Home » Cinema » Horror & Thriller » [recensione] Sun Choke di Ben Cresciman

5/10 su 20 voti. Titolo originale: Sun Choke, uscita: 01-10-2015. Regista: Ben Cresciman.

[recensione] Sun Choke di Ben Cresciman

04/02/2017 recensione film di Sabrina Crivelli

Raffinata e straniante incursione nel mondo della follia, la pellicola traghetta lo spettatore all'interno di un'ossessione psicotica

Incubo impalpabile e straziante, Sun Choke di Ben Cresciman tratteggia un universo surreale attraverso uno sguardo distorto, quello della disturbata Janie (Sarah Hagan).

sun_choke_xlgIncentrato sulla routine quotidiana della giovane che, da quanto si può desumere dai dialoghi, ha avuto diversi episodi psicotici, subito ne è descritto il rapporto con la balia e carceriera Irma (Barbara Crampton), che sin dall’infanzia si è presa cura di lei. Lo sviluppo della vicenda è minimale, non è nella storia che risiede la forza del film, ma nella intensa sensazione che nello spettatore suscitano la regia, la fotografia (di Mathew Rudenberg), i dialoghi e le scelte in termini diegetici. Ogni dettaglio è straniante, trasmette un incontrollabile malessere che cresce a ogni fotogramma, eppure che in buona parte del minutaggio non è concretizzato con immagini truci o violente, è qualcosa che si radica più a fondo, vibrazione visiva e sonora ineffabile, come il Diaphason che induce in Jane uno spasmo simile a quello derivante da un elettroshock. Il resto è una routine estenuante, il reiterarsi quasi doloroso per la giovane paziente ogni giorno di esercizi elementari eppure che richiedono uno smodato sforzo della poverina, mentre la sua premurosa carceriera  vigila su di lei con amorevole e crudele sollecitudine. La sua asfissiante presenza è resa magistralmente da una Crampton che perfettamente incarna una tutrice impositiva al limite del sadismo, che invade ogni spazio, anche il più intimo della sua protetta. La controlla mangiare, la richiama quando perde la concentrazione, le impone l’infinita ripetizione di posizioni in sfibranti sedute di yoga, la forza a bere fino a ingozzarsi, l’assiste durante il bagno nella vasca o quando si depila, infine la punisce quando non obbedisce. Si delinea così un rapporto sadomaso, in cui la dominatrice definisce le regole quali necessarie per la protezione di colei che tiene prigioniera, perfino le torture sarebbero finalizzate al mantenimento o, più auspicabile, al miglioramento della sua salute psichica.

Sun ChokeVittima, all’apparenza, della donna, Janie sembra imprigionata in una sofferente regressione infantile, di dipendenza da opprimente figura di educatrice protratta per anni, che porta a uno status passivo aggressivo. Stralunata e al contempo sperduta, la sua percezione del mondo circostante è perfettamente resa dalle scelte stilistiche, che danno la sensazione di immergere chi guarda nella sua mente, di vedere attraverso ai suoi occhi che divengono al loro volta l’occhio della camera stesso. Soggettivissima, la resa del suo mondo, le mura domestiche come le incursioni all’esterno, sono pervase da un tocco allucinato, quasi onirico, che tange il suo apice in esterni inondati di luce bianca catturati con un’acciecante sovraesposizione. Poi c’è il particolarismo visionario, la focalizzazione sui particolari, sui gesti e gli aspetti più banali, come custodi di un significato profondo e sotteso. L’attenzione ai dettagli si configura nell’emisfero dell’iperbolico e dell’iper-significante, i movimenti dei piedi, la mimica del viso durante una regressione ipnotica, comunicano molto più di quanto è registrato, di quanto rappresentano. Come nel lynchiano Inland Empire – L’impero della mente, o ancor più in The Master di Paul Thomas Anderson, il tangibile è ri-codificato in un linguaggio psicanalitico, in un’operazione dall’intellettualismo spinto. Anche l’atto più banale, il rompere un bicchiere, diventa indice di una aggressione repressa, una rabbia pronta ad esplodere. Ne fornisce un assaggio il montaggio alternato del flashback dello sfogo di smodata violenza, in cui è ricoperta di sangue, intervallato dall’inquadratura di lei durante gli esercizio di yoga.

