Home » Cinema » Sci-Fi & Fantasy » [recensione da Sitges 49] La Región Salvaje di Amat Escalante

6/10 su 43 voti. Titolo originale: La región salvaje, uscita: 15-05-2016. Regista: Amat Escalante.

[recensione da Sitges 49] La Región Salvaje di Amat Escalante

di Sabrina Crivelli

Il regista messicano mette in scena un'opera affascinante e disperata, vincitrice del Leone d'Argento all'ultima Mostra del cinema di Venezia

Surreale e insieme quasi documentaristico La región salvaje di Amat Escalante riesce a combinare elementi fantastici alla descrizione meticolosa e realista della realtà messicana, della quotidianità di una silloge di personaggi disperati in cerca della liberazione dalla propria prigionia, psichica più che materiale.

la-region-selvajeCome nella migliore cinematografia bunuelliana del periodo messicano, come i figli della violenza ad esempio, assistiamo quivi a un dramma denso, anzitutto sociale e antropologico. Si tratta di vicende umane anzitutto, in un piglio cinico, psicologico e materiale, delle dinamiche familiari dei tre protagonisti … intorno a cui ruota l’azione. È l’intollerabile quotidianità quella che ammorba la vita di Verónica (Simone Bucio), tra sesso meccanico, una relazione senza passione, i due figli e il lavoro dalla suocera in un’impresa casalinga di ravioli. È la rassegnazione a vivere una menzogna lunga un’intera esistenza per Angel (Jesus Meza) intrappolato in un matrimonio che è palesemente una farsa e padri di due figli, in un ruolo sociale che gli impone di fingere di essere ciò che non è. È infine il triste destino del terzo, l’amante scomodo costretto a vivere sempre celato per Fabián (Eden Villavicencio) fratello di Verónica. Non c’è uscita per questi tre personaggi, incatenati a uno stratus frustrante, doloroso. Una parabola esistenziale soffocante, dunque, dove la miseria interiore, quella del soggetto, è tratteggiata attraverso il particolare, una mattina in famiglia, Verónica ormai insofferente al marito, che per l’ennesima volta si è ubriacato, per tollerare quel terribile segreto nel suo cuore che non rivelerà mai a lei. In una concretizzazione all’esterno dello squallore che ossessiona e dilania l’Io, anche i muri delle case ricoperti di scritte squallide, gli interni spogli, i vicoli che trasudano malessere, tutto della città sembra nocivo al soggetto, i dettami della moderna civilizzazione che ne reprimo la psiche, come l’ambiente nocivo e fatiscente, non esiste più bellezza o purezza.

E poi? Poi c’è la fuga, si concretizza in una capanna in mezzo al nulla, ai boschi, dove una coppia di scienziati alleva una misteriosa creatura, unico elemento realizzato in computer grafica eppure ben integrata con il resto. Materializzazione del puro istinto, Es freudiano e tentacolare, si tratta di un essere irreale, comparso in un cratere dove si concentra ora ogni pulsione ferina. È totale liberazione da ogni vincolo imposto, quello che promette Alejandra (Ruth Ramos), lei stessa entrata in plurimi “intimi contatti” con il polipomorfo amante (ricorda i celebri … del maestro Hokusai), puro piacere, che dà dipendenza, ma che non tutti tollerano. Mortale, per alcuni, lesivo per molti, esso stesso ha bisogno di nutrirsi di un rapporto estremo e carnale, per appagare la sua natura.

la-region-selvaje-3Tutto il resto rimane ammantato dal segreto, le sequenze lente, dense di rassegnata disperazione, di amarezza, ci proiettano in un mondo sconfortante, l’immagine filmica stessa lascia sospesi in quest’ansia esistenziale che tutto ammanta, che non lascia scampo. Affascinante, proprio per questa estetica del sordido, del totale squallore, morale come nella superficie, ci porta a sprofondare lentamente, senza possibile salvezza, senza via di fuga, come d’altra parte non è possibile sfuggire ai personaggi stessi, Alejandra la prima che ci prova, poi delusa ancor una volta della mediocrità del reale, torna indietro, al mostro che l’avviluppa tra disgusto ed estremo piacere, pur sapendo che potrebbe morire ad ogni suo abbraccio.

Sottesa, in ultimo, percepiamo tra le righe la critica alla società macista e omofoba messicana, ancor più toccante perché non ha nulla di didattico, di propagandistico, è cruda e procede per immagini, non per slogan policici.

