Home » Cinema » Horror & Thriller » Halloween Kills: la recensione del secondo film di David Gordon Green

6/10 su 1269 voti. Titolo originale: Halloween Kills , uscita: 14-10-2021. Budget: $20,000,000. Regista: David Gordon Green.

Halloween Kills: la recensione del secondo film di David Gordon Green

20/10/2021 recensione film di Marco Tedesco

Stavolta è l'intera Haddonfield a schierarsi contro Michael Myers, per un sequel 'di passaggio' che ha l'unico pregio di inscenare alcuni morti brutali e quasi niente altro

halloween kills film 2021

La chiave per sconfiggere quella inarrestabile macchina di morte che è Michael Myers, spiega un uomo a un certo punto di Halloween Kills, un veterano delle prime fasi del regno del terrore instaurato dal boogeyman con la maschera di gomma di William Shatner, è di giocare al suo stesso gioco, per armare l’elemento sorpresa e – forse – sconfiggerlo una volta per tutte.

È un consiglio che il regista David Gordon Green, che ritorna allo storico franchise dopo il suo sequel / reboot Halloween del 2018 (la recensione), avrebbe fatto bene ad ascoltare. L’unico pregio di questo ennesimo capitolo è invece probabilmente quello di poter contare sulle uccisioni più brutali dell’intera saga, perché, sorprendentemente (o forse non così tanto …), quasi tutto il resto galleggia tra il ridicolo e il superfluo.

halloween kills film poster 2021La tacita legge del ‘seguito inferiore al film precedente’ si applica decisamente bene in questo caso, senza poi considerare che l’annuncio scellerato di Halloween Ends, la cui uscita è già stata fissata per l’ottobre 2022, affossava praticamente già in partenza qualsiasi curiosità o speranza di chiusura concreta per questo revival ‘made in Blumhouse’, rendendo Kills un mero intrattenimento di passaggio (alias ‘un lungo filler’)

Parimenti al precedente film di Halloween diretto da David Gordon Green, questo è sintonizzato sulla stessa frequenza del capostipite del 1978, riconoscendo e incorporando la voce di John Carpenter. Questa scelta, insieme alla presenza di Jamie Lee Curtis, che riprende il ruolo di Laurie Strode per la sesta volta, sarà sicuramente apprezzata dai fan più oltranzisti e benevoli, anche se Halloween Kills è lontanissimo dall’incendiare – o anche solo riscaldare – il genere (e tanto meno Michael Myers, nonostante i grandi sforzi profusi dalla 62enne protagonista alla fine del capitolo precedente …).

Stilisticamente, si avverte una certa ossequiosa (oppure una furbetta operazione di fan service per allungare il brodo e nascondere la mancanza di idee concrete?) parentela con la prima incarnazione di Halloween, in tutto, dai caratteri usati per la sequenza dei titoli di testa alla minacciosa colonna sonora, che è stata co-scritta da John Carpenter in tutta la sua sinistra gloria fatta di synth. E ci sono addirittura flashback agli eventi del 1978 che forniscono il necessario background per i principali personaggi di supporto di Kills, in particolare Tommy Doyle (Anthony Michael Hall), Lonnie Elam (Robert Longstreet) e il vice sceriffo Frank Hawkins (Will Patton).

La trama principale di Halloween Kills, tuttavia, si dipana direttamente dopo gli eventi conclusivi del film del 2018, con Laurie portata in ospedale dopo la coltellata allo stomaco, con sua figlia Karen (una innocua Judy Greer) e la nipote Allyson (una Andi Matichak che proprio non ce la fa a diventare minimamente credibile come badass girl) al suo fianco. Ma il suo trionfo per aver sconfitto Michael Myers (trasformando efficacemente l’intero seminterrato di casa sua in un barbecue umano a gas) è di breve durata, ovviamente.

Nel frattempo Tommy Doyle intrattiene il pubblico durante un talent show in un bar puntando forte sulla sua rivisitazione dell’ormai leggendaria storia del ‘Boogeyman di Haddonfield’, a metà tra il doveroso ricordo delle vittime e la storia della buonanotte che ormai quasi nessuno nelle nuove generazioni ricorda più.

halloween kills film 2021 michael myersDall’altra parte della cittadina dell’Illinois (che sembra sempre più enorme), però, il killer mascherato è riuscito a sfuggire all’inferno di fiamme e sta alacremente facendo a pezzi una squadra di pompieri usando le loro stesse asce e seghe circolari, riprendendo impassibile il suo ciclo di massacri.

Fin qui, la solita solfa assolutamente generica.

Ciò che è davvero interessante nello script di David Gordon Green, Danny McBride e Scott Teems è allora l’idea che il Male sia troppo grande per essere ‘contenuto’ in un solo uomo, nemmeno uno tanto inarrestabile e formidabile quanto Michael Myers. Si diffonde così ora nella comunità più ampia, manifestandosi nella paura e nella furia cieca che plasmano ben presto la risposta dell’intera Haddonfield alla minaccia incombente.

L’elemento più intrigante di Halloween Kills diventa così la folla di improvvisati vigilantes, arringata e agitata al suono dello slogan “Evil Dies Tonight / Il Male Muore Stanotte” (un rimando evidente ai classici coi mostri della Universal come Frankenstein, ma anche a The Blob), che attraversa furiosa come una mandria dissennata un ospedale alla ricerca del cattivo da eliminare a ogni costo, incurante di chi ne pagherà il prezzo.

E se è vero che il regista tira il freno abbastanza rapidamente, rimane qualcosa di genuinamente sconcertante in tutto questo: l’effetto disumanizzante della sete di sangue e del desiderio di vendetta. Forse è proprio qui che si trova il vero orrore, non nelle gesta di un essere ultraterreno che continuerà a rialzarsi, non importa quanto lo si pugnali o bastoni. Al pubblico la decisione se farselo bastare o no.

Di seguito trovate il final trailer italiano di Halloween Kills, nei nostri cinema dal 21 ottobre: