopo 14 anni con una storia che punta forte sui momenti divertenti e sulla ricchezza visiva, ma che tralascia di approfondire davvero le problematicità del nuovo status quo dei protagonisti

Una delle trovate più clamorosamente intelligenti del comunque avanguardistico Gli Incredibili nel lontano 2004, veniva giocata dalla Pixar nei momenti finali, quando Mr. Incredibile, sua moglie Elastigirl e i loro tre figli, Violet, Dash e Jack-Jack, si trovavano davanti a un nuovissimo pericoloso e sconosciuto nemico, poco prima però che scendessero improvvisi sullo schermo i titoli di coda. L’idea che potesse essere letta come un’anticipazione dell’inevitabile sequel che sarebbe stato messo in cantiere da lì a breve era stata tuttavia non solo più volte smentita dallo stesso sceneggiatore e regista Brad Bird, ma venne interpretata come una specie di presa in giro nello spirito di La pazza storia del mondo – Parte I (History of the WorldPart I) di Mel Brooks, che già nel 1981 prometteva in una sorta di ‘promo’ conclusivo (poi ripreso anche da Robert Rodriguez nel suo Machete) una Parte II che in realtà non venne mai scritta e / o diretta. La domanda alla quale con più urgenza deve rispondere Gli Incredibili 2 ora che effettivamente è uscito sbugiardando tale premesse è allora se la scelta di procedere con un seguito abbia davvero ripagato

Il film animato comincia esattamente da quel cliffhanger, con Helen Parr / Elastigirl (doppiata in originale da Holly Hunter e in italiano da Giò Giò Rapattoni) che diventa la supereroina ‘immagine’ di una nuova campagna mediatica per il rilancio degli individui coi superpoteri, ritenuti dal Governo pericolosi e fuori controllo. Tale iniziativa viene portata avanti dal miliardario filantropo dalla parlata fluida Winston (Bob Odenkirk) e da sua sorella Evelyn (Catherine Keener / Ambra Angiolini), che intendono riabilitare l’immagine dei supereroi del paese, costretti a vivere in incognito dopo una campagna mediatica negativa contro di loro. E con la mamma fuori di casa intenta in nobili faccende, tocca così a Robert “Bob” Parr / Mr. Incredibile (Craig T. Nelson / Fabrizio Pucci) fare il ‘casalingo’ e occuparsi dei tre figli, tutti alle prese con diverse e difficili fasi della crescita. Presto sbuca fuori un nuovo cattivo, vestito con un costume nero, grandi occhi luminosi e denti argentati da roditore, che ipnotizza la popolazione attraverso gli schermi televisivi e si fa chiamare IpnotizzaSchermi. Questo nome, sebbene evocativo, stride un po’ per le sue connotazioni da 21° secolo in una pellicola che annovera tra i suoi pregi una straniante un’estetica rétro, dove ogni gadget e gizmo trasuda di delizioso futurismo anni ’60.

Sembra assurdo, ma il primo capitolo uscì un anno prima del Batman Begins di Christopher Nolan, che pure si sarebbe addentrato in un inedito ritratto del supereroe come essere umano pieno di difetti e frustrato, sebbene in un contento ben più cupo. E l’influenza di Brad Bird sul sottogenere da allora tanto in voga è stata altrettanto potente: cosa sono gli Avengers, dopo tutto, se non una quasi rivisitazione de Gli Incredibili più o meno divertimento e stilosa? Guardando oggi – dopo 19 film della Marvel e 5 della DC – a Gli Incredibili 2, tuttavia, è chiaro che personaggi  del genere e il concept sono a un passo dall’esaurimento (e qui si pesca parecchio anche da Watchmen). È positivo che Elastigirl ottenga una porzione superiore di luci della ribalta assieme a una immancabile manciata di messaggi proto-femministi (“Lascia il segno, non aspettare il permesso!”), ma Violet si ‘evolve’ affrontando i triti problemi sentimentali con un ragazzo che non se la fila, mentre Dash, che doveva fare i conti col problema di mantenere i suoi poteri segreti nel primo film, ora ha semplicemente bisogno di aiuto con i compiti di matematica. Tutto qui. Il capofamiglia invece, dal suo deve imparare che andare in aiuto di un figlio che non capisce le frazioni può essere altrettanto faticoso che impedire a un treno di precipitare da un ponte crollato. Vecchie conoscenze come la stilista Edna Mode (Bird / Amanda Lear), sono invece infilati un po’ a forza nel contesto, mentre i nuovi ‘super’, introdotti nel corso di un cocktail party per i combattenti del crimine, sono simpatici di facciata, anche se ben poco concreti nella sostanza: tra questi spiccano Brick, un donnone massiccio rivestito di mattoni che regge delicatamente il suo bicchiere da Martini o l’anziano Reflux (“Condizione medica o superpotere? Decidi tu!”), anche se si lambiscono i territori del dimenticato Mystery Men del 1999 e dei suoi patetici supereroi come Blue Raja, alias Jeff, un lanciatore di posate.

