Home » Cinema » Horror & Thriller » Recensione | Siberia di Matthew Ross

4/10 su 159 voti. Titolo originale: Siberia, uscita: 13-07-2018. Regista: Matthew Ross.

Recensione | Siberia di Matthew Ross

24/07/2018 recensione di Sabrina Crivelli

Keanu Reeves è l'algido protagonista di un thriller esistenzialista e profondamente disperato, antitetico per toni e contenuto ai film di John Wick

Film singolare, Siberia di Matthew Ross (Frank & Lola) lascia spaesati per lo sviluppo della narrazione e degli eventi messi in scena, indulgendo in una dilatata sospensione, eppure una strisciante fascinazione ci avvolge mentre esploriamo il vuoto nichilista dei gelidi boschi siberiani e seguiamo l’illogico errabondare di Lucas Hill (Keanu Reeves), algido commerciante di diamanti alle prese con un crudele oligarca russo.

Tutto ruota infatti intorno al suddetto, uomo d’affari americano che si trova a San Pietroburgo per incontrare lo spietato Boris Volkov (Pasha D. Lychnikoff) per una partita di gemme. Tuttavia, Pyotr (Boris Gulyarin), socio di Lucas e colui che all’apparenza sembra essere in possesso della preziosa merce di scambio, è scomparso nel nulla, lasciando il protagonista in una situazione assai pericolosa e Volkov assai indispettito. Ovviamente Lucas parte alla ricerca dell’amico – e soprattutto dei diamanti – nelle sperdute lande siberiane dove abita il fratello dello scomparso per cercare di recuperare le pietre e, magari, di non essere ammazzato nel mentre. Una volta arrivato a destinazione incontra la bella ed enigmatica Katya (Ana Ularu), proprietaria del bar locale con cui ha una fugace e intensa relazione. Gli eventi però degenerano quando il protagonista, incapace di trovare Pyotr o i diamanti, è costretto suo malgrado a tornare da Volkov e una serie di complicazioni rendono ancora più grave una situazione già in bilico.

Certo da Siberia rimarrà deluso chi avesse in mente il Keanu Reeves di John Wick (la nostra recensione del Capitolo 2) e fosse alla ricerca di qualcosa di simile, ovvero un action con molte sparatorie e non troppe riflessioni, che non si prende troppo sul serio. Non lasciatevi dunque trarre in inganno dalla presenza di Stephen Hamel, produttore del primo film della saga sul sicario in cerca di vendetta e autore della storia nel thriller ad alto contenuto drammatico di Matthew Ross, poiché quest’ultimo è decisamente diverso e molto più meditativo, più caustico e intimistico. Pochi sono i momenti di azione pura, soprattutto concentrati nel finale e in qualche breve scazzottata, e assai dissimile è il personaggio incarnato dalla star hollywoodiana che, lungi dall’essere il killer imbattibile che con poche mosse sconfigge ogni avversario, non sempre ha la meglio, anzi … D’altra parte, il tono più serio – e intriso da una buona dose di nichilismo – si percepisce subito, fin da quando Lucas si trova a doversi tirare fuori come può da una serie di circostanze assai sfavorevoli, quasi fosse impelagato in un fattaccio un po’ alla Coen, seppure è assai lontano dalle trame articolatissime e dalla declinazione grottesca e scanzonata che emerge sovente la filmografia dei celebri fratelli.

In Siberia, al contrario, la trama è minimale e l’intrigo, all’inizio vagheggiato, è lasciato in secondo piano come se fosse solo uno spunto per esplorare altro. Strano ibrido, prepondera altresì la vicenda amorosa, dominata di lunghi silenzi, sibillini dialoghi e azioni dalle motivazioni non immediate per molto del minutaggio prendono il sopravvento. Se l’ouverture sembra quindi anticipare un thriller in cui il protagonista va alla ricerca di un socio disperso per recuperare un prodotto di ‘vitale’ importanza, alle premesse non segue ciò che ci si aspetterebbe, bensì un’algida storia d’amore – o forse solo di sesso … – dall’esistenzialismo opprimente, che in diversi passaggi ci fa pensare più a un’indagine emotiva intrisa di decadentismo alla Il Diavolo Probabilmente di Robert Bresson più che a una successione di inseguimenti e colpi di pistola alla John Wick.

