Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Hellraiser: Judgment di Gary J. Tunnicliffe

4/10 su 63 voti. Titolo originale: Hellraiser: Judgment, uscita: 13-02-2018. Budget: $500,000. Regista: Gary J. Tunnicliffe.

Recensione | Hellraiser: Judgment di Gary J. Tunnicliffe

13/02/2018 di Raffaele Picchio

Arrivata al decimo capitolo, la saga ormai orfana di Clive Barker e Doug Bradley tenta di cambiare le carte in tavola, facendo di necessità virtù, per un risultato tanto delirante e improponibile da risultare simpatico

Sono tempi duri per tutti: si arriva a malapena alla fine del mese, tra l’inflazione, le tasse che aumentano e la tecnologia che fa sparire posti di lavoro agli artigiani. Pensate un po’, se ne lamenta pure il redivivo Pinhead che ormai la mitica Scatola di Lemarchand non può fare nulla contro la tecnologia e di come questa soddisfi le perversioni (parlerà forse di Brazzers?) e così, per motivi non propriamente chiarissimi, si trasferisce dentro una catapecchia insieme a nuovi compagni di merende decisi ad alzare un teatrino ben organizzato in cui mandano avvisi di garanzia scritti con il sangue a disgraziati pervertiti e questi, quando si presentano, vengono “interrogati” da un omino sfregiato che raccoglie le deposizioni su una macchina da scrivere che usa il loro sangue come inchiostro. Successivamente, queste deposizioni vengono bagnate con lacrime di bambini e mangiate da un ciccione che subito dopo le rivomita dentro un catino collegato direttamente alla mangiatoia di tre tettone sfigurate che emettono una sentenza. Fatto questo, arriva un tizio deforme con una maschera che nasconde dietro di sé un demente vestito con una muta da sub e un maschera antigas pronto a toglierti la pelle.

Non mi sono preso un acido, ma sono l’incipit e le premesse di Hellraiser: Judgment, decimo impazzito tassello di una saga ormai infinita che oltre ad aver perso lungo la strada Clive Barker ha pure salutato, già con il precedente indegno film, anche l’interprete principale Doug Bradley. Prima però di addentrarsi in questo nuovo, poverissimo, capitolo facciamo un passo indietro necessario. Va riconosciuto che tra le tante saghe con supervillain della “Golden Age dell’horror” è vero che Hellraiser vanta lo spiacevole primato di essere stata la serie che è precipitata per prima nell’oblio dei direct-to-DVD, ma è anche verissimo che nonostante questo, fino almeno al numero 7, si è difesa sempre molto bene. E’ quella che ha saputo osare di più (il quarto capitolo nello spazio, prima di Jason Voorhees), che ha avuto il coraggio di percorrere territori tangenti alla mitologia di base ma sempre interessanti (il bellissimo e terrificante episodio 5 di Scott Derrickson, che univa thriller e horror) e che anche quando i nostri Cenobiti entravano all’ultimo momento a calci in culo su soggetti pensati per altro (Deader del 2005), qualcosa di dignitoso comunque usciva sempre fuori. Poi improvvisamente è arrivato Hellraiser: Hellworld (2005), ambientato nel mondo di Internet e qualcosa si è definitivamente rotto anche per i più ben disposti. Barker non ne volle più avere nulla a che fare manco alla lontana e, come già detto, pure Bradley (volto storico di Pinhead), un po’ per dignità e un po’ per questioni anagrafiche, si fa indietro. Sembrava tutto finito per sempre, ma c’è un brand da rinnovare prima che qualcuno lo scippi comprandone i diritti a due lire ed è così che qualche anno fa esce Revelations (2011), ad oggi il più povero, brutto e improponibile dei capitoli. Un film fatto di fretta, nato sbagliato, girato con un budget veramente miserabile, capace di gettare nello sconforto tutti quanti. E’ così che, viste le premesse e la lunghissima gestazione, Judgment era atteso non dico con “fiducia”, ma almeno con la certezza che fare peggio dei predecessori sarebbe stata opera alquanto ardua. Ed è incredibile come invece questa decima pellicola si spinga oltre ogni dimensione e concetto solo immaginabile di miseria e follia: la fatica dell’effettista Gary J. Tunnicliffe però, probabilmente in modo inconsapevole, gioca a realizzare il cappottone totale ed è così folle, delirante, “disgustoso”, senza senso che, con la giusta compagnia, sfiora il capolavoro totale.

Si abbandonano i tediosi e inverecondi tentativi di found footage del precedente e si tenta una sorta di mix di thriller estremo/demoniaco (tipo il quinto capitolo) e suggestioni moralistico-punitive da tardo Saw. Come da cappello introduttivo, qui l’Inferno è una fetecchia di casa dove la gente bussa e subisce una sorta di sgangherato processo, mentre Pinhead è seduto su un trono di cartone che guarda un muro. Nel frattempo TRE detective (tre, mica uno … e due sono pure fratelli) stanno indagando su un killer allucinante che cuce cani dentro i corpi delle vittime, fa salassi e quant’altro (il tutto in nome di Dio ovviamente) arrivando a incrociare le loro strade con quella casina demoniaca isolata sita in via Ludovico (giuro). Tutto qui. Hellraiser Judgment spinge il pedale su varie splattate (il sangue non manca, così come qualche schifezza esagerata assolutamente nonsense), su qualche cameo “storico” incredibile (il Chatterer), che qualche fan potrebbe sempre apprezzare, ma sopratutto tenta in modo assolutamente scellerato di inventarsi qualcosa di nuovo (cosa mai disprezzabile) e ha il gran pregio di non fermarsi davanti a nulla. Ma davvero a niente, tanto che a un certo momento tutto è possibile: addirittura nella seconda parte tira in mezzo gli Angeli scacciati dall’Eden (e rappresentati da una tizia vestita di bianco che manco nei porno-video di Playboy anni ’90) e arriva a un finalissimo che spinge a tornare indietro per quanto è incredibile.

E le new entry demoniache? Da segnalare sicuramente Tunnicliffe, che si ritaglia il ruolo più riuscito e logorroico del film nella parte di questo nuovo Cenobita con gli occhialini chiamato “l’Auditore”, che raccoglie deposizione e fa battutine riciclate (“Dio? No, stessa città, ma CAP differenti”); il povero Pinhead (che a una certa viene chiamato proprio così, una roba incredibile), trova una nuova incarnazione in Paul T. Taylor, leggermente migliore del primo sostituto ma che ha il carisma di un termosifone e nel ruolo incredibile de “L’Assessore”, il ciccione che mangia carta condita di lacrime di bimbi, c’è il regista dei tre Feast John Gulager. Ah si, c’è anche un cameo di Heather Lagenkamp, ma vi giuro che manco l’ho riconosciuta. Alla fine dei giochi le conclusioni a cui si può arrivare sono due e sta a voi la scelta: se in qualche disperato modo siete fan integralisti di Barker e sperate di ritrovare una dignità ormai persa a una serie che fece del sadomasochismo, della visionarità e della sofferenza la sua arma migliore, lasciate pure stare subito e fate finta che questo decimo capitolo non esista. Se invece siete di bocca buona, avete messo una pietra sopra a ogni possibile “sogno” e siete di mentalità abbastanza, diciamo, “aperta” e pronti a mettere la tara su tantissime cose, questo Judgment andrà giù che è una meraviglia tra risate involontarie, splattate generose e scene “WTF?!!?” clamorose. Parliamoci chiaramente: Hellraiser: Judgment è brutto. Tanto Brutto. Però io sono un devoto di Barker e un grandissimo fan della saga, ma se proprio dovessi scegliere mi ritrovo nel secondo “gruppo” e lo so solo io quanto cazzo mi vergogno ad ammettere di essermi divertito come un matto …

Di seguito il trailer originale di Hellraiser: Judgment, disponibile in Blu-Ray, DVD, Digital HD e on-demand dal 13 febbraio:

bruce lee e sharon tate set
Horror & Thriller

Dossier | Bruce Lee e il suo coinvolgimento nell’omicidio di Sharon Tate

di Redazione Il Cineocchio

Ripercorriamo l'incredibile vicenda che portò il 'piccolo drago' ad essere sospettato per qualche tempo da Roman Polanski dell'assassinio della moglie e dei suoi amici