E se sorprende sentire un cartone animato imprecare o avere in mano un bicchiere di whisky ogni volta che è in scena, a deludere è la scarsa profondità di analisi dei protagonisti, delle implicazioni dei loro comportamenti, e delle situazioni in cui si trovano coinvolti, come famiglia e come super-esseri, spesso solo accennati e mai ripresi. Addirittura, a ben ascoltare, le motivazioni dell’IpnotizzaSchermi non suonano nemmeno così assurde o peregrine, ma passano prestissimo in secondo piano. Sindrome è ancora adesso probabilmente uno dei più interessanti villain mai apparsi in un cinecomic, e non per i danni che era in grado di provocare, ma per il dolore emotivo causato a Mr. Incredibile e ai suoi cari. Così, le due ore di Gli Incredibili 2 puntano forte sull’effetto simpatia delle nuove e imprevedibili abilità del piccolo Jack Jack, che regalano senza dubbio alcuni dei momenti più divertenti della storia della Pixar (vedere la lotta con un procione troppo curioso). L’occhio dello spettatore viene soddisfatto anche dagli altissimi valori produttivi, che provano a distrarre dall’eseguità della trama (il budget qui è di 200 milioni di dollari, ricordiamolo). E se i personaggi appaiono sul grande schermo incredibilmente tridimensionali, quasi fossero marionette per la stop-motion, lo studio degli aspetti architettonici potrebbe riempire un intero numero speciale di Domus (vedere la casa di Winston, con il suo motivo cilindrico), così come pure le ‘abilità speciali’ della casa dei Parr, governate da un apposito telecomando che Dash prova a usare senza successo nel modo corretto, sono una fusione di familiarità e fantascienza degna del miglior Jacques Tati.

Di tutti i sequel messi in piedi dalla Pixar, solo l’incomparabile Toy Story 2 è riuscito a essere degno – se non migliore – dell’originale. Qui si fa un passo indietro, si punta su un film d’animazione riservato esclusivamente ai bambini, dalla morale semplice e ben poco soggetto a stratificazioni per i più cresciuti. Più che alla mancanza di ispirazione poi, fa davvero sorridere – o sconcertare – la condanna di un cattivo che ricorre all’ipnosi per dire ai consumatori che sono resi passivi dal capitalismo (l’esatto contrario di quanto accadeva in Essi Vivono di John Carpenter).

Di seguito il secondo trailer italiano di Gli Incredibili 2, che arriverà nei nostri cinema solo il 19 settembre:

Sarah Vowell
Holly Hunter
Samuel L. Jackson
Craig T. Nelson
Brad Bird
Huck Milner
John Ratzenberger
Bob Odenkirk
Jonathan Banks
Isabella Rossellini
grosso guaio a chinatown film 1986
Azione & Avventura

Riflessione | Grosso guaio a Chinatown di John Carpenter: da flop a cult

di Redazione Il Cineocchio

Vediamo come, nonostante una campagna pubblicitaria sbagliata, critiche negative e flop al botteghino, il fanta-action del 1986 con Kurt Russell e Kim Cattrall è divenuto uno dei film più amati e citati del regista

Leggi
uncharted 3 videogame
Azione & Avventura

Tom Holland sul film di Uncharted: “Sarà una storia delle origini pre videogiochi; un bene per tutti”

di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista del rimandatissimo adattamento ha aggiornato sullo spirito del progetto, che sarà diretto da Ruben Fleischer

Leggi
I Am Not Okay With This serie netflix sophia lillis
Azione & Avventura

Trailer per I Am Not Okay With This: Sophia Lillis tra superpoteri e adolescenza nella serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

C'è Jonathan Entwistle alla regia degli episodi dello show originale che adatta il fumetto di Charles Forsman

Leggi
bad boys for life film 2020
Azione & Avventura

Bad Boys for Life | La recensione del terzo film con Will Smith e Martin Lawrence

di William Maga

Adil El Arbi e Bilall Fallah prendono il posto di Michael Bay in cabina di regia per un sequel che gioca sul sicuro, rispolverando la vecchia coppia di detective per un'indagine che privilegia il solito trambusto sfrenato a una possibile riflessione sulla saga

Leggi
Masters of the Universe Revelation netflix kevin smith poster
Azione & Avventura

Masters of the Universe: Revelation, cast di doppiatori all star per la serie animata di Netflix (trama e poster)

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 35 anni, Kevin Smith riporta sul piccolo schermo la storica He-Man e i dominatori dell'universo, con un sequel in stile Castlevania

Leggi
Lontano lontano

Lontano lontano

20-02-2020

La mia banda suona il pop

La mia banda suona il pop

20-02-2020

Criminali come noi

Criminali come noi

20-02-2020

L'hotel degli amori smarriti

L'hotel degli amori smarriti

20-02-2020

Cattive acque

Cattive acque

20-02-2020

Cats

Cats

20-02-2020

Il richiamo della foresta

Il richiamo della foresta

20-02-2020

Era mio figlio

Era mio figlio

20-02-2020

Bad Boys for Life

Bad Boys for Life

20-02-2020

RECENSIONE

Lunar City

Lunar City

17-02-2020

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

17-02-2020

Les Confins du monde

Les Confins du monde

14-02-2020

Gli anni più belli

Gli anni più belli

13-02-2020

Alla mia piccola Sama

Alla mia piccola Sama

13-02-2020

Il lago delle oche selvatiche

Il lago delle oche selvatiche

13-02-2020

RECENSIONE

Fantasy Island

Fantasy Island

13-02-2020

RECENSIONE

Sonic - Il film

Sonic - Il film

13-02-2020

RECENSIONE

Memorie di un assassino

Memorie di un assassino

13-02-2020

RECENSIONE