Home » Cinema » Azione & Avventura » Brian Taylor: “Crank 3 non subito; un universo cinematografico per Chev Chelios, o in TV”

Brian Taylor: “Crank 3 non subito; un universo cinematografico per Chev Chelios, o in TV”

29/01/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Il regista dei due folli film con Jason Statham ha detto la sua sul futuro della serie, ferma dal 2009

Brian Taylor, co-regista di Crank (2006) e Crank 2: High Voltage (2009)  è un ragazzo piuttosto impegnato ultimamente. Oltre alla saga su di giri con Jason Statham, il regista è da poco tornato sul grande schermo con l’horror comedy Mom and Dad (la nostra recensione) ed è anche nel team creativo dietro a Happy! di SyFy, serie che adatta l’omonima graphic novel di Grant Morrison e Darick Robinson.

Recentemente, ospitato in un episodio del podcast The Movie Crypt condotto da Adam Green (Hatchet) e Joe Lynch (Mayhem), Taylor ha iniziato a parlare improvvisamente del futuro di Crank e del suo protagonista, Chev Chelios. Durante lo show, il regista ha ammesso candidamente davanti ai suoi colleghi cineasti che

Le prospettive di Crank 3 sarebbero di molto migliorate se il secondo film avesse incassato più di 12 milioni al botteghino. Quindi non c’è davvero un incentivo finanziario alla Fast & Furious per girarlo, giusto? Pertanto, dovrebbe saltar fuori una grande idea. Dovrebbero essere tutti d’accordo e appassionati nel voler fare qualcosa di folle. La mia opinione su Crank 3 è che Crank 3 dovrebbe essere esponenzialmente più fuori di testa di Crank 2, come Crank 2 lo è stato per Crank 1. Ovviamente, se ne è discusso qua e là, ma non ho mai veramente ritenuto che creativamente fosse abbastanza folle da essere davvero realizzato. Perché lo studio si mette in contatto con noi dicendo: ‘Che ne pensate ragazzi di questo?’ ‘Che ne pensate ragazzi di quest’altro?’ E gli scenari sono sempre molto docili rispetto a quello che penso dovrebbero essere. 

Se la situazione potrebbe sembrare in fase di stallo, Taylor non ha ancora rinunciato del tutto. In effetti, il co-regista di Ghost Rider – Spirito di vendetta pensa che portare Chelios sul piccolo schermo potrebbe essere la migliore scommessa per il franchise:

Ovviamente, c’è un grande film lì da qualche parte. Non so se sarà Jason Statham su una sedia a rotelle, tra 40 anni. Penso che dovrebbe esserci un universo cinematografico di Crank. Non un film soltanto. Quindi chi lo sa? Non c’è niente in agenda in questo momento. Ma non si sa mai. Io e Mark saremo fratelli per sempre. 

In effetti, anche se l’idea potrebbe sembrare alquanto usurata ormai, un’altra chance a Chev Chelios si potrebbe pure dare. E se è vero che il primo film è stato di gran lunga migliore del sequel non è del tutto impossibile che prima o poi qualcuno se ne venga fuori con uno scenario assurdo al punto giusto. State sintonizzati.

Di seguito il trailer di Crank: High Voltage:

Fonte: TMC

alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi
Azione & Avventura

Full trailer per Suburra, stagione 3: si prospetta un finale sanguinoso per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

La guerra per il potere a Roma raggiunge il suo apice violento per Aureliano, Spadino e Amedeo Cinaglia

Leggi
Hello world - Haro Warudo 3
Azione & Avventura

Hello World | La recensione del film animato di Tomohiko Ito (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista della serie Erased dirige una teen romance standard e derivativa, che pur vanta alcuni buoni guizzi sci-fi

Leggi
Azione & Avventura

Mandibules | La recensione del film di Quentin Dupieux (Sitges 53)

di William Maga

Gregoire Ludig, David Marsais e Adèle Exarchopoulos sono gli stralunati protagonisti di una commedia on the road che vede al centro di tutto una mosca gigante

Leggi