Home » Cinema » Azione & Avventura » Recensione Story | Rambo 2 – La vendetta di George Pan Cosmatos

6/10 su 1653 voti. Titolo originale: Rambo: First Blood Part II, uscita: 21-05-1985. Budget: $10,000,000. Regista: George P. Cosmatos.

Recensione Story | Rambo 2 – La vendetta di George Pan Cosmatos

16/06/2019 recensione di William Maga

A tre anni dal primo capitolo, Sylvester Stallone veniva catapultato in Vietnam in un film che - con un attacco frontale - illustrava sul grande schermo la teoria della 'coltellata alla schiena' ai soldati americani

Rambo II - La vendetta (1985) film

Era il giugno del 1985 quando nei cinema americani faceva il suo debutto trionfale Rambo 2 – La vendetta (Rambo: First Blood Part II) del regista George Pan Cosmatos, diventando in pochissimi giorni un fenomeno politico capace di insospettabili incassi record e di scatenare una vera e propria ‘rambomania’. Stroncato naturalmente dalla critica, il protagonista Sylvester Stallone, mattatore di questo secondo capitolo della saga, consumava così la sua vendetta al botteghino, in un modo che nemmeno i primi tre dedicati a Rocky Balboa erano riusciti a fare.

Rambo II - La vendetta (1985) poster“È il simbolo dello spirito americano”, proclama la pubblicità di Rambo dell’epoca. Lo impersona un Sylvester Stallone erculeo, incattivito dai torti e dai tradimenti subiti, sempre luccicante per il sudore, con pettorali e bicipiti da sollevatore di pesi esperto. Nel film inaugurale della serie del 1982, John Rambo, reduce dal Vietnam, combatteva una sua guerra personale contro civili e Guardie nazionali dello stato di Washington per protestare contro le ingiustizie sopportate dagli ex-combattenti. Per questo è finito a spaccar pietre in un penitenziario, dove lo troviamo all’inizio di Rambo 2 – La vendetta. Il colonnello di Berretti verdi Samuel Trautman (Richard Crenna), che lo conosce e lo apprezza come la più straordinaria delle macchine da guerra, ne contratta la liberazione in cambio di una missione speciale in Vietnam. Rambo gli chiede: «Questa volta ci permetteranno di vincere?». È la chiave dell’intero film, riecheggiata da una battuta elettorale del presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan a un’assemblea di reduci. La guerra del Vietnam — è il sottinteso — finì come finì per il tradimento interno. Ciò che accadrà nelle successive sequenze sarà l’illustrazione su schermo della teoria della ‘coltellata alla schiena’ dei soldati.

La missione speciale consiste nel farsi paracadutare nottetempo in Vietnam per fotografare, in 36 ore, un accampamento dove si sospetta siano tenuti prigionieri alcuni militari americani dati per dispersi da anni. Solo fotografare, non menare le mani. Ma il capo della missione, un civile (Charles Napier), non crede che questi prigionieri esistano e, comunque, paventa le conseguenze politiche di una eventuale scoperta. Rambo però non resiste alla tentazione di entrare in azione quando scopre sei commilitoni rinchiusi gabbie di tigre infestate dai topi. Ne libera uno, lo trascina via aiutato da una ragazza vietnamita (Julia Nickson-Soul) – che è il suo contatto in zona -, fino al punto in cui l’elicottero amico dovrebbe prelevarlo. Ma al momento in cui la salvezza i a portata di mano, il capo missione tira l’ennesima coltellata alla schiena del nostro eroe, ordinando al pilota di abbandonarlo al suo destino. Al campo base, in un violento scontro verbale con il colonnello Trautman, il capo missione spiega il perché del tradimento: il ritorno in America del prigionieri scatenerebbe un’agitazione per invadere di nuovo il Vietnam e i nord vietnamiti, nel 1972, hanno preteso un riscatto dì quattro miliardi e mezzo di dollari per restituire i prigionieri. La somma non è stata pagata ed è ancor meno probabile che venga pagata. Meglio dunque lasciar perdere Rambo.

Sylvester Stallone in Rambo 2Così Rambo finisce nelle mani di militari sovietici che lo torturano, fino al momento in cui, grazie all’aiuto della dolce
vietnamita riuscirà a liberarsi e a sceneggiare una moderna versione degli Orazi e Curiazi nella giungla, che naturalmente sarà fatale agli innumerevoli inseguitori vietnamiti e sovietici. L’Orazio americano perde la sua amazzone ma farà una carneficina dei nemici trafiggendoli con l’arco, sventrandoli con un kriss di salgariana memoria, spappolandoli con proiettili disintegranti, bruciandoli con un razzo-lanciafiamme, in una sequela di esplosioni che a mala pena sovrastano l’entusiasmo delle platee. Rambo è per metà di sangue indio-americano e per metà di sangue tedesco. Per questo è infallibile con l’arco e guida l’elicottero come un asso dell’aviazione. Per questo si muove nella giungla come una tigre e in pari tempo padroneggia i più sofisticati gadget della tecnologia militar-cinematografica, ha una resistenza fisica incredibile e una spietatezza da killer.