Leggi
THREE IDENTICAL STRANGERS documentario
Horror & Thriller

Three Identical Strangers | Recensione del documentario shock di Tim Wardle

di William Maga

Il regista ripercorre uno dei casi di cronaca USA più clamorosi degli anni '80, che dietro alla patina da 'favola Disney' celava inimmaginabili segreti con ripercussioni tragiche per gli interessati

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Cut Off, thriller tedesco tra autopsie, serial killer e messaggi cifrati

di Redazione Il Cineocchio

Il regista tedesco Christian Alvart torna sulle scene con l'adattamento dell'omonimo bestseller di Sebastian Fitzek e Michael Tsokos

Leggi
Slaughterhouse Rulez (2018) - 2
Horror & Thriller

Slaughterhouse Rulez | Recensione della horror comedy con Simon Pegg e Nick Frost

di Sabrina Crivelli

A 6 anni dall'esordio, il londinese Crispian Mills torna dietro alla mdp per un film grottesco e dal cast eccezionale (ci sono anche Margot Robbie e Michael Sheen), che abilmente unisce satira, mostri e gore

Leggi
helen hunt i see you film
Horror & Thriller

I See You | La recensione del thriller con Helen Hunt (SXSW 2019)

di Sabrina Crivelli

Il regista inglese Adam Randall torna sulle scene con un thriller psicologico dai molteplici colpi di scena e dalla sceneggiatura a incastro, che ribalta costantemente le aspettative del pubblico

Leggi
Kyra Sedgwick, Jeffrey Donovan, Bill Skarsgård, e Maika Monroe in Villains (2019)
Horror & Thriller

Villains | La recensione del film con Bill Skarsgård e Maika Monroe (SXSW 2019)

di Sabrina Crivelli

I registi - e sceneggiatori - Dan Berk e Robert Olsen tornano sulle scene con una dark comedy bizzarra dal registro incerto, che diverte ma non spaventa

Leggi
limbo film Soi Cheang
Horror & Thriller

Trailer per Limbo di Soi Cheang: c’è un serial killer a piede libero a Hong Kong

di Redazione Il Cineocchio

A oltre 10 anni da Dog Bite Dog, il regista torna al thriller più cupo affidandosi all'esperienza e al carisma di Gordon Lam

Leggi
pet e antisocial blu-ray
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Pet + Antisocial 1 e 2

di Redazione Il Cineocchio

Esaminiamo da vicino le edizioni italiane del thriller con Dominic Monaghan e dei due horror epidemici diretti da Cody Calahan

Leggi
c'era una volta a hollywood tarantino film
Horror & Thriller

Trailer per C’era una volta a Hollywood: interviste, Charles Manson e Bruce Lee!

di Redazione Il Cineocchio

Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie tra i protagonisti del crime thriller di Quentin Tarantino, che ricostruisce gli ultimi momenti dell'età dell'oro della Los Angeles di fine anni '60

Leggi
red 11 film robert rodriguez
Horror & Thriller

Red 11 | La recensione del film horror di Robert Rodriguez (SXSW 2019)

di Alessandro Gamma

Dopo i fasti di Alita, il regista texano torna alle origini con un mini-film costato solo 7.000 dollari e girato in 14 giorni, bigino di cinema indipendente creativo che si rivolge ai giovani filmmaker

Leggi
una preghiera prima dell'alba + red blu-ray
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Una preghiera prima dell’alba + Red (2008)

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del biopic drammatico carcerario di Jean-Stéphane Sauvaire e del revenge thriller che adatta l'omonimo romanzo di Jack Ketchum

Leggi
Body At Brighton Rock film
Horror & Thriller

Il trailer di Body at Brighton Rock ci fa perdere nei boschi, tra cadaveri e orsi

di Redazione Il Cineocchio

La regista Roxanne Benjamin torna sulle scene con un survival thriller boschivo che vede protagonista Karina Fontes

Leggi
black summer serie netflix
Horror & Thriller

Trailer per Black Summer: Jaime King contro gli zombie nella serie prequel di Z-Nation

di Redazione Il Cineocchio

Karl Schaefer e John Hyams riportano in qualche modo in vita su Netflix lo show cancellato nel 2018, apparentemente virando molto di tono

