Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Stephen Hopkins su Predator 2: “Steven Seagal voleva la parte, ma era mezzo matto”

Titolo originale: Predator 2 , uscita: 20-11-1990. Budget: $35,000,000. Regista: Stephen Hopkins.

Stephen Hopkins su Predator 2: “Steven Seagal voleva la parte, ma era mezzo matto”

25/11/2020 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista del sequel del 1990 ha ricordato il folle incontro col papabile protagonista, scartato subito per Danny Glover

predator 2 film 1990

Come saprete bene, Predator 2 del 1990 vedeva Danny Glover nei panni di un tenente di polizia con le caratteristiche fisiche di un uomo di mezza età, una giustapposizione assolutamente perfetta del roccioso Dutch interpretato da Arnold Schwarzenegger nel primo film.

Predator e il suo sequel sono come la notte e il giorno, con Danny Glover che dà vita all’improbabile eroe che deve combattere un abile cacciatore extraterrestre in possesso di una tecnologia molto più avanzata rispetto alla sua semplice pistola d’ordinanza.

Prima che Danny Glover fosse scelto per il ruolo, il regista australiano Stephen Hopkins (Nightmare 5 – Il mito) aveva però programmato di puntare su un’altra star del cinema d’azione: Steven Seagal.

In una recente intervista, il regista ha raccontato la sua folle giornata con l’attore di Programmato per uccidere:

Steven Seagal in Attrition (2018)Dovetti andare a un incontro a casa sua. Si rivelò uno dei pomeriggi più pazzeschi della mia vita […] … fu una cosa bizzarra … lui è un tipo molto insolito, un po’ contorto. Alla fine, non sono riuscito a immaginarmi a girare Predator 2 con lui.

Stephen Hopkins ha poi spiegato:

Voleva disperatamente farlo. Sono entrato in casa sua e lui mi ha portato in una stanza dove tutte le pareti erano ricoperte di pistole. Mi ha detto che voleva interpretare uno psichiatra della CIA che era anche un esperto di arti marziali che portava una pistola. All’epoca era chiaramente un po’ fuori di testa. E io gli dissi che questa sua idea era un po’ diversa da quello che avevamo in mente per il film e che quindi non avremmo potuto procedere. E lui mi disse: ‘Sai, voglio che tu venga a casa mia a Santa Barbara. Ho un lanciagranate lì, possiamo sparare granate insieme‘. Gli dissi: ‘Sì … fantastico, lo faremo.

Il regista ha quindi concluso

Mi dispiace, ma non sono un suo fan.

In una nota in qualche modo correlata, per quanto riguarda le voci secondo cui Arnold Schwarzenegger potrebbe tornare come Dutch nel quinto capitolo di Predator appena annunciato, l’ex governatore della California si è sempre detto interessato a riprendere il ruolo finché sarà in grado di recitare, dichiarando però apertamente di non essere interessato a un cameo.

Di seguito il trailer di Predator 2:

Fonte: YouTube