Home » Cinema » Horror & Thriller » I 10 giochi da tavolo più curiosi tratti dai film horror

I 10 giochi da tavolo più curiosi tratti dai film horror

21/03/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Da Shining a Nightmare, da Zombi ad Alligator, le migliori trasposizioni casalinghe e giocabili per tutta la famiglia arrivate nei negozi nel corso degli anni

La nostalgia imperversa di questi tempi e tra i vari effetti del trend c’è anche il recupero dei videogiochi retrò e una rinata passione per le console come Atari e Nintendo (NES) e per i loro storici – seppur imperfetti – giochi sfondo horror, come Haunted House del 1986, Friday the 13th del 1989 o Midnight MutantsA Nightmare on Elm Street del 1990. D’altra parte, gli appassionati di cinema del terrore – e non solo – hanno potuto dilettarsi negli anni con adattamenti in versione videoludica di molti titoli cinematografici quali La CosaHalloween e persino Non aprite quella porta. Tuttavia, quelli citati non sono gli unici strumenti attraverso cui possiamo cimentarci in maniera “interattiva” con l’immaginario fanta-horror arrivato sul grande schermo nel tempo. Oltre a tutti i gadget come t-shirt e action figures di varia foggia, per coloro che amano infatti trascorrere il tempo interagendo faccia a faccia con amici e familiari attraverso un gioco da tavolo, siamo andati a ripescare i più interessanti e immaginifici arrivati sul mercato americano negli anni, quasi sempre a ridosso dell’uscita di film che hanno avuto grande successo al cinema o comunque forte risonanza tra gli appassionati.

Di seguito una retrospettiva dei 10 giochi da tavolo fanta-horror:

1) Dawn of the Dead (da Zombi di George A. Romero)

Esattamente nel periodo in cui Zombi si faceva strada nei cinema di tutto il mondo, intorno al 1978, la Simulations Publications Inc. lanciò sul mercato un gioco da tavolo pensato da John H. Butterfield a sfondo horror ispirato al film di Romero, che permetteva ai giocatori (da 1 a 4) di prendere parte alla sfida sia come sopravvissuti sia come non morti, a loro discrezione. Anche questa versione ludica era naturalmente ambientata nel grande centro commerciale invaso dai morti viventi al centro del secondo film della celebre trilogia cinematografica. Lo scopo ultimo era per i giocatori, in base alla fazione scelta, di uccidere tutti gli zombie e mettere in sicurezza la struttura oppure di eliminare e divorare tutti gli esseri umani. Negli anni il gioco, che non è mai stato ristampato, è diventato sempre più raro da trovare e ora chi vuole metterci sopra le mani deve sborsare circa 150 dollari.

2) Nightmare on Elm Street – The Game (da Nightmare – Dal profondo della notte di Wes Craven)

Nel 1987, due anni prima dell’infelice videogame ispirato al demone dei sogni, arrivò nei negozi di giocattoli un altro gioco basato sulle orrorifiche vicende di Freddy Krueger e delle sue vittime: il gioco da tavolo di Nightmare on Elm Street realizzato dalla Victory Entertainment, primo dei due legati alla celebre saga horror, entrambi usciti negli anni ’80. Il gioco (che prevede da 2 a 6 giocatori) si sviluppava in questo caso lungo un labirinto da incubo e il suo fine ultimo era per l’appunto di riuscire a portare avanti la vostra pedina attraverso l’intricato percorso, il tutto ovviamente prima che Freddy mettesse le sue mani artigliate su di voi, mettendo così fine per sempre al vostro viaggio. Le carte servivano a indicare i movimenti di ciascuno, sia che si trattasse di scortare il fortunato attraverso il labirinto fino alla salvezza nel mondo reale, sia che invece consegnassero lo sventurato su di un piatto d’argento al carnefice dai lunghi e affilati rasoi.

