Home » Cinema » Horror & Thriller » Esclusivo | Abbiamo visto i primi 20′ di Glass + incontro carriera con M. Night Shyamalan ricco di aneddoti

Titolo originale: Glass, uscita: 16-01-2019. Budget: $20,000,000. Regista: M. Night Shyamalan.

Esclusivo | Abbiamo visto i primi 20′ di Glass + incontro carriera con M. Night Shyamalan ricco di aneddoti

18/10/2018 di Alessandro Gamma

Al Festival di Sitges il regista ci ha parlato della sua ultima fatica, ma anche ripensato ad Unbreakable, Split e il Sesto Senso, parlando delle sue paure e del fondamentale bisogno di libertà espressiva a ogni costo

M. Night Shyamalan glass sitges

È un luogo comune, quando pensiamo al cinema di M. Night Shyamalan, parlare dei suoi celebri colpi di scena finali come del suo segno autoriale più riconoscibile. Tuttavia, probabilmente nessuno aveva previsto il clamoroso twist di Split, che, a 16 anni da Unbreakable – Il predestinato, si è rivelato al pubblico come un sequel capace di innescare in pochi fotogrammi un inaspettato universo condiviso di supereroi ben più anomalo del normale. Non è tutto però. La fugace comparsata di Bruce Willis non ha solamente anticipato l’annuncio dell’imminente Glass, ma ha anche rilanciato alla grande la traballante carriera del regista di origine indiana. C’è stato un tempo in cui “un film di M. Night Shyamalan” era sinonimo di successo commerciale e il suo nome era legato a uno status di prestigio. Inspiegabilmente la sua popolarità è andata calando, con gli spettatori che hanno accolto Lady in the Water, E venne il giorno e The Village con lo stesso entusiasmo di suoi lavori precedenti. Con L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth il pubblico ha infine perso la speranza. Prima però in punta di piedi con The visit e poi con la grande sorpresa Split, M. Night Shyamalan è tornato a Hollywood trionfante dalla porta principale e le aspettative per la sua ultima fatica sono schizzate alle stelle.

Nel corso della appena conclusasi 51° edizione del Festival Internazionale del Cinema Fantastico di Sitges, durante un incontro per la stampa esclusivo e riservatissimo (niente video o foto ufficiali), abbiamo non solo incontrato M. Night Shyamalan, ma abbiamo potuto assistere in anteprima assoluta ai primi 22 minuti di Glass, nei quali è presente almeno un grosso SPOILER che non riveleremo per correttezza (riguarda David Dunn …). Quello che possiamo dirvi è che alcuni spezzoni si vedono dalla seconda metà del trailer in chiusura e che l’inizio è indubbiamente all’altezza delle aspettative, tutto ci ricorda che siamo davanti a un lungometraggio del regista, ma allo stesso tempo ogni cosa sembra diversa, più grande, più epica, più intensa. Arriva abbastanza in fretta anche la prima attesa scena d’azione, cupa e coreografata nei dettagli. Senza un montaggio frenetico che faccia perdere di vista cosa sta succedendo allo spettatore, M. Night Shyamalan gioca con la macchina da presa e sfrutta il campo lungo.

Come lui stesso ci ha spiegato:

Ogni momento [della scena] è stato disegnato sullo storyboard e null’altro è stato girato. Esattamente in quell’ordine e in quel modo. L’abbiamo girata in due giorni e con una metodologia molto specifica. […] Normalmente le scene d’azione vengono realizzate in modo molto efficace con multicamere e montate con molti tagli e movimenti. Ogni taglio è un battito di ciglia, un nuovo pensiero … e crea una qualche accelerazione. Quando si utilizzano i campi lunghi, questi sono percepiti in modo molto diverso e lo spettatore può godere di questo tipo di azione con l’adeguata suspense quando ogni movimento è ben orchestrato.

Quando nel 2000 gli venne in mente l’idea di Unbreakable – Il predestinato, i grandi studi di Holywood non credevano che un film sui supereroi potesse avere successo. Come ha riconosciuto M. Night Shyamalan:

La Disney non voleva venderlo come cinecomic, perché riteneva che così facendo si sarebbe rivolta a una nicchia molto piccola, poche persone che andavano alle Convention di settore, un gruppo di nerd.

Anche se fin dall’inizio aveva in mente di fare un sequel, il regista ha finito per scartare quella possibilità, visto che il pubblico non era ancora abituato agli universi cinematografici tanto in voga invece oggi:

Unbreakable è un film molto oscuro, strano e cupo. Credo che per quei tempi fosse troppo solenne [.. ..] Il mercato è ora cambiato, ora sono le pellicole tratte dai fumetti e gli horror più piccoli sono accettati, e registi come David Fincher e Christopher Nolan sono diventati essenziali. 

