Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Nerve di Henry Joost e Ariel Schulman

7/10 su 4913 voti. Titolo originale: Nerve, uscita: 27-06-2016. Budget: $19,000,000. Regista: Ariel Schulman.

[recensione] Nerve di Henry Joost e Ariel Schulman

22/12/2016 recensione film di Sabrina Crivelli

Una buona idea sprecata per l'ennesimo teen horror movie in cui c'è più romance che sangue

Nerve di Henry Joost e Ariel Schulman attrae inizialmente con un’idea promettente (non si tratta di una sceneggiatura originale, ma dell’adattato dall’omonimo libro di Jeanne Ryan), quella di un gioco di gruppo online interattivo i cui partecipanti sono sfidati a compiere delle azioni sempre più estreme, fino a lasciare solo due giocatori che si sfidano per un milione di dollari, il concept certo lascia la possibilità di percorrere mille strade. Purtroppo, però, (forse meglio che nell’originale libresco, molto più petulante) sebbene il ritmo sia mantenuto alto fino a tre quarti dello sviluppo, l’ultima sezione, quella in cui le premesse avrebbero potuto concretizzarsi in sequenze decisamente intense, si sgonfia come un soufflé riuscito male, tra dialoghi moraleggianti davanti alle folle e un finale loffio, che finisce per relegarlo al teen movie fin troppo buonista.

roberts franco nerveCerto, prestando attenzione, il tessuto filmico, come i dialoghi, sono disseminati di indizi di un tale approccio, ma alcuni presupposti ci inducono via via a pensare che potrebbe prendere una strada più truce, più “adulta”, speranza vana, non v’è dubbio. Anzitutto la narrazione è incentrata su Vee (la Emma Roberts di Scream Queens), timida studentessa un po’ repressa e abituata a fare da spalla a Sydney (Emily Meade) amica decisamente più spavalda, solita compiere gesti eccentrici e un po’ scriteriati, mentre l’altra sta nella sua ombra. Sin da subito dunque la prospettiva adolescenziale è chiara: ci sono i più popolari, c’è la protagonista schiva, un c’è l’invaghimento fanciullesco per il giocatore di football, insomma gli ingredienti di 90210 al completo… Tuttavia il preambolo dura poco, è solo un breve cappelletto introduttivo per condurci al centro del gioco, di Nerve: dopo un rifiuto da parte del suo bello, Vee stufa del suo ruolo ancillare decide di cambiare, di diventare per qualche ora avventata e si iscrive come player, giocatrice, stufa di osservare gli altri che si divertono. Controparte invece sono i “watcher”, gli spettatori, coloro che seguendo i vari partecipanti attivi Con l’amico Tommy (Miles Heizer) palesemente innamorato di lei, si dirige dunque in locale di provincia. Lì si cimenta nella prima “dare you”, la prima prova che consiste nel baciare uno sconosciuto, Ian (Dave Franco), il quale, caso vuole, non solo allo stesso modo ha preso parte a Nerve, ma è pure piuttosto belloccio. Ebbene, il pubblico di internet pare apprezzare la subitanea chimica instaurata tra i due e li destina a diverse “missioni” insieme, un giro in moto, poi il provare vestiti costosi in un centro commerciale e uscirne mezzi nudi, dopo che dal camerino altri hanno sottratto i loro, in un crescendo le azioni richieste sono sempre più compromettenti, fino a divenire addirittura pericolose, potenzialmente letali. Quando la novella coppietta viene poi sfidata a una corsa in moto alla cieca, sembrerebbe proprio che la storia si faccia interessante e il misterioso bello sempre meno limpido: Tommy navigando in deep internet scopre che Ian si è già cimentato nel gioco l’anno precedente; d’altro canto quest’ultimo è troppo carino per essere vero, cosa meglio dell’uomo perfetto per incarnare un maniaco psicopatico? Chi è avvezzo all’horror pensa subito ad un perfido manipolatore faccia d’angelo, si pregustando un’evoluzione slasher e il più truce possibile, ma per suo sommo rammarico rimarrà oltremodo deluso. Non c’è nessun twist, solo un passato strappa lacrime mal descritto ad un certo punto e una causa per cui agisce in maniera non proprio impeccabile, perfino quando la nostra protagonista le mostra una banalissima foto sul cellulare da lei scattata dell’amica vezzosa e quello dice che è bella la foto, non la ragazza, noi ci aspetteremmo che sia solo un modo per farla cadere nella sua trappola, ma no… ci crede davvero!