3) A Nightmare On Elm Street: The Freddy Game

Lungo tutti gli anni ’80, il demone dei sogni incarnato al cinema da Robert Englund è divenuto una vera e propria star, tanto da divenire protagonista addirittura di un secondo gioco da tavolo horror nel giro di pochissimo tempo, distribuito questa volta dalla Cardinal Industries. Nel 1989 uscì infatti una nuova versione, A Nightmare on Elm Street: The Freddy Game, decisamente più elaborata della precedente e con tanto di pannelli tridimensionali in cartone che sviluppavano anche in altezza, ricreando diversi possibili scenari chiusi sul tabellone di gioco. In particolare, era riprodotta la casa di Freddy Krueger e il gioco prevedeva che uno dei partecipanti (da 3 giocatori in su) fosse posseduto dal villain, mentre gli altri dovessero scoprire chi di loro lo fosse e rispedirlo dritto all’Inferno. Erano presenti anche le rispettive paura di ogni personaggio, proprio come nel film.

4) Freddy Vs. Jason Killer Trivia Game (dall’omonimo film di Ronny Yu)

I giochi da tavolo horror ispirati alla nota saga horror creata da Wes Craven non si sono esauriti però con gli anni ’80. Il carisma imperituro del maniaco nel 2005 portò infatti la USAopoly realizzò infatti il Freddy vs. Jason killer trivia game, che tuttavia, nonostante il nome, non si rifaceva in maniera specifica al mash-up diretto da Yu nel 2003, ma piuttosto testava la preparazione dei partecipanti su tutti i capitoli dei due prolifici franchise fino ad allora realizzati, ovvero quello di Nightmare e quello di Venerdì 13, mettendoli alla prova attraverso ben 1.000 diverse domande. Un dado con rappresentata su ogni faccia un numero diverso di cadaveri indicava ai giocatori a quale data domanda rispondere e su un simpatico segnapunti a forma di corpo decapitato era possibile fissare il proprio “body count”. Non particolarmente inventivo come gioco da tavolo, era però un modo diverso per divertirsi con la mitologia dei propri film del terrore favoriti.

5) Jaws (da Lo squalo di Steven Spielberg)

La Ideal, nel 1975, decise di offrire la propria personale re-interpretazione del noto Allegro Chirurgo introducendo The Game of Jaws, ispirato naturalmente a Lo Squalo, uscito proprio in quell’anno nei cinema. Sostituiva al corpo dello sventurato paziente quello ben più aggressivo di un grosso squalo di plastica con un’enorme bocca di aperta, azionata da una molla. Dopo aver quindi riempito le fauci del predatore marino con ossa, ruote e qualsiasi altra cosa che il feroce gigante bianco del mare potesse presumibilmente fagocitare lungo la sua via, ciascun giocatore doveva cimentarsi nell’estrarre quanto contenuto nella sua cavità orale. Colui che riusciva a ripescare il maggior numero di elementi veniva incoronato vincitore. Tuttavia, chi non era più che cauto nell’estrarre ogni pezzetto rischiava di azionare le possenti mandibole dello squalo, facendole chiudere di scatto e venendo immediatamente espulso di conseguenza. Il gioco originale è piuttosto raro e ha un prezzo di mercato non indifferente oggi, ma per coloro che non se lo sono accaparrati ai tempi c’è ancora una speranza: la medesima compagnia che lo produceva continua ancora a distribuirlo, ma con il nome di Sharky’s Diner (a causa del copyright).

6) Alligator Game (da Alligator di Lewis Teague)

Nel 1980, a cinque anni esatti dall’uscita di The game of Jaws, un altro vorace predatore natante ha ispirato non solo un nuovo film, ma anche un altro gioco da tavolo di stampo horror, Alligator Game, pensato da da Julius Cooper e pubblicato sempre dalla Ideal, che come il predecessore metteva alla prova la prontezza dei partecipanti, i quali dovevano inserire il cibo nella bocca del grosso rettile per poi rimuoverlo. Anche qui inoltre, bisognava prestare attenzione a non far scattare in alcun modo la molla che teneva aperte le sue fauci, pena la squalifica immediata. Guardando indietro, è un fatto piuttosto singolare che una pellicola decisamente minore come Alligator abbia ottenuto una sua versione ludica. Con ogni probabilità la Ideal, che ne aveva acquisito i diritti, sperava che potesse ottenere lo stesso successo di Lo Squalo, viste anche le dinamiche affini … Nonostante tutto, si tratta di un interessante pezzo di merchandise, che oggigiorno è davvero difficile da reperire.

