Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione] OMG, I’m a Robot! di Tal Goldberg e Gal Zelezniak

6/10 su 3 voti. Titolo originale: אני לא מאמין, אני רובוט!, uscita: 06-08-2015. Regista: Gal Zelezniak.

[recensione] OMG, I’m a Robot! di Tal Goldberg e Gal Zelezniak

18/01/2017 di Sabrina Crivelli

La pellicola d'esordio del duo israeliano proietta lo spettatore in una parodia sci-fi nostalgica del mondo dei robot, divertendo con spassose trovate comico-demenziali

Il nostalgico gusto dei millennials ha influenzato, negli ultimi anni, parecchio l’estetica filmica, non è certo un mistero. Dalla serie evento Stranger Things a Turbo Kid, quella fascinosa patina sci-fi molto 80s, nelle sue più svariate declinazioni, ha invaso il piccolo come il grande schermo, soddisfacendo così la voracità di quel pubblico che a tal periodo era ancorato da reminiscenze infantili. Moda applicabile ad ogni lido del globo terracqueo, non fa eccezione la cinematografia israeliana, che ci regala un piccolo e inventivo lusus, OMG, I’m a Robot! di Tal Goldberg e Gal Zelezniak, film indipendente che a un budget limitato contrappone a contromisura una fervida creatività e strizza l’occhio con ironia ad alcuni cult che noi tutti amiamo.

OMG I'm a robot posterAnzitutto, come il titolo fa presagire, il tema trattato è il mondo dei robot, con immediato richiamo a una serie di modelli celebri. Nella fattispecie si tratta delle peripezie di un giovane e sensibile nerd, Danny Bernstein (Yotam Ishay), che lavora in una posizione non ben chiarita in una società specializzata in sviluppo di nuove tecnologie, la hi-tech che, tra i diversi prototipi sviluppati si occupa di armamenti, come lascia intendere il breve e pirotecnico epilogo in cui quello che scopriremo essere il Presidente dell’azienda ci mostra la “arma definitiva”, una sorta di pistola fotonica che polverizza il bersaglio. Dunque lo sfortunato protagonista, sovente vessato dai bulli, è lasciato d’improvviso dalla bella fidanzata  Noa (Hili Yalon), per la sua troppo prorompente emotività, ma l’afflitto innamorato non si da per vinto e continua a cercarla per mesi, otto per essere precisi, senza avere risposta, finché giunge il momento di momento del riscatto. Ormai in totale crisi depressiva lo sventurato opta per il suicidio, un senechiano taglio delle vene, ma al momento in cui procede con il gesto estremo scopre che dietro l’epiderma si cela uno scheletro di metallo!

Sequenza citazionista, immediatamente viene in mente quell’iconico passaggio di Terminator 2 – Il giorno del giudizio (Terminator 2: Judgment Day) in cui Arnold Schwarzenegger mostrava la sua anima in metallo al giovane e incredulo John Connor (Edward Furlong), con cui OMG, I’m a Robot! instaura così un rapporto di parodiata filiazione. Non solo, avvicinandoci all’epilogo, del medesimo modello viene ripreso quel memorabile occhio rosso, che dalla scorza antropomorfa spunta una volta che viene lesa la superficie, rivelando un nucleo non umano.

Come il visionario I’m a Cyborg, But That’s OK (Cyborgjiman gwaenchanh-a) di Park Chan-wook, anche in questo caso abbiamo quindi un eroe in parte meccanizzato che si cimenta in rocambolesche avventure sviluppate in maniera sempre più surreale. Tuttavia, rispetto all’opera sovracitata del regista della trilogia della vendetta, quivi la componente assurda è tenuta più sottocontrollo e sostituita da un lato più eminentemente comedy romanticheggiante, delineando un personaggio vicino a quelli intepretati da Ben Stiller, alla Tutti pazzi per Mary (There’s Something About Mary). Nello specifico, dopo una breve euforia dovuta alla scoperta della sua natura sovrumana a suon di serate un discoteca e sveltine, il ricordo della fidanzata torna a dolere, e Danny decide di usare la sua nuova e decisamente cool condizione per riconquistar la sua diletta, quando scopre che è stata rapita. Da questo punto inizia una grottesca e ilarizzante Rescue Mission perpetrata da un imbranato e occhialuto supereroe, che lancia un letale raggio fotonico blu alla Iron Man, che ha come mascotte una versione rimaneggiata e antiquata di R2-D2 e si batte con dei temibili Robot Ninja, che al posto della testa hanno incappucciati schermi ovoidali con sopra un evocativo punto esclamativo, per giungere infine al villain di turno, il quale si trincera in una sorta di esoscheletro, che rimanda a un mix tra un Transformer ed un Enforcement Droid 209 (che trae spunto ancora una volta dai classici anni ’80, ossia da Robocop).