Parlando delle sue personali paure, Night Shyamalan ha poi ricordato che quando era piccolo, un giorno tornò a casa con la sua famiglia e trovò la porta aperta. Suo padre entrò per primo con il cane, convinto che avrebbe trovato un pazzo seduto sul letto ad aspettarli. Questa idea, che è anche l’inizio di Il Sesto Senso, è rimasta impressa a fondo nella mente del regista:

Una parete che sanguina per me è qualcosa di fantastico. Non vado a casa e mi preoccupano che i muri inizino a sanguinare […. ] Per me, un incidente ferroviario, un incidente automobilistico, un evento in cui le persone che ami possano finire ferite … quelle sono le cose reali che mi spaventano. 

Prima che il suo nome diventasse famose in tutto il mondo, il regista aveva già però girato due film per famiglie che “nessuno ha visto” (Praying with Anger nel 1992 e Ad occhi aperti nel 1998) e, come lui stesso ha ammaesso:

Sarebbe stato meglio se avessero rimosso il mio nome dai poster. Il Sesto Senso, questo è quello che tutti si aspettano da me.

Nel cinema di M. Night Shyamalan, grandi eventi o tragedie sono però soltanto la scusa perfetta per parlare di intimità, spiritualità, amore, solitudine o trovare il proprio posto nel mondo:

Il mio istinto è sempre quello di fare qualcosa di contenuto. Se giro un film con una invasione aliena, lo racconto dal punto di vista della casa, solo di quella specifica abitazione e di chi la abita.

Con le sole eccezioni di L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth, tutti i suoi lavori non hanno fatto mai grosso affidamento su grandi effetti speciali visivi o su budget esorbitanti, proprio perchè M. Night Shyamalan vuole raccontare storie dai contorni molto marcati, con l’azione che si limita a una singola famiglia o una comunità:

Ci sono due parti in me: da un lato mi piace spaventarvi e farvi saltare sulle sedie; dall’altro sono un ragazzo molto sentimentale, ho quattro figlie e piango ogni giorno!

La sua visione, così personale, oscura e intima, di solito non è qualcosa che, in linea di principio, i grandi studi hollywoodiani riescono a comprendere a fondo. Pertanto, probabilmente a causa della caduta della sua popolarità, per anni ha provveduto da solo a finanziare i suoi lavori:

Se dovessero darmi tutti i soldi del mondo per girare un film non li prenderei. Non vorrei e non ne ho bisogno. Io voglio poter girare una scena con una famiglia che sta cenando intorno a un tavolo. Questa è la mia idea di azione, dove le persone parlano. Sono arrivato ad ipotecare la mia casa e non accetto i soldi di nessuno, così da poter realizzare i film nel modo più bizzarro e personale possibile e poter uccidere i personaggi nel modo in cui voglio io! [ride] 

L’uso del colore sarà un altro elemento chiave in Glass. Approfittando dei riferimenti ai fumetti, ogni personaggio ha un colore che lo identifica: la luce verde per David Dunn; il viola per Elijah, “il colore della regalità” e infine l’ocra per la Bestia, “una specie di profeta”:

Unbreakable era quasi monocromatico. I colori iniziano a comparire a poco a poco. […] In Split non ho potuto lasciar trasparire gli stessi colori perché nessuno doveva sapere che fosse un film tratto da un fumetto. Ora però posso giocare con questi tre colori. Glass parla di queste tre personalità e di come esse stesse si vedono.

Se è vero che l’idea di Glass è balenata nella mente di M. Night Shyamalan fin dal lontano 2000 e che nemmeno i fan più accaniti di Unbreakable avrebbero potuto sperare in un sequel – o addirittura una trilogia -, c’è tuttavia una persona che fin dal primo giorno a chiesto al regista di realizzare un seguito e che non ha mai mollato la presa:

Samuel L. Jackson e Bruce Willis hanno voluto da sempre girare un sequel di Unbreakable. Me lo hanno continuato a chiedere senza sosta per gli ultimi 17 anni. Se mi trovavo a passare per Los Angeles e incrociavo casualmente Sam per gli uffici di qualche studio o mentre ero in macchina, lui tirava giù il finestrino e mi urlava [imita la voce dell’attore]: ‘Quando faremo il sequel motherfucker??‘ E io sempre gli ho dato del lungo, rispondendo cose del tipo ‘Fammici pensare, oppure ci sto lavorando!’.

Se il finale di Split è stata una sorpresa con tutte le lettere maiuscole per gli spettatori, immaginate quindi la sorpresa per Samuel L. Jackson:

L’ho chiamato e l’ho invitato a vedere il mio nuovo film e gli ho detto che quando sarebbe terminato c’era qualcosa di cui avrei voluto discutere con lui. Come concordato mi ha telefonato e mi ha detto: ‘Che cosa significa?!’ E allora gli ho risposto: ‘Che facciamo il sequel, motherfucker!’

