Home » Cinema » Azione & Avventura » Intervista esclusiva | Colin Trevorrow su Jurassic World 3: “Sarà un po’ più adulto e spaventoso; eccitante lambire i territori dell’horror”

Titolo originale: Jurassic World: Dominion , uscita: 09-06-2022. Regista: Colin Trevorrow.

Intervista esclusiva | Colin Trevorrow su Jurassic World 3: “Sarà un po’ più adulto e spaventoso; eccitante lambire i territori dell’horror”

13/11/2019 news di Alessandro Gamma

Il regista del primo e del terzo capitolo della nuova trilogia ci ha raccontato del suo rapporto col cinema del terrore, spiegando quanto sia complicato trovare un equilibrio in film rivolti a un pubblico di famiglie

battle big rock trevorrow jurassic

Tra i molti ospiti intervistati all’ultima edizione del Festival di Sitges siamo riusciti a parlare a sorpresa – visto che si è presentato a sorpresa nella giornata di chiusura – anche con Colin Trevorrow, regista di Jurassic World del 2015 e dell’imminente, e ancora misteriosissimo, JW 3 (oltre che sceneggiatore di Il Regno Distrutto).

In prima fila alla masterclass tenuta da Sam Neill, che interpreterà nuovamente il Professor Alan Grant nel sesto film della saga di Jurassic Park, il filmmaker ci ha gentilmente qualche minuto in esclusiva assoluta, così ne abbiamo approfittato.

Immagino che tu non voglia tornare sui motivi del ‘licenziamento’ dalla regia di Star Wars Episodio IX

Esatto. Non ne voglio parlare.

colin trevorrow sitges 2019Toglici allora qualche curiosità su Jurassic World – Il Regno Distrutto. La scena in cui l’Indoraptor entra nella stanza della piccola Maisie Lockwood ha un’impostazione decisamente horror. Che parte hai avuto nell’ideazione di questo momento dai toni più cupi e tesi?

L’ho scritta e concepita io personalmente, sapendo che l’avrebbe diretta un regista che ammiro molto e di cui conosco bene le capacità, ovvero Juan Antonio Bayona, che alle spalle ha un horror gotico come The Orphanage. In sostanza, una parte di Il Regno Distrutto l’abbiamo costruita come un parco giochi in cui lui potesse mettere in pratica queste sue grandi capacità. Di conseguenza, se hai per le mani una scena con dei dinosauri dentro la cameretta di una bambina, vorresti che fosse Juan Antonio Bayona a girarla. È come un abito su misura fatto apposto per lui.

E avete usato un animatronic giusto?

Sì. Quindi l’impatto è davvero spaventoso.

Qual è il tuo rapporto col genere horror? Hai ripensato a qualche film in particolare per pianificare questa scena in sceneggiatura?

Quella scena … Probabilmente per i riferimenti specifici sarebbe il caso di parlare più con Juan Antonio, che l’ha diretta, ma so che ha menzionato il Dracula di John Badham del 1979 come grossa fonte di ispirazione, in special modo lo strisciare sul soffitto. È quello che ha sospinto il nostro film di dinosauri in prossimità del territorio dei mostri, e qualunque fosse la nostra direzione sapevamo che ad un certo punto avremmo toccato quel labile confine per poi fare un passo indietro. Ma è stato eccitante arrivare fino al limite con l’horror puro e ricordarci che Il Regno Distrutto non era un monster movie, ma era incentrato su degli animali. Ed è ciò su cui si concentrerà il Jurassic World 3. Dunque siamo arrivati al limite e abbiamo fatto un passo indietro.

jurassic world il regno perduto 2018Come mai nel primo Jurassic World non hai optato per una soluzione simile, visto che il soggetto si sarebbe prestato ugualmente bene?

In effetti … Ma abbiamo dovuto reintrodurre il franchise a una nuova generazione di ragazzi. Penso che per persone della nostra età Jurassic Park sia qualcosa che ricorderanno per tutta la loro vita, ma se hai meno di 15 anni, è qualcosa che i tuoi genitori ti faranno scoprire solo ora. Quindi è giusto che i ragazzi di oggi abbiano i loro eroi. Specialmente per il terzo film, quindi, abbiamo creato nuovi personaggi che possano apparire al fianco degli storici Alan Grant e Ellie Sattler [Laura Dern] e che si possano conquistare il loro posto sul grande schermo. Ci sono voluti un paio di film per raggiungere tale risultato.

In effetti, col cortometraggio Jurassic World – Battle at Big Rock, che fa da tramite tra il secondo e il terzo film della nuova trilogia, sembri esserti divertito a ritornare in territori horror. Cosa dobbiamo aspettarci in tal senso da JW3?

L’horror per famiglie è una buona parte dell’essenza della saga di Jurassic Park. I ragazzi che hanno visto ai tempi il film di Steven Spielberg oggi stanno invecchiando. Quindi credo che potremmo rendere JW3 un po’ più adulto e spaventoso. Questi film sono comunque sempre stimolanti, perché sono avventurosi, ricchi di suspense e divertenti, ma parlano anche di scienza, di etica e di morale; e poi, fanno anche paura! Quando si cerca di ottenere tutto ciò in un unico film, trovare un equilibrio è un’operazione piuttosto delicata.

In attesa di novità su Jurassic World 3 (uscirà nel 2021), in cui ritroveremo naturalmente Chris Pratt e Bryce Dallas Howard, di seguito potete ingannare l’attesa con il corto Battle at Big Rock:

Altre notizie su Jurassic World: Dominion:

alan moore
Azione & Avventura

Alan Moore: “Cinecomic grotteschi e pericolosi; Adam West il miglior Batman”

di Redazione Il Cineocchio

Lo scrittore e sceneggiatore inglese torna a criticare l'industria hollywoodiana e il concetto di supereroi pensati per un pubblico di maggiorenni; poi dice la sua sul Joker di Todd Phillips

Leggi
Azione & Avventura

Full trailer per Suburra, stagione 3: si prospetta un finale sanguinoso per la serie Netflix

di Redazione Il Cineocchio

La guerra per il potere a Roma raggiunge il suo apice violento per Aureliano, Spadino e Amedeo Cinaglia

Leggi
Hello world - Haro Warudo 3
Azione & Avventura

Hello World | La recensione del film animato di Tomohiko Ito (Sitges 53)

di Sabrina Crivelli

Il regista della serie Erased dirige una teen romance standard e derivativa, che pur vanta alcuni buoni guizzi sci-fi

Leggi
Azione & Avventura

Mandibules | La recensione del film di Quentin Dupieux (Sitges 53)

di William Maga

Gregoire Ludig, David Marsais e Adèle Exarchopoulos sono gli stralunati protagonisti di una commedia on the road che vede al centro di tutto una mosca gigante

Leggi