Tale peculiare approccio, l’estrema dilatazione, alcuni momenti non finalizzati all’azione, come una surreale caccia all’orso (del tutto immotivata a livello di sviluppo della diegesi) concorrono a delineare una film ermetico, in cui i sentimenti, le passioni, la paura e la rabbia sono espressi con un registro minimalista da personaggi che paiono apatici, o depressi (Keanu Reeves recita del tutto sotto tono, e non è un male), a tratti masochisti (in particolare Katya). Invece di uno spettacolo pirotecnico ed eroico vige un fosco pessimismo cosmico, misto a rassegnazione, che certo non intrattiene allegramente lo spettatore in cerca di leggerezza e che forse porterà al flop commerciale. A caricare ulteriormente questo senso di pesantezza, questo spleen (che ricorda in parte il mood cronenberghiano di A History of Violence), sono alcune sequenze particolarmente torbide e scabrose (non per il gore, ma per concetto), nella fattispecie una in cui Katya e Lucas sono costretti a un agghiacciante ‘compromesso’ per non indispettire il minaccioso Boris Volkov (molti ne potrebbero essere urtati). In ultimo, il finale è repentino e desolante, lasciando basito chi guarda mentre si chiude su un sinistro dettaglio.

Non stupisce che un thriller come Siberia possa quindi suscitare riscontri negativi, è un film difficile e dominato da personaggi che suscitano pochissima empatia, la cui logica non è sempre cristallina e dallo sviluppo non proprio ritmato; eppure c’è un qualche oscuro fascino nichilista nell’insieme.

Di seguito trovate il trailer originale:

Keanu Reeves
Molly Ringwald
Ana Ularu
Aleks Paunovic
Pasha D. Lychnikoff
Veronica Ferres
Eugene Lipinski
Dmitry Chepovetsky
James Gracie
Rafael Petardi
Ashley St. George
Boris Gulyarin
Elliot Lazar
Vladimir Shklyar
Taran Vitt
Mikhail Bogdanov
Kis Yurij
Darren Ross
Vlad Stokanic
Cory Chetyrbok
Alex Kudrytsky
Nazariy Demkowicz
Rayna Esposito
Morgan Holmstrom
Bradley Sawatzky
Ruslan Rusin
Vitali Makarov
Lindsy Baudry
Andrew Degryse
Richard Thomas
Jeff Strome
Anders Strome
Bj Verot
Connor Peterson
Horror & Thriller

Lars Klevberg su La Bambola Assassina: “Ho cambiato un’uccisione per motivi legali”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista del reboot con Aubrey Plaza ha rivelato anche come è nata - casualmente - la citazione diretta di Non Aprite Quella Porta - Parte 2

Leggi
miles teller too old to die young 2019
Horror & Thriller

Too Old to Die Young (ep. 1-10) | La recensione della serie Amazon di Nicolas Winding Refn

di Sabrina Crivelli

Il regista danese firma un'opera radicale, dilatatissima e anti-commerciale, una summa del suo cinema da cui non potrà tornare indietro

Leggi
The Terror Infamy serie AMC
Horror & Thriller

Trailer per The Terror: Infamy, la stagione 2 della serie horror storica introduce i mutaforma

di Redazione Il Cineocchio

Cambio di scenario e di epoca per lo show antologico di AMC, che continuerà però a mescolare storia e soprannaturale; nel cast anche George Takei

Leggi
luz film Tilman Singer
Horror & Thriller

Full trailer per Luz: un tuffo in 16mm nell’horror degli anni ’70

di Redazione Il Cineocchio

Il tedesco Tilman Singer esordisce alla regia con un sentito omaggio alla cinematografia 'di genere' italiana e spagnola

Leggi
the nest il nido film Roberto De Feo
Horror & Thriller

Trailer per The Nest (Il Nido), horror d’esordio di Roberto De Feo

di Redazione Il Cineocchio

Il regista pugliese si è affidato a Francesca Cavallin per il suo mistery thriller famigliare