7) Alien (da Alien di Ridley Scot)

La Kenner ebbe numerosi problemi quando decise di lanciare sul mercato un gioco per tutta la famiglia ispirato ad Alien, in particolare dovuti ai molti genitori che ebbero parecchio da ridire sul fatto che l’immaginario desunto dall’originale fanta-horror potesse essere adatto ai propri figli in età scolare. Comunque sia, nel 1979, il medesimo anno in cui la compagnia di giocattoli creò e distribuì una action figure dello spaventoso Xenomorfo del film, decise anche di mettere in produzione un gioco da tavolo per 2-4 giocatori che prevedesse uno scontro all’ultimo sangue tra i partecipanti e l’inquietante essere alieno dal sangue acido. Il fine ultimo era di essere il primo astronauta a conquistare la salvezza nello spazio in una navicella, che si trovava al centro del percorso a ostacoli. Ogni giocatore poteva inoltre ricorrere alla ‘carta Xenomorfo’, con cui attaccare gli avversari e impedir loro di raggiungere l’agognata meta. E’ tra i pochi ad aver avuto anche una edizione italiana per la Editrice Giochi, ovviamente rarissima (qui sopra una foto).

8) I mostri classici della Universal – Mistery Game

Da Frankenstein a L’uomo lupo, da Dracula al Mostro della Laguna Nera, fino alla Mummia, la Hasbro nei primi anni sessanta si dedicò ai celebri Mostri Classici portati in sala dalla Universal (il nostro speciale), creando tutta una serie di giochi da tavolo a tema horror che sfruttasse la popolarità di questi affascinanti personaggi. I Mistery Game erano tutti più o meno simili a livello di estetica e di concetto alla base, ma ciascuno era poi naturalmente declinato secondo i codici del mostro a cui si rifaceva. Tutti erano in sostanza giochi con i dadi piuttosto semplici, in cui ogni partecipante doveva cercare di evitare di essere catturato dalla creatura di turno. Dopo tanti anni, tuttavia, è ancora più che apprezzabile il raffinato design di ciascun gioco.

9) Candyman: Farewell to the Flesh (da L’inferno nello specchio o Candyman 2 di Bill Condon)

Sembrerà strano, ma esiste perfino un gioco da tavolo horror ispirato al sequel di Candyman del 1995 (ma, stranamente, nessuno sul film originale). Se poi vi state domandando perché non ne abbiate mai sentito parlare, è presto detto: si tratta di un prototipo davvero molto raro realizzato dalla  Jacobson & Atkins Advertising, Inc. per semplici scopi pubblicitari e mai commercializzato fino in fondo. Uscito in concomitanza con l’arrivo in sala del film, il gioco comprendeva un semplice tabellone che raffigurava New Orleans, così come tre mazzi di carte, un dado e cinque pedine colorate. Lo scopo era sostanzialmente quello di navigare attraverso il fiume e giungere incolumi alla casella “Family Mansion”, riuscendo a evitare le ‘carte Candyman’, che avrebbero immediatamente evocato il killer soprannaturale (incarnato al cinema da Tony Todd) ed eliminato lo sventurato dal gioco. C’erano inoltre le ‘carte Hook / Uncino’, che invece permettevano al giocatore di divenire lui stesso Candyman e attaccare gli avversari. Una vera perla nascosta negli annali dei giochi da tavolo horror!

