Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » Midnight Special – Fuga nella notte | Recensione del film di Jeff Nichols

6/10 su 1224 voti. Titolo originale: Midnight Special, uscita: 18-02-2016. Budget: $18,000,000. Regista: Jeff Nichols.

Midnight Special – Fuga nella notte | Recensione del film di Jeff Nichols

31/12/2019 recensione film di William Maga

Michael Shannon, Adam Driver e Joel Edgerton sono i protagonisti di un'opera di fantascienza insolita e ambigua, capace di mescolare sentimenti e profonde riflessioni

Jaeden Martell in Midnight Special (2016) film

C’è un ottimo consiglio narrativo che si applica indipendentemente dal medium con cui stai raccontando la tua storia (film, romanzo, fumetto, qualunque cosa): tuffati nell’azione il più tardi possibile. E, accidenti, Jeff Nichols ha portato tale suggerimento a un delizioso estremo con Midnight Special – Fuga nella notte. Lo spettatore viene infatti gettato proprio nel mezzo di quello che sarebbe, in un film più convenzionale, il terzo atto – cioè la sequenza finale che sta portando la storia verso la sua risoluzione. Non esiste una ‘preparazione’ a questo momento qui, perché non ne abbiamo bisogno: abbiamo visto già abbastanza vicende simili a questa da riuscire a indovinarne almeno il profilo approssimativo, e lo sceneggiatore e regista non ha alcun interesse a visitare un terreno già esplorato o a perdere tempo con dettagli superflui.

Midnight Special - Fuga nella notte film posterQuesto non è un film che punta sulla trama, e, qualora lo fosse, lo additeremmo correttamente come banale e logoro. Invece, questa è una storia sulle emozioni che troppo spesso vengono ignorate in quei thriller di fantascienza a cui Midnight Special – Fuga nella notte si può accostare … e sono le emozioni non solo dei personaggi sullo schermo, ma anche di noi che stiamo guardando. Prendete film come Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg o Starman di John Carpenter (quest’ultimo grande fonte d’ispirazione a detta dello stesso Jeff Nichols), rallentate il loro atto finale e mettete gli attori principali sotto un microscopio emotivo e avrete Midnight Special – Fuga nella notte. (Sia chiaro, non che Incontri Ravvicinati o Starman non siano già colmi di sentimenti profondi, ma questa stessa premessa di base funzionerebbe anche con qualsiasi altra copia più economica). Il risultato è così un dramma intensamente avvincente – pieno di colpi di scena intelligenti, riflessivi e personali su alcuni dei cliché familiari del cinema di fantascienza – sulle forze motrici della paranoia e dell’autoconservazione, ma anche sul potere dell’amore e della speranza.

Da qualche parte nel Texas rurale, Roy (il superbo Michael Shannon, La Forma dell’Acqua) è in fuga con suo figlio di otto anni, Alton (Jaeden Lieberher, Aloha), con l’aiuto di un agente, Lucas (Joel Edgerton, Regali da uno sconosciuto), che possiamo presumere abbia abbandonato i suoi doveri di poliziotto. Si viaggia di notte, su strade immerse nell’oscurità, a fari spenti e ci si nasconde in motel scadenti. All’inizio, non sappiamo da cosa stiano scappando, ma il loro terrore e la fretta sono palpabili. Ebbene, Roy e Lucas hanno paura; Alton sembra al contrario piuttosto rilassato, anche se chiaramente il bambino non sta bene fisicamente: è debole e ha una strana avversione alla luce del sole. Presto apprendiamo che sono inseguiti da alcuni rappresentanti di un culto religioso – guidati da Calvin (Sam Shepard, Cold in July) – nato dopo la scoperta dei misteriosi poteri che Alton sembra genuinamente possedere e dalle cui grinfie, a quanto pare, Roy ha rapito il piccolo. Credono che Alton abbia profetizzato che stia per succedere qualcosa di grosso e vogliono che il bambino torni indietro, in modo che lui possa forse continuare a incanalare il volere di Dio per loro, oppure credono di poterlo proteggere da … qualcosa.

Tuttavia, sulle loro tracce ci sono anche alcuni agenti del governo. Nello specifico l’agente della NSA Sevier (Adam Driver, Star Wars), che sembra molto meno sinistro di Calvin – assomiglia più al François Truffaut in Incontri ravvicinati – ma vuole ancora trovare Alton e chiedergli come possa essere in grado di fare alcune cose molto particolari che preoccupano molto la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Kirsten Dunst, Joel Edgerton, Michael Shannon e Jaeden Martell in Midnight Special (2016)Come è finito Alton nella mani della setta? L’NSA quale ritiene sia la fonte dei poteri del ragazzino? Chi è Lucas e come è rimasto coinvolto con Alton e Roy? Qual è la storia della madre di Alton, Sarah (Kirsten Dunst, Melancholia), che i tre raccolgono lungo la strada? Sembra che non stiano più insieme, forse a causa di qualcosa che ha a che fare con Alton? C’è molta ambiguità qui, e proprio verso la fine di Midnight Special – Fuga nella notte, le domande sono di una varietà estremamente allettante. (L’unico appunto che si potrebbe sollevare riguarda una deliberata vaghezza forse un po’ eccessiva. Roy e Sarah, in quanto genitori di Alton, dovrebbero avere qualche risposta in più sul mistero del figlio, oppure molte più domande su di lui, che dovrebbero peraltro terrorizzarli a morte. Invece non sembrano averne nemmeno una, e questo è un problema, soprattutto perché il film parla tanto di cosa provino nei confronti del piccolo).