Leggi
La Llorona - Le lacrime del male
Horror & Thriller

La Llorona – Le Lacrime del Male | La recensione del film (SXSW 2019)

di Sabrina Crivelli

Michael Chaves debutta al lungometraggio con l'ennesimo spin-off di The Conjuring, variazione minima su stilemi collaudatissimi che annienta il potenziale della leggenda alla sua base

Leggi
Le terrificanti avventure di Sabrina - Parte 2 serie netflix
Horror & Thriller

Le terrificanti avventure di Sabrina – Parte 2: full trailer, più sexy, più horror

di Redazione Il Cineocchio

Nella seconda stagione della serie originale di Netflix, la protagonista Kiernan Shipka promette una dose maggiore di momenti al sangue e intermezzi adolescenziali piccanti

Leggi
Likemeback

Likemeback

T. originale: Likemeback

Data di uscita: 28-03-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Border - Creature di confine

Border - Creature di confine

T. originale: Gräns

Data di uscita: 28-03-2019

Voto medio: 6 su 79 voti
Fratelli nemici

Fratelli nemici

T. originale: Frères Ennemis

Data di uscita: 28-03-2019

Voto medio: 6 su 28 voti
Una Giusta Causa

Una Giusta Causa

T. originale: On the Basis of Sex

Data di uscita: 28-03-2019

Voto medio: 7 su 82 voti
Dumbo

Dumbo

T. originale: Dumbo

Data di uscita: 28-03-2019

Voto medio: 4 su 10 voti
My Hero Academia the Movie: The Two Heroes

My Hero Academia the Movie: The Two Heroes

T. originale: 僕のヒーローアカデミア THE MOVIE ~2人の英雄

Data di uscita: 23-03-2019

Voto medio: 8 su 81 voti
Captive State

Captive State

T. originale: Captive State

Data di uscita: 23-03-2019

Voto medio: 4 su 25 voti
La notte è piccola per noi

La notte è piccola per noi

T. originale: La notte è piccola per noi

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Ed è subito sera

Ed è subito sera

T. originale: Ed è subito sera

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Scappo a casa

Scappo a casa

T. originale: Scappo a casa

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 4 su 7 voti
L'Eroe

L'Eroe

T. originale: L'eroe

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 8 su 1 voti
Dafne

Dafne

T. originale: Dafne

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 7 su 1 voti
Ricordi?

Ricordi?

T. originale: Ricordi?

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 9 su 4 voti
The Prodigy - Il figlio del male

The Prodigy - Il figlio del male

T. originale: The Prodigy

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 6 su 41 voti
A un metro da te

A un metro da te

T. originale: Five Feet Apart

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 8 su 53 voti
Instant Family

Instant Family

T. originale: Instant Family

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 7 su 465 voti
Peppermint - L'angelo della vendetta

Peppermint - L'angelo della vendetta

T. originale: Peppermint

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 6 su 558 voti

RECENSIONE

Il venerabile W.

Il venerabile W.

T. originale: Le vénérable W.

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 5 su 14 voti
Un viaggio indimenticabile

Un viaggio indimenticabile

T. originale: Head Full of Honey

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 7 su 4 voti
La conseguenza

La conseguenza

T. originale: The Aftermath

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 4 su 8 voti
Il professore e il pazzo

Il professore e il pazzo

T. originale: The Professor and the Madman

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 7 su 13 voti
Peterloo

Peterloo

T. originale: Peterloo

Data di uscita: 21-03-2019

Voto medio: 7 su 10 voti
Momenti di trascurabile felicità

Momenti di trascurabile felicità

T. originale: Momenti di trascurabile felicità

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 6 su 19 voti
Escape Room

Escape Room

T. originale: Escape Room

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 6 su 516 voti

RECENSIONE

Sofia

Sofia

T. originale: Sofia

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 6 su 6 voti
Un viaggio a quattro zampe

Un viaggio a quattro zampe

T. originale: A Dog's Way Home

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 6 su 52 voti
Boy Erased - Vite Cancellate

Boy Erased - Vite Cancellate

T. originale: Boy Erased

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 7 su 267 voti
Il coraggio della verità - The Hate U Give

Il coraggio della verità - The Hate U Give

T. originale: The Hate U Give

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 8 su 449 voti
La Promessa dell'Alba

La Promessa dell'Alba

T. originale: La Promesse de l'aube

Data di uscita: 14-03-2019

Voto medio: 7 su 225 voti