10) The Shining (da Shining di Stephen King e Stanley Kubrick)

A concludere la nostra lista c’è un gioco fan-made a tema Shining, rimarchevole tra le altre cose per il fatto che nella sua creazione fu coinvolto addirittura Stephen King stesso. Infatti l’autore dell’originale cartaceo pubblicato nel 1977 fu il primo a testarlo e il gioco fu poi reso accessibile esclusivamente in rete per essere poi stampato in casa nel 1998. Un giocatore controllava l’Overlook Hotel (la cui pianta era riprodotta sul tabellone), mentre un secondo l’intera famiglia Torrance, custodi della struttura. L’obiettivo di ogni giocatore era dunque di condurre l’avversario fuori dall’albergo, utilizzando sia oggetti trovati in giro oppure metodi soprannaturali. E’ tutt’oggi possibile scaricare il gioco da tavolo horror direttamente on-line gratuitamente via Microgame Headquarters. Nell’anno di uscita si aggiudicò il primo Microgame Design Contest.

Intanto, vi lasciamo con la presentazione del gioco di Alien:

Horror & Thriller

Insidious: L’ultima chiave | La recensione del film horror di Adam Robitel

di Sabrina Crivelli

Lin Shaye è - ancora una volta - la protagonista di questo quarto capitolo prequel, che punta su cliché ampiamente abusati e su una trama piuttosto raffazzonata

Leggi
io sono leggenda matheson libro
Horror & Thriller

Riflessione | Richard Matheson e Io Sono Leggenda: la fascinazione dell’umanità per la pandemia

di Redazione Il Cineocchio

Sessantacinque anni fa, nel 1954, veniva dato alle stampe il romanzo fanta-horror che avrebbe dato vita a svariati lungometraggi, confermando nel tempo la sua assoluta attualità. Ma l'atavica paura là descritta è ricorrente nel corso della Storia

Leggi
train to busan film
Horror & Thriller

Peninsula: concept art e trama per il sequel di Train to Busan

di Redazione Il Cineocchio

Dopo il clamoroso successo nel 2016, il regista sudcoreano Yeon Sang-ho promette un film più disperato e feroce

Leggi
the outsider serie 2020 hbo Ben Mendelsohn
Horror & Thriller

Full trailer per The Outsider, serie HBO che adatta ‘benissimo’ il romanzo (secondo Stephen King)

di Redazione Il Cineocchio

Ben Mendelsohn e Jason Bateman guidano il cast dell'adattamento TV del recentissimo romanzo poliziesco / soprannaturale del prolifico scrittore del Maine

Leggi
Horror & Thriller

Dark Skies – Oscure Presenze | La recensione del film di Scott Stewart

di Francesco Chello

Josh Hamilton e Keri Russell sono i protagonisti di un prodotto dal budget contenuto ma ben orchestrato e teso, che mescola sapientemente angosce terrene e classico schema da fanta-horror

Leggi
Damballa Bond The Chucky Effect
Horror & Thriller

La Bambola Assassina: The Last Christmas Story e Damballa Bond sono i corti approvati da Don Mancini

di Redazione Il Cineocchio

C'è il regista messicano Rod Schneider dietro alla duplice lettera d'amore per la saga slasher nata nel 1988

Leggi
locke and key fumetto
Horror & Thriller

Locke and Key: poster, cast e data di uscita per la serie Netflix tratta dal fumetto di Joe Hill

di Redazione Il Cineocchio

C'è Carlton Cuse alla guida dell'adattamento in live action con protagonisti Darby Stanchfield e Jackson Robert Scott

Leggi
messiah serie netflix 2020
Horror & Thriller

Trailer per Messiah (serie Netflix): Michelle Monaghan alle prese con il nuovo Salvatore dell’umanità

di Redazione Il Cineocchio

L'attrice dovrà capire se Mehdi Dehbi è davvero il figlio di Dio o un impostore nello show originale diretto da James McTeigue e Kate Woods