Quella enigmaticità è dove i nostri sentimenti sul genere entrano in campo e vengono usati nel modo più soddisfacente. Midnight Special – Fuga nella notte cattura magnificamente, sottilmente ma profondamente, la spiritualità non religiosa della fantascienza, quell’ottimismo che brama i suggerimenti di qualcosa di più di questo nostro piccolo mondo, ma qualcosa di più che non richiede necessariamente il soprannaturale.

Non vogliamo una fantasia, vogliamo solamente una realtà più grande e migliore. Con la setta di Calvin e l’NSA di Sevier, abbiamo rappresentati i due estremi della religione (siamo impotenti di fronte a Dio!) e della razionalità (possiamo controllare ogni cosa!) e ci ritroviamo, esattamente come Roy e Alton, proprio nel mezzo. Proprio nello stesso modo in cui il sorprendente Take Shelter del 2011 (anche quello con Michael Shannon) era intriso del senso di terrore che qualcosa di terribile si stesse profilando appena oltre l’orizzonte e stesse per colpire, Midnight Special – Fuga nella notte bisbiglia speranzoso che un mondo migliore sia alla nostra portata. Una sensazione che manca alla fantascienza sul grande schermo da molto tempo.

Di seguito il trailer ufficiale:

ed harris westworld 3 serie
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per Westworld 3: Dolores vuole uccidere tutti nella nuova stagione della serie HBO

di Redazione Il Cineocchio

Evan Rachel Wood e gli altri host arrivano nel mondo esterno, portandosi dietro la voglia di vendetta e distruzione

Leggi
Beforeigners serie hbo 2020
Sci-Fi & Fantasy

Trailer per Beforeigners: viaggiatori del tempo invadono Oslo nella serie HBO

di Redazione Il Cineocchio

Poliziesco procedurale e fantascienza si mescolano nello show originale norvegese con Krista Kosonen e Nicolai Cleve Broch

Leggi
the black hole buco nero film 1979
Sci-Fi & Fantasy

Dossier | The Black Hole – Il Buco Nero: classico da riscoprire o film modesto?

di Redazione Il Cineocchio

Nel 1979 la Disney affidava a Gary Nelson una space opera insolita e bizzarra con protagonisti Robert Forster e Anthony Perkins, un lungometraggio visivamente clamoroso ma con dialoghi e interpretazioni non all'altezza

Leggi
his dark materials serie hbo 2019
Sci-Fi & Fantasy

His Dark Materials (Stagione 1) | Recensione della serie HBO (Queste Oscure Materie)

di Ghismore

La prima parte della trilogia fantasy scritta da Philip Pullman arriva sul piccolo schermo con un adattamento dalla resa più che soddisfacente, anche grazie alle prove di Dafne Keen, Ruth Wilson e James McAvoy

Leggi
il giardino segreto film 2020
Sci-Fi & Fantasy

Full trailer per Il Giardino Segreto: magia e amicizia per intenerire il burbero Colin Firth

di Redazione Il Cineocchio

Il noto racconto di formazione per ragazzi scritto da Frances Hodgson Burnett è pronto a ritornare nei cinema con un tocco fantasy, sotto la regia dell'inglese Marc Munden

Leggi
Si vive una volta sola

Si vive una volta sola

26-02-2020

Permette? Alberto Sordi

Permette? Alberto Sordi

24-02-2020

Lourdes

Lourdes

24-02-2020

Lontano lontano

Lontano lontano

20-02-2020

La mia banda suona il pop

La mia banda suona il pop

20-02-2020

Criminali come noi

Criminali come noi

20-02-2020

L'hotel degli amori smarriti

L'hotel degli amori smarriti

20-02-2020

Cattive acque

Cattive acque

20-02-2020

Cats

Cats

20-02-2020

Il richiamo della foresta

Il richiamo della foresta

20-02-2020

Era mio figlio

Era mio figlio

20-02-2020

Bad Boys for Life

Bad Boys for Life

20-02-2020

RECENSIONE

Lunar City

Lunar City

17-02-2020

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

Fabrizio De André & PFM - Il concerto ritrovato

17-02-2020

Les Confins du monde

Les Confins du monde

14-02-2020

Gli anni più belli

Gli anni più belli

13-02-2020

Alla mia piccola Sama

Alla mia piccola Sama

13-02-2020

Il lago delle oche selvatiche

Il lago delle oche selvatiche

13-02-2020

RECENSIONE

Fantasy Island

Fantasy Island

13-02-2020

RECENSIONE

Sonic - Il film

Sonic - Il film

13-02-2020

RECENSIONE

Memorie di un assassino

Memorie di un assassino

13-02-2020

RECENSIONE