Home » Cinema » Azione & Avventura » [recensione] Domani di Cyril Dion e Mélanie Laurent

8/10 su 194 voti. Titolo originale: Demain, uscita: 21-04-2015. Regista: Cyril Dion.

[recensione] Domani di Cyril Dion e Mélanie Laurent

16/10/2016 recensione film di Teresa Scarale

I due attori francesi firmano a quattro mani un documentario molto interessante sul nostro 'Domani', pieno di concretezza e positività

L’apocalisse può attendere

domani-locandina-dionCi ingegniamo all’inverosimile per immaginare la fine dell’umanità in film, libri, studi, previsioni. Perché mai non mettiamo lo stesso entusiasmo nell’immaginare la nostra salvezza? Non si contano le analisi, le confutazioni teoretiche, le condanne dello status quo dell’umanità. Siamo bravissimi a lamentarci, non ad offrire soluzioni e prospettive. Il Primo Mondo aveva il sogno del progresso; lo abbiamo esaurito, svuotato, essiccato: quel che abbiamo messo in atto, da un certo punto in poi, non ci ha resi felici. E se invertissimo la rotta? Ci siamo mai chiesti come sarebbe possibile farlo? “Il pesce luna è l’unico essere vivente che cresce fino a scoppiare” viene affermato ad un certo punto del film. Il sottointeso è, “Perché dovremmo farlo anche noi?”. Non si tratta di teorie pauperistiche e ideologie ecologiste, ma di vedere come, in alcuni posti sparsi per i continenti, questa inversione di rotta ci sia già stata, partendo dal basso, dalla buona volontà dell’essere umano.

E in Domani è una gioia scoprirlo, non si crede ai propri occhi, eppure è vero, sta succedendo proprio adesso. Si squadernano davanti ai nostri occhi i cinque capitoletti (agricoltura, energia, economia, democrazia, istruzione) di cui il docufilm si compone. Cyril Dion e Mélanie Laurent hanno visitato 10 paesi, in ognuno dei quali hanno trovato donne e uomini che si sono uniti spontaneamente per costruire un mondo migliore adesso, a partire dal piccolo che ognuno può fare. E sta funzionando grazie alla comunità, senza burocrazie. Dall’India alla Normandia. La stessa logica comunitarista è stata adoperata per la realizzazione del film, prodotto grazie alla raccolta fondi messa in atto dai due registi tramite la piattaforma KissKissBankBank: vi hanno contribuito 10.266 persone, e i 200 mila euro che ci si aspettava di raccogliere in due mesi sono stati raggiunti in due giorni.

Gli applausi e i “bravi” a fine proiezione sono sgorgati spontanei, quasi ne fossero la prosecuzione. Al bando le fumose teorie per un mondo migliore: il nostro Domani passa per il basilico sotto ai pomodori.

Di seguito il trailer di Domani, al cinema dal 6 ottobre:

Cyril Dion
Anthony Barnosky
Olivier De Schutter
Mélanie Laurent
luke cage marvel
Azione & Avventura

Quentin Tarantino su Luke Cage: “Pensai a un film con Laurence Fishburne; mi scoraggiarono!”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista spiega come mai avrebbe fortemente voluto dirigere l'adattamento per il grande schermo delle storie dell'eroe della Marvel e come mai non se ne fece nulla

Leggi
Last Moment of Clarity film samara
Azione & Avventura

Trailer per Last Moment of Clarity: Samara Weaving è morta, oppure no?

di Redazione Il Cineocchio

C'è anche Brian Cox nel thriller hitchcockiano d'esordio di Colin e James Krisel

Leggi
popeye - braccio di ferro film 1980 robin
Azione & Avventura

Dossier | Popeye – Braccio di Ferro di Robert Altman: uno sgangherato musicomic

di William Maga

Nel 1980, Robin Williams e Shelley Duval erano i protagonisti di una bizzarra e personalissima trasposizione live action del celebre fumetto di E.G. Segar

Leggi
Tartarughe Ninja alla riscossa (1990)
Azione & Avventura

Dossier | Tartarughe Ninja alla Riscossa di Steve Barron: 30 anni di pizza e cowabunga!

di Francesco Chello

Celebriamo l'anniversario del film ripercorrendo la lavorazione della prima (e tuttora migliore) trasposizione cinematografica del celebre franchise scaturito dal fumetto indipendente di Kevin Eastman e Peter Laird

Leggi
cinema chiuso
Azione & Avventura

Riflessione | Cinema vs. coronavirus (Part III): la fine della memoria

di Giovanni Mottola

Continua la nostra disamina di questo complicato e duro momento storico, provando a immaginare quali potranno essere le conseguenze nel mondo dell'intrattenimento

Leggi