Leggi
blu profondo film 1999
Horror & Thriller

Recensione story | Blu Profondo di Renny Harlin

di William Maga

Nel 1999 arrivava nei cinema il film con Samuel L. Jackson e Thomas Jane, uno shark movie teso e cattivo sottovalutato ai tempi, ma capace di guadagnarsi un poso d'onore nel genere

Leggi
Horror & Thriller

Swamp Thing (stagione 1) | La recensione della serie DC Universe con Crystal Reed

di William Maga

Lo show originale con Virginia Madsen e Will Patton è un prodotto anomalo ed esaltante, capace di mescolare abilmente body horror e atmosfere da romanzo Southern Gothic, e parimenti avvilente, data la prematura cancellazione e un finale aperto

Leggi
gli uccelli film set 1963
Horror & Thriller

Dossier | Tippi Hedren e l’esperienza da incubo in Gli Uccelli di Alfred Hitchcock

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1999, la protagonista ricordava la complessa lavorazione del thriller e il rapporto non proprio facile col regista sul set

Leggi
polaroid + midsommar + welcome home + isabelle bluray ita
Horror & Thriller

Recensione Blu-ray | Midsommar (versione estesa) + Polaroid + Welcome Home + Isabelle – L’ultima evocazione

di Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni italiane del folk horror di Ari Aster, dell'horror di Lars Klevberg, del thriller erotico con Aaron Paul ed Emily Ratajkowski e del film demoniaco con Adam Brody

Leggi
Daniel Craig and Ana de Armas in Knives Out (2019)
Horror & Thriller

Cena con Delitto – Knives Out | Recensione del film di Rian Johnson con Daniel Craig

di William Maga

Il regista reinventa il classico whodunnit, innestando in un impianto ben noto umorismo, colpi di scena e un inaspettato commento sulla situazione sociopolitica americana contemporanea

Leggi
Horror & Thriller

Cane mangia cane | Recensione del film di Paul Schrader con Nicolas Cage

di Alessandro Gamma

Cercando di ignorare le convenzioni abusate del genere thriller/noir, il regista finisce per dimenticare tutto quello che avrebbe potuto rendere la pellicola efficace. Mal sfruttati Nicolas Cage e Willem Dafoe

Leggi
Daniel Isn’t Real film Adam Egypt Mortimer
Horror & Thriller

Daniel Isn’t Real | Recensione del film di Adam Egypt Mortimer con Patrick Schwarzenegger

di William Maga

Il regista torna sulle scene con un horror piscologico ipnoticamente inebriante, che affronta il classico tema del 'doppio' attraverso una vivida realizzazione visiva e sonora

Leggi
Il primo Natale

Il primo Natale

12-12-2019

Black Christmas

Black Christmas

12-12-2019

Nancy

Nancy

12-12-2019

Che fine ha fatto Bernadette?

Che fine ha fatto Bernadette?

12-12-2019

Lontano lontano

Lontano lontano

05-12-2019

L'immortale

L'immortale

05-12-2019

Qualcosa di meraviglioso

Qualcosa di meraviglioso

05-12-2019

I passi leggeri

I passi leggeri

05-12-2019

Cena con delitto - Knives Out

Cena con delitto - Knives Out

05-12-2019

RECENSIONE

Il paradiso probabilmente

Il paradiso probabilmente

05-12-2019

L'Inganno perfetto

L'Inganno perfetto

05-12-2019

Western Stars

Western Stars

02-12-2019

I figli del mare

I figli del mare

02-12-2019

RECENSIONE

Shooting the Mafia

Shooting the Mafia

01-12-2019

Nati 2 volte

Nati 2 volte

28-11-2019

A Tor Bella Monaca non piove mai

A Tor Bella Monaca non piove mai

28-11-2019

Il peccato - Il furore di Michelangelo

Il peccato - Il furore di Michelangelo

28-11-2019

Un giorno di pioggia a New York

Un giorno di pioggia a New York

28-11-2019

Midway

Midway

27-11-2019

RECENSIONE

Frozen II - Il segreto di Arendelle

Frozen II - Il segreto di Arendelle

27-11-2019