Quando è nelle mani del nemico, le sue pene (perfino una crocifissione) rievocano quelle di Cristo. Quando combatte si cinge dell’aureola del giustiziere. Ha perfino un attimo di generosità finale, nel momento in cui potrebbe consumare la propria vendetta e invece risparmia, con disprezzo, il capo missione che lo ha tradito. E prima dell’inquadratura conclusiva del film, questo giustiziere che finora ha più grugnito che parlato, al colonnello che gli chiede cosa mai volesse, risponde con una certa difficoltà: “Voglio …  voglio … che questo paese ci ami come noi lo abbiamo amato!“. E il cerchio della ‘sindrome vietnamita’ si chiude.

Rambo II - La vendetta (1985)Dieci anni dopo la ritirata dal Vietnam, Rambo 2 – La vendetta ha avuto un clamoroso successo non soltanto per l’abilità con cui Sylvester Stallone (protagonista, sceneggiatore e praticamente anche regista) ha rievocato e sublimato i modelli di eroi cinematografici che hanno eccitato le platee: da Superman a James Bond ai mille protagonisti del western. John Rambo, questo John Wayne a torso nudo, è qualcosa di più e di diverso del supereroi che sterminavano gli indiani e le suonavano al giapponesi. Quelle pellicole amplificavano, edulcoravano, glorificavano qualcosa che era accaduto realmente, anche se in modo più complesso e doloroso. Nell’opera di George Pan Cosmatos la fantasia non dilata ma stravolge totalmente la realtà. E dà voce a un bisogno di rivincita, al desiderio di liberarsi di una frustrazione. L’America che se ne andava in sollucchero per le imprese di John Rambo sapeva benissimo com’era finita la tragedia del Vietnam, patendo peraltro in quelle settimane del 1985 il secondo dramma degli ostaggi, intuendo che anche il ‘massimo impero mondiale’ era diventato vulnerabile. In Rambo 2 – La vendetta si sente il tanfo del maccartismo. I vietnamiti e i sovietici — i ‘nemici’ — sono ridotti a marionette mostruose e l’eroe americano che li sconfigge è un’entità mitologica. È la personificazione stessa dell’esercito statunitense che non avrebbe potuto perdere — questo il messaggio — se non fosse stato tradito.

L’unica consolazione è che la più delirante fantasia di rivincita non può cancellare la realtà: i western celebravano
una vittoria, John Rambo compensa con le sue gesta una sconfitta ancora non digerita.

Di seguito trovate la scena del ‘Sono io che vengo a prenderti’ di Rambo 2 – La vendetta:

Sylvester Stallone
Richard Crenna
Charles Napier
Steven Berkoff
Julia Nickson
George Cheung
Andy Wood
William Ghent
Voyo Goric
Dana Lee
Baoan Coleman
Steve Williams
Don Collins
Christopher Grant
Martin Kove
Alain Hocquenghem
William Rothlein
Tony Munafo
Tom Gehrke
John Sterlini
kill bill volume 1 uma thurman film
Azione & Avventura

Quentin Tarantino su Kill Bill 3: “Ne ho parlato seriamente con Uma Thurman”

di Redazione Il Cineocchio

A oltre 15 anni dall'uscita del Volume 1, il regista è tornato a ventilare la possibilità di vedere nuovamente sul grande schermo La Sposa

Leggi
Azione & Avventura

Trailer per City Hunter: Private Eyes, nuovo film animato per Ryo Saeba (con Occhi di Gatto!)

di Redazione Il Cineocchio

Per il lungometraggio sul detective di Shinjuku sono stati richiamate le voci storiche Guido Cavalleri, Roberta Gallina Laurenti e Vittorio Bestoso

Leggi
harley quinn serie animata 2019
Azione & Avventura

Teaser per Harley Quinn: turpiloquio, violenza e Batman nella serie animata DC

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono Kaley Cuoco, Alan Tudyk e Christopher Meloni tra i doppiatori dello show in streaming destinato a un pubblico adulto

Leggi
watchmen serie TV HBO 2019
Azione & Avventura

Full trailer per Watchmen: il Dottor Manhattan torna sulla Terra per la serie HBO

di Redazione Il Cineocchio

Nello show originale supervisionato da Damon Lindelof, che ci riporterà nell'universo distopico creato da Alan Moore oltre 30 anni fa, troveremo Jeremy Irons e Don Johnson