Leggi
la bambola assassina 2019 film chucky buddi
Horror & Thriller

La Bambola Assassina 2019 | La recensione del reboot di Lars Klevberg

di Alessandro Gamma

Il film con Aubrey Plaza azzera e aggiorna la storica saga slasher secondo quelli che sono i moderni standard hollywoodiani, cercando equilibrio tra il passato e il presente

Leggi
Katie Featherston in Paranormal Activity (2007)
Horror & Thriller

Paranormal Activity 7: Paramount e Blumhouse insieme per il nuovo film

di Redazione Il Cineocchio

Dopo quattro anni di pausa, Hollywood ripesca dal cassetto la fortunatissima saga horror girata in stile falso documentario

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per Scrawl, l’horror svanito nel nulla con Daisy Ridley prima della fama

di Redazione Il Cineocchio

Dopo cinque anni di oblio assoluto, i fan dell'attrice possono finalmente vedere il film diretto da Peter Hearn

Leggi
Sharon Stone in Benedizione Mortale 1981 film
Horror & Thriller

Recensione story | Benedizione Mortale di Wes Craven

di William Maga

Nel 1981 il regista girava un horror rurale atipico e ricco di suggestioni, interpretato da Ernest Borgnine e da una giovanissima Sharon Stone

Leggi
serenity Matthew McConaughey film
Horror & Thriller

Trailer per Serenity – L’isola dell’inganno: Matthew McConaughey è coinvolto in un omicidio in alto mare

di Redazione Il Cineocchio

Steven Knight torna dietro alla mdp per un intricato thriller hitchcockiano in cui troviamo anche Anne Hathaway e Jason Clarke

Leggi
Jim Jarmusch i morti non muoiono set
Horror & Thriller

Jim Jarmusch su I Morti Non Muoiono: “Vi spiego le mie intenzioni, dal tono al messaggio a George Romero”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista parla apertamente della sua zombie comedy, rivelando i motivi delle sue scelte e ribattendo alle critiche sulla scarsa originalità del film

Leggi
amityville horror casa defeo
Horror & Thriller

Casey La Scala: “Giro Amityville 1974, prequel della saga con Ronald DeFeo Jr.”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore presenta l'ennesimo film della saga horror, che proverà a esplorare nuovi territori

Leggi
Ready or Not film 2019 Samara Weaving
Horror & Thriller

Trailer per Ready or Not: il gioco del nascondino è mortale per Samara Weaving

di Redazione Il Cineocchio

Nella dark comedy diretta da Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett ci sono anche Adam Brody e Andie MacDowell

Leggi
I Guerrieri della Palude Silenziosa di Walter Hill
Horror & Thriller

Recensione Story | I Guerrieri della Palude Silenziosa di Walter Hill

di William Maga

Incompreso in patria e uscito con ben due anni di ritardo in Italia, il thriller del 1981 - ancora oggi inedito in home video nel nostro paese - confermava il grande talento del regista e la sua vena caustica

Leggi
Frankenstein Junior 1974 film gene wilder
Horror & Thriller

Dossier | Frankenstein Junior di Mel Brooks: una pioggia di risate lunga 45 anni

di Francesco Chello

Usciva nel 1974 il film con Gene Wilder, Marty Feldman e Peter Boyle, omaggio ai classici di mostri della Universal divenuto a suo volta un classico senza tempo

Leggi
Ma

Ma

27-06-2019

La mia vita con John F. Donovan

La mia vita con John F. Donovan

27-06-2019

Toy Story 4

Toy Story 4

26-06-2019

RECENSIONE

Lucania - Terra Sangue e Magia

Lucania - Terra Sangue e Magia

20-06-2019

Sir - Cenerentola a Mumbai

Sir - Cenerentola a Mumbai

20-06-2019

La prima vacanza non si scorda mai

La prima vacanza non si scorda mai

20-06-2019

Anna

Anna

20-06-2019

Arrivederci professore

Arrivederci professore

20-06-2019

Rapina a Stoccolma

Rapina a Stoccolma

20-06-2019

RECENSIONE

The Elevator

The Elevator

20-06-2019

La bambola assassina

La bambola assassina

19-06-2019

RECENSIONE

Christo - Walking on water

Christo - Walking on water

16-06-2019

Shelter: Addio all'Eden

Shelter: Addio all'Eden

14-06-2019