Sun Choke di Ben CrescimanPian piano si palesa allora il bipolarismo della protagonista, poco conta quale sia la causa della sua alienazione (insita in lei o generata dopo anni di ‘trattamento’ da parte di Irma), i segni della sua instabilità si fanno sempre più inquietanti. Dietro un aspetto così innocente e indifeso, di piccola creatura vessata, si cela qualcosa di molto diverso, che emerge in un crescendo di comportamenti sempre più maniacali, per approdare al brutale… Graduale discesa nella follia, principia quando incappucciata attrae la sua attenzione una ragazza in un bar, Savannah (Sara Malakul Lane), poi la pedina al parco, la segue davanti alla porta di casa, arriva a spiarla negli incontri intimi con il fidanzato e a intrufolarsi in nella sua abitazione. Man mano che Sun Choke avanza l’allucinato si tinge di sangue, diviene cruento, estremo, fino ad approdare in lidi decisamente gore, emblematica è la sequenza dell’uccisione del fidanzato della ragazza che ossessiona Janie: quale antropomorfa mantide religiosa, con una pietra gli fracassa la testa nel mezzo di un amplesso. A ciò si sommano una lunga lista di sevizie, al limite del torture porn, molteplici sono gli elementi estremamente scabrosi, tra cui perfino l’uso su soggetto umano di un collare per cani che da la scossa per evitare la fuga dalla prigionia. Infine la violenza è circolare, come lei lo sviluppo filmico, l’epilogo è già scritto e mostrato sin dall’inizio, racchiuso evocativamente nella raffigurazione del fiotto di purpureo liquido vitale che lento si espande nell’acqua in turbinii e volute dlla macabra bellezza.

Ipnotico e disturbante, estetizzazione della follia, Sun Choke è una raffinata e insieme ermetica narrazione dark, di cui non si comprende appieno il mistero, e proprio in ciò sta la sua capacità di suscitare un profondo disagio in chi vi assiste.

Di seguito il trailer ufficiale:

Evan Jones
Sara Malakul Lane
Sarah Hagan
Barbara Crampton
William Nicol
Joe Nieves
Jim Boeven
Annie Read
Riley Litman
Daisy O'Dell
Don Oscar Smith
Christina Amber
Mary Cseh
Diana Nguyen
Derek Bevil
countdown film horror 2019
Horror & Thriller

Trailer italiano e data di uscita per Countdown: un’App ci dice quando è il momento di morire

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista Justin Dec dietro al concept che rielabora l'ineluttabilità del tragico destino di un gruppo di ragazzi

Leggi
pupi avati sitges 2019
Horror & Thriller

Intervista | Pupi Avati svela i retroscena della sceneggiatura di Salò e l’incontro con Pasolini

di Redazione Il Cineocchio

Il regista bolognese ci ha raccontato come mai non risulta accreditato come autore del copione dello sconvolgente film del 1975, tra aneddoti simpatici e presagi di morte

Leggi
la famiglia addams film 2019
Horror & Thriller

La famiglia Addams | La recensione del film animato di Conrad Vernon e Greg Tiernan (Sitges 52)

di William Maga

Gomez, Morticia, Mercoledì e gli altri tornano sul grande schermo dopo una lunga pausa per una storia che omaggia tutte le precedenti incarnazioni, elogiando la bellezza della diversità

Leggi
Horror & Thriller

Light of My Life | La recensione del film di – e con – Casey Affleck

di William Maga

L'attore 44enne torna dietro alla mdp per un'opera intimista, che sfrutta uno scenario post apocalittico per approfondire sentitamente il rapporto tra un padre solo e una figlia giovanissima che deve crescere molto in fretta

Leggi
Horror & Thriller

Revenge | La recensione del film di vendetta di Coralie Fargeat (Sitges 50)

di Sabrina Crivelli

La regista francese gioca con gli stereotipi di un genere controverso e inonda di sangue il suo primo, riuscitissimo, lungometraggio, che vede protagonista Matilda Lutz