Inerve-libro-ryanl tono iniziale purtroppo non è smentito dalla esplosione tanto attesa di violenza finale, tra una bravata e un bacio tra adolescenti, il massimo a cui assistiamo è una camminata su una scala sospesa tra due edifici, in cui la nostra Cinderella mostra gli attributi e batte l’amica, scornata in spavalderia, a cui segue una lite adolescenzial-demenziale in uno scoppio di acredini, ovviamente risolte a distanza di una manciata di fotogrammi. Ennesimo prodotto destinato a un pubblico liceale o poco più, forse un po’ più originale e a tratti meglio congegnato, abbiamo un approccio orientato alla sincresi con i nuovi media affine a Friend Request – La morte ha il tuo profilo di Simon Verhoeven, o a Unfriended di Leo Gabriadze e simili: si susseguono inquadrature con schermi di pc mentre il personaggio naviga o chatta, riferimenti plurimi alla propria pagina di Facebook come custode dei più intimi segreti del soggetto, continue nozioni informatiche abbozzate in maniera piuttosto superficiale – giusto solo per portare avanti la trama -, nonché SMS sovraimpressi sul fotogramma per palesar lo scambio mediatico tra Vee e Sydney. Infine, un po’ come nell’episodio di Black Mirror Hated in the Nation, viene affrontata l’attualissima problematica della deresponsabilizzazione del popolo senza volto che opera su internet. La riflessione, piuttosto banalizzata, in questo caso suggerisce che la combinazione tra esibizionismo dei giocatori e voyeurismo degli spettatori possa portare a estreme conseguenze, se non controllata a dovere, nel film come nel mondo reale, la rete porta a infrangere ogni confine per appagare la nostra fame di eventi sempre più shoccanti, perfino i media convenzionali ormai soccombono a tale iter di spettacolarizzazione (si pensi solo al decisamente più acuto Lo Sciacallo – Nightcrawler di Dan Gilroy). Alla mancanza di limiti, “l’unica regola di Nerve è che non potete mai parlare di Nerve” (vi ricorda qualcosa…), si accompagna l’anonimato di chi osserva e vota, nessuno ha un’identità per cui nessuno è colpevole; il concetto, se non ci fosse chiaro, è esposto in una petulante tirata finale moraleggiante di Vee, alternato ad eroiche dichiarazioni del cavalleresco Ian, a cui seguono votazione finale e punizione ovvia del misfatto, in un approccio educativo che mal si accompagna ad un horror che si rispetti. A questo punto, però, abbiamo perso ogni speranza nella carneficina tanto attesa e siamo, sconsolati, ormai passati alla fase dell’accettazione.

Ennesima occasione e idea sprecata, il film (come il libro da cui è tratto d’altronde) si limita purtroppo a ripetere quello schema scialbo alla Twilight con donzella fragile e bello e tenebroso disposto a qualsiasi cosa per proteggerla, in conclusione da romanzetto horror romantico young adult da cui hanno deciso di adattare una pellicola altrettanto banale e pateticheggiante.

Di seguito il trailer italiano:

Dave Franco
Emma Roberts
Juliette Lewis
Kimiko Glenn
Emily Meade
Samira Wiley
Miles Heizer
Marc John Jefferies
Machine Gun Kelly
Brian Marc
io sono leggenda matheson libro
Horror & Thriller

Riflessione | Richard Matheson e Io Sono Leggenda: la fascinazione dell’umanità per la pandemia

di Redazione Il Cineocchio

Sessantacinque anni fa, nel 1954, veniva dato alle stampe il romanzo fanta-horror che avrebbe dato vita a svariati lungometraggi, confermando nel tempo la sua assoluta attualità. Ma l'atavica paura là descritta è ricorrente nel corso della Storia

Leggi
train to busan film
Horror & Thriller

Peninsula: concept art e trama per il sequel di Train to Busan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il clamoroso successo nel 2016, il regista sudcoreano Yeon Sang-ho promette un film più disperato e feroce

Leggi
the outsider serie 2020 hbo Ben Mendelsohn
Horror & Thriller

Full trailer per The Outsider, serie HBO che adatta ‘benissimo’ il romanzo (secondo Stephen King)

di Redazione Il Cineocchio

Ben Mendelsohn e Jason Bateman guidano il cast dell'adattamento TV del recentissimo romanzo poliziesco / soprannaturale del prolifico scrittore del Maine

