Home » Cinema » Horror & Thriller » Il male opprime Dakota Johnson nel teaser trailer di Suspiria di Luca Guadagnino

Titolo originale: Suspiria , uscita: 11-10-2018. Budget: $20,000,000. Regista: Luca Guadagnino.

Il male opprime Dakota Johnson nel teaser trailer di Suspiria di Luca Guadagnino

04/06/2018 news di Redazione Il Cineocchio

Primo sguardo ai costumi, alla fotografia e alle protagoniste dell'atteso remake / reboot del classico di Dario Argento del 1977

Dopo i quattro teaser poster alternativi di qualche giorno fa, gli Amazon Studios hanno finalmente diffuso oggi una nuova locandina (che mostra il nuovo font usato per il titolo) e soprattutto il primo attesissimo teaser trailer – anche in italiano – del remake/reboot di Suspiria ad opera di Luca Guadagnino (Chiamami con il tuo nome), del quale non erano praticamente trapelate immagini fino ad oggi.

Co-finanziata dagli Amazon Studios e dalla K Period Media, la nuova versione del classico del terrore di Dario Argento del 1977 vede tra le protagoniste Dakota Johnson (50 sfumature di nero) – la quale ha rivelato di essere andata in terapia alla fine delle riprese per il troppo stress -, Chloe Moretz, Mia Goth, Sylvie Testud, Renée Soutendijk e la star dell’originale Jessica Harper. 

Questa la sinossi ufficiale:

Mentre l’oscurità cresce al centro di una rinomata compagnia di ballo fama mondiale, il suo direttore artistico (Tilda Swinton), una ragazza americana appena unitasi al gruppo, Susie Bannion (Johnson), e una psicoterapeuta in lutto (Lutz Ebersdorf) si intrecciano in un sanguinoso incubo.

Suspiria, che avrà una lunghezza di 152′ e che uscirà nei cinema degli Stati Uniti il prossimo 2 novembre (ancora nessuna certezza per l’Italia) e che vanta una colonna sonora composta da Thom Yorke dei Radiohead, è stato scritto da David Kajganich (Invasion), con Sayombhu Mukdeeprom (Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti) direttore della fotografia.

Di seguito il teaser trailer italiano e quello internazionale (‘muti’) di Suspiria, appunto senza dialoghi e che – come ampiamente annunciato – presentano una palette cromatica lontanissima da quella leggendaria imbastita all’epoca da Luciano Tovoli, che punta tutto (un po’ alla Lars von Trier) su tonalità “fredde, malvagie e davvero cupe” e che ci dà un primo assaggio delle protagonista, degli ambienti e dei costumi (attenzione alle scritte sul diario / taccuino che appare a un certo punto):

Fonte: YouTube