OMG, I'm a Robot?! 2Se sono indubbie inventività e coerenza nel rimaneggiamento di un precedente bacino visivo, per completezza è necessario citare altresì la discesa in un insolito cunicolo delimitato da neon che ricorda fortemente Tron di Steven Lisberger, meno coeso e lineare è lo sviluppo, la trama stessa, che pare più tesa a fornire uno spunto per un’avventura nel rimpianto e idilliaco emisfero iconico passato, che a delineare una sensata storia con un inizio e un epilogo. Le motivazioni, gli sviluppi psicologici e le azioni dei personaggi stessi rispondono il più delle volte a un non-sense che esula dal comico e approda nel paradosso: senza andare troppo a fondo per evitare eccessivi spoiler, in sequenza assistiamo a un pargolo concepito da una donna e un robot che dovrebbe essere gettato nello spazio come mente di un satellite a difesa di un russo con manie di persecuzione… Insomma, le incursioni nell’assurdo non mancano e non si sprecano le spiegazioni.

Appurato questo, se le quisquilie in termini di diegesi non vi tangono, al comparto visivo, già incensato, si aggiunge l’irresistibile humor un po’ dark, un po’ demenziale di cui è intriso il copione di OMG, I’m a Robot! (scritto sempre da Goldberg e Zelezniak), nonché una buona verve comica di Ishay, a cui si aggiunge un’ottima spalla Tzahi Grad, che quivi incarna il peculiare presidente della Hi Tech in piena crisi matrimoniale. Seppure meno riuscite infine siano le performance dei due antagonisti, un’inespressiva femme fatale e un ingegnere russo dalle mire non proprio chiarissime, nel complesso il film di Goldberg e Zelezniak diverte e intrattiene, rappresentando un’ottima prima prova dei due registi esordienti.

Yotam Ishay
Hili Yalon
Tzahi Grad
Dror Keren
Rob Schneider
Nelly Tagar
io film netflix Anthony Mackie
Sci-Fi & Fantasy

IO | la recensione del film sci-fi di Netflix con Anthony Mackie e Margaret Qualley

di William Maga

Il regista Jonathan Helpert consegna un altro tipico prodotto medio originale della piattaforma streaming, forte di una premessa derivativa ma intrigante e di una sceneggiatura ambiziosa ma vacua

Leggi
Romain Duris in Dans la brume (2018) film a breath away
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer di A breath away, Olga Kurylenko è in balìa della mortale nebbia parigina

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ucraina passa al fanta-horror al fianco di Romain Duris nel film diretto da Daniel Roby, che dopo un anno verrà finalmente distribuito fuori dalla Francia

Leggi
the wandering earth film
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer di The Wandering Earth, l’umanità scappa dal sistema solare al collasso

di Redazione Il Cineocchio

La superstar Wu Jing è il protagonista del colossal cinese sci-fi da 48 milioni di dollari diretto dal regista Frant Gwo

Leggi
Keanu Reeves in Replicas (2018)
Sci-Fi & Fantasy

Replicas | La recensione del film sci-fi con Keanu Reeves

di William Maga

Jeffrey Nachmanoff si appoggia a una CGI misera per trattare svogliatamente e senza l'adeguata profondità tematiche interessanti ma inflazionate, aggiungendoci un tocco action non necessario

Leggi
ghostbusters 3 film ecto-1
Sci-Fi & Fantasy

Ghostbusters 3: il teaser trailer rivela una Ecto-1 impolverata

di Redazione Il Cineocchio

"Ventiquattr'ore al giorno, festivi non esclusi; il lavoro non ci spaventa, il conto non vi spaventa!"

Leggi
mia goth high life film
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer di High Life, l’oblio attende Robert Pattinson e Mia Goth nello spazio profondo

di Redazione Il Cineocchio

Nel film di fantascienza - e primo in lingua inglese - della regista Claire Denis troviamo anche Juliette Binoche

Leggi
ghostbusters film
Sci-Fi & Fantasy

Jason Reitman: “Ho in mano le chiavi di Ghostbusters 3; uscita nel 2020”

di Redazione Il Cineocchio

Il figlio di Ivan - regista dei primi due storici capitoli - ha avuto il via libera dalla Sony per rilanciare la saga degli Acchiappafantasmi in grande stile

Leggi
il trono di spade 8 stark
Sci-Fi & Fantasy

Il Trono di Spade 8: teaser con gli Stark e data di debutto della stagione finale

di Redazione Il Cineocchio

Kit Harington, Sophie Turner e Maisie Williams impugnano le spade per affrontare il gelido inverno che sta per abbattersi su di loro

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Godzilla: Mangiapianeti | La recensione del film animato di Netflix

di William Maga

Il terzo film chiude con un gemito - piuttosto che con un ruggito - la trilogia animata di Netflix, in un profluvio di ciance para-religiose senza mordente (e senza Re dei Mostri ...)