Leggi
takashi miike nifff 2019
Azione & Avventura

Intervista | Takashi Miike sui 20 anni di Audition, Bruce Lee, l’animazione e Godzilla

di Alessandro Gamma

Al NIFFF di Neuchâtel abbiamo incontrato il 58enne regista giapponese, col quale abbiamo parlato di tutto e un po'

Leggi
Jay and Silent Bob Reboot (2019) film
Azione & Avventura

Red band trailer per Jay and Silent Bob Reboot: special guest e assurdità sulla via per Hollywood

di Redazione Il Cineocchio

A 18 anni da Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood, Kevin Smith e Jason Mewes tornano sulle scene per un sequel zeppo di vecchi amici

Leggi
top gun maverick film tom cruise
Azione & Avventura

Nel trailer di Top Gun: Maverick, Tom Cruise è ancora il pilota scapestrato del 1986

di Redazione Il Cineocchio

A 33 anni dal classico di Tony Scott, l'attore torna sul suo caccia sotto la regia di Joseph Kosinski, in un sequel in cui ci sono anche Miles Teller e Jennifer Connelly

Leggi
leonardo dicaprio c'era una volta a hollywood rick dalton western
Azione & Avventura

Quentin Tarantino su Bounty Law: “Ho scritto 5 storie per la serie western con Rick Dalton; vorrei girarla per Netflix”

di Redazione Il Cineocchio

Il regista ha rivelato di aver praticamente pronto uno show ispirato al serial 'fittizio' con Leonardo DiCaprio di cui si parla nel film C'era Una Volta ... a Hollywood

Leggi
Azione & Avventura

Recensione fumetto | La Lega degli Straordinari Gentlemen Vol. 1 di A. Moore e K. O’Neill (ed. 2019)

di Redazione Il Cineocchio

Nel suo ventennale, riscopriamo il primo volume dell'amata saga, riproposta da BAO Publishing in una nuova edizione in due diversi formati

Leggi
first love film takashi miike
Azione & Avventura

First Love | La recensione della yakuza romance di Takashi Miike

di Sabrina Crivelli

Il prolifico regista giapponese torna sulle scene con un film molto sopra le righe e intriso di black humor, in cui fa capolino la sua inaspettata vena romantica

Leggi
Azione & Avventura

Trailer per The King’s Man – Le Origini: alla fondazione della Kingsman con Ralph Fiennes

di Redazione Il Cineocchio

Ci sono anche Gemma Arterton e Matthew Goode nel prequel diretto ancora una volta da Matthew Vaughn

Leggi
Nikolaj Coster-Waldau in Domino (2019) film
Azione & Avventura

Domino | La recensione del film (rinnegato) di Brian De Palma

di William Maga

Nikolaj Coster-Waldau, Guy Pearce e Carice van Houten sono i malamente sfruttati protagonisti di un action thriller pieno di problemi

Leggi
Point Blank - Conto alla rovescia film netflix
Azione & Avventura

Point Blank – Conto alla Rovescia | La recensione del film Netflix con Anthony Mackie e Frank Grillo

di William Maga

Joe Lynch dirige un blando remake dell'omonimo action francese del 2010 di Fred Cavayé, puntando molto sui nomi degli attori coinvolti e poco sulla sceneggiatura

Leggi
The Joker Year of the Villain 2019 cover
Azione & Avventura

John Carpenter scrive The Joker: Year of the Villain, copertina e trama del fumetto DC

di Redazione Il Cineocchio

Il regista 71enne torna a collaborare con Anthony Burch per il numero speciale dedicato al Clown Principe del Crimine e a Lex Luthor

Leggi
the prey film jimmy henderson
Azione & Avventura

The Prey | La recensione del film di Jimmy Henderson (NIFFF 2019)

di Sabrina Crivelli

Il regista italiano torna sulle scene per portarci nella giungla cambogiana per seguire una spietata caccia all'uomo senza esclusione di colpi

Leggi
Midsommar - Il villaggio dei dannati

Midsommar - Il villaggio dei dannati

25-07-2019

RECENSIONE

La piccola boss

La piccola boss

25-07-2019

Men in Black: International

Men in Black: International

25-07-2019

RECENSIONE

Passpartù: Operazione Doppiozero

Passpartù: Operazione Doppiozero

18-07-2019

Vita segreta di Maria Capasso

Vita segreta di Maria Capasso

18-07-2019

Il mangiatore di pietre

Il mangiatore di pietre

18-07-2019

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

Good Boys - Quei cattivi ragazzi

18-07-2019

Birba - Micio Combinaguai

Birba - Micio Combinaguai

18-07-2019

Skate Kitchen

Skate Kitchen

18-07-2019

Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

18-07-2019

RECENSIONE

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

Edison - L'uomo che illuminò il mondo

18-07-2019

Raccolto amaro

Raccolto amaro

18-07-2019