Concludendo l’incontro, M. Night Shyamalan ha confessato:

È una sfida mantenere grande una carriera. Ecco perché mi piace correre dei rischi e sperimentare luoghi diversi, provando toni differenti. Cerco di mantenere la freschezza di uno studente.

Samuel L. Jackson torna in Glass nei panni di Elijah Price / Mr. Glass, mentre Bruce Willis è ancora una volta David Dunn. I due personaggi incroceranno i loro cammini “La Bestia” di James McAvoy. Ritroveremo anche Sarah Paulson e Anya Taylor-Joy, già presenti in SplitSpencer Treat Clark sarà invece nuovamente Joseph Dunn, con Charlayne Woodard nei panni della madre di Elijah Price.

In attesa di vederlo nei nostri cinema dal 17 gennaio 2019, di seguito trovate il secondo full trailer italiano e internazionale (per meglio apprezzare le voci originali) di Glass:

Bruce Willis
James McAvoy
Samuel L. Jackson
Anya Taylor-Joy
Sarah Paulson
Spencer Treat Clark
Charlayne Woodard
Luke Kirby
Marisa Brown
Ursula Triplett
Brian Donahue
Lory Molino
Raul Torres
M. Night Shyamalan
Rob Yang
Adam David Thompson
Kyli Zion
Jane Park Smith
Nina Wisner
Shayna Ryan
Diana Silvers
Jessica Heller
Jon Douglas Rainey
Aurora Karine
Vincent Riviezzo
Serge Didenko
Jennifer Butler
Sarah Grgic
Andrew Hunsicker
Matt Jacobs
Shannon Destiny Ryan
Horror & Thriller

Il trailer di Starfish immerge Virginia Gardner nell’orrore cosmico della fine del mondo

di Redazione Il Cineocchio

Il regista A.T. White torna dietro alla mdp dopo 6 anni per un fanta-horror imbevuto di misteri, mostri ed elaborazione del lutto

Leggi
auguri per la tua morte killer maschera
Horror & Thriller

Christopher Landon su Auguri per la tua Morte: “Pensai a una maschera diversa per il killer”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista dello slasher del 2017 ha rivelato l'iniziale 'ballottaggio', spiegando perché poi ha optato per il bebè

Leggi
The Field Guide to Evil film
Horror & Thriller

Trailer per The Field Guide to Evil: 8 storie del folclore dark per 8 registi horror

di Redazione Il Cineocchio

Tra i nomi coinvolti ci sono Veronika Franz e Severin Fiala, Peter Strickland, Agnieszka Smoczynska e Can Evrenol

Leggi
octavia spencer ma film 2019 horror
Horror & Thriller

Nel trailer di Ma, Octavia Spencer organizza feste a base di musica, alcol e omicidi

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Juliette Lewis e Luke Evans nell'horror 'sbucato dal nulla' diretto da Tate Taylor e prodotto dalla Blumhouse

Leggi
glenn close attrazione fatale film
Horror & Thriller

Glenn Close su Attrazione Fatale: “Ho in mente il remake; approccio diverso ad Alex”

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice ha rivelato il suo progetto, che mirerebbe a raccontare in modo completamente differente il ben più problematico e sfaccettato personaggio da lei interpretato nel 1987

Leggi
Horror & Thriller

Nick Antosca sulla serie TV di Chucky: “Storia nuova, ma nel canone della saga de La Bambola Assassina”

di Redazione Il Cineocchio

Lo showrunner ha svelato qualche dettaglio sulla versione televisiva dello storico franchise horror, parlando del tono che verrà adottato e del coinvolgimento di alcuni volti noti

Leggi
allucinazione perversa 1990
Horror & Thriller

Jeff Buhler sul remake di Allucinazione Perversa: “Ho cambiato il colpo di scena”

di Redazione Il Cineocchio

Lo sceneggiatore ha parlato dell'approccio adottato da lui e dal regista David M. Rosenthalal nei confronti del classico del 1990, teso a mantenerne lo spirito originale

Leggi
zombi cina censura
Horror & Thriller

Dossier | Perché la Cina vieta i film con gli zombi (e altri mostri) al cinema

di Redazione Il Cineocchio

Cerchiamo di capire come mai nel popoloso paese asiatico non possono essere distribuiti nelle sale i titoli coi non morti o con altre creature tipiche del folclore horror occidentale

Leggi
pingu la cosa thingu
Horror & Thriller

Pingu incontra La Cosa per il corto Thingu, quando la claymation si fa horror

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono le mani di Lee Hardcastle dietro l'improbabile mash-up tra le vicende del simpatico pinguino e le atmosfere tese del film di John Carpenter