Paradossale, disturbante e per questo geniale, La región salvaje è stato apprezzato dalla critica, ha vinto il Leone d’argento – Premio speciale per la regia alla 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (QUI la nostra intervista a Escalante) di quest’anno e guardandolo se ne comprende il motivo: siamo spettatori della perfetta combinazione tra la materia e l’immateriale, l’archetipico e lo psichico, infine la materializzazione di una forza antropologica eppure che prescinde l’umano; come si può resistere a una simile fascinazione?

Sci-Fi & Fantasy

Tra fumetto e cinema (e TV): I Kill Giants (Titan Edition), Il Guardiano della Diga, Hilda e …

di
Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino le edizioni pubblicate da BAO Publishing della premiatissima graphic novel di Joe Kelly e JM Ken Niimura (divenuta film live action), della favola agrodolce di Robert Kondo e Dice Tsutsumi (nata da un cortometraggio animato) e delle avventure fantasy ideate da Luke Pearson (ora anche serie d'animazione originale su Netflix)

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer finale di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, lo scontro tra maghi si fa violento

di
Redazione Il Cineocchio

Eddie Redmayne, consigliato da Jude Law, dovrà rintracciare e impedire a Johnny Depp di realizzare il suo terribile piano di conquista del mondo nel sequel diretto da David Yates

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Recensione Blu-ray | X-Files – La stagione 11 (3 dischi)

di
Redazione Il Cineocchio

Scopriamo da vicino l'edizione casalinga del cofanetto che contiene i 10 episodi (forse gli ultimi) della longeva serie che vede protagonisti ancora una volta gli inossidabili agenti dell’FBI Fox Mulder e Dana Scully interpretati da David Duchovny e Gillian Anderson

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

16 cose da sapere su L’uomo che uccise Don Chisciotte di Terry Gilliam

di
Redazione Il Cineocchio

Curiosità e aneddoti sull'agognata rivisitazione con Jonathan Pryce e Adam Driver del classico di Miguel de Cervantes, finalmente ultimata dopo quasi 20 anni

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Cortometraggio | Sharlto Copley è ancora un Dio dispotico in God: City degli Oats Studios

di
Redazione Il Cineocchio

Dopo oltre 12 mesi Neill Blomkamp pubblica a sorpresa un nuovo sperimentale lavoro del suo studio indipendente, caratterizzato da tagliente black humor

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Recensione fumetto | Predator 30º anniversario di Mark Verheiden

di
Redazione Il Cineocchio

Saldapress porta nelle fumetterie un volume cartonato che racchiude il sequel disegnato nel 1988 del primo film di John McTiernan (che differisce dal seguito cinematografico del 1990) e altre due storie ambientate nell'universo degli Yautja

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Nel trailer della serie Charmed, le sorelle Halliwell abbracciano il loro destino di streghe

di
Redazione Il Cineocchio

Madeleine Mantock, Melonie Diaz e Sarah Jeffery sono le protagoniste del reboot del popolare show fantasy conclusosi nel 2006

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Jordan Peele su Ai Confini della Realtà: “La mia serie rifletterà sui nostri tempi; presenterò io gli episodi”

di
Redazione Il Cineocchio

Il regista e sceneggiatore ha parlato del gravoso compito che lo attende con il reboot e dell'eredità pesante di Rod Serling

Leggi
Sci-Fi & Fantasy

Recensione | L’uomo che uccise Don Chisciotte di Terry Gilliam

di
Sabrina Crivelli

L'agognata trasposizione che vede questa volta protagonisti Jonathan Pryce e Adam Driver si concretizza finalmente in una personalissima, lirica e visionaria rilettura che rende onore al classico di Miguel de Cervantes

Leggi
Titolo Data Regista

Ghost Stories - (Limited Edition) (Blu-Ray+Booklet)

07/09

Jeremy Dyson, Andy Nyman

L'Isola Dei Cani (Blu-Ray)

13/09

Wes Anderson

The Strangers - Prey At Night (Blu-Ray)

13/09

Johannes Roberts

Ready Player One (Blu-Ray)

13/09

Steven Spielberg

La Truffa Dei Logan (Blu-Ray)

13/09

Steven Soderbergh

Manhunt (Blu-Ray)

20/09

John Woo

The Carpenter'S House (Dvd)

21/09

Brace Beltempo

Creepy Tales Of Pizza And Gore (Dvd)

21/09

Lorenzo Fassina

Mad In Italy (Dvd)

21/09

Paolo Fazzini

Milza Man (Dvd)

21/09

Vincenzo Campisi, Antonio Vezzari, Arturo Volpes