Leggi
Memory The Origins Of Alien documentario
Sci-Fi & Fantasy

Alexandre O. Philippe su Memory: The Origins Of Alien: “Scava nella mitologia; materiale inedito di Dan O’Bannon”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del documentario promette un approccio inedito e spiazzante al film di Ridley Scott del 1979, corredato da immagini e racconti mai visti o sentiti

Leggi
weird city webserie rosario dawson
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per la serie web Weird City; Mark Hamill e Rosario Dawson tra sci-fi e satira feroce

di Redazione Il Cineocchio

Nello show antologico creato per YouTube Originals da Jordan Peele e Charlie Sanders ci sono anche Dylan O'Brien, Michael Cera, LeVar Burton, Awkwafina e Gillian Jacobs

Leggi
Natasha Lyonne russian doll serie
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer della serie Russian Doll, Natasha Lyonne muore in loop e si deprime

di Redazione Il Cineocchio

La protagonista è anche tra le creatrici dello show originale di Netflix, che prova a dare una svolta dark e sarcasticamente drammatica a un espediente piuttosto abusato negli ultimi tempi al cinema

Leggi
Margaret Qualley IO film netflix
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per IO, sci-fi di Netflix con Margaret Qualley e Anthony Mackie sulla Terra abbandonata

di Redazione Il Cineocchio

Il regista Jonathan Helpert torna sulle scene dopo quattro anni con un lungometraggio ambientato su un pianeta Terra post-catastrofe pronto a essere lasciato anche dagli ultimi rimasti

Leggi
peter weller robocop 1987 set costume
Sci-Fi & Fantasy

RoboCop: un video del 1987 ci mostra la vestizione di Peter Weller

di Redazione Il Cineocchio

Il protagonista del classico firmato da Paul Verhoeven raccontava in presa diretta le non semplici operazioni di applicazione del costume del cyber poliziotto di Detroit

Leggi
la collina dei conigli serie netflix 2018
Sci-Fi & Fantasy

La Collina dei Conigli | La recensione della serie BBC / Netflix

di Sabrina Crivelli

Il nuovo adattamento in 4 parti del fosco romanzo di Richard Adams oscilla tra una narrazione avvincente e piuttosto fedele e un'animazione troppo approssimativa

Leggi
La favorita

La favorita

T. originale: The Favourite

Data di uscita: 24-01-2019

Voto medio: 7 su 197 voti

RECENSIONE

M.I.A. - La cattiva ragazza della musica

M.I.A. - La cattiva ragazza della musica

T. originale: Matangi / Maya / M.I.A.

Data di uscita: 20-01-2019

Voto medio: 8 su 8 voti
L'agenzia dei bugiardi

L'agenzia dei bugiardi

T. originale: L'agenzia dei bugiardi

Data di uscita: 17-01-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mia e il leone bianco

Mia e il leone bianco

T. originale: Mia et le lion blanc

Data di uscita: 17-01-2019

Voto medio: 7 su 33 voti
La Douleur

La Douleur

T. originale: La Douleur

Data di uscita: 17-01-2019

Voto medio: 6 su 41 voti
Maria Regina di Scozia

Maria Regina di Scozia

T. originale: Mary Queen of Scots

Data di uscita: 17-01-2019

Voto medio: 6 su 23 voti
Glass

Glass

T. originale: Glass

Data di uscita: 17-01-2019

Voto medio: 7 su 104 voti

RECENSIONE

Attenti al gorilla

Attenti al gorilla

T. originale: Attenti al gorilla

Data di uscita: 10-01-2019

Voto medio: 5 su 2 voti
Non ci resta che il crimine

Non ci resta che il crimine

T. originale: Non ci resta che il crimine

Data di uscita: 10-01-2019

Voto medio: 6 su 20 voti

RECENSIONE

Una notte di 12 anni

Una notte di 12 anni

T. originale: La noche de 12 años

Data di uscita: 10-01-2019

Voto medio: 8 su 32 voti
City of Lies - L'ora della verità

City of Lies - L'ora della verità

T. originale: City of Lies

Data di uscita: 10-01-2019

Voto medio: 6 su 17 voti
Benvenuti a Marwen

Benvenuti a Marwen

T. originale: Welcome to Marwen

Data di uscita: 10-01-2019

Voto medio: 6 su 82 voti

RECENSIONE