Leggi
Horror & Thriller

Dark Skies – Oscure Presenze | La recensione del film di Scott Stewart

di Francesco Chello

Josh Hamilton e Keri Russell sono i protagonisti di un prodotto dal budget contenuto ma ben orchestrato e teso, che mescola sapientemente angosce terrene e classico schema da fanta-horror

Leggi
Damballa Bond The Chucky Effect
Horror & Thriller

La Bambola Assassina: The Last Christmas Story e Damballa Bond sono i corti approvati da Don Mancini

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista messicano Rod Schneider dietro alla duplice lettera d'amore per la saga slasher nata nel 1988

Leggi
locke and key fumetto
Horror & Thriller

Locke and Key: poster, cast e data di uscita per la serie Netflix tratta dal fumetto di Joe Hill

di Redazione Il Cineocchio

C'è Carlton Cuse alla guida dell'adattamento in live action con protagonisti Darby Stanchfield e Jackson Robert Scott

Leggi
messiah serie netflix 2020
Horror & Thriller

Trailer per Messiah (serie Netflix): Michelle Monaghan alle prese con il nuovo Salvatore dell’umanità

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice dovrà capire se Mehdi Dehbi è davvero il figlio di Dio o un impostore nello show originale diretto da James McTeigue e Kate Woods

Leggi
blu profondo film 1999
Horror & Thriller

Recensione story | Blu Profondo di Renny Harlin

di William Maga

Nel 1999 arrivava nei cinema il film con Samuel L. Jackson e Thomas Jane, uno shark movie teso e cattivo sottovalutato ai tempi, ma capace di guadagnarsi un poso d'onore nel genere

Leggi
Horror & Thriller

Swamp Thing (stagione 1) | La recensione della serie DC Universe con Crystal Reed

di William Maga

Lo show originale con Virginia Madsen e Will Patton è un prodotto anomalo ed esaltante, capace di mescolare abilmente body horror e atmosfere da romanzo Southern Gothic, e parimenti avvilente, data la prematura cancellazione e un finale aperto

Leggi
gli uccelli film set 1963
Horror & Thriller

Dossier | Tippi Hedren e l’esperienza da incubo in Gli Uccelli di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1999, la protagonista ricordava la complessa lavorazione del thriller e il rapporto non proprio facile col regista sul set

Leggi
polaroid + midsommar + welcome home + isabelle bluray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Midsommar (versione estesa) + Polaroid + Welcome Home + Isabelle – L’ultima evocazione

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del folk horror di Ari Aster, dell'horror di Lars Klevberg, del thriller erotico con Aaron Paul ed Emily Ratajkowski e del film demoniaco con Adam Brody

Leggi
Daniel Craig and Ana de Armas in Knives Out (2019)
Horror & Thriller

Cena con Delitto – Knives Out | Recensione del film di Rian Johnson con Daniel Craig

di William Maga

Il regista reinventa il classico whodunnit, innestando in un impianto ben noto umorismo, colpi di scena e un inaspettato commento sulla situazione sociopolitica americana contemporanea

Leggi
Horror & Thriller

Cane mangia cane | Recensione del film di Paul Schrader con Nicolas Cage

di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Leggi
Daniel Isn’t Real film Adam Egypt Mortimer
Horror & Thriller

Daniel Isn’t Real | Recensione del film di Adam Egypt Mortimer con Patrick Schwarzenegger

di William Maga

Il regista torna sulle scene con un horror piscologico ipnoticamente inebriante, che affronta il classico tema del 'doppio' attraverso una vivida realizzazione visiva e sonora

Leggi
Roddy McDowall in Classe 1984 (1982)
Horror & Thriller

Riflessione | Classe 1984 di Mark L. Lester: apologia della violenza o monito sulla crisi della società?

di William Maga

Nel 1982, arrivava nei cinema il controverso film, profetica rappresentazione dell'America del vicino futuro, scatenando un putiferio di polemiche. Riscopriamo gli intenti e il messaggio forte dietro alla sua realizzazione, attraverso le parole del regista

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019

Midway

Midway

27-11-2019

RECENSIONE

Frozen II - Il segreto di Arendelle

Frozen II - Il segreto di Arendelle

27-11-2019