Leggi
Pet Graveyard film 2019
Horror & Thriller

Nel trailer di Pet Graveyard, la Morte miete vittime aiutata da un gatto ‘ritornato’

di Redazione Il Cineocchio

La regista Rebecca J. Matthews esordisce dietro alla mdp con un mockbuster che prova a sfruttare il clamore mediatico suscitato dal nuovo adattamento di Pet Sematary

Leggi
La Llorona - Le lacrime del male film
Horror & Thriller

Nel full trailer di La Llorona – Le lacrime del male, la ‘donna che piange’ cerca bambini da portar via

di Redazione Il Cineocchio

Il film di debutto del regista Michael Chaves - prodotto da James Wan - intende lanciare una nuova icona horror, con la quale dovrà vedersela Linda Cardellini

Leggi
the hole in the ground film 2019
Horror & Thriller

The Hole in the Ground | La recensione del film di Lee Cronin

di Sabrina Crivelli

Il regista debutta con un horror angosciante ma irrisolto, sospeso tra le atmosfere di Babadook, Goodnight Mommy e The Tommyknockers

Leggi
Gabriele Lavia in Zeder (1983) film
Horror & Thriller

Tra le pieghe del tempo | Pupi Avati nel 1984 su Zeder: “La paura di Dario Argento è standard; non guardate da soli il mio film!”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore raccontava come i suoi film mirassero a colpire in modo diverso gli spettatori rispetto al più 'classico' collega, suggerendo comunque di approcciarsi con cautela alla sua ultima fatica

Leggi
NOS4A2 zachary quinto amc serie
Horror & Thriller

Primo teaser per NOS4A2, serie horror AMC con Zachary Quinto

di Redazione Il Cineocchio

L'attore è un vampiro che si nutre della vitalità dei ragazzini nell'adattamento per la TV del best seller di Joe Hill

Leggi
film horror psicologia
Horror & Thriller

Dossier | Film horror: perché ne siamo attratti? La parola agli esperti

di Redazione Il Cineocchio

Fantasmi, mostri, serial killer, pupazzi assassini e alieni con bellicose intenzioni dovrebbero tenerci lontani dai cinema, eppure non possiamo fare a meno di sederci in sala al buio e morire di paura ogni volta. Da cosa deriva questo 'masochismo' intrinseco di una gran fetta di popolazione?

Leggi
Westwood. Punk, Icona, Attivista

Westwood. Punk, Icona, Attivista

T. originale: Westwood: Punk, Icon, Activist

Data di uscita: 20-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Ex-Otago - Siamo come Genova

Ex-Otago - Siamo come Genova

T. originale: Ex-Otago. Siamo come Genova

Data di uscita: 18-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Mamma + Mamma

Mamma + Mamma

T. originale: Mamma + Mamma

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
Un'avventura

Un'avventura

T. originale: Un'avventura

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

T. originale: La paranza dei bambini

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 2 voti
Rex - Un Cucciolo a Palazzo

Rex - Un Cucciolo a Palazzo

T. originale: The Queen's Corgi

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 2 voti
Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

Ognuno ha diritto ad amare - Touch Me Not

T. originale: Touch Me Not

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 5 voti
Un valzer tra gli scaffali

Un valzer tra gli scaffali

T. originale: In den Gängen

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 7 su 27 voti
La vita in un attimo

La vita in un attimo

T. originale: Life Itself

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 63 voti
Holmes & Watson

Holmes & Watson

T. originale: Holmes & Watson

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 4 su 54 voti
Alita - Angelo della battaglia

Alita - Angelo della battaglia

T. originale: Alita: Battle Angel

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 6 su 180 voti

RECENSIONE

Crucifixion

Crucifixion

T. originale: The Crucifixion

Data di uscita: 14-02-2019

Voto medio: 5 su 149 voti

RECENSIONE

I nomi del signor Sulcic

I nomi del signor Sulcic

T. originale: I NOMI DEL SIGNOR SULČIČ

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 0 su 0 voti
10 giorni senza mamma

10 giorni senza mamma

T. originale: 10 giorni senza mamma

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 7 su 4 voti
Copperman

Copperman

T. originale: Copperman

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 6 su 9 voti
Le nostre battaglie

Le nostre battaglie

T. originale: Nos batailles

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 7 su 35 voti
Il corriere - The Mule

Il corriere - The Mule

T. originale: The Mule

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 6 su 507 voti

RECENSIONE

Il professore cambia scuola

Il professore cambia scuola

T. originale: Les Grands Esprits

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 6 su 87 voti
Remi

Remi

T. originale: Rémi sans famille

Data di uscita: 07-02-2019

Voto medio: 8 su 25 voti