Leggi
Judy and Punch film Mia Wasikowska
Horror & Thriller

Judy and Punch | La recensione del film di Mirrah Foulkes con Mia Wasikowska (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

La regista australiana rilegge in chiave revenge femminista il tradizionale spettacolo di marionette britannico del 16° secolo, avvalendosi di interpretazioni sostanziose e di un dark humor che funziona benissimo

Leggi
dario argento sitges 2019
l'immortale ciro di marzio marco d'amore film
Horror & Thriller

Teaser e data di uscita per L’immortale, film spin-off di Gomorra su Ciro Di Marzio

di Redazione Il Cineocchio

Questa volta Marco D'Amore ha fatto tutto da solo, scrivendo la sceneggiatura, recitando e firmando la sua prima regia

Leggi
Horror & Thriller

Full trailer per Light of My Life: Casey Affleck vaga per un mondo senza donne con la figlia

di Redazione Il Cineocchio

Dopo 9 anni, l'attore torna alla regia per un film post-apocalittico in cui troviamo anche Elisabeth Moss

Leggi
maniac cop 1988 film
Horror & Thriller

Nicolas Winding Refn su Maniac Cop: “Luce verde da HBO per la serie TV remake”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista danese e John Hyams si alterneranno alla regia degli episodi che aggiorneranno e amplieranno il mondo creato nel 1988 da William Lustig

Leggi
dario argento guanto nero
Horror & Thriller

Dario Argento torna in TV con Longinus, serie esoterica ambientata tra Francia e Italia

di Redazione Il Cineocchio

A 7 anni da Dracula 3D, il regista 79enne sceglie il piccolo schermo per terrorizzare di nuovo i suoi fan

Leggi
shining edizione estesa 2019 jack nicholson
Horror & Thriller

Shining: trailer per la versione estesa e 4K, nei cinema italiani solo per 2 giorni

di Redazione Il Cineocchio

Per i fan del film di Stanley Kubrick del 1980 con Jack Nicholson anche una sorpresa collegata a Doctor Sleep

Leggi
Horror & Thriller

Trailer per The Turning: Mackenzie Davis tata nella magione degli orrori (produce Spielberg)

di Redazione Il Cineocchio

C'è anche Finn Wolfhard nel nuovo adattamento della regista Floria Sigismondi che aggiorna agli anni '90 il romanzo Il Giro di Vite

Leggi
the room film Christian Volckman 2019
Horror & Thriller

The Room | La recensione del thriller sci-fi da camera con Olga Kurylenko (Sitges 52)

di Sabrina Crivelli

Il secondo film del francese Christian Volckman tradisce le intriganti premesse, non sfruttando come avrebbe dovuto l'idea stessa della magica 'stanza' del titolo

Leggi
Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

Metallica & San Francisco Symphony: S&M2

18-10-2019

The Panama Papers

The Panama Papers

18-10-2019

Se mi vuoi bene

Se mi vuoi bene

17-10-2019

Il Mio Profilo Migliore

Il Mio Profilo Migliore

17-10-2019

Yuli

Yuli

17-10-2019

Grazie a dio

Grazie a dio

17-10-2019

The Kill Team

The Kill Team

17-10-2019

A proposito di Rose

A proposito di Rose

17-10-2019

Il cardellino

Il cardellino

17-10-2019

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

The Informer - Tre secondi per sopravvivere

17-10-2019

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

Jesus Rolls - Quintana è tornato!

17-10-2019

Maleficent: Signora del male

Maleficent: Signora del male

17-10-2019

Brave ragazze

Brave ragazze

10-10-2019

Searching Eva

Searching Eva

10-10-2019

La scomparsa di mia madre

La scomparsa di mia madre

10-10-2019

Le verità

Le verità

10-10-2019

RECENSIONE

Hole - L'abisso

Hole - L'abisso

10-10-2019

RECENSIONE

Non succede, ma se succede...

Non succede, ma se succede...

10-10-2019

Gemini Man

Gemini Man

10-10-2019

RECENSIONE

A spasso col panda

A spasso col panda

10-10-2019

L'uomo che volle vivere 120 anni

L'uomo che volle vivere 120 anni

08-10-2019

Roger Waters. Us + Them

Roger Waters. Us + Them

07-10-2019